Jump to content
PLC Forum


Sign in to follow this  
Luigi Di Donato

Alimentazione retroilluminazione a led " fai da te "

Recommended Posts

Luigi Di Donato

Ciao, non e' semplice procurare un alimentatore esterno per testare la retroilluminazione a led di un comune TV lcd, spesso ci troviamo di fronte al dilemma : Retroilluminazione, difettosa o driver guasto??? Testare la retroilluminazione senza aprire il pannello come gia' detto non e' semplice, si tratta di  una tensione di solito sui 150 Volt e assorbimento notevole, chi ci da un alimentatore del genere?? 160, 200, 130, Volt, notevole amperaggio.

 

Bene , personalmente ho realizzato   e provato questa soluzione con pochissimi euro, funziona alla grande senza problemi, una sorta di alimentatore universale per testare  per la retroilluminazione.

 

 0949c6e6c048aef7612c62bb57dec806.JPG

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

causicurti

ciao Luigi ben fatto. Non avevo dubbi. Ma per la corrente costante?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Riccardo Ottaviucci

eh quanti .......bip !:whistling:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Luigi Di Donato
Quote

ciao Luigi ben fatto. Non avevo dubbi. Ma per la corrente costante?

 

Ciao, e' chiaro  che questa alimentazione  non e' stabilizzata, mi serviva solo un dispositivo  veloce e economico     per testare un carico " grossolano "  come strisce di led, nonostante la tensione pulsante, la luce dei led non " trema ". In un primo momento ho preso un driver da un neon da 120 cm a 3 strisce di led, 160 Volt 20 watt, niente, poi ho pensato a questa soluzione " estrema ". 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Luigi Di Donato

Volevo solo aggiungere che per livellare la tensione avevo aggiunto in parallelo sull'  uscita del ponte di Graetz un elettrolitico da 47 mf 350 Volt, ma si inchiodava il regolatore , ho lasciato quindi cosi'. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
sx3me

non è che si "inchiodava il regolatore" ma se ci metti il condensatore che si carica al valore di picco cosa vuoi parzializzare?!?

Che dici, ti ci riesci a fulminare vicino?! Francamente non mi sembra nemmeno il caso di pubblicizzare una cosa del genere!

Si può risolvere diversamente, e con molta più sicurezza!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Luigi Di Donato

Miche', dovevo  provare queste benedette strisce che vanno a 160 Volt circa, sono isolate dal vassoio e dal resto dell'apparecchio, e' chiaro che si puo' risolvere in 3000 modi diversi, queto serve, mi e' servito per testare la retroilluminazione  in modo veloce  e economico  con quello che avevo a disposizione per non   rimanere bloccato senza avere a disposizione un driver per quel carico ( e ci sono riuscito in 2 minuti ). Non  sognerei mai di mettere il negativo ( GND ) in comune con il resto, le strisce come gia' detto sono indipendenti e isolate dal resto ( almeno nel mio caso ) . Restano accesi,   non ho la tensione di rete sul vassoio (GND non in comune con lo chassis )  riesco perfino a " dimmerare " con il potenziometro , alla fine ho avuto piu' problemi con le serie luminose  a led  di Natale  che con questo. Se hai una soluzione piu' veloce e economica  senza  dover aprire il pannello per verificare la retroilluminazione,   rischiando nell'80% di far fuori le flat, non avendo driver a disposizione ben venga qualsiasi consiglio ( stiamo qua per questo ).;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
sx3me

veloce, sicuro, economico ed affidabile... prendi un alimentatore Mivar e usi solo la +VB ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Riccardo Ottaviucci

e se le strisce funzionano a 70-80V ? Le bruci per controllarle? E poi gli alimentatori mivar senza carico e senza retroazione spesso generano tensioni sballate.

Quoto Giggino stavolta;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Luigi Di Donato

Miche', questo e' niente, la prossima ti faccio vedere come recuperare con 15 euro ( per me 8  :P ) un LCD  con alimentatore bruciato, inverter distrutto e retroilluminazione fulminata. Con 5 metri di led , un alimentatore da 5 ampere, un paio di LM 7805, e un rele' a 5 Volt. praticamente di suo solo pannello e main. :whistling:

Share this post


Link to post
Share on other sites
sx3me
Quote

e se le strisce funzionano a 70-80V ?

era solo il primo dei 3000 modi migliori... rimangono ancora 2999; dove si può anche regolare, dimmerare etc.

 

Quote

...questo e' niente...

ma non lo voglio proprio vedere... ma nemmeno Frankestein... :toobad:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Luigi Di Donato

Nemmeno il Napoli con il ruoto del baba' ??? Mannaggia, mancava solo l'audio ma per quello avevamo  la radiolina, ancora piu' condita la cronaca :P  

 

O  per caso preferisci la modifica che ho fatto al pescivendolo??? Pensa , gli ho fatto risparmiare di sgolarsi e anche il microfono .:P

 

 

 

 

 

 

 

P.S. I modi sono ancora 3000, quello non lo e', mi servivano 160 Volt, ne 105 ne  148 . Alla faccia della soluzione piu' veloce ed economica per una prova veloce. :toobad::toobad:

 

Per la cronaca , funzionava per il Napoli ( :angry: Ricca'  per colpa della tua squadra hanno rotto qualche pannello , in questo caso troviamo uno dei modi migliori e validi per far scendere la lista a 2999, cioe' recuperare  driver aggratis ) ,dicevo, Funziona per i led, e la modifica con 8 euro?? Acceso 24/24 per videosorveglianza senza problemi, alla faccia dell'isola ecologica.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Luigi Di Donato

E' semplicemente un modo che mi ha dato la possibilita' di provare la retroilluminazione  in 2 minuti , funziona  , basta.  Il fine giustifica i mezzi.

 

Mi sembra doveroso solo aggiungere questo:

 

 

ATTENZIONE

Le  informazioni e relative procedure,sono da eseguirsi esclusivamente da personale specializzato,cioè consapevole degli eventuali rischi che ciò comporta.
Si declina,quindi,ogni responsabilità .

:o

Share this post


Link to post
Share on other sites
Luigi Di Donato

O.T.

( Cronaca )

 

Il pescivendolo si presenta in negozio e  chiede  un impiantuccio  per poter " dare la voce "  (si dice da noi ),   cioe' tipo " e' arrivato il pescivendolo ".

 

Gli vendo un amplificatore con relativa tromba e microfono, ben presto ritorna e lamenta il basso volume, cambio il microfono e niente, migliora ma di poco.

 

Metto un microfono pre-amplificato ma " fischia " controreazione, ritorno, innesco. Allora a mali estremi estremi rimedi.

 

Lo faccio entrare in negozio e lo invito a urlare al microfono del computer , schiatto tutto su pennetta e vai.....Dopo 2 giorni si presenta la polizia urbana, sei stato tu che..:o   :whistling:..Insomma la vendita del tipo e' aumentata  ( 300 % ), non si sgola piu'  al microfono, ma la concorrenza e' spietata .

 

Morale della favola 4 nemici:

 

1) Concorrenza ( pescheria piu' avanti )

2) Polizia urbana per seccature

3) Mia moglie ( tangente ittica che crea impegno in cucina)

4) mogli dei vigili ( idem )

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
mistertv

Io mi sono realizzato questo inserendolo in un multimetro di recupero. Funziona egregiamente sia sulla retro completa, sulla strisce singole e sul led singolo ed il display vi mostra la tensione presente sul led, sulla striscia o sull'intera backlight evidenziando i led che non si accendono.

 

schema.jpg

260.jpg

totale.jpg

interno.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
carlovittorio

Non mi è chiaro come con una tensione di 260V pu

oi alimentare dalle strisce ai singoli led, e poi il tester dove lo colleghi per leggere la tensione.

Puoi dare spiegazioni chiare?

Grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites
mistertv

 

Inserisci i puntali del tester nelle boccole e con quelli, staccando ovviamente il connettore di alimentazione per i led del PSU, alimenti la retro completa o la singola striscia o il singolo led, il display ti mostra la differenza di potenziale in quel momento, ad esempio su un singolo led da 6V ti mostra proprio 6 V. I 260V che vedi sono a vuoto, non vi è nulla collegato ed il circuito è in funzione. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...