Jump to content
PLC Forum


tante domande su demiscelazione(impianto skyhd)


anguspap
 Share

Recommended Posts

salve a tutti,da un mio amico installeranno sky e vogliono la predisposizione.

di digitale terrestre capisco abbastanza ,di satellitare decisamente poco.

l impianto è fatto cosi,due antenne,amplificatore, poi si entra in un cad13,si servono tre stanze,dall uscita passante si entra in un cad 14

 e si servono altre tre stanze,quarta uscita inutilizzata e passante chiusa con resistenza.

è quasi impossibile far scendere cavi nuovi(ci ho provato in mille modi,sottotetto allucinante,tubo liscio invece del corrugato,devono avere intersecato un corrugato con un tubo liscio e non riesco a passare con la sonda ecc ecc)quindi optavo per demiscelare.

i decoder sono due e sono degli skyhd e hanno una sola entrata sat.

un idea ce l ho ed è questa.

metto all inizio il cad14 e raduno quattro utenze che non devono essere servite da sky ,poi dall uscita passante metto il demix,entro nel cad13 al quale collego le due utenze che voglio servire(terza uscita inutilizzata chiusa con resistenza) e ovviamente monto le prese mix.demix nelle stanze.

è corretto o ci sono degli errori?

e adesso le domande:(do per scontato che monteranno un lnb scr).

in questi decoder che hanno una sola entrata hanno un partitore interno da attivare per la funzione di registrazione?

se montassi il demiscelatore all inizio di tutto(cioè entrassi subito prima del primo derivatore dopo l amplificatore)avrei potenzialmente il segnale satellitare su tutte le prese?(chiaro che potrei utilizzare solo quattro prese)o è un pastrocchio o solo perderei molti db?

altra domanda,se invio un segnale terrestre più un satellitare a una presa e non monto la presa demiscelata il segnale terrestre continuo

a vederlo o il satellitare mi va a sporcare il segnale?

grazie del tempo..

Link to comment
Share on other sites


Non so di quale serie cad stai parlando ma gli unici sul mercato che fanno passare la c.c. dalle uscite derivate sono queli della Offel, serie Digit e serie Fusion

Link to comment
Share on other sites

Mi sembrava chiaro nel mio primo post che non vanno bene:

Quote

I derivatori della serie CAD non fanno transitare i segnali Sat e nemmeno le tensioni di comando dai decoder all'LNB

 

Comunque, cambiando i derivatori a tua soluzione può andar bene ma ti consiglio prese demiscelate dappertutto.

Però mancano i dati per dimensionare i derivatori...

Link to comment
Share on other sites

non ho preso con me il misuratore comunque è un centralino da 30 db,sono derivatori da -12,-15db,il segnale è perfetto su tutti i tivù.

(rilevamenti di qualità e livello sulla diagnostica)le tivù sono su due piani.quelle a cui do il satellite sono sullo stesso piano appena sotto al sottotetto(poca strada).

nella scheda danno -12db in quarta banda e -15db in quinta banda.

mi sono sbagliato sulla sigla,la serie più nuova fracarro si chiama cd e cad è la vecchia.

prese demiscelate anche se non gli do il segnale sat?

Link to comment
Share on other sites

Quote

non ho preso con me il misuratore comunque è un centralino da 30 db,sono derivatori da -12,-15db,il segnale è perfetto su tutti i tivù.

Mi viene difficile capire come puoi dichiarare, senza strumento, che il segnale è perfetto. Al posto tuo darei una bella misurata per esser sicuro.

 

Quote

mi sono sbagliato sulla sigla,la serie più nuova fracarro si chiama cd

Non vanno bene nemmeno quelli.

 

Quote

prese demiscelate anche se non gli do il segnale sat?

Mi sono spiegato male, volevo consigliarti di miscelare in testa alla distribuzione in modo tale che i decoder si possano montare dove si vuole.

 

Pensaci su, io vado a nanna e riprendo domani

Link to comment
Share on other sites

sto pensando!

toglimi questo dubbio,miscelo in testa e potenzialmente tutte le prese hanno sky.

se non metto le prese demiscelate ovunque(in realtà al piano basso non interessa a nessuno) e mantengo le prese antenna normali

il segnale satellitare disturba/interferisce col terrestre?

Link to comment
Share on other sites

Se non metti prese demiscelate dappertutto rischi di avere problemi sulla ricezione terrestre.

Dimmi quanto sono lunghi i  vari cavi e che tipo di cavo è stato usato 

Link to comment
Share on other sites

dal derivatore alle varie stanze saranno: 13-15 metri per le stanze del primo piano(dove interessa sky)

per il piano inferiore saranno altri 10-15 in più.

il cavo è un 6,8 vecchiotto ma non vecchissimo,la calza è già argentata,avevo fatto da lui una misurazione dei segnali l anno scorso

e veniva giù forte come segnale,quindi non penso sia messo così male.(non si riesce a leggere la marca.).

 

Link to comment
Share on other sites

Fammi capire meglio, il cavo più lungo potrebbe essere 30 metri?

In questa lunghezza è stata considerata anche la lunghezza della montante oppure c'è da aggiungere ancora qualche metro?

 

A differenza dei segnali terrestri, in quelli sat bisogna considerare che si aggiunge il problema che il decoder deve inviare tensioni di comando verso l'LNB e il valore di tensione non deve essere soggetto a grandi cadute perchè se così fosse non si riesce a far funzionare il sistema.

Inoltre l'attenuazione dei segnali sat nei cavi è maggiore per effetto dele frequenze che sono più alte.

 

C'è da sperare che il cavo sia di vero rame e non di acciaio ramato

Link to comment
Share on other sites

allora,i cavi più lunghi sono sui 30 metri ma in realtà sono utenze che non dovrei servire,anche per quello avevo proposto lo schema del primo post.

se ho capito bene cos è la montante,la montante non c è.i derivatori nel sottotetto servono a stella le singole stanze.

l anima è sicuramente in rame.

avevo pensato a lavoro finito di inviare col misuratore dalle prese le tensioni di 13 e 18 volt e rilevarle all entrata satellite.

quanto è consentito perdere?(parlo di volt o mezzo volt,non lo so).

Link to comment
Share on other sites

Vedi tu, io pensavo ad un impianto flessibile sotto il punto di vista di dove poter montare i decoder ma sei libero di fare come vuoi.

Trenta metri di buon cavo da 6,8 presentano una resistenza di 1 Ohm abbondante.

La caduta di tensione corrispondente è determinata da quanto mA assorbe l'LNB e siccome gli ultimi modelli (scr e dcss) assorbono di più rispetto agli universali bisogna considerare almeno 350-400 mA. Una resistenza da 1,2 Ohm con questo carico farà cadere la tensione di circa 0,5 Volt. A questa bisogna sommare la caduta di tensione dovuta ai diodi integrati nelle prese demiscelate e nei derivatori, quindi si arriva a circa 2 Volt di caduta di tensione totale. Un LNB SCR che funziona con tensioni di 13 e 18 Volt e quando dal decoder arriva un comando, il 18 Volt in partenza dal decoder deve arrivare all'LNB con un valore superiore a 15 Volt altrimenti il sistema non funzionerà. Non ho approfondito ma al 99% la situazione con gli LNB DCSS non è diversa.

Dai calcoli fatti più o meno a memoria, risulta che abbiamo 1 Volt di margine e se il cavo non è in brutte condizioni dovremmo farcela.

 

Quote

...avevo pensato a lavoro finito di inviare col misuratore dalle prese le tensioni di 13 e 18 volt e rilevarle all entrata satellite.

Ricordati di fare le misure con il carico collegato (l'LNB). Se misuri a vuoto non otterrai misure corrette.

Link to comment
Share on other sites

allora,montato tutto, i cavi sembrano decenti,invece del derivatore ho messo un cm3 digit(partitore a tre uscite) e sotto

delle prese demiscelate che perdono sui 5 db,di fatto ho copiato uno schema offel.

ho provato madare su corrente col misuratore,i 13 e i 18v,senza carico ovviamente all entrata del cavo parabola arrivano 12 e 17 volt.

è accettabile?

Link to comment
Share on other sites

Quindi non hai seguito nemmeno uno dei consigli ricevuti, hai fatto di testa tua e vorresti convincere chi ci legge che io scrivo menate mentre tu sei un genio....

Una sola cosa non mi è chiara; perché hai chiesto lumi sul forum per poi fare di testa tua? Potevi agire sin da subito con le tue genialità senza alcun supporto.

Comunque, non so se sei riuscito a convincere chi non capisce nulla di antennistica ma so con certezza che nei confronti di chi sa di cosa si sta parlando, hai fatto una figuraccia.

Link to comment
Share on other sites

mi dispiace moltissimo per questa tua interpretazione,non ho mai pensato che scrivi menate,anzi,sei il pilastro di questo forum, senza ironia.

non c è nessuna competizione,almeno da parte mia,ma condivisione,sia quando faccio errori sia quando va tutto bene

(e non è ancora detto che questo funzioni,penso di si ma lo imparo tra una settimana).

beh,intanto delle informazioni preziose me ne hai date,al passaggio della corrente nei derivatori non ci avevo nemmeno pensato me lo hai detto tu,avrei perso un sacco di tempo per capirlo.

del perchè non ho demiscelato tutto te l ho detto,usando cavi che hanno un bel po di anni volevo limitare i passaggi,tu stesso mi hai detto del pericolo di cadute di tensione.

tra le altre cose queste prese costano 12 euro l una,avrei dovuto prenderne altre quattro per un piano che il mio amico mi ha detto chiaramente che non era interessato ad averle,ma il punto era fare meno strada possibile.

non ho problemi a dire che parliamo di un principiante e di un professionista,riporto solo la mia esperienza,che anche grazie alle tue dritte,sperò andra a buon fine.

 e ripeto,mi dispiace molto questa tua reazione.

 

Link to comment
Share on other sites

Quote

poi si entra in un cad13,si servono tre stanze,dall uscita passante si entra in un cad 14

 e si servono altre tre stanze,quarta uscita inutilizzata e passante chiusa con resistenza

Quote

metto all inizio il cad14 e raduno quattro utenze che non devono essere servite da sky ,poi dall uscita passante metto il demix,entro nel cad13 al quale collego le due utenze che voglio servire(terza uscita inutilizzata chiusa con resistenza) e ovviamente monto le prese mix.demix nelle stanze.

Se tu avessi seguito i consigli che ti sono stati dati, non avrebbe avuto senso tornare indietro a rileggere le incoerenze che avevi scritto anche se ormai non ha più importanza perchè non si capisce come è fatto in realtà l'impianto.

Non si capisce nemmeno quale sarebbero le prese che hai usato e nemmeno qual'è lo schema offel che hai seguito.

Io so soltanto che dopo questa mia puntualizzazione:

Quote

Ricordati di fare le misure con il carico collegato (l'LNB). Se misuri a vuoto non otterrai misure corrette.

Hai risposto così:

Quote

ho provato madare su corrente col misuratore,i 13 e i 18v,senza carico ovviamente all entrata del cavo parabola arrivano 12 e 17 volt.

E inoltre aggiugi:

Quote

è accettabile?

Ovviamente, cosa?

E' accettabie, cosa?

Forse non sono stato abbastanza chiaro quando ho scritto ciò che segue?

Quote

La caduta di tensione corrispondente è determinata da quanti mA assorbe l'LNB

 

Link to comment
Share on other sites

avevo già previsto queste  tue risposte e volevo già darti delle spiegazioni ma sei dritto come uno sparo nel tunnel della polemica

cosa di cui non ho assolutamente voglia.

ti ringrazio per i consigli e le spiegazioni.

 

 

Link to comment
Share on other sites

Non c'è nessuna polemica e nemmeno una spiegazione da dare.

Se vuoi conoscere la caduta di tensione devi fare come ti avevo detto.

Non vuoi fare come suggerito? Bene, affari tuoi ma almeno non chiedere se i valori a vuoto che hai rilevato sono accettabili....

Link to comment
Share on other sites

bene,premesso che quello che dici è sicuramente giusto per conoscere l esatta caduta di tensione.

1)non ho un lnb di scorta,tanto più un scr.

2)per fare quella misurazione,mi è venuto in mente ora,avrei dovuto fare un accrocchio esterno per prendere la misura

(prima pensavo di doverlo aprire,l unico lnb che ho aperto per ficcarci il naso ho dovuto forzare delle plastiche).

3)a me interessava sapere quanto perdevo lungo il cavo,avevo fatto delle prove anche in casa con un derivatore e un partitore.

non credo che quando uno va a installare una parabola si mette a misurare quanti volt arrivano sotto carico,lo fa se qualcosa non va o va male,penso.

poi giustamente tu puoi dirmi che senza carico 12v non significano niente.

riguardo il resto l unica differenza rispetto all idea iniziale è stata che invece che essere

 un 4+2 è diventata un 3+3.

e cioè amplificatore>cad 13,dall uscita passante demix>cm3digit(partitore tre vie)>prese attenuate demiscelate(4db tv,5,5 sat).

queste tre prese sono tutte al primo piano(immediatamente sotto al sottotetto)

il 2/1/2018 at 23:21 , felix54 scrisse:

Mi sembrava chiaro nel mio primo post che non vanno bene:

 

Comunque, cambiando i derivatori a tua soluzione può andar bene ma ti consiglio prese demiscelate dappertutto.

Però mancano i dati per dimensionare i derivatori...

qui avevi semi-approvato la soluzione(non era la tua preferita ma hai detto che poteva andare).

riguardo il segnale tv ho fatto rilievi seri e arrivava in presa sul canale più forte(il solito 24)con 81 db(ber ottimo su tutti),

infatti al piano di sotto la rai squadrettava(il decoder non reggeva) e ho tirato giù 5 db dall amplificatore.

quando installeranno ti dirò come funziona.

Link to comment
Share on other sites

1) Se non c'è un LNB disponibile per fare le misure è inutile cercare di prevedere cosa succederà.

2) Per la terza o quarta volta (ma non mi dispiace farlo) posto l'immagine di un "aggeggio" che avevo costruito tanto tempo fa e che torna sempre utile:

3) Quando si progetta un impianto d'antenna (e lo si fa a tavolino con carta e penna o con il supporto del pc) si pensa SEMPRE a dimensionare tutti i componenti necessari, calcolandone attenuazioni, assorbimenti, cadute di tensioni e quant'altro serve ad una verifica che faccia capire se, almeno sulla carta, l'impianto è funzionante.

 

Ora che hai specificato che il partitore è stato collegato sull'uscita passante del derivatore, siamo sicuri che hai fatto una menata, la linea montante non è correttamente chiusa a 75 Ohm. Non hai fornito lo schema Offel e il tipo di prese che hai montato, quindi questa mia affermazione è da verificare...

Segue l'immagine dell'aggeggio di cui al punto 2 (in loco di decoder o alimentatore, puoi metterci il misuratore di campo). Se il tuo strumento può misurare la corrente, puoi usare solo la parte riguardante la tensione.

VSNRbN5.png

 

Link to comment
Share on other sites

domani cerco di capire bene il tuo "aggeggio".(sto uscendo).

riguardo il tipo di presa demiscelata ho scritto le attenuazioni,ti posto lo schema offel,le uniche differenze sono che il mio è un centralino autoalimentato e che uso un partitore a tre anzichè a quattro.

nelle specifiche offel il cm3 perde 7,5db per ogni uscita,la presa demiscelata 4db sull uscita tv e 5,5db sull uscita sat.

e dovrei già essere sugli 11,5db più 2 o 3 della discesa cavo.

questo lo schema

http://www.offel.it/upload/schemi-impianto/TS002_singola_SCR_1p_4prese.pdf

stranamente offel propone anche questo schema per due prese con partitore due uscite(perdita 4db) e stesse prese demiscelate

http://www.offel.it/upload/schemi-impianto/TS001_singola_SCR_1p_2prese.pdf

questa la scheda della presa

http://www.offel.it/upload/prodotti/allegati/schede-tecniche/DataSheet_27-521_IT_rev.1.pdf

 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...