Vai al contenuto

Gianluca.B

Alimentazione 220/380V

Recommended Posts

Gianluca.B

Salve a tutti, ho un quadretto elettrico per automazione industriale, funzionante a 220V.

Tale quadretto in pratica fornisce alimentazione 220V ad un pc, ha una presa di servizio 220V, alimenta un trasformatore 220/24Vac, alimenta un alimentatore 220/24Vdc, alimenta degli azionamenti funzionanti a 220V.

 

Ogni alimentazione di cui sopra é separata con il proprio interruttore magnetotermico.

 

Tale quadretto é già stato pensato per una alimentazione trifase+ neutro, mettendo all' ingresso un sezionatore quadripolare, e poi dividendo i vari carichi sulle varie fasi+neutro.

 

Se ho una alimentazione monofase 220v basterà ponticellare assieme L1 L2 L3.

 

Adesso però se uno avesse a disposizione la sola trifase senza neutro, come potrebbe alimentate il tutto?

 

Suppongo che un trasformatore 400/230v sia necessario, ma come si ottiene una fase ed un neutro da un trasformatore 220V?

C'é da mettete a terra una uscita del trasformatore in modo da creare un neutro?

 

Dal punto di vista della sicurezza, il quadretto diverrebbe isolato dalla rete, quindi deve essere previsto pure un differenziale a valle del trasformatore?

 

Grazie per eventuali delucidazioni.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
bypass
Quote

Se ho una alimentazione monofase 220v basterà ponticellare assieme L1 L2 L3.

Sì , a monte del sezionatore .

Quote

Adesso però se uno avesse a disposizione la sola trifase senza neutro, come potrebbe alimentate il tutto?

tramite un trasomatore 400/230

Quote

 

Suppongo che un trasformatore 400/230v sia necessario, ma come si ottiene una fase ed un neutro da un trasformatore 220V?

C'é da mettete a terra una uscita del trasformatore in modo da creare un neutro?

 

entra trifase 400V senza neutro  (3 fili in tutto)

esce trifase 400 V  con neutro , cioè  230V tra ciascuna fase e il neutro , e 400V fase -fase . (4 fili in tutto )

Puoi mettere o no  a terra il neutro in uscita del trasfomatore in base alle preferenze del sitema che vuoi mantenere ,  IT , TN , e perche no TT .

Quote

Dal punto di vista della sicurezza, il quadretto diverrebbe isolato dalla rete, quindi deve essere previsto pure un differenziale a valle del trasformatore?

Dipente come vuoi trattare il neutro , l'estensione del impianto ,

anche se personalmente metterei il differenziale anche in IT pocco esteso , ma così lo penso io .

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Maurizio Colombi
Quote

Suppongo che un trasformatore 400/230v sia necessario, ma come si ottiene una fase ed un neutro da un trasformatore 220V?

Se il trasformatore ha il primario collegato a stella, ti sei già ricavato il neutro senza utilizzare l'uscita del trasformatore.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
bypass

a questo punto (potenza permettendo)  può usare un trasf. classico (400/230) collegando al primario solo due fasi    , è volendo può mantenere un IT.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Gianluca.B

Ho omesso di dire che stiamo parlando di un quadro macchina, quindi non c'è nessuna estensione di impianto.

Il problema è appunto avere la possibilità di alimentare il macchinario dove fosse disponibile solo la trifase senza neutro.

Esistono trasformatori con ingresso trifase e uscita trifase. + neutro?

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
bypass
Quote

Esistono trasformatori con ingresso trifase e uscita trifase. + neutro?

sì , fin troppo .

Quote

Ho omesso di dire che stiamo parlando di un quadro macchina, quindi non c'è nessuna estensione di impianto.

Per lo stato  neutro valuta tu , sei tu che conosci l'impianto .

Altrimenti parlane con chi lo ha progetatto.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Gianluca.B

Non è un impianto, é un piccolo quadretto per un macchinario, dove i vari componenti del macchinario funzionano a 220v e 24v.

Quindi con alimentazione monofase 220V non ci sono problemi, con alimentazione trifase + neutro nemmeno.

Ma se tale macchinario dovesse venire installato dove é presente la sola trifase senza neutro, quale sarebbe la soluzione più logica e corretta per farlo funzionare?

Grazie.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
bypass
Quote

Non è un impianto, é un piccolo quadretto per un macchinario, dove i vari componenti del macchinario funzionano a 220v e 24v.

Quindi con alimentazione monofase 220V non ci sono problemi, con alimentazione trifase + neutro nemmeno.

Ma se tale macchinario dovesse venire installato dove é presente la sola trifase senza neutro, quale sarebbe la soluzione più logica e corretta per farlo funzionare?

Machinario di che cosa .. ?

Comunque ..

Trasf.   400 tifase / 400 trifase + neutro .

Neutro del secondario  collegato a terra .

Avrai cosi un TN-S .

Questo secondo me è una soluzione logica .

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
maxpala2003

Anche installando il macchinario dove c'è solo la trifase senza neutro secondo me è sempre più conveniente portare il neutro, tutte le forniture lo hanno e anche ipotizzando la fornitura in media tensione il neutro è comunque ricavato dal centrostella del trasformatore in bassa tensione. Anche dal punto di vista pratico è abbastanza semplice modificare una linea trifase in una monofase  senza posare nuovi conduttori. Se poi è un discorso che vuoi rendere il macchinario compatibile con tutte le tensione e le possibili combinazioni allora prevedi il trasformatore  ma ripeto secondo me è una spesa che puoi evitare molto facilmente. 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Gianluca.B

Grazie a tutti per le risposte.

 

Il macchinario, è un macchinario a 3 assi, attualmente funzionante a 220V.

Però c'è l'idea di renderlo compatibile con le varie tensioni, qualora fosse richiesta una alimentazione diversa dalla 220V monofase.

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

Registrati o accedi per inserire messaggi

Devi essere un utente registrato per lasciare un messaggio. La registrazione è GRATUITA.

Crea un account

Iscriviti alla nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Connettiti

Hai già un account? Connettiti qui

Connettiti adesso

×