Jump to content
PLC Forum


Parametrizzazione Altivar12


dado VRC
 Share

Recommended Posts

Buongiorno a tutti!

 

Devo gestire una pressa oleodinamica (per stampaggio plastica riciclata fai da te) con un motore da 0.55kw e un inverter.

Ho un limite di potenza imposto, quindi la potenza disponibile è quella, altrimenti non mi mettevo nei casini...

 

Nella pratica, ho una pompa con piccola portata (0.08cm³/giro), ma che può girare fino a 5000rpm.

 

L'idea è di gestire l'inverter in modo da avere il massimo regime della pompa (o qualcosa meno) durante la discesa del cilindro, e poi ridurre il regime durante la fase di spinta, per tenere entro i dati di targa il motore.

 

Qualcuno sa come fare?

L'Omron che uso per un'altra macchina del progetto lo fa in automatico, appena raggiunge il limite di corrente cala la frequenza per mantenere la corrente nei limiti.

Sull'altivar non so come fare, il manuale non ne parla!

Spero sia possibile.

 

Ringrazio chiunque possa darmi un contributo!

 

Davide

Link to comment
Share on other sites


Devi scaricare il manuale completo, li ci sono tutti i parametri oppure se non erro quel inverter è Toshiba quindi puoi cercare il manuale originale ma in questo caso lo trovi solo in inglese. Comunque se chiami a Torino la Snr ti spiegano al volo cosa devi fare, secondo me l'assistenza Snr è ottima e rapida quelle poche volte che ho avuto bisogno entro 2 ore sono stato ricontattato diversamente da altri suoi competitors che vantano tanto i servizi magari a pagamenti!

Link to comment
Share on other sites

7 ore fa, max.bocca ha scritto:

 

Il manuale che ho ha 133 pagine, ed è in italiano.

Credo sia completo, ma dentro non trovo niente in merito alla mia necessità!

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

se sei in modalità vettoriale basta che fissi il limite di coppia, se superi il limite l'inverter dovrebbe abbassare la frequenza sino a qaundo non rientri nel parametro impostato.

Link to comment
Share on other sites

Il 29/8/2022 alle 16:54 , Livio Orsini ha scritto:

se sei in modalità vettoriale basta che fissi il limite di coppia, se superi il limite l'inverter dovrebbe abbassare la frequenza sino a qaundo non rientri nel parametro impostato.

Ciao Livio, grazie della risposta!

Questo inverter ha tre impostazioni, normale (credo segua la legge V/F "alla lettera"), performance (che credo sia il controllo vettoriale) e "pump", che da quanto dice serve per macchine in cui non è richiesta grande coppia di spunto.

 

Al momento non ho ancora collegato la pompa, devo costruire l'interfaccia (la cosiddetta "lanterna", ma la faccio a modo mio essendo metalmeccanico), e in realtà sto valutando di prendere un motore da 0.75kw, dopo aver studiato un tot il grafico della pompa.

Con lo 0.55 probabilmente ne avrei abbastanza, ma sarebbe al limite, lo 0.75 ha un po' di margine in più e posso tenere più alta la frequenza a tutto vantaggio della velocità della discesa della pressa, cosa utile sia per lo stampaggio a compressione ma soprattutto per l'iniezione, che è un'altra cosa che voglio implementare nel sistema.

Link to comment
Share on other sites

6 ore fa, dado VRC ha scritto:

e "pump",

 

La modalità "pump" è la modalità specifica per pompe e ventilatori, dispositivi che a velocità zero richiedono coppia zero, con richiesta di coppia che si incrementa con legge quadratica all'aumentare della velocità.

6 ore fa, dado VRC ha scritto:

e in realtà sto valutando di prendere un motore da 0.75kw,

 

Il tuo inverter è in grado di erogare in modo continuativo la corrente di targa richiesta dal motore da 0,75kW?

Link to comment
Share on other sites

Ok, allora lo imposterò così.

Ho due inverter uguali ma uno da 0.55 e uno da 0.75kw, non ho approfondito i dati di targa ma credo di si, lo 0.75kw immagino sia in grado di pilotare un motore 4poli da 0.75kw a piena corrente.

 

Immagino ti riferissi al pilotarlo con l'inverter da 0.55.

 

In realtà la cosa si è sviluppata in modo abbastanza fortuito, ero partito con l'idea di sfruttare il motore che già ho, 2poli 0.55kw, poi ho visto che per accoppiare correttamente la pompa (che non è nata per reggere il tiro di una cinghia) avrei dovuto farci una riduzione 2:1, e la cosa mi ha fatto smadonnare un tot, perché complicava le cose, fai le pulegge Poly-V, fai il supporto pompa per potercela montare con il giunto elastico ecc, diventava cervellotica come cosa.

Avevo già comprato su eBay i due inverter e dovevano ancora arrivare.

 

Mi sono arrivati due inverter diversi, uno 0.55 come ordinato e uno 0.75 per errore del venditore (che non ha neanche voluto la differenza dopo averglielo comunicato), quindi ho optato per comprare un motore 4 poli e visto che ci sono lo prendo da 0.75 così posso farlo lavorare a 50hz ed ottenere comunque la massima pressione della pompa, con lo 0.55 avrei dovuto calare la frequenza di un pelo e limitare la pressione sul circuito in modo maggiore.

Link to comment
Share on other sites

10 minuti fa, dado VRC ha scritto:

a credo di si, lo 0.75kw immagino sia in grado di pilotare un motore 4poli da 0.75kw a piena corrente.

 

 

Non sempre è così.

Gli inverters si dimensionano sempre in base alla corrente assorbita dal notore che alimentano.

Deve essere garantita la fornitura della corrente di targa del motore per un tempo indeterminato.

 

 

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...
  • 2 months later...

Sono ancora qui.

Ho ultimato tutti i collegamenti e provato il tutto.

 

Nella pratica:

Ho settato la frequenza a 150Hz, e limitato la corrente a 3.5A (dato di targa del motore 3.3A).

In questo modo il motore va ai suoi 150Hz finché il pistone della pressa non trova ostacoli, da quel momento in poi la pressione viene limitata dall'apposita valvola di massima pressione, e l'inverter riduce la frequenza in modo proporzionale alla pressione impostata tramite la valvola.

Per capirci, con valvola di massima pressione "aperta" (si sviluppano circa 10bar) il motore se la gira ai suoi 150Hz con corrente entro i 3.5A, se vado ad aumentare la pressione la corrente supera i 3.5A e l'inverter riduce la frequenza per mantenersi intorno a quell'assorbimento.

 

Sottolineo che l'uso è diciamo "impulsivo", aziono l'inverter con un pulsante per il tempo necessario all'iniezione della plastica, si parla di qualche decina di secondi di uso a piena corrente (diciamo 1' massimo) per poi fare una sosta di qualche minuto.

Non credo ciò mi possa dare problemi, dato che la corrente rimane nei dintorni di quella di targa per servizio continuo.

 

Mi sbaglio?

 

Link to comment
Share on other sites

Se fai i conti della corrente termica, da quello che hai scritto dovresti essere abbondantemente sotto il valore nominale del motore.

Comunque se vuoi stare tranquillo puoi sempre tenere sotto controllo la temperatura del motore per un po'.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...