Jump to content
PLC Forum


agoman

Variatore Velocita' Per Motorino 6 Volt Dc Quale Dei 2 Schemi E Migliore?

Recommended Posts

agoman

salve a tutti io vorrei costruire un variatore di velocita' per motorini, quelli per intenderci che sono istallati nelle piccole moto per i bambini io ho a disposizione una pila piombo gel 12 volt 4 amper dotato di suo carica batteria la prima cosa che mi e venuta in mente e mettere un reostato ma come si sa' la potenza persa si trasforma in calore e di conseguenza la batteria si scarica prima, ho cercato in rete 2 circuiti elettronici adatti per variare la velocita' di questi motorini.

uno e un semplice circuito con darlington e potenziometro.

l'altro e un variatore ad impulsi.

quale mi consigliate fare il primo regolatore darlinton lo fatto ma quando provo a forzare il motorino i darlington scaldano molto e la potenza del motore non mi sembra bella alta,

secondo me il regolatore ad impulsi e piu' adatto qualcuno puo' confermare ? grazie.

http://www.rsp-italy.it/Electronics/Magazines/Nuova%20Elettronica/_contents/Nuova%20Elettronica%20049.pdf

pagina 28

2ba88b3c220b406f4b02c8528f47a6e1.jpg

schema darlinton

8ce699a0ff7b2337d34fe22e548d0127.jpg

moto

Link to post
Share on other sites

sx3me

senza dubbio io PWM... anche se non l'ho visto nel link

Link to post
Share on other sites
Darlington

ma come si sa' la potenza persa si trasforma in calore e di conseguenza la batteria si scarica prima

Il circuito con il darlington funziona esattamente allo stesso modo.

E' sempre un reostato, solo che è a stato solido, ma dissiperà in calore tutta la potenza extra esattamente come i reostati tradizionali.

Se vuoi più efficienza devi andare per forza su una soluzione PWM (anche il buon Ceronti ne ha realizzata una molto valida, cerca il thread "variare velocità motorino tergicristallo" )

Link to post
Share on other sites
patatino59

Per me entrambi i circuiti postati non sono adatti, anche per la potenza in gioco.

Non confondiamo un tergicristallo con un mezzo di trasporto, anche se per bambini...

Occorre un regolatore switching o Pwm da almeno 15 Ampere, meglio se a Mosfet.

Attendiamo il buon Mirko.

Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

C'è già una discussione in cui Mirko ha presentato il suo regolatore per motori in cc, basta avere un minimo di pazienza e ricercarla; è stata aggiornata non più di 3 mesi fa.

Link to post
Share on other sites
agoman

grazie aspettiamo il buon mirko, allora ma intanto siete riuscitI ad aprire il pdf a pagina 26 ce il regolatore a commutazione dicono che dia una resa quasi del 100% provate a leggere poi mi dite. :thumb_yello: comunque un 15amper ci vogliono sicuramente.

Edited by agoman
Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

tanto per cominciare la discussione con lo schema realtivo potresti cercartela da solo. :smile:

Il circuito a cui fai riferimento è a tensione fissa, non è adatto per il lavoro che vuoi fare.

Link to post
Share on other sites
Darlington

Non confondiamo un tergicristallo con un mezzo di trasporto

Quello è solo il titolo della discussione, il regolatore di Ceronti è applicabile praticamente a qualsiasi motore DC (con i dovuti accorgimenti :) )

Comunque tieni conto che in quelle motorette di solito "l'acceleratore" è un semplice interruttore momentaneo...

Link to post
Share on other sites
agoman

ciao Livio ,si e a tensione fissa ma mi va' bene lo stesso io ho bisogno solo della variazione di velocita' del motorino ,poi ho letto che veriando la frequenza degli impulsi tramite il potenziometro, anche la tensione varia, tensione, se gli impulsi sono vicinissimi la tensine rimane stabile, se gli impulsi sono piu' distanti la tensione scende o no? cosi' ho letto nella rivista.

poi ce scritto che questo circuito e adatto per variare la velocita' dei motorini a 12 volt quindi potrebbe andar bene puo' darsi che mi sbaglio :wacko: . :worthy:

Edited by agoman
Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
anche la tensione varia, tensione

Varia, ma di poco; non fa l'escursione da 0 al massimo come avresti bisogno tu.

Ol circguito di Mirko potrebbe lavorare anche a 6V, però bisogna lavorarci un po' per adattarlo.

Link to post
Share on other sites
agoman

caspita ho capito livio allora no lascio stare ho trovato questi 2 schemi uno forse la fatto il buon mirko e l'altro non saprei magari e anche suo, dici che uno dei due puo' essere adatto alle mie esigenze a me basta che varia da 4 volt o 5 fino ad un massimo di 12 volt con potenza elevata naturalmente se no a bassa velocita' o in leggera salita il motorino rischia di fermarsi.

quel motorino e di un mio amico avendo a disposizione una pila 12 volt e il suo caricabatteria ,lui mi aveva detto di mettere quella ma inserendola il motorino quando schiacci il pulsante va come un caccia :superlol: e allora io ho pensato di fare un variatore di velocita' per diminuire un po i giri e poi ho pensato anche di mettere un selettorino a leva con 3 resistenze diverse apposto del potenziometro per poter simulare le 3 marce di velocita' e fattibile? io penso di si

1c6e61107f19fe7678dae8116ef2ae24.JPG

ff8e7936d367fe78de57a7bb6a84fbe3.jpg

Edited by agoman
Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

Usa il secondo schema, quello di Mirco perchè quello funziona.

Sul primo ho qaulche dubbio che riesca a pilotare decentemente un motorino che assorba più di 100mA ;)

Link to post
Share on other sites
agoman

ok grazie livio gentilissimo come sempre provo a costruire su basetta di prova lo schema di mirko vediamo come si comporta, il mosfett dovrebbe andar bene ho visto che come amperaggio e bello tosto comunque se va' un'aletta di raffreddamento la mettero', sicuramente allora non mi resta che provarlo grazie intanto vediamo che succede :thumb_yello:.

Edited by agoman
Link to post
Share on other sites
gabri-z
allora non mi resta che provarlo

Provarlo ??? Solo tra gli utenti ricordo due-tre che l'hanno realizzato , poi quanti ne avrà fatti Mirko :senzasperanza::clap:

Link to post
Share on other sites
agoman

l'induttanza con ferrite a cosa serve? e un antidisturbo?

poi volevo sapere il diodo BY ne posso mettere uno qualunque?

poi mi ritrovo in casa un MOSFET IRFP460C puo' andar bene ho scalda troppo fa 20 amper se non erro.

aspetto notizie saluti.

ho trovato anche un STB200NF04 40 volt 120 A forse e meglio questo?

ho trovato anche un FCPF20N60 60 A

Edited by agoman
Link to post
Share on other sites
agoman

ho trovato anche questi 2

PHP55N03LTA 55 A

PHP50N03LT 48A

qual'e' il migliore? :smile:

Link to post
Share on other sites
Darlington
poi volevo sapere il diodo BY ne posso mettere uno qualunque?

A me sembra un diodo fast. Un generico 1N non va bene, sono troppo lenti.

qual'e' il migliore?

Ma guardare il ds dell'IRFZ e sceglierne uno che si avvicini come caratteristiche e che supporti una corrente superiore a quella del motore che vuoi collegarci no? :senzasperanza:

Non esiste "il migliore", non è un concorso di bellezza né la notte degli Oscar... esiste quello compatibile con l'uso che intendi fargli fare

Link to post
Share on other sites
agoman

ok scusate vedo io qual'e' il piu' adatto devo provare il motore sotto sforzo e vedere cosa assorbe i conseguenza ne mettero' uno adatto alle esigenze grazie buonanotte.

Link to post
Share on other sites
Mirko Ceronti
l'induttanza con ferrite a cosa serve? e un antidisturbo?

Serve ad evitare che i picchi del P.W.M. rientrino sul circuito del 555 facendolo sbarellare....

Saluti

Mirko

Link to post
Share on other sites
agoman

ok mirko grazie allora lo metto e per il diodo by? ne ho molti ne metto uno qualunque mi dai qualche valore? magari ce lo gia' fammi sapere quando riesci grazie. :thumb_yello:

Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

Se non metti un diodo fast recovery o, meglio, schotky butti via il transistor di commutazione. Mettere un diodo normale e non metter niente è quasi la stessa cosa.

Link to post
Share on other sites
Mirko Ceronti

L'importante è che sia un diodo fast e non un qualunque 1N4007.

Il carico non è la bobina di un un relè, è l'avvolgimento di un motore pilotato in P.W.M.

Ed anche il diodo va posto su dissipatore, per cui consigliabile sia in contenitore TO220, come appunto il BY229

N.B. nel caso del BY 229, il dissipatore del diodo NON deve assolutamente essere il medesimo del Mos-Fet

Altrimenti uno dei 2 va isolato.

Saluti

Mirko

Link to post
Share on other sites
agoman

ok capito tutto il by 229 ce l'ho , :lol: niente si inizia la costruzione vi sapro' dire, grazie di tutto vi auguro un buon fine settimana a tutti. :thumb_yello:

Link to post
Share on other sites
agoman

:clap: alla faccia bassa velocita' alto rendimento funziona :tongue_smilie: ho provato a fermare la ruota a bassa velocita' mi tira la mano ,e secondo me se metto una pila con piu' amper acquista piu' forza un ultima cosa i 2 condensatori da 2200 mf servono a dare piu' forza in uscita? se si posso aumentarli? aspetto notizie quando possibile grazie.

Link to post
Share on other sites
gabri-z
ho provato a fermare la ruota a bassa velocita' mi tira la mano

Quel motore ha già una bella coppia , non è scelto a caso :P .

Edited by gabri-z
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...