Jump to content
PLC Forum


Sign in to follow this  
cldsoluzioni

Avviamento Motore Avvolto - soluzioni avviamento motore avvolto

Recommended Posts

cldsoluzioni

Salve a tutti

Ho un motore a rotore avvolto, potenza 143 KW 500V, con avviamento a reostato. Il quale vista l'età (1960) presenta dei problemi quando il motore è a regime, oscillazioni non indifferenti di ampere.

Come posso ovviare. Ho pensato ad un avviamento a step di resistenze ma mi è stato detto che è obsololeto e difficeli da reperire, Si potrebbe escludere il reostato una volta avviato il motore, magari tramite un teleruttore e timer dopo qualche sec.

Mi potete aiutare, anche qualche link di ditte che possono realizzare ...

Grazie

Claudio

Share this post


Link to post
Share on other sites

Del_user_127832
Si potrebbe escludere il reostato una volta avviato il motore, magari tramite un teleruttore

Più che il condizionale io utilizzerei l'imperativo categorico :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites
barone rosso

Salve a tutti,Dove lavoravo, tempo fa, c'era un motore ,a rottore avolto, e si aviava a reostato,una volta avviato, con una leva, si chiudeva, e,ponteggiava, le spazzole, ed escludeva il reostato ogni tanto bisognava intervenire, perchè diminuiva di giri,.perciò controlladove sono le spazzole, e la leva dove escude il reostato ad aviamento avenuto ci devono ,essere consumate, le parti striscianti Cidsoluzioni, anche il tuo motore deve avere la leva, che esclude il reostato, ad aviamento avenuto.

Edited by barone rosso

Share this post


Link to post
Share on other sites
barone rosso

Salve a tutti,Dove lavoravo, tempo fa, c'era un motore ,a rottore avolto, e si aviava a reostato,una volta avviato, con una leva, si chiudeva, e,ponteggiava, le spazzole, ed escludeva il reostato ogni tanto bisognava intervenire, perchè diminuiva di giri,.perciò controlladove sono le spazzole, e la leva dove escude il reostato ad aviamento avenuto ci devono ,essere consumate, le parti striscianti Cidsoluzioni, anche il tuo motore deve avere la leva, che esclude il reostato, ad aviamento avenuto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
marco C

le macchine con rotore avvolto vengono tilizzate per avere coppia allo spunto maggiore

il tuo reostato sicuramente puo' essere escluso dopo l'avviamente e dopo che la macchina è al numero di giri nominale

puoi installare due contattori trifasi di cui uno per chiudere il circuito rotorico sul reostato

e l'altro per chiudere il rotore in corto circuito una volta che il motore è a regime

non avrai più oscillazioni strane

se poi vuoi provare qualcosa di piu' elettronico potresti trovare sul mercato qualche Statovar della telemecanique

servivano appunto all'avvimaneto dei motori avvolti , sono ormai superati ma forse ne trovi ancora in giro

se poi vuoi passare ad inverter senza sostituire il motore , puoi ponticellare i cavi del rotore ed alimentare il motore con un inverter

unico problema avrai una coppia leggermente inferiore allo spunto , ma magari la tua macchina ce la farà lo stesso

dipende da come e' dimensionata

Share this post


Link to post
Share on other sites
barone rosso

Salve.Marco C, va bene i contattori trifasi, per l'aviamento, riparte col reostato,è così, sono passati 30 anni, mi ricordo, quando non aveva i giri nominali, intervenivo sul rotore, e sostituivo delle lamelle in rame, (dei ponti ).Con la leva si sollevavano le spazzole raggiunto i giri nominali,Marco C, come fai a sollevare le spazzole, o le lasci sempre inserite?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mario Maggi

Claudio,

non ha alcun senso parlare in generale di motori, se non precisi l'applicazione che devi azionare e le esigenze di dinamica, coppia di spunto, coppia di avviamento, numero di ore annue di funzionamento a velocita' ridotta, inerzia del carico comandato, normative da rispettare (Italia?), ecc.

Ciao

Mario

Share this post


Link to post
Share on other sites
Glave

Quando il reostato è a finecorsa, cortocircuita le spazzole, controlla i contatti del reosatato, questo vale naturalmente s il motore non ha la leva che alza le spazzole e cortocircuita gli anelli.

Attenzione ad eliminare il reostato in certi motori, perchè rischia di non partire, infatti i motori a rotore avvolto hanno dei punti morti del rotore (dipende da come si ferma) e si rschia di doverlo muovere a mano per portarlo in una posizione dove riesce a partire anche senza reostato.

Se metti un inverter che abbia la corrente di spunto al 300 - 400% per x secondi della nominale, non hai problemi di avviamento, ma il problema del rotore avvolto, rimane.

saluti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
StefanoSD
Attenzione ad eliminare il reostato in certi motori, perchè rischia di non partire, infatti i motori a rotore avvolto hanno dei punti morti del rotore (dipende da come si ferma) e si rschia di doverlo muovere a mano per portarlo in una posizione dove riesce a partire anche senza reostato.
:blink:

Share this post


Link to post
Share on other sites
cldsoluzioni

Ciao a tutti, grazie per i cosigli

Faccio un po di chiarezza, la macchina su cui è montato il motore a rotore avvolto è un raffinatore da cartiera, quindi non ha bisogno di elevata coppia all'avviamento. Non vi sono pericoli in quanto i dischi azionati sono chiusi all'interno della macchina e vi entra solo pasta carta dalle tubazioni.

Quando il reostato è a finecorsa, cortocircuita le spazzole, controlla i contatti del reosatato, questo vale naturalmente s il motore non ha la leva che alza le spazzole e cortocircuita gli anelli.

Attenzione ad eliminare il reostato in certi motori, perchè rischia di non partire, infatti i motori a rotore avvolto hanno dei punti morti del rotore (dipende da come si ferma) e si rschia di doverlo muovere a mano per portarlo in una posizione dove riesce a partire anche senza reostato.

Se metti un inverter che abbia la corrente di spunto al 300 - 400% per x secondi della nominale, non hai problemi di avviamento, ma il problema del rotore avvolto, rimane.

saluti.

Scusa ma non mi è ben chiaro, come posso sapere se vi sono punti morti???

**

inserita correttamente citazione

come inserire una citazione nel forum blu

quando vuoi inserire una citazione, basta copiare e incollare la frase che ti interessa,

evidenziarla e premere il tag "fumetto" nel pannello di editor messaggio rtequotebutton.png(il penultimo simbolino),

oppure la copi (Ctrl+c) e la incolli (Crl+v) tra i due tag:

[xxx]frase che hai copiato e incollato[/xxx]

xxx=quote

Edited by Livio Migliaresi

Share this post


Link to post
Share on other sites
StefanoSD
Attenzione ad eliminare il reostato in certi motori, perché rischia di non partire, infatti i motori a rotore avvolto hanno dei punti morti del rotore (dipende da come si ferma) e si rschia di doverlo muovere a mano per portarlo in una posizione dove riesce a partire anche senza reostato.
Nel mio precedente post avevo messo la facina “perplessità” su questa citazione. :blink:
Scusa ma non mi è ben chiaro, come posso sapere se vi sono punti morti???
Lascia perdere - Il motore con rotore ad anelli aperti (senza resistenze inserite reostato.) non può avviarsi. :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
StefanoSD
Ho un motore a rotore avvolto, potenza 143 KW 500V, con avviamento a reostato. Il quale vista l'età (1960) presenta dei problemi quando il motore è a regime, oscillazioni non indifferenti di ampere.
Cerca di riesaminare il reostato può darsi che ci sia qualche collegamento difettoso, può essere anche di facile riparazione. Assicurati che il reostato dopo avviamento chiuda in corto circuito gli anelli, le oscillazioni d’assorbimento (non credo dovute al carico) indicano quanto specificato sopra. :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
edmondo calia

quoto stefano

le oscillazioni di correnti nei motoriad anelli quasi sempre provengano da una chiusura non efficente del corto circuito sul rotore.

quindi bisognerebbe esaminare il reostato e il gruppo di corto circuito ma anche il rotore.

Ci tengo a precisare che io esaminerei anche lo statore visto che ci sono

Una volta ho visto delle flashate da un motore ad anelli a 6kV che facevano paura.

A proposito ma a regime lamacchina vibra? sarebbe un classico

Share this post


Link to post
Share on other sites
barone rosso

Salve a tutti .Quoto Stefano, Si saranno consumate le lamelle dello stattore, dove agisce la leva, per cortocirquitare. Dove lavoravo tempo fa,avviavo,a reostato ,una bella bestia 250 HP .a 380 V. Ogni tanto ,Si sostituivano,quando non aveva i giri nominali. si sentiva da lontano, ì' anomalia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mario Maggi

Claudio,

chiedevi

Come posso ovviare
, direi "prova a caso", dato che non rispondi alle domande che ti sono state fatte e non certamente per farti perdere tempo.

Oppure compra una sfera di cristallo.

Buon anno,

Mario

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...