Jump to content
PLC Forum


Calcolare Una Totalizzazione


taratista
 Share

Recommended Posts

Buona sera.

Avrei bisogno di un vostro aiuto o consiglio, ho un segnale 4-20mA di un trasmettitore di portata a flange tarate. Questo viene visualizzato su un pannello di controllo con un range di 0-100 m3\h, attraverso questo segnale come posso calcolare una totalizzazione oraria o per meglio dire che formula matematica potrei utlizzare per ottenere questo.

Grazie 1000

Link to comment
Share on other sites


Livio Orsini

Suppongo che 20mA corrispondano a 100m3/h. Ovviamente devi disporre di un dispositivo che campiona il segnale analogico con periodo sicuramente inferiore alla massima velocità di variazione della variabile reale (portata), e poi sommare le letture convertendo la lettura in un valore congruo al periodo di lettura.

Cerco di chiarire con un esempio.

Ammesso, per esempio, che questo periodo corrisponda ad 1" trasformi la lettura da m3/h m3/1" o, magari in dm3/1" (l/1") e sommi lettura a lettura. Se leggi 10 l/", poi 12 l/1" avrai il totale di 22l che significa che da qaundo hai effettuato la totalizzazione hai prodotto 22l

Link to comment
Share on other sites

cagliostro

Salve,

se ti serve la formula matematica, immagino quindi che il tuo intento sia quello di realizzare partendo dall'ingresso analogico 4-20ma, un totalizzatore da implementare in un PLC,microcontrollore o altro dispositivo programmabile; scartando quindi l'uso di strumenti totalizzatori già presenti sul mercato che vanno semplicemente parametrizzati e nulla più.

La formula da utilizzare a mio avviso è la seguente:

C = (In*Tc)/Ut

quindi

T = T+C

con

C=step da sommare al contatore T di totalizzazione

Tc=tempo di campionamento per acquisizione ingresso In

Ut=unità di tempo della grandezza ingegneristica

In=ingresso segnale

T=toalizzatore

Per comprendere meglio con un esempio pratico mirato alla tua applicazione consideriamo una portata costante 50m3/h:

In=50m3/h

Tc=50ms

Ut=3600s=1h

avremo

C=(50*0,05)/3600=0,000694444 step da sommare al Totalizzatore T

per cui alla prima scansione n0 che vedrà T azzerato, ne consegue che

T=0+0,000694444 = 0,000694444

alla sucessiva scansione n1

T=0,000694444+0,000694444=0,0013888

e così via...........

Come controprova di verifica considerando che in un'ora il numero di campionamenti è pari a 3600/0.05=72000

dopo 72000 campionamenti a portata costante sapendo che lo step di incremento è 0,0006944,

dopo un'ora il tuo toalizzatore restituirà un valore pari a 72000*0,0006944=50m3

Il tempo di campionamento poi potrà essere fissato ad un valore a te più congeniale, quello di 50ms è stato fissato giusto per fare un'esempio,l'importante è che nella formula i tempi siano rapportati tutti alla stessa unità di tempo impiegata in questo caso secondi.

Ulima cosa, il valore di lettura della grandezza in questo caso è espresso già in m3, puoi eventualmente leggere direttamente il valore in 4-20ma e poi scalare il valore del totalizzatore per una costante k

Edited by cagliostro
Link to comment
Share on other sites

Buona sera a tutti

Grazie 1000 raga :thumb_yello: :thumb_yello: la formula funzione perfettamente, l' unica cosa non riesco a capire e mettere a punto la costante di tempo ( TC ) possiamo entrare nel dettaglio ? grazie, vorrei comunque approfondire il discorso di Orsini che non riesco a capire.

ci sentiamo

Link to comment
Share on other sites

cagliostro

Salve,

posso sapere che dispositivo stai usando per realizzare il totalizzatore?? PLC, se si quale marca?? Oppure altro sistema??

In base a queste risposte potrei essere più preciso in relazione al Tempo TC di campionamento del segnale.

Il tempo di campionamento Tc come ti ho descritto nel precedente post, è il tempo che intercorre trà una lettura e l'altra del segnale di ingresso In.

Edited by cagliostro
Link to comment
Share on other sites

Anche tu non hai tutti i torti.

Riassumo, impianto dei primi anni 90 plc siemens 115 completamente saturo !!. Causa un revamping bisogna gestire 8 analogiche tra FT, TT, Ph tutte 4-20 mA. Ora non avendo bisogno di uscite e avendo già in casa un video registratore tutti i segnali verranno convogliati in questo, potendo creare delle pagine a piacere con due FT duplico il segnale e uno o forse tutte e due ( i doppi ) mi si chiede di trasformarlo in un totalizzatore.

Arrivati a questo punto il mio problema era come fare :senzasperanza: . ho scritto la formula ma per avvicinarmi al valore che voglio ho inserito nel TC 0,48

In=50m3/h

Tc=50ms

Ut=3600s=1h

avremo

C=(50*0,05)/3600=0,000694444 step da sommare al Totalizzatore T

segnale della prova 12 mA = 50 m3\h

Portata 0-100 m3\h

segnale 4-20 mA

Il tempo di aggiornamento del regist. è di 1 sec. per tutti i canali, potrei variarlo ma lo vario è per tutti i canali ma non posso.

grazie

Link to comment
Share on other sites

cagliostro

Salve,

se ho ben capito stai utilizzando un analizzatore-registratore multicananle, con refresh del segnale o tempo di campionamento comune a tutte le grandezze che stai monitorando.

Probabilmente la scelta del tempo di campionamento fissato ad un secondo, è ricaduta su questo valore, perchè così facendo si ottiene un giusto compromesso per la registrazione e visualizzazione dei vari segnali da controllare.

Forse mi sta sfuggendo ancora qualche cosa, ma faccio fatica, anzi non comprendo il significato di quando affermi:

con due FT duplico il segnale e uno o forse tutte e due ( i doppi ) mi si chiede di trasformarlo..........

poi mi è chiaro il significato di Ph ma non quello di :

tra FT, TT
????

Comunque ritornando al discorso del tempo di campionamento se lasci quello ad un secondo la formula per il toalizzatore diventerà:

C=(50*1)/3600=0,0138888 step da sommare al Totalizzatore T considerando la solita portata costante a 50m3/h come esempio di calcolo.

Ora non conoscendo il processo del tuo impianto non ho idea se la portata nel tempo è + o - costante oppure e soggetta anche a variazione repentine per tempi molto brevi e frequenti.

Se si presentano variazioni di portata significative trà un campionamento è l'altro del segnale, ovviamente più alto è il tempo di campionamento, minore sarà il numero di letture fatte; quindi meno preciso sarà il tuo toalizzatore.

Questo trova conferma anche nel post di Livio Orsini:

Ovviamente devi disporre di un dispositivo che campiona il segnale analogico con periodo sicuramente inferiore alla massima velocità di variazione della variabile reale (portata)

Ricapitolando direi quindi che sè la portata non subisce frequenti e repentine variazioni trà un campionamento e l'altro del segnale, il valore fissato ad un secondo può anche starci, si tratta solo di ricalcolare lo step di incremento del toalizzatore come da formula aggiornata in questo post.

Link to comment
Share on other sites

Rispondo subito

Forse mi sta sfuggendo ancora qualche cosa, ma faccio fatica, anzi non comprendo il significato di quando affermi:

CITAZIONE

con due FT duplico il segnale e uno o forse tutte e due ( i doppi ) mi si chiede di trasformarlo..........

E' semplice, il sw del regist. permette di creare dei canali virtuali riproponendo lo stesso canale. Se ho l' FT-01 con una funzione lo dupplico in un altra posizione. che senso ha ?? quella di elaborare calcoli e o funzioni dedicate, queste le scrivo come se fosse un vero probramma e sul secondo display ( il duplic. ) ottieni il risultato elaborato.

C=(50*1)/3600=0,0138888

Il punto è proprio questo se metto 1 è troppo veloce per avere un risultato attendibile ho dovuto mettere 0,48, domani lo miglioro ed effettuerò dei nuovi test variando il segnale.

ciao

Edited by taratista
Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
vorrei comunque approfondire il discorso di Orsini che non riesco a capire.

E' la versione pratica e semplificata di quello che ha scritto cagliostro.

Tutti i calcoli sono fatti off line ed il PLC esegue solo la totalizzazione. Il cambio di unità serve solo a semplificare i conti

Link to comment
Share on other sites

cagliostro

Salve,

Il punto è proprio questo se metto 1 è troppo veloce per avere un risultato attendibile ho dovuto mettere 0,48, domani lo miglioro ed effettuerò dei nuovi test variando il segnale.

questo è molto strano, nel senso che se le tue prove sono state eseguite con un segnale costante di 50m3/h sia che tu metta un tempo di campionamento di 1s o 0,48s il risultato nell'arco di un tempo t deve risultare praticamente uguale.

L'unica differneza la si nota negli step di incremento del totalizzatore, dove nel caso di campionamenti ad 1s gli steps risulteranno meno frequenti, ma avranno un'entità numerica maggiore. Caso contrario con campionamentri ad 0,48s, dove l'aggiornamento del totalizzatore sarà appunto più frequente, però con valori di steps di incremento minori.

Per cui alla fine sia che il tempo tc sia 1s, oppure 0,48s il risultato diciamo dopo un tempo di 1 minuto risulta uguale come valore totalizzato, fermo restando che il segnale acquisito rimanga costante nel tempo.

Azzardo una "castroneria", ora non conosco il tuo strumento che mi sembra comunque molto sofisticato dalle potenzialità descritte nel precedente post e non mi permetto di contraddire quanto da te evidenzito nei test condotti, ma quando parliamo di tempi di campionamento questi sono tali, oppure ci stiamo confondendo con quella che potrebbe essere la base tempi del registratore, ovvero la velocità di avanzamento della traccia.

Link to comment
Share on other sites

buona sera

Oggi sono riuscito a eseguire una serie di test mantenendo un segnale costante di 12 mA corrispondente a 50 m3\h con un costante T di 0,49932 sono riuscito ad ottenere dopo un' ora 50,004 m3. Lo stesso errore di poco superiore 100,008 con un segnale di 20 mA pari a 100 m3\h

L' unico dubbio è se la costante deve variare al variare del fondo scala. Il registratore se si utilizza come tale è banalissimo, le cose cambiano se si vuole inserire pagine grafice, calcoli ( come ho fatto io ) o automatismi con uscite ecc. in questo caso ci si deve affidare alla loro assistenza. Un' altra cosa simpatica è quella di esportare e stampare grafici in automatico.

Vediamo nei prossimi giorni provabilmente dovrò eseguire altri calcoli eventualmente ti stresserò ancora

Grazie

Edited by taratista
Link to comment
Share on other sites

max.riservo

Chissà perché pensavo avessi proprio un E+H :thumb_yello:

A pagina 19 del datasheet trovi la configurazione del codice del registratore : se hai acquistato il registratore con software matematico (codice dal 2 in su) dovresti avere l' integrazione diretta del segnale 4-20 mA (il fatto che tu possa effettuare calcoli tra i canali mi fa pensare che tu abbia la versione con sw matematico).

Domani, se riesco, provo a dare uno sguardo con Readwin.

Se puoi, scrivi comunque il codice completo del registratore.

Link to comment
Share on other sites

max.riservo

Ti confermo che con la versione base (anche senza il pacchetto matematico), l' RSG40 può effettuare l' integrazione (totalizzazione) sugli ingressi analogici.

Non hai quindi bisogno di rifare, tramite canali calcolati, quello che nativamente già fa il registratore.

Link to comment
Share on other sites

Buon giorno a tutti

:blink: non mi ero accorto max che avevi risposto, se vai in sistema trovi analisi segnale e li ne trovi 4 che puoi attivare anche tramite un ingresso esterno. Tuttora non sono riuscito a provarle correttamente anche perchè non mi hanno consegnato le specifiche ( dei segnali ) definitive, quella del totalizzatore è solo una parte perchè dovrò far fare dei calcoli legati a FT, PT e TT per un totale di una quindicina di segnali AI.

Sicuramente ti farò sapere, lunedì o martedì devo riprendere in mano il lavoro, hai mai provato il simulatore da far girare sul pc ?? non male.

Ciao

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...