Jump to content
PLC Forum


trasmissione segnale fra casa e cantina


beonardo
 Share

Recommended Posts

beonardo

Salve amici del forum , Per farla breve il mio quesito è : Come posso trasmettere un segnale " di avviso" dal secondo piano dell'abiazione alla cantina.

Ho provato con un TX sulle frequenze limite di 88 mhz senza risultato ,o meglio come risalgo in superficie il segnale giunge debole e come mi allontano di una decina di metri scompare, per non parlare di quando viene surclassato dalle emittenti.

Quale altra possibilità mi suggerite?

Grazie

 

Link to comment
Share on other sites


Livio Orsini

Se devi solo dare un segnale, tipo accendere una lampadina e/o far suonare un cicalino, ed hai la medesima linea elettricatra abitazione e cantina, puoi usare un dispositivo ad onde convogliate.

Un tempo erano abbastanza comuni, si travavano anche molti kit in commercio,ora lo sonoun po' menoma credo che ce ne siano ancora.

Link to comment
Share on other sites

beonardo

GRazie. L'abitazione però è un condominio . Fa lo stesso?

.

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

Dipende, se nella cantina l'illuminazione di pende da un contatore differente da quello dell'abitazione, il sistema non funziona

Link to comment
Share on other sites

max.bocca

Se hai connettività ip ci sono moduli sia con che senza Cloud, moduli Lora RF .. poi devi vedere cosa ti più consono 

Link to comment
Share on other sites

beonardo
9 ore fa, max.bocca ha scritto:

Se hai connettività ip ci sono moduli sia con che senza Cloud, moduli Lora RF ..

MAX scusa ma mi devi spiegare il significato Cloud e Lora .

Grazie buona serata

 

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
8 ore fa, beonardo ha scritto:

mi devi spiegare il significato Cloud e Lora .

 

Cloud = nuvola, è il termine usato da alcuni anni per significare siti di immagazinamento dati a cui si accede tramite internet.

Quindi, semplificando, se in cantina puoi mettere un dispositivo che si connette ad internet come, ad esempio, un telefonino o un modem wifi, puoi comandare il tuo relè via internet, appoggiandoti ad un cloud.

LoRa= Long Range, è una tecnica di comunicazione radio messa a punto nei primi anni '40 per guidare i siluri. Particolare curioso, venne messa a punto da un'attrice famosa in quelgli anni: Eddy Lamar. Famosa per le sue curve e la sua bellezza, era anche un ingegnere elettronico. Avendo sposato un industriale che produceva apparati radio militari potè dedicarsi a questo suo "hobby" mettendo a punto questo tipo di comunicazione.

Lo sviluppo della tecnologia digitale di questi anni ha reso questa tecnica molto affidabile e poco costosa. Questo tipo di comunicazione permette di raggiungere grandi distanze con poca potenza.

Nel periodo di clausura mi sono sviluppato un crono termostato, per casa mia, che comunica con la caldaia con questa tecnica. Comunico da un capo all'altro della casa, circa 30m, passando dal piano rialzato alla cantina. Sino ad ora ha lavorato per 4 stagioni senza alcun intoppo.

 

In commercio oggi ci sono parecchi di questi "relè" con comando LoRa, con costi piuttosto contenuti. La portata dipende molto dalla conformazione della tratta. nel tuo caso, probabilmente si tratta di un edificio in cemento armato, materiale che assorbe molto le emissioni radio, quindi è tutto da verificare il funzionamento sicuro ed affidabile.

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
1 ora fa, max.bocca ha scritto:

spiegazioni sempre al Top.

 

Troppo buono🙂

Link to comment
Share on other sites

beonardo
In questo momento, Livio Orsini ha scritto:

Cloud = nuvola, è il termine usato

 

Grazie Livio per l'esauriente spigazione!

Buoina giornata.

Link to comment
Share on other sites

beonardo
Il 20/6/2024 alle 06:23 , Livio Orsini ha scritto:

puoi usare un dispositivo ad onde convogliate.

 Chiedo scusa per aver usato la parziale tua risposta delle convogliate onde richiamare la tua attenzione a quanto di seguito.

Mi sono solo in questi giorni rammemntato che fine anni 60 avevo montato un schema di Sistema Pratico o Tecnica Pratica di TX per la frequenza OM e da giù in cantina facendo uso come  antenna di un filo di 7/8 metri  steso  ed appoggiato sopra la canlina delle tubazioni del riscaldamento, ero riuscito a trasmetter fin su al nono piano dell'abitazione . Mi sono inoltre ricordato che avevo " empiricamente " attribuito il risultato positivo ai fili dell'eletricità, del telefono, dell'impianto ascensori ecc che scorrono lungo i muri sino al tetto. Di fatto quando mi avvicinavo  al Citofono dell'appartamento o alla scatole di derivazione dei telefoni, il segnale in arrivo aumentava.

A seguito di quanto ricordato fra ieri ed oggi ho montato su bread board lo schema qui sotto. Per testarlo non son salito sino al nono piano, m'è bastato salire a pino terra e fare un giro in torno all'edificio per riscontrarne la positività rispetto per quanto ricordavo.

Oltre alla notizia " per tenervi al corrente" ho però da chiedere un consiglio: Attualmente mi sintonizzo intorno ai 1300 Khz ed il compensatore variabile intorno ai 15 pf. . Allo scopo di evitare disturbi dati da ascensori e di altra natura, necessito di spostare la sintonia al di sotto dei 700Khz . Domanda : come fare?

Grazie

 

https://imgur.com/a/2E4k58t

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

Dovresti quasi raddoppiare sia C7 che C9, oppure aumentare le spire dell'induttanza, mantenedo però il medesimo rapporto tra spire totali e presa.

Però se scendi sotto i 700kHz devi anche stararti il ricevitore.

Oramai sulle OM non c'è quasi più alcuna stazione, però basta qualsiasi disturbo, da una scintilla ad una scarica atmosferica, per simulare un comando.

E un'aggeggio semplice di affidabilità pari a zero.

Link to comment
Share on other sites

beonardo

Ho aumentato le spire a 80 la presa l'ho calcolata alla 18° spira . ed ho raddoppiato C7 e C9 come da te indicato. Cosi  mi sono abbassato sui 1200 Khz

Durante le prove ho sostituito il compensatore da 15PF con un variabile  da 150 PF e ho notato che ruotando verso la maggior capacità " verso 70PF sintonizzavo il segnale pressoche nelle medesima posizione.

Comunque lontano dai 700 Khz dove la ricezione in loco è esente da disturbi.

Quindi se aumentato di 10 spire mi sono abbassato di 100hz la mia logica "Empirica" mi suggerisce di aumentare le spire di 40 e cioè per un totale di 150 e effttuare la pres alla 26° spira.

Ma pèer i condensatori C7 e C9 ?

garzie!

 

 

https://imgur.com/a/2E4k58t

Link to comment
Share on other sites

beonardo
Il 25/6/2024 alle 06:48 , Livio Orsini ha scritto:

Dovresti quasi raddoppiare sia C7 che C9, oppure aumentare le spire dell'induttanza, mantenedo però il medesimo rapporto tra spire totali e presa.

Al di la di quanto scritto sopra, la proporzione per  100 spire totali mi da presa alla 22esima.. Con questa bobina e raddoppiato i condensatori la prova non mi ha consentito di scendere sotto i 1200Khz. Comunque la trasmissione è pulita e dalla cantina "sotto di un piano da livello stradale" la sento anche al 13° piano.

E come antenna mi sono collegato direttamente sulla tubazione dell'acqua.

Ora dovrei fare le prove a rovescio.cioè: porre il TX al nono piano usare come antenna la tubazione dell'acqua.

Ma importante riuscire a scendere a 700 Khz onde evitare interferenze ascensori che anche con l'aumento delle spire ed il raddoppi dei condensatori non ho ottenuto risultato.

Mi ricordo che negli anni 60 si come presa d'antenna "vricevente" si suggeriva anche previo aggiunta  "condesatore" il neutro della presa di corrente, la cosa può essere reversibile ?

Grazie Buona giornata!

 

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

La bobina è avvolta in aria o su nucleo di ferrite?

Se è avvolta in aria, puoi provare ad avvolgerla su un nucleo di ferrite, cilindrico o a parallelepipedo. Il nucleo fa anche d'antenna. Usando il nucleo aumenti di molto l'induttanza, quindi abbasseresti di conseguenza la frequenza.

 

5 ore fa, beonardo ha scritto:

Mi ricordo che negli anni 60 si come presa d'antenna "vricevente" si suggeriva anche previo aggiunta  "condesatore" il neutro della presa di corrente, la cosa può essere reversibile ?

 

E' la famosa "tappo luce", antenna che sfrutta la lunghezza dell'impianto elettrico come antenna diffusa.

Ha solo il difetto che devi mettere il condensatore di separazione che ti garantisca un isolamento affidabile. DI solito io usavo un condensatore da 0,1µF 1000V. Però anche con il condensatore non sei isolato dalla rete. Con 0,1µF ha un'impedenza di circa 32kohm a 50Hz.

 

Per funzionare funziona si in Tx che in Rx.

Link to comment
Share on other sites

beonardo
6 ore fa, Livio Orsini ha scritto:

Per funzionare funziona si in Tx che in Rx.

Effettuerò la provacon la ferrite che ho acora qualche tubetto, sarà piu grossa 11 di diametro, ma visto che fra le 70 spire totali delle prime prove e le 100 delle seconde forse se cmbierà qualc'osa sar di poche decine di Hertz. Poi ti farò sapere. La  prova col tappo luce " per curiosità" la lascio per ultima.

 

Grazie

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

beonardo
Il 28/6/2024 alle 05:37 , Livio Orsini ha scritto:

La bobina è avvolta in aria o su nucleo di ferrite?

Prove e riprove sono arrivato a quadruplicare i valori di C9 e C7 ccosi ho anche fatto uso di un variabile da 150PF  anziche il compensatore  che lavorava sui 12/18PF. Con questi valori sono arrivato appena al di sotto sui1100 Khz. La ricezione è ottima anche invertando la postazione del TX e RX .

Con la ferrite e medesimo avvolgimento non riesco a sintonizzarlo su tutta la scala OM.

Non ho ancora provato il tappo luce.

Che fare per arrivare atrasmettere sui 700Khz che è la zona in loco con assenza di disturbi ? Si deve cambuiare progetto ?

Grazie

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
6 ore fa, beonardo ha scritto:

Che fare per arrivare atrasmettere sui 700Khz che è la zona in loco con assenza di disturbi ?

 

Aumenta le spire sulla ferrite.

Tieni Presente che la frequenza di risinonza del tuo oscillatore si calcola come f = 1 / (2*pi*rad(L*C))

Potresti anche usare un variabile da 500 pF come si faceva sulle radio OM a valvole.

Se vuoi trasmettere a 700kHz non tiserve spaziare su tutte le frequenza delle OM, l'importante che tu riesca a sintinizzare sulla gamma bassa. Poi assicurati che il ricevitore riesca a scendere a 700kHz, perchè solitamente i ricevitori OM si fermano a 800kHz.

Qui trovi la spiegazione come calcolare il valore di induttanza della bobina in ferrite.

Link to comment
Share on other sites

beonardo
6 ore fa, Livio Orsini ha scritto:

Aumenta le spire sulla ferrite.

Grazie per l'info, ma il calcolo per mè diviene un' impresa ardua, comunque tirerò fuori i libri di matematica e mi cimenterò. Nel frattempo mi diletterò a far delle prove empiriche con i nuclei di ferrite in mio possesso che sono da 11 e 12 mm . poi ho alcuni piatti che si trovano nelle radioline, ma sono corte.

L'aumento di spire che per ora ho portato 100 spire totali con presa alla 22esima ,mi ha consentito di scendere di cira 100Khz  Pensi che debba arruivare  a raddoppiare addirittura sino a 200spire?.

Ciao Grazie Buona giornata.

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
2 ore fa, beonardo ha scritto:

mi ha consentito di scendere di cira 100Khz

 

Scusa ma c'è qualche cosa che non quadra.

Prima scrivi che vorrsti arrivare a trasmettere a 700kHz

 

15 ore fa, beonardo ha scritto:

Che fare per arrivare atrasmettere sui 700Khz

 

Poi scrivi che sei già sceso a circa 100kHz.

 

Non capisco se devi scendere o salire di frequenza.

 

Se aumenti le spire  e/o aumenti la capacità scendi di frequenza.

 

f = 1 / (2*pi*rad(L*C))  ==> con L = 150µHy, C = 300pF ==> f=750.263,59679.

 

Quindi se metti un induttanza da 150µHy e una capacità da 220pF con in parallelo il condensatore da 150pF (oppure il solo varabile da 300pF) dovresti avere la frequenza aggiustabile intorno ai 700kHz

 

 

 

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

beonardo
7 ore fa, Livio Orsini ha scritto:

Scusa ma c'è qualche cosa che non quadra.

Prima scrivi che vorrsti arrivare a trasmettere a 700kHz

 

Premetto che le prove sottoscirtte le ho eseguite prima di leggere il tuo ultimo post.

Avrei dovuto scrivere 100 Hz

Lo scrivo in questo modo:. Con le spire indicate dallo schema sintonizzo sui 1300K

Quadruplicand i valori di C9 e C7 , cosi ho anche fatto uso di un variabile da 150PF  anziche il compensatore  che lavorava sui 12/18PF.

Con questi valori ll'indicatore di sintonia si  porta sulla scritta 1100 Khz.

 

OGGI pomeriggio:Nuova bobina su un gambo secco di Babu diametro 11,5mm  "200 spire totali con presa alla 10° 20° 30° 150°

I valori dei condensatori per C 470 PF e per C7 100 PF  "raddoppiati"

Nelle varie prove il miglior risultato l'ho ottenuto con l'utilizzo della 30° spira e non avendo condensatori variabili oltre i 500PF gradatamente sono arrivato a far uso di  un condesatore fisso da 1200 PF per C8 .

Con questa configurazione ora sintonizzo fra i 600Khz e i 700 Khz , ma anche " con minor chiarezza del suono " fra i 1200 e i 1300 Khz.

SE diminuisco C8 salgo di frequenza , forse che debba sprimentare una presa alla 35° O 40°

 

PS: La prima prova con ferrite ho sintonizzato Da 600 a 800 in continuità : per meglio capire sintonia continua 600, 601, 602, 605, eccc...

Ringraziandoti anche per aver trascritto la formula col risultato , " Ma i libri li tiro fuori ugualmente e mi cimento "

Domani porverò ad aumentare ancora C9 e C7 per vedere se cosi si diminuisce il C8, a seguire provero anche ad aumentare di altre 50 spire

Grazie ciao buona giornata e scusa ancora per i mie errori di trascrizione.

 

 

 

 

 

.

 

Ciao Grazie Buona giornata.

Link to comment
Share on other sites

beonardo

 

Note odierne: Nel post dei piccoli elettrodomestici ti avevo detto che la mia memoria fa cilecca.

Di fatto solo oggi mi sono ricordato del Radioutilitario che m'ha indicato il Dott Cicala qualche anno fa. Cosi ho inserito i dati della bobina che sto sperimentando della quale posto i dati qui sotto.

Manca la presa intermedia che per ora il risultato migliore l'ho ottenuto utilizzandola alla 30° spira.

Da domani lavorerò con la sostituzione di C9 e C7 e non sperimenterò l'aumento del numero di spire.

Ciao Grazie e a risentirci al prossimo post.

 

.

 

 

 

 

 

 

 

.

 

Ciao Grazie Buona giornata.

dati 1.jpg

dati 2.jpg

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

Ottimo calcolatore, potresti mettere il link?

Comunque i conti tornano io avevo ipotizzato una cpacita 4 volte inferiore ed una frequenza un poco maggiore.

Interessante sono, in automatico, i dati costruttivi della bobina in aria

Link to comment
Share on other sites

beonardo
4 ore fa, Livio Orsini ha scritto:

Ottimo calcolatore, potresti mettere il link?

Il link non ce l'ho , andro indietro nel Forum a cercare i post del Dottor Cicala " quanto mi ha insegnato!" se ti ricordi mi ha anche regalato un circuito per oc che aveva costrito lui.

Io ho copiato salvato nei miei file il programma .

Ora posto i calcoli con i PF da te supposti: e nei giorni a venire li metterò in pratica.

e le prove continuano.

Ciao Grazie ti terro al corrente

 

 

 

 

 

 

.

 

Ciao Grazie Buona giornata.

300PF 1.jpg

300 pf 2.jpg

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...