Jump to content
PLC Forum


Sign in to follow this  
sorecaro

Cella Di Carico E Pic

Recommended Posts

sorecaro

Buongiorno, come da titolo vorrei acquisire il segnale di una cella di carico ed elaborarlo con un PIC.

Il progetto finale che ho in mente è cosi composto:

- il segnale della cella di carico viene acquisito dal PIC

- il PIC elabora e invia i dati un un display LCD

- sul display LCD vengono visualizzate tutte le informazioni utili, alimentazione cella di carico, segnale uscita cella di carico in mV, segnale di uscita cella di carico in kg, temperatura ambiente e cosi via...

Naturalmente sul display avrò un menu dove posso variare il fondo scala della cella di carico, la sensibilità, alimentazione cella di carico.

Il progetto mi è venuto in mente in quanto molte volte mi capita di testare delle celle di carico in campo e sarebbe molto comodo avere uno strumento portatile cosi composto.

Prima di cominciare tutto vorrei consigli su come amplificare il segnale da mandare al PIC, io vorrei usare integrati appositi, avete altre idee?????

Share this post


Link to post
Share on other sites

dott.cicala

Ma che tipo di segnale fornisce la cella? Le normali piezo non amplificate non possono essere direttamente collegate al pic, se invece sono già amplificate, forniscono un segnale in tensione 0-10V oppure in corrente 4-20mA in base ai pico coulomb. Solitamente hanno anche la memoria di picco e necessitano di reset per eseguire una nuova misura. Poi dai pico coulomb di solito viene fornita una tabella pico coulomb/ micro epsilon e da micro epsilon a N o kN in base alla portata della cella.

Comunque, avendo tutte le specifiche si può fare. Io ho fatto un lavoro simile un paio di anni fa per forze sull'ordine dei 5000kN a cella per 4 celle.

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabri-z
5000kN a cella per 4 celle.

:clap::clap::clap:

Per una pressa o una ''bilancia'' ? 500 t .... :whistling::clap:

E la linearità , come è venuta fuori ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
sorecaro

Salve, le celle che andrò a misurare non sono amplificate,quindi parliamo di un segnale di alcuni mV. Come prima cosa dovrei amplificare il segnale delle celle di carico in modo tale che il Pic riesca a leggerlo.Qualche consiglio??? Di solito uso amplificatori belli che pronti ma ne vorrei costruire uno. Dott. Cicala ha qualche consiglio ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
dott.cicala

Si ma dammi del tu e magari pubblica il datasheet. Sono estensimetri piezoelettrici?

Tanto per capire di che ordine di grandezza stiamo parlando...se chili o centinaia di tonnellate. Io di solito lavoro più con le seconde che coi primi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
i kg che per le tonnellate

Non è una buona idea. :toobad:

Share this post


Link to post
Share on other sites
dott.cicala

Sì ma...si parte dalle specifiche della cella. Se non ci sono quelle, tutto il resto è fantasia....

Share this post


Link to post
Share on other sites
sorecaro

Buongiorno, ecco alcuni dati delle celle di carico in questione.

Cella di carico a compressione 0-10000 kg, sensibilità 2mV, alimentazione cella di carico 5VDC. Quindi avrò un segnale di uscita dalla cella che va da 0 a 10mV

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

Scusa metti il datasheet della cella, almeno capiamo di cosa si tratta. Qul dato: "sensibilità 2 mV" dice poco o nulla; cosa sono 2mV per kg, o per 1000 kg? o altro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

li non c'è alcun dasheet, bisogna registrarsi per averlo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabri-z

Buona sera a tutti !

li non c'è alcun dasheet, bisogna registrarsi per averlo.

Si c'è (nascosto :P ) , sotto le immagini , c'è download documentazione , si apre , e si sceglie scheda prodotto .

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

Sarò incaace ma a me s'ingrandisce solo l'immagine o compare un video.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

Dunque allora la sensibilità è di 2 mV/V, ovvero se alimenti la cella con 10 V avrai 20 mV di segnale minimo. Con 15 V, massimo tollerato, otterrai 30 mV.

L'errore totale è lo 0.03% del fondo scala. Con fondo scala di 10000kg avrai 3 kg di errore di misura, a cui dovrasi aggiungere tutti gli errori introdotti dall'elettronica. Penso che con questa cella una precisione globale di +/- 10 kg sia un buon risultato.

Come risoluzione, vista la sensibilità della cella, penso che si possa sttare sui 40 kg, dovrei fare dei conti per poter essere più preciso.

Direi che con questa cella ed una bun alettronica puoi misurare con sufficiente precisione tra 100 kg e 10000 kg (0.1 t -10t).

Share this post


Link to post
Share on other sites
sorecaro

Buongiorno Livio cosa intendi per segnale minimo? Se alimento la cella di carico con 10V avrò 20mV a fondo scala ,

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

Significa che se alimenti il ponte con 10 V e carichi sulla cella i 10000 kg nominali otterrai 20 mV +/- l'offset, ovvero l'uscita che ha con cella scarica.

20 mV per 10000kg è come dire 2µV per kg, per questo motivo misurare con risoluzione di 100kg, ovvero con variazioni di 200µV è un buon risultato.

Ammesso e non concesso che la cella possa dare segnali intelleggibili per variazioni di forza inferiori, hai tutto il problema dell'amplificazione del segnale: derive, rumore, etc.

Una cella di carico con fondo scala di 10 t non è certo costruita per apprezzare ne il kg e nemmeno i 10 kg.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Iconos

Non so se può esserti di aiuto o se vada bene come idea: prova con un amplificatore operazionale in modalità non invertenete e impostando un guadagno adeguato potresti raggirare il problema... Ciao!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

Che tu inverta o non inverta la risoluzione è sempre quella della cella di carico. :smile:

Share this post


Link to post
Share on other sites
sorecaro

Grazie a tutti per l'aiuto, ho risolto con l'integrato ina125 :-)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...