Jump to content
PLC Forum


Inverter serie ie5 non funzionante


tuttorotto
 Share

Recommended Posts

tuttorotto

Buongiorno, ho una impastatrice che non funziona più, l' ho aperta e non sembra ci siano problemi di contatti, microinterruttori, ossido o cavi rotti e dissaldati, la macchina è costituita da un motore Leroy Somer D18-T e da un inverter serie ie5 che è inserito dentro la parte dietro. Quando attacco la spina non si accende il display, dunque ha un problema... secondo voi posso testarlo in qualche modo e magari sostituire dei componenti per riportarlo al funzionamento visto che è molto costoso (160 euro circa)? Ho testato i condensatori che mi sembrano buoni, (puntando il tester con cicalino la resistenza va in crescita), ho provato a puntare anche i transistor e non sembrano in corto, ho controllato le saldature e mi sembrano integre... ora provo il piccolo trasformatore con il tester per vedere se gli avvolgimenti sono in corto o interrotti... poi datemi voi un consiglio se sto facendo bene e se posso fare altro, grazie.

Posto un collage di immagini che possono essere utili per capire di cosa si tratta.

Senzanome.jpg

Link to comment
Share on other sites


Prima prova: ai morsetti L1, L2 e L3 (i due usati, visto che è monofase) arriva l'alimentazione? Può sembrare banale, ma la protezione a monte potrebbe essere saltata.

Se arriva, facendo parecchia attenzione, vedere se sui condensatori ci sono i 315V circa continui. Se no, controllare eventuali resistenze in serie al ponte, e ovviamente se il ponte è ok.

Se c'è, bisognerebbe individuare il trasformatorino switching che alimenta la bassa tensione della logica (spesso 24Vdc e 5Vdc), occhio si è sempre sul lato di rete.

Se tutto appare ok, è decisamente morto e potrebbe non essere facilmente riparabile.

 

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

La prima cosa da fare, se l'inverter non accende alcuna spia e/o display, è cominciare a misurare le tensioni partendo dall'ingresso di rete e seguendo il segnale.

Per riparare un inverter per comando motori, a meno di un guasto banale, è necessaria anche una discreta conoscenza specifica ed un minio di strumentazione adatta, altrimenti si rischia di far danni maggiori.

Link to comment
Share on other sites

tuttorotto

Grazie delle risposte, ho fatto una prova veloce dopo la pulizia con pennello e alcool (era tutto impastato di polvere e grasso che poteva creare qualcosa nel circuito). La spia led interna si accende e quando stacco l'alimentazione si sente un piccolo fischio (tipo il flash delle vecchie Polaroid, dovrebbero essere i condensatori), però il display non si illumina.

Ho provato a puntare col tester il piccolo trasformatore a vuoto, ma non sembra ci siano corto circuiti... dunque sembra la scheda di controllo il problema, cosa potrei testare oltre a quello che mi avete consigliato a questo punto?

Link to comment
Share on other sites

tuttorotto

Fatta altra prova, arrivano 25v alla scheda del display quindi ho provato con un alimentatore e vedo che due componenti sono molto caldi, sembrano transistor piccoli e saldati alla scheda completamente, e sono rispettivamente: 8m05dg e un 78m12g, ai capi hanno 16v e 14v l'altro 4v e 5v circa, che prove potrei fare per verificarli? Ho provato con il cicalino del tester ma non danno corto, danno una resistenza

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

Ricito me stesso:

Quote

Per riparare un inverter per comando motori, a meno di un guasto banale, è necessaria anche una discreta conoscenza specifica ed un minio di strumentazione adatta, altrimenti si rischia di far danni maggiori.

 

Un inverter per comando motori non è un apparato che, a meno di una clamorosa botta di fortuna, si possa riparare teleguidati e senza strumentazione.

Link to comment
Share on other sites

tuttorotto

Grazie Livio, capisco che sia complessa e anche fortuita la riparazione ma io ci provo sempre e con tutto quando posso perchè proprio mi dispiace buttare le cose... ad ogni modo ho visto che inverter ce ne sono anche a minor costo non volendo mettere proprio l' originale, il motore che deve far girare è da 0,3Kw; 1,6A; cosf0,7; 50Hz; 230V, se io ne metto uno da 0,75Kw; 4A; 0-400Hz; 220V; (cosf non indicato), può andare bene lo stesso, dico bene?

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
3 ore fa, tuttorotto ha scritto:

perchè proprio mi dispiace buttare le cose...

 

Concordo, però ci sono anche laboratori specializzati nella riparazione di inverters per comando motori. Puoi fare una ircerca in rete e, magari, ne trovi anche uno nella tua ona a cui puoi chiedere un preventivo per valutare se ne vale la pena.

 

3 ore fa, tuttorotto ha scritto:

(cosf non indicato),

 

Il cosphi dipende dal motore, non dall'inverter.

 

Gli inverter si scelgono in base alla corrente che possono generare in modo continuativo: deve essere maggiore-uguale a l valore di corrente di targa del motore che si dovrà pilotare. Quello che intendi usare è adatto allo scopo.

Pubblica la foto leggibile della targa del motore per sicurezza.

Link to comment
Share on other sites

Buon  lunedi a tutti voi

 

20 ore fa, tuttorotto ha scritto:

ad ogni modo ho visto che inverter ce ne sono anche a minor costo

io provo a darti un mio consiglio

 

esiste di qualunque prodotto una soluzione a minor costo

 

un inverter, del prosciutto cotto , una mozzarella

la curva che però indica la qualità del prodotto non è una retta, che scende progressivamente , ma una parabola che sprofonda in negativo .

ad un prezzo minore del 10..20..30 % , non corrispondono prestazioni inferiori del 10..20..30 %..ma ben oltre

 

soprattutto una "macchina" elettrica come un inverter , che se di bassa qualità viene fornito senza filtro in ingresso , e con dubbie istruzioni spesso neanche tradotte , può trascinarti sulla rete tutta una serie di problemi che sarà impossibile eliminare .

 

concordo con te nel non sprecare e nel non consumare inutilmente risorse , ma credo sia sempre da valutare....

Link to comment
Share on other sites

tuttorotto

Grazie delle veloci risposte... concordo con quanto esposto sopra, comunque si tratta di una impastatrice da 400V e 3/4A non è una macchina che se non funziona un altra volta ho problemi grossi, detto questo pensavo ad una cosa anche un po' sovradimensionata per il caso in questione tipo quello che allego sotto. Datemi un vostro consiglio.

Altra cosa, l' inverter che allego il produttore scrive che funziona solo con trifase... ma è possibile? Cioè, anche quello vecchio ha uscita trifase ma comunque supportava il motore, mi potete spiegare un attimo...

Grazie

2.png

1.png

Link to comment
Share on other sites

2 minuti fa, tuttorotto ha scritto:

si tratta di una impastatrice da 400V e 3/4A

Aspetta. L'inverter iniziale è un mono/trifase a 230Vac. Ora dici che l'impastatrice è a 400Vac. Se hai dato 400Vac a un inverter 230Vac, è scoppiata diversa roba.

4 minuti fa, tuttorotto ha scritto:

l' inverter che allego il produttore scrive che funziona solo con trifase... ma è possibile?

Certo che si. Ci sono dei dispositivi con ingresso trifase che se colleghi solo due fasi non funzionano. Ora il dettaglio di quell'inverter non lo so, ma è possibile.

PS: Le due foto presentate sul sito che hai postato sono di due oggetti piuttosto diversi... guarda le morsettiere...

Link to comment
Share on other sites

tuttorotto

E' tutto originale non ho cambiato pezzi io.

Comunque ho detto 400 ma ho sbagliato, da etichetta il motore è 300w con 1,6A mentre l' inverter  2,5A, e 0,95Kva dunque era a posto l' originale.

Comunque grazie delle risposte mi orienterò verso un inverter simile o più potente del vecchio.

 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...