Jump to content
PLC Forum


subwoofer psw202 polkaudio


Smatty83
 Share

Recommended Posts

Buonasera, io ho un problema che mi sta facendo diventare matto:

Ho acquistato il subwoofer amplificato in oggetto come non funzionante. Il sub in questione non si accendeva nemmeno, una volta aperto ho trovato il fusibile principale bruciato e l' ho sostituito. Collegato alla corrente il cono emetteva un rumore tipo "massa scollegata" e dal reflex è uscito un forte odore di bruciato. Riaperto ho trovato il finale (tda 7294) fumato, con una crepa all' interno e con degli evidenti segni di bruciatura sulla scheda.

Ho pensato che il problema fosse il finale in corto, così ne ho ordinato uno nuovo, sostituito e puff, di nuovo fumato. Cercando in rete ho scoperto che Polk audio, su questo sub, aveva sbagliato a montare i condensatori dell' alimentazione, mettendoli sotto dimensionati. Levandoli mi sono accordo che uno era esploso. Convinto finalmente di aver risolto, cambio i condensatori, misuro le tensioni di alimentazione sui pin del finale (prima di saldare quello nuovo) e mi rendo che sul + Vs power arrivano circa 30V come dovrebbe essere, quindi procedo con il montaggiom del nuovo TDA e...di nuovo fumo e via. Non capisco cosa mi stia sfuggendo.

Questo è il datasheet del finale:

http://www.st.com/content/ccc/resource/technical/document/datasheet/ab/d6/fa/99/84/36/49/ee/CD00000017.pdf/files/CD00000017.pdf/jcr:content/translations/en.CD00000017.pdf

Allego le tensioni rilevate 

Spero che qualcuno riesca a indicarmi la via perchè ci sto diventando matto.

DSC_0035.thumb.JPG.98d02c700444821dcab444e928425e6f.JPG

DSC_0034.JPG

Link to comment
Share on other sites


Buon giorno , hai controllato che non sia bruciato un diodo del ponte raddrizzatore ? Ma lo provi a vuoto o colleghi l'altoparlante ?

Controlla che non sia fumata anche la bobina del woofer!

Link to comment
Share on other sites

 

Quote

ho un problema che mi sta facendo diventare matto

Quote

Ho acquistato il subwoofer amplificato in oggetto come non funzionante

Diciamo che il problema te lo sei cercato...

 

Quote

 una volta aperto ho trovato il fusibile principale bruciato e l' ho sostituito.

Se un fusibile salta, di solito, è perchè c'è un problema e sostituendo il fusibile senza risolvere prima la causa del problema non fa che peggiorare la cosa.

 

Quote

 il cono emetteva un rumore tipo "massa scollegata" e dal reflex è uscito un forte odore di bruciato. 

Perché essendo guasto il TDA7294 ha erogato tutta la tensione di un ramo di alimentazione sull'altoparlante, la puzza di bruciato è l'isolante della bobina dell'altoparlante che "fuma" ... inutile dire che sarebbe da sostituire anche l'altoparlante.

 

Quote

Cercando in rete ho scoperto che Polk audio, su questo sub, aveva sbagliato a montare i condensatori dell' alimentazione, mettendoli sotto dimensionati

Bah, complottismo a parte, da quanto sono sti benedetti condensatori? una volta che sono 4700uF / 50V vanno bene.

 

Quote

Convinto finalmente di aver risolto, cambio i condensatori, misuro le tensioni di alimentazione sui pin del finale (prima di saldare quello nuovo) e mi rendo che sul + Vs power arrivano circa 30V come dovrebbe essere, quindi procedo con il montaggiom del nuovo TDA e...di nuovo fumo e via. Non capisco cosa mi stia sfuggendo.

 

Ti sta sfuggendo che sul -Vpower 15 dovresti aver la stessa tensione del 8 ovvero circa -33V

Link to comment
Share on other sites

Allora: il sub era esteticamente perfetto e mi è stato venduto ad una cifra diciamo "simbolica", era un peccato che andasse buttato. 

Il precedente proprietario mi aveva detto che gli sembrava di ricordare che, sostituendo il fusibile, il sub si accendesse ma che  emettesse solamente un suono leggerissimo, quasi impercettibile, e che quindi aveva rimesso dentro il fusibile bruciato.

Quindi sostituire il fusibile era la prima cosa che avrei dovuto fare per capire cosa potesse avere, evidentemente il suono leggero era lo stadio prima della fusione del TDA, anche se è molto strano perché il fumo è arrivato quasi immediatamente, evidentemente ricordava male.

L' altoparlante è perfetto, lo sto usando collegato ad un finale Rotel a ponte senza nessun problema, quindi, grazie al cielo, almeno quello non ha subito danni. L' odore di bruciato veniva dal tda che si aperto per fortuna. Dico per fortuna perché il TDA costa un paio di euro, il cono credo costerebbe qualcosina in più.

Per quanto riguarda le prove di riparazione vengono fatte tutte a vuoto, finchè non ho la certezza che tutto vada bene il cono non lo collego più, una volta ottenuta l' accensione del finale, se riuscirò a farlo accendere, lo proverò su un cono qualsiasi di quelli di recupero che ho in giro per casa (ovviamente da 8 ohm). 

I condensatori sono stati montati sbagliati perché sono da 30V, mentre avrebbero dovuto montare almeno dei 50 visto che le tensioni i 30 li sorpassano anche se di poco, questo l' ho trovato in rete, molti hanno avuto il problema di questi condensatori che saltavano e cominciavano a mandare tensioni sballate al finale o mandavano in corto qualcosa.

Per quanto riguarda le tensioni ho fatto una mezza stupidaggine, il piedino 15 l' avevo usato come negativo per misurare la tensione del v+, per questo ho scritto gnd, ma, in realtà, la sua piazzola è direttamente collegata al pin 8, quindi la tensione è la stessa. Le altre misurazioni le ho fatte correttamente, mettendo il puntale del meno a massa sul telaio.

La cosa strana è che ieri sera, ri effettuando le misure (mettendo a GND il meno), le tensioni erano diventate 60V e -60V. 

 

Link to comment
Share on other sites

Aggiornamento:

L' altra sera secondo me stavo cominciando a dare i numeri, erano 3 ore che fissavo quella scheda. Allora:

Negativo del multimetro a massa:

Pin 15: -33V

Pin 8: -33V

Pin 13: + 33V

Pin 7: +33V

Sul raddrizzatore ho: Pin + :33V

                                  Pin - : -33V

Ovviamente misurando con il negativo del multimetro  sul meno e sul positivo del ponte ho 66V

            Ingresso alternata : 50V

Misurazioni fatte a mente lucida ora :)

Link to comment
Share on other sites

Dimenticavo, Stand-by e mute funzionano correttamente, mettendo il selettore su "auto" senza segnale la tensione è qualche V in negativo e schizza a +13 nel momento in cui l' ampli riceve segnale, quindi sembra tutto okkey.

Scusate se aggiungo un post ogni volta ma non ho trovato la funzione "modifica".

Link to comment
Share on other sites

Non credo sia un problema.... almeno l'evoluzione del thread é progressiva e chiara.

Allora, i TDA sono abbastanza criticii per quanto riguarda alimentazione e surriscaldamento. Abbiamo già parlato diffusamente del 7293 qui: basta un minimo squilibrio (elettrico o termico) per farli andare arrosto. Il fatto che la tensione negativa sia collegata al corpo dell'IC non aiuta di certo: in fase di montaggio bisogna isolarlo perfettamente dall'aletta di raffreddamento altrimenti sono guai. Ne ho visti saltare un po', e dà sempre fastidio.

 

Link to comment
Share on other sites

Quando hai sostituito il TDA la prima volta lo hai rimontato sul dissipatore di alluminio ? E hai interposto tra lui e il dissipatore un isolante in mica / sil pad ?

Link to comment
Share on other sites

Per le prossime prove, metti una lampada a filamento 230V / 60W al posto del fusibile...almeno limiti i danni e dovrebbe salvarti dal bruciare nuovamente il TDA. 

Le prove falle con un altro altoparlante di impedenza adeguata, meglio se avessi un carico fittizio, ma se usi la lampada puoi anche mettere un Altoparlante, non di qualità.

Link to comment
Share on other sites

Allora, il primo TDA nuovo l' ho rimontato con il dissipatore, poi, nel vedere la velocità con cui ha sfiammato, il mio primo pensiero è stato proprio che fosse quello il problema e che mi mandasse a massa la tensione negativa.. Smontandolo però, ho notato che aveva il foglietto di mica , però, la seconda volta che ho messo il TDA ho acceso il finale senza dissipatore, giusto un paio di secondi, niente, fumo praticamente immediatamente dopo aver dato corrente alle ciabatta. Per quanto riguarda l' altoparlante ho un woofer da 8 ohm da sacrificare, oppure dovrei trovare una R corazzata da 8 ohm 15W. Appena ho un momento mi rimetto li e vedo, sto giro di TDA ne ho ordinati due,, sto mantenendo la ST questo mese :) almeno se rifuma ho subito l' altro per fare altre prove, altrimenti ogni volta devo pagare le spedizioni e devo aspettare.

Link to comment
Share on other sites

Quote

Smontandolo però, ho notato che aveva il foglietto di mica , però, la seconda volta che ho messo il TDA ho acceso il finale senza dissipatore, giusto un paio di secondi, niente, fumo praticamente immediatamente dopo aver dato corrente alle ciabatta

Uhm, non hai misurato che fosse isolato il dissipatore dall'integrato ? Sarebbe meglio sempre misurare. Anche la vite che fissa il TDA al dissipatore deve essere isolata.

Comunque direi che è meglio montare sempre il dissipatore. Penso che a vuoto debba comunque dissipare 3-4W, non sono molti ma meglio non correre rischi.

Come carico, al posto dell'altoparlante, mettici una resistenza anche da 50 - 100 Ohm, almeno finché non sei sicuro di non aver tensione DC in uscita. 

 

C'è di buono che il TDA7294 costerà sulle 2-3€ , ne ho appena presi 4 per un ampli da riparare.  

Link to comment
Share on other sites

Ma il TDA7294 é il finale di potenza principale del sub? Sarà parecchio tirato per il collo...

Fai tesoro del consiglio di Tesla, usa la lampada al posto del fusibile. Avrei dovuto farlo anch'io, risparmiando la vita ad almeno un paio di IC.

Per inciso... dopo che saranno bruciate le ultime lampadine a filamento presenti in casa, cosa metteremo al loro posto? un'alogena? 

 

Link to comment
Share on other sites

Come resistenza in effetti dovrebbe svolgere ottimamente il suo compito. L'unico problema é che é molto più delicata: in laboratorio non la vedo benissimo.

Ma stiamo andando OT.

Link to comment
Share on other sites

Il dissipatore è isolato, oltre allo strato di mica hanno anche utilizzato una sistema di fissaggio che non prevede la solita vite che passa nel dissipatore, è una staffetta che si avvita alle estremità e che preme l' IC contro al dissipatore.

Il lavoro lo fa proprio tutto il TDA, penso che debba erogare un centinaio di Watts se non ricordo male. 

Devo vedere se recupero una lampadina in giro per casa, mi sa che ho solo quelle a basso consumo (quelle bianche per intenderci). La butto li: ma non sarebbe più sicuro fusibilare i pin delle alimentazioni del TDA? se non sbaglio entrambi le piste ad un certo punto sono interrotte da un ponticello, potrei aprire il ponticello e fusibilare :huh:

 

Link to comment
Share on other sites

Sul datasheet alla voce Output Peak Current c'é scritto 10A... Quindi anche sull'alimentazione l'assorbimento di corrente sarà piuttosto alto, non credo che un fusibile di protezione (anzi due per +V e -V) potrebbe lavorare correttamente. Ma qui cedo la parola ai colleghi più preparati, le formule non sono il mio pane.

Di una cosa sono sicuro, però: se uno solo dei fusibili saltasse l'integrato si spaccherebbe immediatamente a causa dello sbilanciamento di alimentazione. Ragion per cui... meglio evitare.

Link to comment
Share on other sites

Non so quanti ampli avrò riparato, il metodo della lampada funziona meglio dei fusibili, funziona meglio anche del Variac. L'unica cosa che funziona meglio è la lampada + variac.

Link to comment
Share on other sites

@Tesla:

Il Variac lo hai comprato o te lo sei costruito? In questo caso sarebbe un bel regalo di Natale avere qualche dritta... Parlo per me, ma credo che potrebbe essere utile a molti forumisti.

Link to comment
Share on other sites

Rieccomi qui, a testa bassa:

Siccome non ho reperito da nessuna parte una lampadina (sembra sia diventato impossibile, speravo di trovarla dai nonni ma anche li il basso cinsumo la fa da padrone), ho messo un fusibile da 0,1 A al posto di quello da 2A originale. 

Ho montato il tda ma, siccome la maggior parte del nero sulla scheda, sembrava essere sul pin del mute, ho scollegato il diodo, la R e il condensatore che si occupavano della tensione appunto del mute.

Mute vuoto, selettore dell' ampli su OFF, do corrente e...per un secondo nulla, poi di nuovo il solito "ciock" e puzza di fumo. Il fuse da 0,1 non si è nemmeno scalfito ed il tda è risaltato. Raffreddato da un dissipatorino di alluminio indipendente. Stavolta niente crepe, solo un liquidino nero che è filtrato sul dissipatore e la solita puzza, probabilmente non gli ho dato il tempo, oppure non avendo mandato dentro i 12v del mute non si è scaldato abbastanza per creparsi. Sto veramente diventando matto, mi è rimasto un solo tda a casa.

 

 

Link to comment
Share on other sites

Trattandosi di un subwoofer, potrebbe esserci un filtro passa-basso sull'uscita del TDA. Magari si é fuso qualche componente, e adesso a sua volta manda in corto l'uscita del finale.

Però senza schema, foto o altre informazioni é come sparare alla cieca.

Link to comment
Share on other sites

Eccomi qua, ho provato a fare una cosa, non so se sarà utile, ma ci ho provato: 

Ho fotografato il lato componenti ed il lato piste, il lato piste l' ho specchiato con photoshop, in modo che corrisponda al lato componenti.

Vediamo se con qualche testa in più e, sopratutto, teste più capaci della mia, riusciamo ad arrivare ad una risposta :worthy: L' uscita amplificata del TDA va dritta al connettore dell' altoparlante, quindi da li in poi non ci dovrebbero essere intoppi, anche perchè, gli ultimi TDA, son saltati con l' uscita amplificata a vuoto. :wallbash:

Grazie ancora a tutti e buon anno nuovo se non ci sentiamo prima!

 

Scheda specchiata.jpg

Lato componenti .jpg

Link to comment
Share on other sites

Riesci a fare una foto dettagliata e con una buona messa a fuoco - risoluzione del lato saldature attorno al TDA ? Sembra di vedere un po' di schifezze, tipo delle saldature che fanno corto fra alcune piste.

Link to comment
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share

×
×
  • Create New...