Jump to content
PLC Forum


Frenata in rampa azionamento in cc


Pappardella
 Share

Recommended Posts

Pappardella

Ciao a tutti. Ho questo vecchio azionamento in cc che pilota un motore da 4 HP. Nonostante la oramai veneranda ertà, funziona ancora benino. Il problema è che mi fa una fermata motore troppo lunga.

Come potrei fare per ottenere una fermata con una rampa diciamo di 1 sec? La massa in rotazione non è elevata. Vedo dalla scheda che c'è la predisposizione per i trimmer di acc e dec, come nei drive un p0' meno datati, ma non credo sia sufficente saldarli. Ho dato un'occhiata alle piste della scheda ed oltre ai trimmer servirebbero altri componenti.

 

Alla peggio monterò un cilindro pneumatico sulla puleggia azionato da una elettrovalvola,  ma prima volevo chiedervi aiuto per capire se c'era un sistema più veloce, tipo frenata in cc o qualcosa di simile...

Grazie comunque a tutti voi, siete bravissimi!

 

IMG_20240703_113613.jpg

Link to comment
Share on other sites


Livio Orsini

E un azionamento reversibile?

Non hai indicato ne la marca ne il modello, non dici nemmeno se è monofase o trifase. Dal colore del telaio metallico potrebbe essere un vecchio Ansaldo, però non erano gli unici con le spondine rosse.

 

Se l'azionamento non è reversibile, non frena perchè il motore non può lavorare da dinamo. Per frenare dovresti commutare l'armatura su di un resistore, come si fa per certe emergenze in sicurezza.

Link to comment
Share on other sites

Pappardella

Buongiorno Livio! E' sempre un piacere risentirla.

Grazie della sua risposta.

Allego lo schema che sono riuscito a recuperare del drive. E' un monofase delloa Coelind. Dallo schema si vede l'optional per le rampe.

Se riesce a darmi qualche indicazione per la commutazione tramite un contattore su un resistore di frenatura, potrei provare...

 

Grazie ancora ed una buona giornata!

 

doc00697120240704094050_page-0001.jpg

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

Non hai un manuale di installazione uso e manutenzione? In rete non c'è niente in ordine a convertitori coelind.

 

Comunque se vuoi fare la frenatura dinamica su resistore, devi avere un contattore in cc con almeno un contatto di scambio. Connetti il comune del contattore al positivo dell'armaura del motore, il contatto NO lo mandi al positivo del convertitore, il contatto NC ad un capo di un resistore di potenza, mentre l'altro capo del resistore lo mandi al negativo dell'armatura del motore.

Quando dai la marcia devi dare tensione anche alla bobina del contattore.

Quando dai lo stop togli tensione anche alla bobina del contattore. Il contatto NO apre ed il convertitore non alimenta il motore, avendo il contatto NC chiuso il motore scarica l'energia accumulata sul resistore.

Il dimensionamento del resistore dipende dal tempo di fermata e dall'inerzia del sistema.

Considerando una corrente di 7A potresti usare un resistore da 55ohm con capacità di dissipazione >= 500W.

 

Attenzione la rampa non sarà lineare, perchè frenando il motore diminuisce la tensione erogata, quindi diminuiscela corrente assorbita dal resistore, da qui diminusce la coppia resistente.

 

Inoltre devi essere sicuro di mantenere il campo, altrimenti il motore non frena, ameno di effettuare una circuitazione detta "suicidio", però ti occorre più di un contattore.

Link to comment
Share on other sites

Pappardella

Grazie Livio. Ho realizzato il circuito che mi ha consigliato, con una R di 82 ohm e 200 Wche avevo in magazzino. Però quando stacco la marcia si stacca anche la tensione di eccitazione, per cui non si ottiene la frenata. Come si effettua la circuitazione "suicidio"? Il nome non è proprio tranquillizzante, ma se me la consiglia lei mi fido... :-)

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
48 minuti fa, Pappardella ha scritto:

Però quando stacco la marcia si stacca anche la tensione di eccitazione, per cui non si ottiene la frenata.

 

Ma non hai un comando di stop che non stacca l'alimentazione?

Verifica perchè il fatto che non riesci a frenare in rampa è prooprio perchè il comando di stop si limita a togliere alimentazione, invece di mandare a zero il riferimento

 

48 minuti fa, Pappardella ha scritto:

Come si effettua la circuitazione "suicidio"?

 

Devi usare più contatti, perchè devi staccare sia compo che armatura, collegare l'armatura per alimentare il campo con in serie il resistore per limitare la corrente di campo.

E un arresto di emergenza che si effettua nei casi incui si vuole essere sicuri che anche un guasto agli alimentatori freni il motore con rapidità, per questo si dice "suicidio".

Edited by Livio Orsini
Link to comment
Share on other sites

Pappardella
31 minuti fa, Livio Orsini ha scritto:

Verifica perchè il fatto che non riesci a frenare in rampa è prooprio perchè il comando di stop si limita a togliere alimentazione, invece di mandare a zero il riferimento

Ho fatto una verifica Livio, mantenendo chiuso il contatto di marcia sui morsetti 12 e 13, e mettendo a zero il riferimento analogicodel morsetto 8. Non cambia nulla, il motore si arresta sempre con la stessa inerzia.... 😞

 

Link to comment
Share on other sites

Pappardella
35 minuti fa, Livio Orsini ha scritto:

Devi usare più contatti, perchè devi staccare sia compo che armatura, collegare l'armatura per alimentare il campo con in serie il resistore per limitare la corrente di campo

Mi scusi ma temo di non avere capito. Riuscirebbe mica ad indicarmi una bozza di schema elettrico partendo dallo schema che ho postato all'inizio?

Una volta che stacco entrambe le uscite, campo ed armatura, collego l'armatura al campo tramite il resistore?

Grazie ancora!!

 

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
22 minuti fa, Pappardella ha scritto:

Mi scusi ma temo di non avere capito

 

No sono in vacanza e non sono attrezzato.

 

27 minuti fa, Pappardella ha scritto:

mantenendo chiuso il contatto di marcia sui morsetti 12 e 13

 

Non capisco perchè aprendo il contatto di marcia deve cadere l'alimentazione al campo. Aprendo il contatto di marcia deve andare a zero solo il riferimento.

Va bene far le cose spartane, ma questo mi sembra un convertitore di.....(censura). Bisognerebbe avere il suo manuale per verificare.

 

Al limite, prima di togliere la marcia, metti a zero il riferimento usando un relè doppio scambio. Comune scambio sul morsetto del riferimento, contatto NC sullo zero, contatto NO sul centrale del potenziometro, qunado dai la marcia ecciti anche il relè. Il secondo scambio del relè, contatto NO, comanda il contattore per la frenatura descritto prima.

Quando toglila marcia, se usi un contatto ritardato alla diseccitazione, mantieni chiuso il consenso alla marcia, il riferimento va a zero e l'armatura viene commutata sul resistore di frenatura.

Edited by Livio Orsini
Link to comment
Share on other sites

Pappardella

Grazie Livio, proverò come mi ha detto, sperando di fare tutto bene.

Le auguro una buona vacanza!!!

 

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
3 ore fa, Pappardella ha scritto:

Le auguro una buona vacanza!!!

 

Grazie. Anche se sul forum su usa l'amichevole "tu", perchè ci consideriamo tutti amici e colleghi, indipendentemente dall'età e dal ruolo professionale.🙂

 

Comunque non riesco a capire perchè, dando il comando di stop, debba cadere anhe l'alimentazione del campo e dell'armatura. Questo semmai si fa a velocità zero.

Edited by Livio Orsini
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...