Vai al contenuto

Nikrom

sostituzione vecchio citofono Elvox

Recommended Posts

Nikrom

Buongiorno a tutti, sono qui per cercare di avere una dritta per sostituire il mio citofono-targa esterno con un altro della stessa serie. In particolare il citofono da sostituire è il mod. Elvox T895/831-832 e vorrei sapere per cortesia se posso installare al suo posto il mod. Elvox contrassegnato T895/101-14, che sembrerebbe uguale esteriormente ma che si differenzia nella morsetteria. Per chiarire la situazione posto le foto dei due apparecchi.

La foto 'citofono1' si riferisce al vecchio apparecchio da sostituire

La foto 'citofono2' si riferisce allo schema elettrico del nuovo da installare.

Pur essendo identificati entrambi con codice T895, hanno la morsetteria con riferimenti diversi e ciò mi procura problemi nel trasferire i collegamenti da un citofono all'altro. C'è dunque qualcuno che possa illuminarmi circa le operazioni da seguire per la sostituzione citata?

Ringrazio anticipatamente

Nicola R.

citofono1.png

citofono2.png

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
ROBY 73

Ciao Nicola,

piuttosto di quel T895/101-14 che fa parte di un kit particolare io metterei un 930A con la rispettiva pulsantiera (serie 8000 se vuoi risparmiare un po'):

https://www.domuswire.com/prodotti/schede/Elvox/s60_930_000_R04.35299.pdf

 

Risultati immagini per elvox 930   Risultati immagini per elvox serie 8000

Comunque per sicurezza scrivici anche gli articoli dell'alimentatore e del citofono interno.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Nikrom

Alimentatore ELVOX M831/030.060 + Commutatore ELVOX 0839/002.06 + piastra esterna da 16 posti + 3 citofoni interni Urmet (mod.. sconosciuto). Il commutatore serve per scambiare il contatto apertura dal portone esterno al condominio all'interno, proprio dove adesso è montata la targa non funzionante che vorrei quindi sostituire. Aggiungo che il citofono esterno funziona perfettamente. La targa T895, posta sulla cancellata interna privata, invece ha smesso all'improvviso di funzionare in toto, come se non arrivasse tensione e quindi anche il commutatore non fa il suo dovere, lasciando il collegamento fisso sulla piastra esterna condominiale da 16 posizioni. Avendo sostituito per scrupolo l'alimentatore con uno identico, perchè l'avevo in casa,  e non avendo risolto il problema, vorrei sapere se il guasto può essere causato dal commutatore che non veicola energia alla targa guasta e se per caso è presente un fusibile nel commutatore stesso oltre quelli , funzionanti presenti nell'alimentatore.

Grazie dell'attenzione.

Nicola R.

N.B. Per quanto riguarda la targa che vorrei montare al posto di quella non funzionante, volevo precisare che l'ho già in casa, prechè credevo di trovarmi davanti ad una morsettiera identica alla prima. Invece, le due morsettiere non sono esattamente sovrapponibili.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
ROBY 73

Allora sì, con il commutatore 839 e l'alimentatore 831, ti serve proprio il posto esterno 930A.

Comunque se vuoi provare quello attuale prima di comprarlo nuovo, prova a scollegarlo dalla targa esterna e collegarlo direttamente sotto al commutatore 839 su entrambe le uscite, oppure direttamente all'alimentatore 831 (sempre sui morsetti 6-7-8 ricordando di fare il ponte tra i morsetti 5 e 6 come ora sul posto esterno stesso), in questo modo saprai quale componente di preciso potrebbe essere danneggiato, come a dir la verità, potrebbe avere problemi anche il cavo che va all'esterno, per questo ti dico di fare i test con un metro di cavo direttamente sotto le apparecchiature sopra citate che credo avrete nel vano scale.

Quindi se tutto funziona alla prova appena sotto il commutatore e/o l'alimentatore, sarà da rivedere il cavo che guardando la foto mi sembra abbastanza datato e malconcio.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Nikrom

Ciao Roby, innanzi tutto grazie per i suggerimenti a proposito dei quali nonostante siano molto chiari e logici nella teoria,non riesco a metterli in pratica, perchè non saprei come fare i collegamenti giusti, anche se con fili volanti. Occorrerebbe infatti conoscere gli schemi dell'alimentatore e del commutatore. L'unica cosa che ho fatto è stata quella di verificare e constatare che alla targa arrivi tensione da 12 V. Se le due morsetterie fossero state identiche, avrei potuto trasferire i collegamenti pari-pari dal vecchio al nuovo ma così stando le cose, non saprei individuare la corrispondenza tra le due serie di collegamenti. Avevo comprato in rete quello che sembrava essere il modello uguale al mio guasto ed invece una volta aperto ho appurato che così non era ... Evidentemente non è il mio mestiere e mi arrendo. 

Grazie ancora e buona giornata

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
ROBY 73
Quote

Evidentemente non è il mio mestiere e mi arrendo. 

Occorrerebbe infatti conoscere gli schemi dell'alimentatore e del commutatore.

Anche se non è il tuo mestiere, per lo meno hai cercato lo schema in rete?   Si trova molto facilmente in rete, anzi pensavo che l'avessi già, comunque eccolo:

http://www.elvox.at/download/Downloadfiles/S60_839_002.pdf

è il primo, quello a pagina 2, mai arrendersi per così poco.

 

Quote

Se le due morsetterie fossero state identiche, avrei potuto trasferire i collegamenti pari-pari dal vecchio al nuovo ma così stando le cose, non saprei individuare la corrispondenza tra le due serie di collegamenti.

Come ti avevo scritto, per il momento è sufficiente che provi la parte audio collegando i fili pari-pari che sono sui morsetti 6-7-8 e facendo il ponte tra 5 e 6.

Almeno così sai se l'audio funziona in un apparecchiatura o un'altra.

Poi vedi tu, di certo non ti obbligo se non te la senti e hai paura di fare più danni che altro, soprattutto se non sei solo tu il padrone di casa, ma ci sono altri 15 persone che poi punterebbero il dito contro di te.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Nikrom

Purtroppo ho fatto casino senza accorgermene. Nel controllare i fili e rinnovare i collegamenti elettrici sulla targa non funzionante, ho reso guasto anche il citofono condominiale esterno che funzionava regolarmente. Apparentemente non ho fatto nulla, almeno a me sembra, ma di fatto ho combinato un casino. A questo punto ti chiedo se è possibile isolare completamente la targa che non funzionava, dall'impianto per verificare se torna a funzionare il citofono esterno. È possibile una procedura del genere ed eventualmente quali collegamenti devo isolare?

Grazie e scusa se ti disturbo ancora.

Dimenticavo di dirti che dal citofono esterno ricevo solo un gran rumore ma nè mi sentono, nè sento ciò che mi dicono da fuori e nè sgancio il portone principale.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
ROBY 73

Probabilmente hai fatto un cortocircuito tra i fili della fonica da un'unità all'altra, comunque se vuoi isolarlo, togli tensione all'impianto per sicurezza e  taglia un filo alla volta appena sotto il morsetto, avendo cura prima di segnarti con un pezzo di nastro di carta (o in qualche altro modo) i fili com'erano collegati in modo da non fare ancora più casino, sperando che poi vada tutto bene per il posto esterno principale.

 

Poi scusa se mi permetto, ma a questo punto ti consiglio di chiamare un elettricista.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Nikrom

Scusa se ti disturbo ancora,ma volevo sapere come ultima informazione se isolo la targa procedendo come mi hai suggerito, ammesso che non abbia cortocircuitato qualcosa, il citofono esterno può funzionare con i suoi collegamenti elettrici o ha bisogno che rimanga ancora qualche collegamento elettrico della targa non funzionante? In buona sostanza, posso eliminare tutti i collegamenti della targa senza inficiare il funzionamento del citofono principale esterno? 

Grazie per l'attenzione 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Nikrom

 

P.S. L'eventuale cortocircuito della fonica rende inutilizzabile l'alimentatore od anche il commutatore?

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
ROBY 73
Quote

 volevo sapere come ultima informazione se isolo la targa procedendo come mi hai suggerito, ammesso che non abbia cortocircuitato qualcosa, il citofono esterno può funzionare con i suoi collegamenti elettrici o ha bisogno che rimanga ancora qualche collegamento elettrico della targa non funzionante? In buona sostanza, posso eliminare tutti i collegamenti della targa senza inficiare il funzionamento del citofono principale esterno? 

Questo lo si potrebbe sapere meglio solo essendo sul campo, ma guardando la foto sembra che il tuo posto esterno sia collegato singolarmente, quindi credo che eliminandolo non andrai a pregiudicare il buon funzionamento dell'altro principale.

 

Quote

P.S. L'eventuale cortocircuito della fonica rende inutilizzabile l'alimentatore od anche il commutatore?

Anche questo si può verificare solo nel momento in cui scolleghi il tuo posto esterno, purtroppo non sapendo quali fili sbagliati o quali pasticci siano stati fatti, non possiamo sapere cos'è successo realmente all'interno del circuito elettronico dell'alimentatore e/o del commutatore.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

Registrati o accedi per inserire messaggi

Devi essere un utente registrato per lasciare un messaggio. La registrazione è GRATUITA.

Crea un account

Iscriviti alla nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Connettiti

Hai già un account? Connettiti qui

Connettiti adesso


×