Jump to content
PLC Forum


Autoclave


lupoalberto67it
 Share

Recommended Posts

lupoalberto67it

Buongiorno a tutti,

ho un problema di pressione dell'acqua nel mio appartamento (abito all'ultimo piano) e vorrei risolverlo con l'installazione di un piccolo gruppo autoclave.

Il mio dubbio è relativo alla possibilità di montare l'autoclave direttamente prima della caldaia o se invece va "necessariamente" collegata all'entrata della colonna condominiale cioè al contatore.

Calcolate che il mio problema è che spesso accade che la scarsa pressione impedisce alla caldaia di partire e la manda in blocco, mentre per l'acqua fredda in realtà il problema non sussiste.

Ho visto che in commercio ci sono gruppi di pressione già "costruiti" e sarei intenzionato a prenderne uno con un serbatoio di una ventina di litri, è corretto?

grazie anticipatamente.

ciao

Link to comment
Share on other sites


lupoalberto67it

in realtà è stato l'idraulico che mi ha consigliato l'installazione di un gruppo autoclave, solo che per il lavoro mi ha chiesto 700 euro e di conseguenza mi ha fatto nascere qualche curiosità e ho visto che i prezzi per un gruppo autoclave completo sono di gran lunga inferiori....

Ho deciso così di muovermi da solo e, se riesco, vorrei fare l'impianto direttamente prima della caldaia anche per via del fatto che in quell'angolo del terrazzo ho anche la corrente elettrica.

ciao

Link to comment
Share on other sites

Ciao,

che pressione hai su all'ultimo piano che non riesci a far partire la caldaia?

Prima di installare un gruppo autoclave mi rivolgerei all'amministratore chiedendo di avere più pressione su da te, d'altronde il problema sta li!

Il prezzo di un autoclave aumenta circa all'aumentare dell'altezza del piano dal punto di prelievo dell'acqua perciò vacci cauto perché potresti uscire in cifre astronomiche. Poi l'acqua da dove la prendi, hai un pozzo?

Link to comment
Share on other sites

lupoalberto67it

In realtà la pressione è variabile, nei giorni centrali della settimana va quasi bene, mentre il sabato e la domenica non riesco mai a far partire l'acqua calda, anche se la caldaia è tarata per funzionare a pressione minima.

Direi che a volte non supero 1 atm.

Per questo motivo l'idraulico mi ha consigliato un'autoclave dicendomi che dove abito è abbastanza consueto il verificarsi di questo problema ai piani alti.

ciao

Link to comment
Share on other sites

IHIH gli idraulici sono dei commercianti, l'intento loro lo sappiamo tutti qual'è... :)

L'idea che hai proposto tu non è tanto semplice in quanto dovresti inserire nella linea principale (sicuramente dopo l'allaccio del contatore) un flusso alternativo a una pressione pre-determinata.

Il fatto che hai una pressione variabile può essere un problema in quanto non puoi mandare acqua dalla tua pompa sempre a 3 atm, metti il caso che sei al disotto di 1 atm allora può andare bene, ma metti il caso che il giorno di ferragosto tutta la linea è a tua disposizione e avresti 3atm + 3atm spaccheresti tutti i flessibili della casa!

A ciò si può ovviare ma dovresti inserire regolatori di flusso il che mi pare un po' eccessivo per una casa!

Tenta di fare installare una pompa di spinta nel condominio con la scusa che tutti avrebbero un flusso costante, sarebbe una soluzione valida!

Con ciò non è che ti voglio scoraggiare, esprimo solamente una mia opinione.

PS Leggi i prezzi delle pompe

Link to comment
Share on other sites

Marcello da Nettuno

Avevo il tuo stesso identico problema, e l'ho risolto così:

- ho preso un bidone da 100 litri come accumulo, costantemente riempito dall'acquedotto con una semplice saracinesca a galleggiante

- al bidone ho collegato una pompa monofase da 0,75 kw con un gruppo "idrostat" (si tratta di in un piccolo vaso di espansione con pressostato incorporato, lo trovi in qualsiasi negozio di idraulica)

- ho collegato a "T" l'uscita della pompa e quella dell'acquedotto verso l'utenza con due valvole di ritegno. Risultato: la pompa mi parte automaticamente solo quando la pressione dell'acquedotto scende sotto una certa soglia.

Ha funzionato benissimo per una decina di anni, poi il condominio si è finalmente deciso a dotarsi di un autoclave serio, il mio non è stato più necessario e ho smontato tutto...

Link to comment
Share on other sites

Marcello da Nettuno

certamente, 50 litri possono andare bene lo stesso, dipende dal ritmo con il quale la consumi e dalla rapidità con la quale si riempie il bidone.

Per esperienza ti dico che con 100 litri ci facevamo la doccia con una bella pressione in due-tre persone di ritorno dalla spiaggia; con 50 probabilmente avrei avuto problemi...

Link to comment
Share on other sites

Salve a tutti,.Lapompa che ha proposto va bene ,non sono dìaccordo per il serbatoio se c' è lo spazio mettilo minimo da l.t.2o300 ,l.t. . Se lapressione di rete è bassa,può durare tutto il giorno, come fai con 50 l.t. ? perciò , mettilo grande ,e riccordati di installareun galleggiante elettric ,modo quando è a riserva si ferma il motore. Metti un Presso Control cosi hai pressione costante ,cosi lavorerà bene la caldaia. Saluti . :thumb_yello:

Link to comment
Share on other sites

barone rosso perchè non osservi le date? son trascorsi quasi 2 anni dall'ultimo post; non pensi che forse il problema sia stato risolto? :)

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...