Vai al contenuto

gulluwing

Info sostituzione moduli batteria al litio ricaricabile tagliasiepi

Recommended Posts

gulluwing

La batteria ricaricabile del mio regola siepi non tiene più la carica, inizialmente duravano 40 min ora 10, e vorrei capire se posso sostituire i 3 moduli al litio che la compongono. I voltaggi sono 10,8 v. 1300mah e ogni modulo indica 3,6v. Sono andato da un negoziante ma mi ha detto che dovrei spendere circa 40€. In internet ho visto batterie al litio della sony da 3000mah a 8€ l 'una e hanno le dimensioni di quelle che ho io cioè 6,5x1,8 di diametro. Io non ci capisco molto di queste cose quindi vorrei capire se posso acquistarle e sistuirle alle mie

Grazie

IMG_20170615_220104.jpg

IMG_20170615_220328.jpg

IMG_20170615_215844_BURST001_COVER.jpg

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
gabri-z

Ma con l'elettronica della batteria come la mettiamo ? Il prezzo (secondo me ) non sarebbe male , io farei un tentativo , ma aspetta il parere di chi conosce meglio le batterie....potrebbero essere delle sorprese tecniche .

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Darlington

Devi cercare delle 18650 provviste di lamelle e non protette.

 

L'elettronica non pone particolari problemi, occhio solo a collegarle nella maniera giusta esattamente come le vecchie perché le litio hanno qualche differenza rispetto ai pacchi basati sul nickel.. in quelli bastava mettere le celle in serie e stop, in quella al litio se ci fai caso vedrai che i contatti di potenza sono collegati alla serie di tre celle, ma ogni cella è anche collegata singolarmente al circuito elettronico per provvedere alla ricarica bilanciata.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
gulluwing

Hai qualche modello da consigliarmi? 

Grazie

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Darlington

LG e Sony fanno buone celle, in ambito vaping sono molto quotate, ma in generale qualsiasi cella non troppo economica andrà bene. 

 

Occhio ai ratei di scarica, non so quanto assorba un tagliasiepi ma per le celle al litio è importante anche la corrente massima che possono erogare, indicata solitamente con un numero seguito da C.

 

Ad esempio una cella da 2500mAh 0.5C può erogare al massimo 1.25A di corrente, mentre una 1300mAh 15C arriva a 19.5A, quindi 15 volte la sua capacità. Inutile dire che su un power tool, decisamente è meglio adoperare la seconda.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
gulluwing

Quante cose si imparano.

In questo forum mi sono state consigliate le LG MJ1 3500 mAh 10A 18650 e le avrei trovate a 9€ ma non sono con le lamelle a saldare come tu mi hai consigliato, non possono andare bene lo stesso?

trovo difficoltà a trovare celle al litio a prezzo decente e con lamelle

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
gulluwing


Dopo tanta ricerca ho trovato queste, secondo te quale dovrei scegliere?
Sony Konion US18650 VTC5 2600mAh - 30A linguetta
Panasonic 18650B NCR 3400 mAh 6,7A descharge 1,9 
LG INR 18650-MJ 3500 mAh 10 A descharge 3,5 /37W
samsung- inr 18650-30q 3000 mAh -15A.descharge 7C
 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Darlington

Senza lamelle non vanno bene perché non riusciresti mai a saldarle, a meno di non avere un puntatore.

 

Le VTC5 sono celle piuttosto performanti, io le uso per la sigaretta elettronica. Occhio che girano molti "fake" ossia celle di pessima qualità, NON prodotte da Sony e con il marchio contraffatto. Nel dubbio, vai su un'altra marca, sempre tenendo presente la corrente di scarica.

 

Anche le Samsung dovrebbero essere buone, nonostante non abbia simpatia per quella marca. 

 

Se quelle originali erano Li-ion, ti suggerirei di restare sulla stessa chimica, anche se in teoria le IMR o le INR dovrebbero andare bene uguale, hanno solo un composto più stabile e sicuro.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
gulluwing

Quelle installate sono icr. 

Delle LG cosa mi dici ? Hanno un elevato amperaggio e 10A di scarica. Noto che le batterie con basso amperaggio hanno un elevata corrente di scarica: è correlata la cosa?

Un insufficiente corrente di scarica cosa comporta? 

In foto il tagliabordi a cui applicherei le batterie.

Grazie per il tuo aiuto

 

 

G490051.gif

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Darlington
Quote

Noto che le batterie con basso amperaggio hanno un elevata corrente di scarica

 

Non puoi avere la moglie piena e la botte ubriaca: ci sono dispositivi a basso assorbimento che richiedono lunga autonomia, e ce ne sono altri che assorbono molto di più ma non necessitano di ore e ore di autonomia, quindi esistono batterie in grado di erogare elevate correnti (quindi dotate di bassa resistenza interna, che è uno dei problemi principali delle litio). Il loro design costruttivo penalizza l'autonomia, quindi si, diciamo che la cosa è correlata.

 

Quote

Un insufficiente corrente di scarica cosa comporta? 

 

Diverse cose.

 

Si va dalla scarica non completa della batteria (in pratica, visto il discorso della resistenza interna fatto prima, la batteria già prima di arrivare a metà non è più in grado di alimentare l'apparecchio), al danneggiamento delle celle, passando per conseguenze poco simpatiche tipo il surriscaldamento delle batterie stesse.

 

Ti ricordo che le litio tendono ad essere piuttosto instabili quando si surriscaldano, quindi, non ti fissare sulle celle da 9000mAh 0.2C immaginando che così il tuo tagliasiepi durerà ore e ore. Non è affatto così.

 

Se hai bisogno di più autonomia, contestualmente alla sostituzione degli elementi procurati anche una seconda batteria. Per Valex si trovano abbastanza facilmente.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
gulluwing

Beh non sono così facili da trovare le batterie della valex  e la più economica che avevo visto dopo ore di ricerca costava 37€ ma la cosa che più mi spinge a sostituire per conto mio le celle è la qualità pessima di quelle valex.

Senza renderti responsabile di nulla,anzi ringraziandoti per avermi illuminato mi pare di capire  che acquisteresti le sony  konio per l elevata corrente di scarica sacrificando l'autonomia.

D altra parte appena acquistato il valex durava 40 min con una batteria da 1300mah quindi con i 2600 delle sony dovrei avere un'autonomia di oltre un'ora.

Grazie

 

P.s.

Non c'è modo di verificare la corrente di scarica di quelle cinesi ora in dotazione?

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Darlington

Se non è riportata sulla batteria stessa, devi cercare un datasheet.

 

Comunque quelle celle compiranno 6 anni a Novembre se quella riportata è la data di produzione quindi ci siamo come aspettativa di vita, normalmente per le celle al litio si osserva un decadimento delle prestazioni piuttosto marcato dopo i primi cinque anni; da notare che sono cinque anni DALLA PRODUZIONE e non di effettivo utilizzo. 

 

Per le Sony come ti ho detto sono ottime celle ma stai attento a dove le compri, girano parecchi falsi, anche se non so se la falsificazione riguardi anche la versione con le lamelle o solo quella senza. Comunque ci sono le guide per riconoscere le originali, prova a cercare "sony vtc5 fake" sul web.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
sirduffy
il 21/6/2017 at 00:01 , Darlington scrisse:

Se non è riportata sulla batteria stessa, devi cercare un datasheet.

 

Comunque quelle celle compiranno 6 anni a Novembre se quella riportata è la data di produzione quindi ci siamo come aspettativa di vita, normalmente per le celle al litio si osserva un decadimento delle prestazioni piuttosto marcato dopo i primi cinque anni; da notare che sono cinque anni DALLA PRODUZIONE e non di effettivo utilizzo. 

 

Per le Sony come ti ho detto sono ottime celle ma stai attento a dove le compri, girano parecchi falsi, anche se non so se la falsificazione riguardi anche la versione con le lamelle o solo quella senza. Comunque ci sono le guide per riconoscere le originali, prova a cercare "sony vtc5 fake" sul web.

Ciao darlinghton avrei bisogno di un tuo ulteriore consiglio. Ti aggiorno: ho acquistato le batterie sony e le ho rimpiazzate a quelle vecchie facendo un lavoro un po' paticciato a causa della mia inesperienza col saldatore; fattosta che le batterie si caricano (ci mettono circa 5h) ma non mantengono la carica: a cosa può essere dovuto?

Grazie

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Livio Orsini

Scusa sirduffy, ma tu e gulluwing siete il medesimo utente?

Se si devi compilare l'apposito ticket per eliminare uno dei 2 accounts, la richiesta devi farla al più presto onde evitare il blocco di entrambi gli accounts.

Se invece sei un altro utente, devi aprire una nuova discussione perchè non è consentito l'accodamento.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Livio Orsini

gulluwing, come da MP, devi usare solo il tuo nome utente per evitare confusioni e fraintendimenti.

ora riapro la discussione.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
olometabolo
13 ore fa, sirduffy scrisse:

a cosa può essere dovuto?

A " lavoro un po' paticciato "

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
gulluwing

Allora riassumendo ho sostituito le vecchie batterie con le SONY US18650VTC5 2600mAh li-ion 30A e come dicevo non mi è stato facile stagnarle. Le ho catricate e col tester ho monitorato quanto perdono di carica giornalmente e questi sonk i risultati partendo da una carica completa a 11,80v il 2 ottobre:

3 ottobre 11,70v

4 ottobre 11,56v

5 ottobre 11,45v

6 ottobre 11,35v

9 ottobre 11,15v

13 ottobre 10,69v

 

Cosa mi dite? È normale che una batteria al litio perda in 10 giorni più del 10%?

 

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Livio Orsini

Dipende se si assesta o se l'autoscarica prosegue su questa curva, oppure tende a diminuire di velocità.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
olometabolo

Ma soprattutto 11.8v non sono una carica completa. 

Ogni batteria da carica ha una tensione di 4.2v dunque dovresti avere 12.6v.

E comunque no 10%al giorno non va bene 

5% in 24h, then 1–2% per month (plus 3% for safety circuit)

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Livio Orsini

Mi son levato la curiosità di  misurare una cella da 3.7V nominali, caricata oltre 30gg addietro; rimasta inutilizzata e non inserita in alcun circuito ha una tensione di 3.9V.

 

Credo che le tue batterie siano danneggiate.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
reka

o quel circuitino invece che regolare la carica controlla il degrado programmato della batteria :D 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
gulluwing
10 ore fa, olometabolo scrisse:

Ma soprattutto 11.8v non sono una carica completa. 

Ogni batteria da carica ha una tensione di 4.2v dunque dovresti avere 12.6v.

E comunque no 10%al giorno non va bene 

5% in 24h, then 1–2% per month (plus 3% for safety circuit)

Avevo specificato che si sono scaricate del 10% in 10 giorni quindi 1% al giorno

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
gulluwing
8 ore fa, Livio Orsini scrisse:

Mi son levato la curiosità di  misurare una cella da 3.7V nominali, caricata oltre 30gg addietro; rimasta inutilizzata e non inserita in alcun circuito ha una tensione di 3.9V.

 

Credo che le tue batterie siano danneggiate.

Credo anch io che non sia naturale tale scarica, mi sa che le mie stagnature non siano adeguate

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
olometabolo

Le batterie non si stagnano ma si saldano a punti. In rete trovi molti tutorial per costruire una puntatrice per batterie 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
gulluwing
16 ore fa, olometabolo scrisse:

Le batterie non si stagnano ma si saldano a punti. In rete trovi molti tutorial per costruire una puntatrice per batterie 

Lo so, li ho visti ma serve un vecchio forno a micronde. comunque basterebbe che avessi trovato un negoziante competente che sapesse che esistono queste batterie invece voleva montarmi 12 celle di non ricordo che batterie più piccole, mi voleva fare un casino pertanto ho deciso di arrangiarmi con tutti i limiti che ciò comporta.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

Registrati o accedi per inserire messaggi

Devi essere un utente registrato per lasciare un messaggio. La registrazione è GRATUITA.

Crea un account

Iscriviti alla nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Connettiti

Hai già un account? Connettiti qui

Connettiti adesso


×