Jump to content
PLC Forum


Sostituire Driver Led Con Alimentatore Unico


ciclamino76
 Share

Recommended Posts

ciclamino76

In una grande stanza sono stati installati perimetralmente circa 50 faretti a led da 6 watt ognuno con relativo driver. La linea di alimentazione 220v parte di un angolo diramandosi sui 2 lati (fili da 1,5mm). Nell'angolo opposto, si fermano agli ultimi due faretti. In pratica ogni linea alimenta circa 25 driver che alimentano i rispettivi faretti. Ora pensavo di eliminare i singoli driver (ogni mese se ne brucia uno diverso) e collegare direttamente i faretti ai fili da 1,5mm e mandare sulla linea la 12v di un unico alimentatore per led da 30A. Però, dato che le due tratte sono di circa 20 metri l'una (ogni parete è lunga 10m, la stanza è quadrata), credo che la sezione 1,5 sia sottodimensionata. Avevo pensato di chiudere il circuito nel lato opposto, creando una specie di stella. In questo modo il faretto più lontano si troverebbe sempre a circa 20m di distanza dall'alimentatore ma riceverebbe la 12 dai 2 lati. Così facendo pensavo di continuare ad utilizzare i fili da 1,5mm già posati. Potrebbe funzionare? Spero di essere stato chiaro nel descrivere l'impianto!

Link to comment
Share on other sites


ciclamino76

50 faretti da 6 watt che vanno a 12 v fanno 25 a su una tratta lunga in tutto 40 metri circa e chiusa ad anello con fili di sezione 1,5mm a tuo parere sono sufficienti? Pensavo a questo punto, visto che con la configurazione che andrei ad ottenere sarebbe semplice farlo, a creare la possibilità di dimmerarli anche. Dovrei dimmerarli nella tratta dall'alimentatore ai faretti giusto? Esiste qualcosa in commercio per una potenza del genere?

Link to comment
Share on other sites

Perchè insistere ad usare fili da 1,5mm solo perchè sono stati "gia posati" ???

Ci vogliono fili da 4 mm !!!

Una alternativa potrebbe essere di metterli in serie a due a due e alimentarli a 24 V con la metà della corrente necessaria e usando ancora alimentatori in commercio a 24 V.

I dimmer in commercio sono da 12 A, quindi a 24 V ne basterebbero 3.

Confermo che i dimmer vanno collegati tra l'alimentatore ed il carico.

Link to comment
Share on other sites

ciclamino76

Scusami, ma essendo già in possesso di un alimentatore per led da 30a a 12v, questo ha 3 uscite, posso collegare in serie 2 sue uscite ed avere la 24v? Te lo chiedo anche perchè non so se a 12v potrei prelevare 25a su una singola uscita...

Di dimmer dovrei usarne 3 se vado a 12v, con 24v ne basterebbe anche uno credo...

Per la sezione del cavo, nel caso dovessi usare 3 dimmer ed andare a 12v, a quel punto dovrei comunque dividere in 3 linee il carico per assegnare ogni linea ad un dimmer. A quel punto basterebbe la sezione da 1,5mm già posata.

Fammi sapere per l'alimentatore, a quel punto farei come dici tu mettendo i faretti in serie da 2 ed usando la linea da 1,5mm per i 24v chiudendola ad anello. Equivarrebbe ad una linea da 3mm e dovrebbe sopportare un carico di 12,5a 24v. Penso sarebbe sufficiente! Spero solo di non bruciare l'alimentatore collegando 2 sue uscite in serie. Che ne dici?

Link to comment
Share on other sites

Dubito che l'alimentatore disponga di due uscite separate. A quelle potenze in genere di mettono piu morsetti su ogni polo, ma sono collegati assieme.

I dimmer regolano fino a 12 Ampere.

Se hai 12 V con 30 Ampere impiegati è giusto usare 3 dimmer (uno ogni 10 Ampere di faretti)

A 24 V ne servirebbero 2 (15 ampere sono troppi per un solo dimmer).

A proposito della sezione dei fili:

Considera che 1,5 mmq a 220 V portano 1 KW, che in corrente fa circa 5 Ampere !

Se fai passare 15 ampere su un filo da 1,5 mmq l'arrosto è assicurato !

Edited by patatino666
Link to comment
Share on other sites

ciclamino76

Io so che i fili da 1,5mmq a 220v si proteggono a monte con un interruttore termico da 10a, quindi penso che almeno 2200watt li reggano tranquillamente a 220volt.

Link to comment
Share on other sites

Io so che i fili da 1,5mmq a 220v si proteggono a monte con un interruttore termico da 10a, quindi penso che almeno 2200watt li reggano tranquillamente a 220volt.

E allora, anche con le linee collegate ad anello, perche diavolo ce ne vuoi far passare 15 di Ampere ??????????????

Edited by patatino666
Link to comment
Share on other sites

ciclamino76

Non di certo per contraddirti! :-)

Però se il filo da 1.5mmq come regola dovrebbe tenere minimo 10a, collegato ad anello dovrebbe tenerne 20a perchè equivarrebbe ad un filo da 3mmq.

Comunque sto ancora valutando il da farsi, se avete idee su come procedere e volete aiutarmi nella scelta ve ne sarei grato. Un parere esperto è sempre un buon punto di riferimento!

Link to comment
Share on other sites

di norma si danno 3 A per mm/2 per cavo interrato puoi darne anche 5 A per mm/2 quindi max 8 A su 1,5 mm/2 se lo vuoi sovracaricare dipende dal cavo e dalla posa, ma più di 10 no.

Link to comment
Share on other sites

ciclamino76

Tra un faretto e l'altro ci sono due semplici fili da 1,5mmq lasciati solo poggiati vista la distanza tra un faretto e l'altro di circa 70 centimetri. Potrei sostituirli con altri due fili da 2,5mmq e chiuderli ad anello collegando le due estremità all'alimentatore da 30a. Sarebbero circa 40 metri lineari chiusi ad anello, quindi il faretto più lontano sarebbe a 20 metri e posto al centro delle alimentazioni. Penso che in questo modo sarei apposto, giusto? Come faccio però poi a dividere i carichi sui vari dimmer?

Link to comment
Share on other sites

ciclamino76

Purtroppo non ho molta dimestichezza col pc e non saprei come fare. Comunque è facile da immaginare: una stanza quadrata ed il soffitto con attorno una falsa trave in cartongesso 40x40cm. Sotto questa falsa trave i faretti (circa 12 per lato). In un solo angolo, nel cartongesso, arriva il corrugato da cui escono i 2 fili da 1.5mmq provenienti da un magneto termico 10A. Questi 2 fili proseguono in tutto il cartongesso (vanno verso destra) ed a loro sono collegati i driver degli attuali faretti (ogni faretto ha il suo driver). Quando i due fili raggiungono l'ultimo faretto collegato, praticamente quello a sinistra del corrugato, si interrompono. Questa è la situazione attuale, ne più ne meno!

Link to comment
Share on other sites

ciclamino76

Cercavo un aiutino su quale strada percorrere per:

1 - eliminare tutti i driver e collegare tutti faretti su un unico alimentatore da 30a;

2 - rendere i faretti dimmerabili da un unico interruttore.

Link to comment
Share on other sites

Buona sera a tutti !

se riesci a chiudere l'alimentazione ad anello la sezione raddoppia, quindi è fattibile.

Non ci credo proprio ! :thumb_yello:
Correggo : Si raddoppia , ma anche la potenza del carico , cioè , la densità di corrente in A / mm2 non cambia .
Edited by gabri-z
Link to comment
Share on other sites

Non ci credo proprio !

un collegamento ad anello con alimentazione singola da un punto hai all'estremità opposta dell'alimentazione due linee in parallelo

Link to comment
Share on other sites

dividere l'alimentazione su faretti alternati sarebbe una soluzione, quindi quattro alimentatazioni due a destra alternate ed allo stesso a sinistra, avresti così nel caso di guasto le probabilità di buio totale ridotte del 25%, poi per il dimeraggio puoi fare come desideri ma sarebbe opportuno sempre diviso 4

Edited by dnmeza
Link to comment
Share on other sites

un collegamento ad anello con alimentazione singola da un punto hai all'estremità opposta dell'alimentazione due linee in parallelo

Sarebbe utile solo se una delle due linee fosse priva di carico , o no ?

Link to comment
Share on other sites

no, solo se il carico è vicino all'alimentazione da un lato e dall'altro lato abbiamo una lunghezza tale da inserire una resistenza maggiore od uguale o non trascurabile .che comunque va sempre in parallelo alla resistenza dell'alimentazione più corta

Edited by dnmeza
Link to comment
Share on other sites

Ha già detto che sono distribuiti in modo uniforme

ma sarebbe opportuno alimentarli alternativamente, così se si guasta un ramo ne rimangono altri tre di cui due interi su di un lato che possono essere adattati come nel lato opposto spegnendo un alimentatore, (simile all'altro lato che ha un guasto)

Comunque è facile da immaginare: una stanza quadrata ed il soffitto con attorno una falsa trave in cartongesso 40x40cm.

Edited by dnmeza
Link to comment
Share on other sites

ma sarebbe opportuno alimentarli alternativamente, così se si guasta un ramo ne rimangono altri tre di cui due interi su di un lato che possono essere adattati come nel lato opposto spegnendo un alimentatore, (simile all'altro lato che ha un guasto)

Non ho fatto commenti sul ''come distribuire e / o collegarli '' , ho solo detto che chiudendo l'anello Non si riduce il carico del cavo .

Link to comment
Share on other sites

ho solo detto che chiudendo l'anello Non si riduce il carico del cavo .

non si riduce la corrente totale ma la si divide su due linee, e pertanto su due cavi quindi si riduce il carico su una linea singola, che se prima gravava su una linea (10 A) diventa 5 A su due linee, provare per credere se le linee sono uguali in lunghezza , sezione e materiale.

Link to comment
Share on other sites

non si riduce la corrente totale ma la si divide su due linee, e pertanto su due cavi quindi si riduce il carico su una linea singola, che se prima gravava su una linea (10 A) diventa 5 A su due linee, provare per credere se le linee sono uguali in lunghezza , sezione e materiale.

SE riesci anche a dimostrare questo , mi prendo un paio di giorni che avanzo , faccio un prestito , Ti vengo a trovare (se accetti) e offro una cena a Tua scelta ! :thumb_yello:

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...