Jump to content
PLC Forum


Taglio Al Volo - Un pò di didattica ( per uno che ne vorrebbe sapere di più)


Fabio66
 Share

Recommended Posts

Buongiorno a tutti, ho un cliente che seguo da tempo, che mi ha fatto vedere una macchina la quale estrude

fili di ferro, che poi diventeranno elettrodi per saldatura.

A valle di questa macchina c'è un sistemino composto di una cesoia mobile, che taglia al volo i fili ad una lunghezza prestabilita

Il sistema funziona abbastanza bene ma il cliente che mi chiede quali sono a mio parare i punti critici del suo sistema

produttivo, e questo appena descritoo è uno. Non ha più ricambi, è elettronica c-mos ed è datato 1984.

Il sistema è autonomo, nel senso che a monte della cesoia c'è un encoder che misura sia la velocità del filo che la lungezza, e quando è ok gestisce un brushless che muove la cesoia e poi taglia.

Al momento non devo fare nulla ma per carattere, mi piace capirne di più ed allora ci sto studiando un pò sopra.

Purtroppo documentazione non ho trovata in giro e quindi sono a chiedere se qualcuno mi può aiutare un pò a capirne di più

Molto da profano le prime domande che mi sono posto sono le seguenti :

Quando arriva a misura, la cesoia parte e poi deve raggiungere il punto stabilito, sincronizzare la velocita e poi tagliare,

Tutto ciò deve essere fatto "dinamicamente" poichè il punto di taglio si sta spostando per cui deve essere inseguito

oppure quando arrivato a misura, parte e sincronizza la velocità e poi taglia ?

Ma per quest'ultima opzione deve partire in anticipo, perche per quanto veloce sia l'accelerazione, sarà sempre in ritardo rispetto al punto di taglio

Grazie a tutti

Link to comment
Share on other sites


La cesoia è una start-stop rotativa o a carello?

Dal punto di vista della tua domanda non cambia nulla però interessa a me :D

Il calcolo del punto di partenza di una cesoia volante è un po' complesso. Il punto di partenza viene anticipato di una quota, tale da consentire il raggiungimento della isovelocità in coincidenza con la quota di taglio.

Link to comment
Share on other sites

la cesoia è di tipo a carrello, va avanti taglia e ritorna.

Già dalla sua prima risposta, come avevo già intuito la cosa non è banale.

Una cosa che ho tralasciato è la velocità che è circa 5-6 cm al secondo, variabile come pure

è variabile la lunghezza del filo da tagliare.

E' diventato un mio pallino saperne di più su questa cosa. Mi può a aiutare a trovare documentazione ?

grazie

Link to comment
Share on other sites

Se vuoi avere informazioni sul funzionamento del sistema di taglio al volo prova a cercare nella documentazione on line reperibile dal sito Bosh Rexroth cercando il CLM che effettua il taglio al volo.

Io l'ho utilizzato in passato e me l'avevano passato come azienda leader di mercato nel sistema di taglio al volo.

pigroplc

Link to comment
Share on other sites

Io l'ho utilizzato in passato e me l'avevano passato come azienda leader di mercato nel sistema di taglio al volo.

Sia per numero di installazioni, che di prestazioni limite il leder di queste apparecchiature è sempre stata considerata Reliance che praticamente poteva soddisfare qualsiasi esigenza applicativa.

6cms non sono in assoluto una gran velocità, però dipende da un sacco di parametri.

Per calcolare le prestazioni limite della macchina bisogna conoscere:

  1. 1 minima lunghezza di taglio
  2. 2 massima velocità di lavoro
  3. 3 massima accelerazione del carello cesoia
  4. 4 tempo di taglio
  5. 5 massima velocità indietro del carello cesoia
Poi è solo una questione di calcoli elementari, applicando l'equazione del moto ad una dimensione ad accelerazione costante

Edited by Livio Orsini
Link to comment
Share on other sites

Dice bene Livio.

Reliance è sempre stato un prodotto top in questo ambito. Ora forse (dico forse perchè non ne vedo di nuovi da tempo) non è più leader come una volta e aggiungiamo che ora i dispositivi reliance sono in realtà Rockwell.

Personalmente suggerisco di non pensare a realizzare tali sistemi con plc, è stato fatto molte volte e anche con ottimi risultati ma secondo me il top restano sempre i sistemi già collaudati.

Segnalo oltre ai prodotti Rockwell anche i prodotti UNICO ltd, Siei (prodotto italiano) ora Gefran, Digitech (pure questo prodotto italiano).

Tra questi sistemi varia molto il costo che sale a seconda delle prestazioni che il singolo prodotto da.

Personalmente penso che ora il sistema UNICO sia molto efficace, non conosco però i costi di nessuno dei sistemi indicati

Quando arriva a misura, la cesoia parte e poi deve raggiungere il punto stabilito, sincronizzare la velocita e poi tagliare,

Tutto ciò deve essere fatto "dinamicamente" poichè il punto di taglio si sta spostando per cui deve essere inseguito

oppure quando arrivato a misura, parte e sincronizza la velocità e poi taglia ?

Ma per quest'ultima opzione deve partire in anticipo, perche per quanto veloce sia l'accelerazione, sarà sempre in ritardo rispetto al punto di taglio

I sistemi integrati in drive o comunque di case che hanno fatto di questo sistema un buon prodotto è il primo, inseguire un punto che si muove.

Comunque metterei questa discussione in "controllo e regolazione"

Edited by ken
Link to comment
Share on other sites

Personalmente suggerisco di non pensare a realizzare tali sistemi con plc,....

Qui si entra nelle cosiderazioni e valutazioni particolari.

I sistemi integrati nei dirve sono progettati per rispondere ad esigenze medie di mercato. In pratica più esigenze soddisfano, più mercato hanno.

Un sistema dedicato, invece, si progetta e si realizza per soddisfare un'esigenza particolare, quindi i risultati possono essere più soddisfacenti sia in termini di costi, sia in termini di prestazioni.

Comunque un'analisi seria del problema permette di stabilire quale soluzione sia da preferirsi. Se si pensa di realizzare una macchina una tantum, senza avere esigenze di aprticolari prestazioni, è senz'altro d apreferire la soluzione integrata.

Se al contrario sono necessarie prestazioni particolarmente esasperate, o si prevede di costruire una serie di amcchine simili, vale la pena di approfondire la soluzione dedicata.

Nel caso in esame si tratta, eventualmente, di aggiornare una macchina esistente migliorando se possibile le prestazioni della stessa (maggior precisione? maggior produttività?). Se si dispone già di un PLC di potenza adeguata e se l'azionamento cesoia è adatto o migliorabile con poca spesa, a mio giudizio vale la pena di pensare ad una soluzione dedicata.

Edited by Livio Orsini
Link to comment
Share on other sites

Condivido la considerazione. Leggendo ciò che scrive Fabio66 ho pensato ad un lavoro occasionale.

Aggiungo anche che i sistemi integrati hanno diversi prezzi e diverse complessità di adeguamento ad una specifica applicazione. Spesso (o forse sempre) si sceglie la soluzione col miglior rapporto qualità prezzo (qualità per le proprie esigenze di produzione, precisione etc etc).

Se al contrario sono necessarie prestazioni particolarmente esasperate, o si prevede di costruire una serie di macchine simili, vale la pena di approfondire la soluzione dedicata.

La stessa considerazione la applicherei alla soluzione integrata o già fatta. Adottare un sistema già fatto rispetto ad un'altro dello stesso segmento va valutato con le stesse considerazioni.

Aggiungo una considerazione.

Molto importante è valutare se il sistema lavora a velocità fissa oppure variabile. se la velocità di produzione è sempre la stessa il lavoro potrebbe essere più semplice se invece la velocità varia da un minimo ad un massimo la complessità cambia

Edited by ken
Link to comment
Share on other sites

Leggeti la discussione del link sotto.

Link.

Nei mie due interventi troverai dei links molto interessanti. I links sono sottolineati.

:)

Edited by Savino
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...