Jump to content
PLC Forum


Stampa Master Per Foto-Incisione (Stampanti Termiche) Alternative?


Recommended Posts

Ho per le mani oltre che la ALPS (che non funziona) anche un plotter roland con il quale questa sera per fare una prova ho fatto una stampa su lucido della stessa board che ho fatto con la laser più volte mettendo due lucidi uno sopra l'altro per ottenere un nero NERO!

Il risultato è stato STUPEFACENTE nel vero senso della parola, piste da 8mil PERFETTE, distanza 8mil PERFETTE su singolo lucido.

Il tutto è così fantastico che dovrei gioire ma la triste realtà è ben diversa.

Il plotter roland ha due tipi di nastri in cassetta: CERA e RESINA

Io ne ho qualcuna ancora avanzata come cimelio di tanti anni fa (era il 1999) sia di una che dell'altra ma la resina sui lucidi per stampanti laser non aderisce per nulla, invece la cera aderisce in modo PERFETTO, vengono dei master che sembrano usciti dalla tipografia. Finite le 4-5 cartucce con nastro in cera, è finita.

NON si trovano più da nessuna parte, si trovano solo quelle in resina su ebay, compatibili (forse saranno anche buone ma sono per il vinile) ma sull'acetato non attaccano .... sul vinile si ma vinile trasparente (anche in rotoli) non l'ho trovato, o meglio, c'è ma è adesivo quindi inutilizzabile allo scopo PCB poi altri vinili in rotolo trasparenti non sono poi così trasparenti, io ne ho un rotolo adesivo che è trasparente quanto l'acetato....

Ma perché le stampanti a trasferimento termico le fanno solo per le maledette etichette? le alps siccome le usano per le decal te le fanno pagare (ricondizionate) anche 2000 euro e poi non c'è sicurezza di trovare ancora i nastri e non ci sono driver per i sistemi operativi moderni (ho una macchina virtuale con Windows 2000 per far andare il roland).

La laser ok, vengono, ma è deludente e non ho provato laserine da 100 euro, su laser a colori professionale della konica vengono, ma spesso trovi qualche imperfezione nelle piste e non riesci a scendere sotto i 12mil ..... e sempre devi mettere due lucidi uno sopra l'altro (menata assurda) e la stessa cosa anche con piccole laser da 100 euro, anzi, in alcuni casi vengono meglio con queste scaldano meno il foglio.

Le getto d'inchiostro ed i loro lucidi (mai visti ne provati) riescono ad avere una risoluzione buona ed un nero coprente per fare piste da 10mil con una distanza di 15mil al massimo? perché se no le piste tra i pin degli integrati non sono possibili, bisogna usare due lucidi o si riesce a usarne solo uno? è trasparente come gli acetati?

Siete a conoscenza di qualche stampante a trasferimento termico che usa i nastri tipo alps/roland ma che sia in produzione? prendendo una MD5500 alps a 3000 dollari non c'è nessuna sicurezza di trovare gli inchiostri parlano che dal 2015 la produzione termina...... la md5500 è fuori produzione dal 2010 tra le altre cose.... e non ha i driver nemmeno per vista/seven solo XP.....

Altri metodi per fare ottimi master? ma i plotter per incisione diretta con le frese CNC è roba da fantascienza o sono abbordabili per uso amatoriale? e sono facili da usare o si diventa scemi a settarli etc. etc. ?

Link to comment
Share on other sites


io ho costruito il plotter cnc per la foratura e la fresatura dello stampato, di professione lavoro in una officina meccanica di precisione e ho realizzato tutto la, struttura e componenti, ti posso dire che inoltre ho anche una cnc 5 assi home made, per fare andare tutto alla perfezione con tolleranze centesimali, ti servono, guide a ricircolo di sfere, controller dedicati e azionamenti con motori ad anello chiuso, meglio se brushless, i passo passo vanno anche bene ma se non vuoi spingere con le velocità, altrimenti se perdi anche un passo fine dei giochi, tutto ciò richiede un bell'investimento economico, fartela home made senza un amico per le lavorazioni ti dico già lascia stare, richiede pazienza e strumenti per allineare tutto in fase di montaggio meccanico, se il controllo e l'elettronica in generale non è buona sei al punto di partenza, in genere si usano per prototipazione veloce e non realizzazione, i bulini punti e frese costano parecchio, sbagliare è un attimo e fare danni ancora più facile, io mi sento di sconsigliarti questa strada, se invece decidi per questa soluzione conta su di me se ti serve aiuto ;)

Link to comment
Share on other sites

Il problema è che finchè ho la possibilità di farli facendoli sui lucidi con stampa termografica mi ci trovo benissimo, piste da 10mil con distanza 10mil senza problemi. Mi sono spinto anche a 8 e 8 ma ogni tanto qualche pista mi si è rovinata e mi è toccato stagnarla.

A propò ho preso il kit della bungard per la stagnatura chimica lo devo ancora provare a vedere nei video è una cannonata.

Dopo che non ci sarà più possibilità di usare stampanti termografiche se non ne esce qualcuna di nuova mi sa che mi orienterò (se avrò ancora la scimmia per i pcb) su un plotter.

Ma poi come hai interfacciato tutto al pc? lo vedono i software di disegno?

Link to comment
Share on other sites

per eagle esistono delle ulp apposite per esportare il listato con le quote di lavorazione, per interlacciare tutto seriale db25 sul pc verso elettronica, ovviamente tutto bufferato, sul pc istallato linus ubunto e programma mach3 con licenza, in questo programma carichi il listato delle lavorazioni e poi sei apposto, ti avviso che per certe cose occorre un pò di dimestiichezza con il codice g e codice m di programmazione cnc, se vuoi qualcosa di più raffinato vai su controlli dedicati con usb o schede flash, così ti svincoli dal pc e dalla massima frequenza di impulsi che riesci ad inviare sulla seriale, questa frequenza è quella che ti determina la massima velocità negli spostamenti, ovviamente anche la meccanica ma non entro in dettagli, ciao ;)

Link to comment
Share on other sites

E' interessante la questione, quindi MACH3 l'apparecchio in questione e gli fai "mangiare" l'exportato da eagle e in qualche minuto ti fresa e fora il circuito con precisione di piste da 10mil con distanza da 10mil ?...

Parli invece di qualcosa di più raffinato con USB o FLASH tipo gli fai il file in una pen disk e lui tranquillo esegue?

Ma qualcosa di già costruito fatto apposta per i pcb più user friendly stile plotter da taglio? non riesco nemmeno a trovarlo su qualche sito per farmi un idea gli unici che trovo costano decine di migliaia di euro ma sono per lavori enormi etc.

Link to comment
Share on other sites

se la meccanica è PERFETTA, e hai una non dico buona ma discreta elettronica, 10 mil coè 0,254mm non sono un problema, come mandrino uno un proxxon comprato in fiera per 89euro, tieni presente che 2/10 di mm per una fresa è tantissimo di errore, si parla di centesimi di errore se hai una buona meccanica, comunque si tu carichi il listato in mach3 e lui fa compiere alla fresa tutto il percorso, forature etc, per le forature devi cambiare ovviamente l'utensile sul mandrino, da fresa o bulino a punta, per gli utensili usa quelli in carburo di tungsteno, costano qualcosa in più ma fai ottimi lavori, il costo di una fresatrice varia in base alla grandezza dell'area di lavoro, della precisione e degli accessori istallati, meccanicamente parlando, per quel che riguarda l'elettronica il costo è legato ai motori ed ai driver per questi, il controllo ha il suo costo ma ne vale la pena, fai una ricerca con google cnc pcb mach3 e trovi un mondo, per qualcosa di pronto se vuoi ho qualche dritta ma contattami in pvt, non vorrei essere richiamato perchè faccio pubblicità :lol: se percorri questa strada preparati con il budget di almeno 800-1000 euro, parlo del pacchetto completo elettronica e meccanica, ciao :thumb_yello:

Link to comment
Share on other sites

La cosa è molto interessante anche in previsione di perdita delle termografiche per obsolescenza. Con le laser è uno stillicidio doppi lucidi, non sempre perfetti etc. etc. etc.

Al momento sono coperto con le termografiche e mi vengono praticamente perfetti però, so che ci sarà una fine e quindi ....

Un migliaio di euro per qualcosa di già pronto non è una cifra proibitiva.

Ma spiegami un po' i materiali di consumo? le punte per la foratura più le frese che non ho capito come girano tipo punta e "grattano" via il rame?

Quindi, funzionerebbe così, faccio il disegno, esporto (diretto da eagle come se fosse una stampante no vero?) due listati, le piste/pad e i fori.

Prima gli do le piste e lui esegue con tanto di pad etc. e poi gli cambio la punta e gli do i fori e lui esegue ed in pochi minuti mi ritrovo tutto già forato e bello che pronto.

Giusto?

Link to comment
Share on other sites

si esatto, funziona così, disegni il circuito da eagle, esporti con ulp il listato completo di fori e traccie, prima il lato top e poi lato bottom, prendi il listato in codice g e lo carichi nel tuo controllo, il controllo esegue il listato facendo fare alla fresatrice ciò che tu hai disegnato, una fresa è un utensile che può mangiare materiale sia frontalmente che lateralmente, una punta invece solo frontalmente, il materiale di consumo sono gli utensili, qualsiasi essi siano, bulini frese punte, di tuti i diametri e lunghezze che ti servono ;)

Link to comment
Share on other sites

Può per caso anche tagliare le basette? perché anche il taglio delle basette è sempre incasinato.....

Parli di bullini, per ?

Diametri ok per i fori, ma lunghezze? perché più lunghi o corti?

Non ho proprio idea di come funzioni....

Link to comment
Share on other sites

Mi son fatto una piccola cultura .....

Mi sa che presto mi prendo un piccolo plotterino CNC, forse non lo userò (per ora) per fare le piste ma solo per i fori ....

Ne ho visto uno su ebay di una ditta tedesca a poco più di 600 euro 3 assi ....

Che è circa la metà di quello che mi è stato chiesto qui da noi .... sarà facile configurare il tutto per uno che non ci ha mai sbattuto il naso?

Interessante il taglio con le frese di forme bizzarre e i fori tutti belli precisi e automatici, mi attira tantissimo per questo.

Però ho letto in giro che le piste sottili intorno ai 10mil le frese spesso le cannano e che come definizione è molto meglio la fotoincisione, alcuni dicono che usano fotoincisione più cnc per fori e taglio basetta: tu che ne pensi?

Link to comment
Share on other sites

Futura elettronica vende un kit di stampante 3D che può anche essere convertita in CNC per piccoli lavori, a meno di 500€

Link to comment
Share on other sites

L'ho vista ora .... 499 in kit 699 montata e collaudata (preferibile almeno per chi come me non conosce bene il genere) ....

Non ho visto però cosa serve per convertirla o usarla anche per PCB (non sarebbe male usarla per entrambe le cose) e quanto costerebbe.

Non ho idea però se la scheda di controllo poi sia compatibile con ciò che si userebbe per la stampa dei PCB se il codice gerber o exelion gli piace o meno se la si può controllare con mach3 esempio ....

Link to comment
Share on other sites

Trovato!

E' piuttosto incasinata la procedura, ci vogliono almeno 100 euro di accessori in più (il trapanino) e cambio di firmware e adattamenti meccanici da fare ogni volta che si vuole passare da fresa a stampa 3D .... parecchio incasinata la cosa, peccato se c'era la possibilità di prendere 2 piccioni con una fava avrei avuto stampante 3D e plotter cnc con circa 800 euro. Convertendo questa deve poi essere "una operazione semi definitiva" tra l'altro richiede tarature tra una modalità e l'altra diventerebbe drammatico passare da una cosa all'altra.

CNC 3040T questa non mi dispiacerebbe non mi sembra male

Ma non me ne intendo per capire esempio che differenze ci sono tra la 3020T e la 3040T .....

E a cosa può servire esempio avere 4 assi anziché 3 nella stampa PCB o piccola incisione su alluminio

Link to comment
Share on other sites

per le tue esigenze 3 assi ti bastano ed avanzano, si inizia con le cose semplici poi puoi sempre implementare un quarto asse, ma non è una passeggiata lavorarci, ti metto in guardia, 4 assi ti servono se devi lavorare oggetti circolari, oppure oggetti sotto e sopra, ma se non hai un quarto asse buono quando spingi con l'asse z verso il pezzo c'è la possibilità che vedi il pezzo ruotare, inoltre devi prevedere sistemi ad hoc per fissare il tuo pezzo al quarto asse e questo inevitabilmente si riperquote su una maggiore forza richiesta dal tuo quarto asse per contrastare le spinte di lavorazione... inizia con un 3 assi, poi vedrai che l'appetito vien mangiando ma almeno hai già delle basi ;)

Link to comment
Share on other sites

Ora ho capito a che serve il 4 asse: a me niente.

Guarda un po' se questa macchina CNC 3040T (la trovi in ebay) è qualcosa di decente a me sembra di si e non costa nemmeno tanto. Ci sono 100 euro in più della 3020T ma non ho capito per cosa.

Link to comment
Share on other sites

  • 4 weeks later...

quelle che tu chiami punte in realtà sono delle frese, immagino di si che esistano, ma non ho idea del costo, anche perchè credo siano rivestite di polvere diamantata, quindi immagino siano cose specifiche e magari neache facilmente reperibili, prova a sentire qualche vetraio della tua zona, io di lavorazione del vetro proprio non me ne intendo :thumb_yello:

Link to comment
Share on other sites

Esistono delle punte per tagliare il vetro (non per soli tagli dritti) per i pantografi? posso tagliarci degli esagoni di vetro?

Molti anni fa ho fatto automazione per macchine per il taglio di lastre di vetro: l'utensile di taglio è una semplice rotellina di acciaio.

Link to comment
Share on other sites

Quindi anche nei pantografi si usa la rotellina per il taglio del vetro? .... i dubbi mi vengono da questa considerazione:

i pcb li fresa e quindi riesce a fare forme irregolari, così come la plastica etc.

il vetro se devo fare per esempio la base di un oggetto ottagonale come fa a fare un ottagono "piatto" con la rotellina? e forme complesse? io pensavo si usasse una banalmente detta punta ma con un diamante proprio in modo che potesse cambiare traiettoria senza la necessità di avere il porta rotellina pivottante che nelle curve strette può dare problemi, temo; è così?

Link to comment
Share on other sites

No non sono pantografi, sono macchine per il taglio piano; tagliano rettangoli e quadrati, in genere sono vetri di finestre.

Per tagliare in sagoma si usa un utensile diamantato, simile a quello che usano i vetrai per ritagliare i fori nei vetri delle finestre quando devi aprire una presa d'aria per il ventilatore o un condizionatore portatile.

Attenzione che l'utensile, sia la rotella che lo stilo diamantato, non taglia il vetro, ma lo incide superficialmente. Poi il taglio va "aperto".

Link to comment
Share on other sites

E li che volevo arrivare, quindi rotellina non si può fare.
I tagli rotondi li fanno con il compasso che ha un diamante invece che la rotellina.
Esisterà qualcosa credo che si possa mettere ad un pantografo per fare tagli non rotondi e piatti, esempio un ottagono, una stella, un ovale etc. etc.
Probabilmente qualcosa tipo un diamante che si mette al posto di una fresa ovviamente senza che giri, poi lo si fa scendere qualche millesimo contro il vetro e gli si fa fare il movimento che fa l'incisione più i trasversali per la rottura della forma se complessa. A logica è così, ma non trovo niente se non questo genere di macchinari http://www.macchinetagliolaser.it/waterjet-taglio-vetro ovviamente non alla mia portata. A me basterebbe la mera incisione su vetro float, linee dritte e magari forme ma niente cristalli temperati. E poterlo fare con lo stesso pantografo dei PCB non sarebbe male.

Edited by kym
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...