Jump to content
PLC Forum

palebbi

Voltaggio Corrente Elettrica In Italia

Recommended Posts

palebbi

Come da titolo, qual'e il voltaggio delle forniture elettriche ad uso domestico? Io pensavo fosse 220v, ma ho letto anche 230v. Qual'e il voltaggio "ufficiale"?

Link to post
Share on other sites

Mauro Dalseno

il voltaggio ufficiale è 230 per i contatori monofase e 400 per quelli trifase

nb. in alcune zone esiste ancora il 220 trifase (Roma)

Link to post
Share on other sites
palebbi

il voltaggio ufficiale è 230 per i contatori monofase e 400 per quelli trifase

nb. in alcune zone esiste ancora il 220 trifase (Roma)

I contatori monofase sono quelli standard forniti dalle compagnie elettriche per le forniture domestiche?

Come mai a Roma esiste ancora la 220?

Link to post
Share on other sites
Riccy

Come mai a Roma esiste ancora la 220?

220V fase-fase... lascito del sistema di distribuzione acea...Il problema è che buona parte del centro storico di roma è così collegato e cambiare sistema sembra impensabile...

A quanto ricordo anche in alcune zone del Piemonte c'è qualcosa di simile...

Ci sono installatori che per "creare" un neutro mettono un trasformatore nella palazzina... Con allacciamento fase-fase puo capitare che alcuni elementi elettronici non funzionino correttamente..

Link to post
Share on other sites
Riccy

in vaticano c'e' la 230

Sarà stato un intervento divino :superlol:

Non tutta roma è a 220 fase-fase, solo alcune zone

Link to post
Share on other sites
sx3me

una curiosità aggiuntiva... mettiamo che in una di queste zone serva ad un utente per qualche motivo la trifase 400V, o come si diceva prima "la 380"... non potrà mai averla, giusto?!

Link to post
Share on other sites
eliop

Infatti per questo motivo in parecchi esercizi commerciali o simili vengono installati trasformatori o autotrasformatori trifasi 230-400.

Link to post
Share on other sites
Riccy

non potrà mai averla, giusto?!

La potranno avere se

vengono installati trasformatori o autotrasformatori trifasi 230-400.

:smile:

Link to post
Share on other sites
sx3me

:D vabè, trucchi a parte, ovvio, intendevo dal distributore non potranno averla, quindi richiesta per 220 trifase e poi trasformazione in casa :D

Link to post
Share on other sites
Pinuccetto

Norma CEI 0-21 "regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti BT delle imprese distributrici di energia elettrica", unica norma CEI insieme alla 0-16 che riguarda la connessione alle reti AT e MT ad essere obbligatoria. A partire dal 1 luglio 2012 la tensione monofase vale 230 V e la tensione trifase vale 400 V, deve essere cura del Distributore adattarle alle presenti prescrizioni in tutte quelle aree esercite ancora con tensione diversa.

Link to post
Share on other sites
Riccy

A partire dal 1 luglio 2012 la tensione monofase vale 230 V e la tensione trifase vale 400 V, deve essere cura del Distributore adattarle alle presenti prescrizioni in tutte quelle aree esercite ancora con tensione diversa.

e ti risulta che ci siano movimenti in tal senso?

Link to post
Share on other sites
Carlo Albinoni

A quanto ricordo anche in alcune zone del Piemonte c'è qualcosa di simile...

Anche a Milano, anche a Parigi e in una dozzina di città europee.

Ma è un grande problema?

Link to post
Share on other sites
Riccy
Ma è un grande problema?

Ad oggi non credo, se non il dover utilizzare 2P invece di 1p+N

Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
A partire dal 1 luglio 2012 la tensione monofase vale 230 V e la tensione trifase vale 400 V,

In effetti la direttiva europea, recepita dall'Italia, ha unificato a questi volori tute le reti a partire dal 2000.

Per dar tempo di sostituire i traformatori preesistenti è stata allargata, transistoriamente, la tolleranza portandola da +/10% a +/- 15%. Doveva ritornare entro il +/-10% a partire dal 2006, ma è stata prorogata perchè molti distributori non adeguano i trasformatori (la spesa non è proprio banale).

L'ENEL, solo a partire dal 2013, scrive in bolletta che sta fornendo energia a 230V, se monofase, o 400V se trifase. Non so se hha adeguato la carta o anche le macchine. :smile:

Io, comunque, grazie anche al fatto di abitare a <200m da una cabita di trasformazione godo di una tensione di circa 231 V ;)

Link to post
Share on other sites
fraandco

io in una qualunque delle prese di casa ho 229, ma anche in ingresso al quadro ho 229: probabilmente 1v lo lascio sul montante

d'estate invece è 228 si vede che l'accensione dei climi nella rete mangia 1 altro volt

Link to post
Share on other sites
ivano65

x livio : qui dalle nostre parti enel ha cambiato bpraticamente tutti i trasformatori MT BT portando la tensione al valore di 230V.

da diverso tempo non trovo piu' valori di 220v.

ANZI in due casi la tensione era costante a 240V , l'ho misurata perche' si lamentano di una vita piu' breve dei faretti alogeni .pero' e' in tolleranza quindi non si puo' far

nulla.

Link to post
Share on other sites
archimede72

Ma è un grande problema?

Un grande problema no (anzi, avendo "solo" 120 V rispetto a terra è pure più sicuro).

Di sicuro è una grossa scocciatura. L'altro giorno facevo montare una pompa elettronica e non funzionava per "tensione bassa". Ho dovuto creare un neutro fittizio con trasformatore di isolamento.

Quindi tempo perso in termini di manodopera, vai dal fonritore, aspetta che arriva il pezzo e torna dal cliente che poi non capisce il problema e non ti dà una lira in più...

Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

qui dalle nostre parti enel ha cambiato bpraticamente tutti i trasformatori MT BT portando la tensione al valore di 230V.

da diverso tempo non trovo piu' valori di 220v.

Infatti: L'ENEL, solo a partire dal 2013, scrive in bolletta che sta fornendo energia a 230V, se monofase, o 400V se trifase. Questo perchè a fine 2012 ha aggiornato tutta la sua rete.

Link to post
Share on other sites
fraandco

x livio : qui dalle nostre parti enel ha cambiato bpraticamente tutti i trasformatori MT BT portando la tensione al valore di 230V.

da diverso tempo non trovo piu' valori di 220v.

ANZI in due casi la tensione era costante a 240V , l'ho misurata perche' si lamentano di una vita piu' breve dei faretti alogeni .pero' e' in tolleranza quindi non si puo' far

nulla.

sono i trasformatori che non sono tolleranti

Link to post
Share on other sites
Mirko Ceronti

Qui a casa mia, si va dai 218 ai 222 Volt, dipende da quanti carichi sono inseriti

Avendo un voltmetro digitale nel banco del laboratorio inserito sulla linea generale, ho sempre sott'occhio i valori.

230 Volt io non li ho mai visti.

E manco 400 nella fabbrica dove lavoro, al massimo ed ad esagerare....390.

Saluti

Mirko

Link to post
Share on other sites
remo williams

Non so ,se è una mia impressione.

Stò notando un peggioramente nella distribuzione linee Enel.

Zone con costruzione recentissime,prive di cabine definitive,sottodimensionate e,addirittura fronte casa mia,un supermercato,una struttura per degenza anziani e le case(nuovissime)senza rete.

Il supermercato e la casa di cura,usano gruppi elettrogeni.

E per il supermercato parliamo di quasi tre anni.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.



×
×
  • Create New...