Jump to content
PLC Forum


Sign in to follow this  
Alcares

Adeguamento Magnetotermico

Recommended Posts

Alcares

Salve a tutti.

Primo messaggio, spero di non dire troppe assurdità.

Nella casa di campagna di mio suocero, sto cercando di mettere via via a posto varie cose e mi servirebbero i vostri consigli.

La casa è su due piani, di cui attualmente solo uno è utilizzato.

Il piano utilizzato, il primo, ha un impianto elettrico in cui, prima di me, hanno messo le mani almeno altri 2.

Il contatore ENEL esterno è di 3kW.

Il quadro elettrico al piano in questione è formato come segue:

- un differenziale "salvavita" da 25A

- un magnetotermico da 5A

- un magnetotermico da 15A

Per le dorsali sono utilizzati cavi da 4mm.

Il MT da 15A serve 1 stanza, 1 bagno, la cucina e il corridoio e credo sia ben dimensionato perchè non salta mai, piuttosto salta il contatore ENEL esterno quando per errore accendiamo troppi elettrodomestici "pesanti".

Il MT da 5A serve 2 sole stanze, in cui originariamente erano presenti solo prese, luci e 1 TV, quindi suppongo quei soli 5A fossero stati dimensionati su questi parametri.

Successivamente sono stati aggiunti condizionatori, uno per stanza, e insieme in pompa di calore fanno saltare regolarmente il MT da 5A.

Domanda 1)

E' giusto credere che sia questo il problema per cui il MT salta?

Se sì, quale sarebbe un MT adeguato?

Oltre a quanto detto sopra, io vorrei mettere luci in giardino, oltre a qualche presa.

Da una stima, la potenza massima da utilizzare in contemporanea, anche considerando ad es. un'aspirapolvere per pulire saltuariamente la macchina, non supera i 1200W, ma più ragionevolmente direi che siamo su un max di 900w.

Domanda 2

E' ragionevole pensare che un MT da 5A possa bastare?

Se sì, potrei utilizzare per il giardino il 5A ora usato per le due stanze e introdurre nel quadro per le 2 stanze coi condizionatori un MT da voi consigliato per la Domanda 1.

Domanda 3

Il salvavita.

A quanto credo, i 25a ora presenti sono anche sovradimensionati per 3kw.

Infatti questo non salta mai e vorrei evitare invece che salti il contatore esterno in caso di utilizzo superiore ai 3,2kw.

Ha senso sostituirlo con uno da 16a?

Grazie in anticipo per le eventuali risposte.

Share this post


Link to post
Share on other sites

vinlo

Se le linee a valle del MT da 5A te lo permettono come sezione, lo potresti sostituire con uno da 16A.

Per quanto riguarda il giardino, è meglio metterlo sotto un differenziale separato rispetto alla casa.

Infine, con un MT da 16A come generale, non risolvi il problema dell' intervento del contatore.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Alcares

Ciao Vinlo e grazie.

Controlleró i cavi accuratamente.

Se non erro, questo è necessario soprattutto per le prese, giusto?

Perchè 16A? Non basterebbe 10?

Circa il giardino, cosa intendi per differenziale?

Un magnetotermico a parte?

Se sì, era proprio questa l'intenzione che specificavo nel mio post iniziale.

Avevo il dubbio sul suo dimensionamento e chedevo se 5A per il giardino bastasse.

Infine: perchè con un salvavita da 16A non risolverei?

Perchè reggerebbe comunque una potenza superiore a quanto concesso dal contatore?

Edited by Alcares

Share this post


Link to post
Share on other sites
Riccy

perchè con un salvavita da 16A non risolverei?

Perchè reggerebbe comunque una potenza superiore a quanto concesso dal contatore?

Un contratto da 3kW sviluppa una corrente di circa 13/14A quindi anche un magnetotermico da 16A non ti risolve il problema perchè interrompe sovraccarichi con minor "sensibiltà" del limitatore ENEL. Detto questo ci potresti mettere un controllo carichi che ti evita lo scatto del contatore. Comunque fai un po' confusione tra Magnetotermico e Salvavita. Quindi mi viene da pensare che non sei molto ferrato?

Se non erro, questo è necessario soprattutto per le prese, giusto?

Perchè 16A? Non basterebbe 10?

Solitamente le prese stanno sotto il 16A e il 10A per le luci...Nelle prese ci potresti mettere carichi più pesanti di 10A.

Circa il giardino, cosa intendi per differenziale?

Un magnetotermico a parte?

Un differenziale non è un magnetotermico. Il differenziale è ciò che chiami salvavita. Metterne uno per il giardino ti evita scatti intempestivi sul salvavita generale perchè nel giardino è più facile si sviluppino dispersioni a causa di umidità pesante in giorni di particolare cattivo meteo...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Alcares

Riccy, dici bene, non sono ferrato ;)

Ma forse la differenza tra MT e differenziale/salvavita è l'unica cosa che mi è chiara in assoluto :D

Circa il giardino, ora ho capito, grazie.

In tal caso, metteresti comunque un MT in cascata al differenziale del giardino o ti limiteresti al differenziale?

Il motivo per cui lo chiedo è perchè magari arriva mio suocero e nella presa del giardino in cui prevedo di mettere al max l'aspirapolvere a 600w lui mi ci piazza la betoniera da 2000w :D

Circa le luci, so che normalmente stanno sotto i 10A, ma l'impianto ormai è fatto per divisione di zone non di luci vs prese, quindi non mi va di rivoluzionare tutto.

Chiedevo se il controllo dei cavi adeguati a reggere 16A non bastasse farlo solo per le prese, dato che tanto le luci non portano quella corrente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Riccy

Chiedevo se il controllo dei cavi adeguati a reggere 16A non bastasse farlo solo per le prese, dato che tanto le luci non portano quella corrente.

Beh, se metti un MT da 16 tutti i cavi che stanno sotto quel MT devono essere adatti, anche se il carico sono luci...

Ma forse la differenza tra MT e differenziale/salvavita è l'unica cosa che mi è chiara in assoluto :D

Circa il giardino, cosa intendi per differenziale?

Un magnetotermico a parte?

L'ho detto perchè da queste due domande non mi pareva, tutto li ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
vinlo

In tal caso, metteresti comunque un MT in cascata al differenziale del giardino o ti limiteresti al differenziale?

La sola protezione differenziale non va bene. Devi proteggere le condutture da corti e sovraccarichi e questo lo fai con i MT.

Quindi o metti un monoblocco MTDiff, o metti un differenziale puro seguito da un MT.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Alcares

La sola protezione differenziale non va bene. Devi proteggere le condutture da corti e sovraccarichi e questo lo fai con i MT.

Quindi o metti un monoblocco MTDiff, o metti un differenziale puro seguito da un MT.

Ok, chiaro, grazie.

Supongo che quindi, nel quadro, dovrò mettere 3 morsetti (neutro, fase e terra) per suddividere la corrente su entrambi i differenziali, quello esistente ed il nuovo.

Oppure ci sono metodi più "puliti"?

Inoltre, sbaglio nel credere che, a questo punto, sarebbe meglio usare 16A per tutti e 3 i MT (i 2 esistenti più il nuovo per il giardino)?

Share this post


Link to post
Share on other sites
vinlo

Per 2 solo interruttori da alimentare, puoi fare o i classici ponticelli a monte di essi, o esci con 2 linee dal MT generale.

Una linea per ogni diff.

La terra non va collegata ne ai MT ne hai diff.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Riccy

Inoltre, sbaglio nel credere che, a questo punto, sarebbe meglio usare 16A per tutti e 3 i MT (i 2 esistenti più il nuovo per il giardino)?

Devi prima verificare se i cavi installati sono adatti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Alcares

Devi prima verificare se i cavi installati sono adatti.

Giusto.

A tal proposito, un po' per cambiare frutti e un po' per capire l'impianto, io ho aperto un buon 90% di scatole e punti luce.

E ho visto che i cavi, dorsali a parte che sono più grosse, hanno l'anima di rame di circa 1mm di spessore.

Suppongo che quando si parla di sezione di cavi in mm2

- la misura sezione NON includa il rivestimento ma solo il rame

- si intende la sezione, ovvero l'area del cerchio ideale che si vede guardando da sopra un filo troncato di netto

Se le mie prolisse supposizioni sono vere, dato che l'area di un cerchio si calcola r*r*3.14, un cavo di sezione 2,5mm2 deve avere uno spessore di rame pari alla radice quadrata della sezione divisa per 3,14, ovvero 0,89 mm.

Mentre un 4mm2 deve avere uno spessore di 1,128mm.

Ergo,i cavi in questione dovrebbero essere nella peggiore delle ipotesi dei 2,5mm2, ovvero in grado di reggere 16A.

Quante stupidate ho detto? :whistling:

Edited by Alcares

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...