Jump to content
PLC Forum


crileo

Cavo Per Encoder

Recommended Posts

crileo

Salve a tutti,innanzitutto spero di aver postato nella sezione giusta, ho un problema di collegamento di 4 encoders; si tratta di encoders della SICK STEAGMANN DFS60BS4AL02048,

muniti di alcuni metri di cavo siglato PU350 18/10. Collegandoli direttamente con il loro cavo alle schede (APU302 GeFanuc), funzionano alla perfezione, mentre montati sulla macchina e collegati a dette schede usando una ventina di metri di cavo standard 12 x 0.75 +Sh con 4 conduttori che rimangono di scorta, danno errori continui di sincronismo, tanto da non poterli utilizzare. Provato varie volte e tutti e 4 danno lo stesso risultato: direttamente funzionano e con il cavo in questione no. Se occorre un cavo specifico per collegari gli encoders, qualcuno gentilmente sa indicarmi quale?

Grazie e saluti a tutti

Edited by crileo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Livio Orsini

Dare sempre tutti i dati se si vuole ottenere una rispsota attendibile.

I cavi originali sono connessi direttamente agli encoders o lo sono tramite connettore ?

Qual'è la massima frequenza di lavoro degli encoders?

Lasciare conduttori liberi nel cablaggio di encoders è sempre andarsi a cercare guai.

I cavi di collegamento per encoders, ma non solo per questi trasudttori, deve avere alcune caratteristiche fondamentali:

- Ottima schermatura

- Doppini twistati

- Bassa capacità parassita.

Edited by Livio Orsini

Share this post


Link to post
Share on other sites
Del_user_127832

A me è capitato di dover congiungere il cavo di uscita collegato all' encoder, con dei normali cavi multipolari non schermati, e tutto sommato per le applicazioni in questione (tra l'altro conduttori in movimento dentro catena portacavi) problemi particolari non ne ho riscontrati (sebbene l'avessi messo in considerazione). Però parlo di 3-4 metri al massimo.

Il cavo l'hai posato da poco?, Sei sicuro che non ci siano interruzioni sui conduttori di quest'ultimo?

saluti

Share this post


Link to post
Share on other sites
busanela

Oltre a quanto detto da Livio, aggiungerei che è di fondamentale importanza, a preswcindere dalla corretta schermatura, con l'obbiettivo di evitare guai presenti e futuri, la distanza o l'incrocio con cavi di potenza, magari di motori comandati da inverter: i cavi di segnale devono essere il più lontano possibile dai suddetti e, se non è possibile evitare incroci, devono essere fatti a 90 gradi.

Il collegamento della calza di schermatura è anch'essa di fondamentale importanza: se il lato sensore ed il lato controllo non hanno lo stesso potenziale di massa, lo schermo si può collegare da entrambi i lati, è bene collegare dal solo lato sensore se hanno potenziali diversi.

Mi sono comunque capitati casi in cui, per eliminare loop e ritorni di segnale, sono stato costretto a scollegare le masse, lasciando il cavo senza schermatura, seguendo la classica legge di Murphy! <_<

Share this post


Link to post
Share on other sites
crileo

Grazie a tutti per le risposte e cercherò di rispondere alle vostre, anche se sono un neofita per questo tipo di applicazioni: ho già usato encoders ma non in questo modo. Questa scheda necessita di encoders in configurazione A quad B, usando 3 coppie di fili più alimentazione ed io ho cablato il tutto collegando il cavo con cui l'encoder è fornito ( circa 4 mt di cavo 4x2x0,25 schermato) ad un cavo 12x 0,75 schermato in una JB sulla macchina. Detto cavo arriva al poi al PLC .Per quanto riguarda le masse ero partito collegando solo quelle in campo, poi ho provato con quella nel quadro di partenza, poi tutte e due, infine nessuna delle due, senza trovare soluzione. Il cavo posato è nuovo, ma per scongiurare il dubbio della vicinanza con cavi di potenza ho provato a tirare un cavo esterno volante dal quadro all'encoder, con un cavo diverso, 4x2x0,75 twisted pairs schermato, ma niente di fatto......mentre collegato direttamente alla morsettiera del quadro e muovendolo anche con le dita risponde bene. Non so che pesci prendere.

Share this post


Link to post
Share on other sites
busanela

Per precisione e come correzione del mio post precedente, la frase

se il lato sensore ed il lato controllo NON hanno lo stesso potenziale di massa, lo schermo si può collegare da entrambi i lati

va ovviamente corretta nel modo seguente

se il lato sensore ed il lato controllo hanno lo stesso potenziale di massa, lo schermo si può collegare da entrambi i lati

Chiedo scusa per l'errore, palesemente dovuto ad una mia fretta nello scrivere e che comunque si capiva nella parte seguente della frase

è bene collegare dal solo lato sensore se hanno potenziali diversi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
busanela

La sfida si fa interessante.

Dunque a questo punto, secondo me, i casi possono essere i seguenti.

Fatti salvi eventuali errori sul collegamento di cavo posa fissa/provvisoria, i disturbi o entrano attraverso l'alimentazione ed aumentando la lunghezza del cavo, fungendo così da antenna, vengono amplificati disturbando quindi il regolare funzionamento dell'elettronica dell'encoder, o attraverso il motore al quale accoppi l'encoder, a causa della cattiva schermatura dell'encoder stesso.

E' per caso un encoder programmabile? <_<

Il prossimo tentativo che farei io è quello di cambiare tipo (marca, modello) di encoder.

Share this post


Link to post
Share on other sites
crileo

L'encoder non è programmabile; è un TTL a a 4096 linee ( anche troppe forse, visto l'usoin quadratura) ed effettivamente la prova del cambio di marca e tipo la farò appena ne trovo uno simile

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
...il cavo con cui l'encoder è fornito ( circa 4 mt di cavo 4x2x0,25 schermato) ad un cavo 12x 0,75 schermato in una JB sulla macchina.

L'encoder non è programmabile; è un TTL a a 4096 linee...

Cominciamo ad avere qualche dato, anche se ne manca ancora uno importante: la massima frequenza che raggiungono i segnali dell'encoder.

I segnali TTL non sono certo l'ideale per un collegamento così lungo. In effetti il produttore, molto serio, ha provvisto i suoi encoders di unn cavo lungo 4 metri.

Per tratte di maggior lunghezza si devono usare encoders con uscite PUSH-PULL a 24 V oppure line driver a 5 V!

Diciamo subito che la giunta, così come l'hai descritta, è assolutamente da evitare! Anche il cavo è inadatto.

Per prima cosa procurati del cavo con 4 coppie twistate e schermate; il cavo dovrà essere del tipo a bassa capacità parassita (C < 150 pF/m).

La giunta deve essere effettuata tramite coppia di connettori schermati maschio-femmina, con schermo del cavo connesso al corpo del connettore.

Il cablaggio deve arrivare direttamente alla scheda di interfaccia encoders, senza inutili ammaraggi in morsettiera.

Nelle parti terminali i fili dovranno fuori uscire dallo schermo il minimo indispensabile per poter effetture il collegamento al connettore.

Il percorso cavi schermato all'interno del quadro fallo fuori canalina; metti a massa in più punti la calza, spellando la guaina isolante ed usando appositi collarini "a omega" per fissare il cavo alla piastra di fondo.

Se sei sicuro che la massa dal lato encoders è equipotenziale con la massa a cui son connesse le piastre di fondo del quadro, metti a massa le calze anche dal lato encoders, sempre usando gli appositi collarini. Assolutamente son da evitare ferule e ammaraggi tipo "pig tail" (codino di porco). Se non hai certezza di equipotenzialità lascia solo gli ammaraggi sulle piastre di fondo.

Quello che ho descritto sopra è la procedura "a regola d'arte" per connettere encoders ed altri trasduttori impulsivi.

In pratica è quello che raccomandano le prescrizioni EMC.

Poi ho visto cablaggi immondi che, apparentemente, funzionavano decentemente.

Tutto sommato sei anche fortunato. Infatti i guai si sono manifestati subito ed in modo continuo. Altre volte capita che, in assenza di un buon cablaggio, i guai si manifestino dopo ed in modo saltuario; comprenderai che questo è molto più "scocciante"!

Edited by Livio Orsini

Share this post


Link to post
Share on other sites
scovit

Salve anche io ho la necessità di collegare un motore con assemblato un encoder incrementale bidirezionale che andrà collegato ad una cpu siemens 1200, la distanza dalla cpu potrebbe superare i 120mt max 140, devo acquistare ancora il tutto, e vincolante può essere solo un encoder incrementale bidirezionale,  per gli impulsi giro non ho problemi se pochi, accetto qualsiasi consiglio anche su tipi di cavi o encoder speciali da incorporare sul sul motore di tipo normale asincrono da 1370 rpm. Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

Non credo tu abbia letto il regolamento che hai accettato, altrimenti sapresti che non ci si può accodare ad altre discussioni, questo per non creare confusione nelle risposte; se poi si tratta di una discussione ferma da oltre 8 anni è anche ..... autolesionistico.:smile:

 

Se vuoi apri una nuova discussione sull'argomento

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...