Vai al contenuto

Il Dottore 88

Inverter fa saltare la corrente...

Recommended Posts

Il Dottore 88

Salve ho acquistato un inverter toshiba VF-nC3 per pilotare un motore da 1cv posto in configurazione a triangolo. Dopo aver montato il quadro ed testato il tutto oggi appena do corrente all'inverter (tramite interuttore bipolare) o inserisco la spina nella presa la corrente salta senza alcun motivo apparente. Per prima cosa ho controllato la spina maschio dell'alimentazione dell'inverter  ma sembra apposto (è nuova giusto per chiarire). Poi pensando fosse il motore l'ho scollegato dall'inverter completamente ma la corrente continua a saltare. Ho pure provato a scollegare tutte i cavi pe (sia lato motore che lato inverter) ma niente. Ho anche escluso l'alimentazione della lampada a 24 volt (che si inserisce alla stessa alimentazione dell'inverter per vedere che non fosse quella ma niente lo stesso). Praticamente appena inserisco la spina o do corrente tramite l'interuttore generale anche con tutto staccato la corrente salta comunque.

Qui le foto del quadro:

2q9lvzn.jpg
23vmezk.jpg
13yhyf5.jpg
2a7y9eb.jpg
5vylpl.jpg

 

Certamente non sarà a norma o quant'altro ma mi sembrava abbastanza ben fatto per il servizio che deve fare. Voglio però chiarire che il'inverter ed il motore alle volte funzionano ed infatti fino a ieri non ci sono stati problemi ora però non saprei che altro vedere o come capire se il problema possa essere l'inverter stesso.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
ilguargua
5 minuti fa, Il Dottore 88 scrisse:

o inserisco la spina nella presa la corrente salta senza alcun motivo apparente

Cosa salta esattamente? Magnetotermico o differenziale?

 

Ciao, Ale.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Il Dottore 88
10 minuti fa, Il Dottore 88 scrisse:

Il magentotermico differanziale è tutto un blocchetto. Il mt\diff nel caso è di quelli antidisturbo modello aeg elfa hdc90e

 

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
ilguargua
6 minuti fa, Il Dottore 88 scrisse:

Il magentotermico differanziale è tutto un blocchetto.

Si, ma dovresti essere comunque in grado di vedere se ha sganciato il termico o il differenziale :

 

5a815fd8f1681_Screenshot-2018-2-12P_DC9014R1pdf.png.a0bb3c9d3fe26159ae203a1b798609a8.png

 

Ciao, Ale.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Il Dottore 88

Ho una fornitura da 4.5kw e stamattina a parte un pc e la caldaia non era acceso niente. Dubito quindi potesse essere stata assorbita troppa corrente. Oltretutto non era la prima volta che lo provavo e non mi ha mai dato problemi... fino a ieri. Penso sia quindi intervenuto il differenziale visto che appena inserisco la spina salta e non dopo qualche tempo come potrebbe essere nel caso del mt. 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
ken

inveter e differenziali non vanno molto d'accordo

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Mirko Ceronti

Corrente di targa dell'inverter ?
Corrente d'intervento del magnetotermico ?
Corrente di intervento I delta n del differenziale incorporato ?

Ricorda che all'accensione dell'inverter, il picco di assorbimento di costui, può essere veloce quanto feroce, al punto da riuscir a far scattare una protezione già nei pressi del suo limite massimo di corrente.
La corrente di Inrush, anche se limitata da una resistenza posta occasionalmente in serie al condensatore di filtro del bus DC, o anche da una resistenza NTC, può comunque avere la meglio su una protezione con poco margine.

Saluti

Mirko

OOOOpppsss.....

Leggo solo ora le Tue precisazioni in merito.

Chiedo venia

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Il Dottore 88

Forse ho sbagliato collegando il cavo di terra in ingresso (quello che sarebbe stato per il trasformatore) alla piastra di terra posta sotto... ma avevo provato anche staccando quella e non andava comunque. O forse usare il cavo blu del cavo trifase + neutro come fosse una massa (essendo interno alla calza) e unendolo con la calza stessa per poi collegarlo al motore e alla piastra dell'inverter porta una dispersione di corrente. Ma anche se così fosse con capisco come mai anche a motore scollegato la corrente salti comunque non appena inserisco la spina di alimentazione dell'inverter. Ho nel frattempo fatto un controllo sull'interuttore generale, sul quadro delle prese e sulla spina ma è tutto a posto tanto che se uso un qualsiasi altro attrezzo sulla presa questo funziona e la corrente va.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Il Dottore 88

i dati dell'inverter sono:

Modello VFNC3S-2007PL

1PH 200/240V 50/60HZ

OUTPUT: 4.2A 1.6KVA

 

I dati del mt\diff:

AEG ELFA HDC90E

2P C32 30mA 230V 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Il Dottore 88
28 minuti fa, Mirko Ceronti scrisse:


Ricorda che all'accensione dell'inverter, il picco di assorbimento di costui, può essere veloce quanto feroce, al punto da riuscir a far scattare una protezione già nei pressi del suo limite massimo di corrente.
La corrente di Inrush, anche se limitata da una resistenza posta occasionalmente in serie al condensatore di filtro del bus DC, o anche da una resistenza NTC, può comunque avere la meglio su una protezione con poco margine.

Scusa la mia ignoranza ma all'avvio io intendo quando inserisco la spina nella presa o do corrente tramite l'interuttore. Se non c'è carico l'assorbimento iniziale non dovrebbe essere basso? Quando inizia a far girare il motore ok per l'aumento di assorbimento ma mentre si alimenta il solo inverter che assorbimento potrà mai avere? Poi se ho problemi con questo come faccio per il prossimo che mi serve per comandare un motore da 1.5cv e quindi più grosso?

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
rguaresc
Quote

mentre si alimenta il solo inverter che assorbimento potrà mai avere? 

In questo caso è il filtro antidisturbo dell'inverter che fa scattare il differenziale ad alta sensibilità.

 Ci sono due soluzioni: Usare un differenziale da 300 mA, oppure (meglio) cercare nel manuale le informazioni per staccare il filtro nell'inverter.

 

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Mirko Ceronti
1 ora fa, Il Dottore 88 scrisse:

Scusa la mia ignoranza ma all'avvio io intendo quando inserisco la spina nella presa o do corrente tramite l'interuttore. Se non c'è carico l'assorbimento iniziale non dovrebbe essere basso?

 

Siamo qui per renderci edotti ;)

 

Quando infili la spina nella presa, ed i comandi di motore in start ancora non sono ancora attivi, il "tirone" è comunque maiuscolo (ma di certo da non far scattare un 32 Ampere)
La colpa è del condensatore elettrolitico di filtro, posto sul ramo della 324 Vdc interno all'inverter stesso.
La sua carica è violenta, e limitata solo da una resistenza di basso valore, allo scopo di rendere celere il raggiungimento della tensione di picco e la fruibilità del dispositivo.
Questa conversione da alternata a continua della tensione, si rende necessario, perchè l'inverter possa ritrasformare la corrente monofase di cui fa uso in ingresso, in alternata trifase, ed a frequenza variabile (in uscita)
Quoto dunque Rguaresc sulla possibile causa dello scatto intempestivo ad opera (a questo punto) del differenziale, per cause probabilissime del filtro (accadde pure a me qualche tempo fa)

 

Saluti

 

Mirko

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Il Dottore 88

il manuale c'è l'ho ma a parte che è scritto in inglese comunque l'unico switch attivabile sull'inverter è il "ground capacitor switch". Dovrebbe essere questo: 2hh0oxd.jpg

Ma se è questo non capisco perchè delle volte vada e altre no...

 

Qui la si vede ingrandita: 200bqf.jpg

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Livio Orsini
2 ore fa, Il Dottore 88 scrisse:

Ma se è questo non capisco perchè delle volte vada e altre no...

 

Te lo ha spiegato MIRKO; è, probabilmente, la corrente di prima carica della batteria dei condensatori del DC bus. Sei al limite e basta poco per far intervenire l'interruttore automatico.

Però non hai ancora risposto alla domanda de ilgargua: cosa interviene? Il magneto termico o il differenziale?

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Il Dottore 88

il differenziale

comunque lo switch da disinserire è quello?

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
ilguargua

Prova a tirare verso l'alto la linguetta indicata nella pagina che hai postato, serve appositamente per diminuire la capoacità verso terra, e quindi l'intervento del differenziale.

 

Ciao, Ale.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Livio Orsini
14 minuti fa, Il Dottore 88 scrisse:

il differenziale

 

Se è il differenziale allora è il filtro di ingresso.

Se lo disinserisci poi rischi di "ammorbare" tutto l'impianto con i disturbi derivanti dall'inverter.

L'inverter ha superato i test EMC con filtro inserito.

 

La soluzione giusta è avere una linea dedicata con differenziale da 300 mA

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Il Dottore 88

Mi spiace ma inserire un differenziale su una linea dedicata e impossibile in quanto la casa è vecchia e il garage è in derivazione dalla linea di casa. La principale. Proverò a disinserire il filtro e vediamo che succede. 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Il Dottore 88

Come faccio ad accorgermi se ci sono disturbi o no? Che tipo di disturbi potrebbero verificarsi e che problemi potrebbero dare? Tenete conto che la mia è una casa singola con il garage connesso a valle sulla linea principale, ma con una linea di terra dedicata se può interessare. Altrimenti se prendessi un mt/diff da 300mA che copra tutto l'impianto ci sarebbero problemi? Se poi prendo un secondo inverter da 2kw il diff nuovo basterebbe?

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Livio Orsini
1 ora fa, Il Dottore 88 scrisse:

Come faccio ad accorgermi se ci sono disturbi o no?

 

Te ne accorgi sulle apparecchiature di casa: radio, TV, PC che funzionano male con disturbi tipo il PC chge si blocca o il TV con l'immagine che squadrettata; se poi hai altre apparecchiature, magari con qualche automatismo, potrebbero anche bloccarsi come, ad esempio, il controllo della caldaia.

 

1 ora fa, Il Dottore 88 scrisse:

Altrimenti se prendessi un mt/diff da 300mA che copra tutto l'impianto ci sarebbero problemi?

 

Si.

Prima di tutto è pericoloso; la funzione "salvavita" è decisamente compromessa perchè 300 mA sono una corrente molto elevata per il corpo umano, quindi in caso di contatto accidentale e di apparecchi elettrici guasti la scossa potrebbe essere letale. Anche il 30mA non da la garanzia assoluta, perchè in alcuni casi i danno provocati da contatto accidentale potrebbero avere conseguenze irreversibili, quindi il 300mA è assolutamente inefficace.

Poi in caso di apparecchio che disperda, e la corrente di dispersione non supera i 300 mA, l'interruttore non interviene e, secondo il valore di resitenza di terra, potresti avere una tensione il cui valore supera i livelli di sicurezza. Ad esempio con 200 ohm di resistenza totale verso terra ti ritroveresti 66V sulla carcassa, tensione oltre i limiti di sicurezza, mentre con soglia di intervento di 30 mA avresti solo 6.6V, valore ben al di sotto dei limiti di sicurezza.

Infine saresti completamente fuori norma e fuori legge.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Daniele Orisio

Puoi sempre derivare l'alimentazione del garage a monte del differenziale esistente in casa (sempre a valle di un altro interruttore generale ovviamente) ed installare un altro quadro in garage con il differenziale 300 mA per l'inverter e 30 per il resto (prese e luci del garage)

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Il Dottore 88

Ne è fattibile in quanto la linea si dipana da quella di casa. Si dipana nel senso che parte da l contatore dove c'è il mt\dif e poi la linea porta a tute le zone della casa. Nella taverna esce dalla scatola generale e va a portare corrente al garage. In pratica il garage è come fosse un comune derivazione della scatola principale della taverna e non è fisicamente possibile dividere l'impianto. Per la cantina invece è stato possibile in quanto la corrente arriva con un filo diretto ma da una parte completamente diversa rispetto al garage quindi neanche a pensare di inserirsi su quella.

 

EDIT: Non sarebbe possibile inserire uno scaricatore di sovratensione? Una volta un rivenditore mi disse che chiedendo ad un ingegnere come risolvere un problema di scatto del differenziale altrimenti inrisolvibile gli disse che si poteva installare uno scaricatore.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
rguaresc
Quote

scaricatore di sovratensione?

Non c'entra col problema dei disturbi.

 

Secondo me ti conviene provare, non e' detto che i maggiori disturbi creino problemi a te o ai vicini. Controlla.

 

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Livio Orsini
3 ore fa, Il Dottore 88 scrisse:

Nella taverna esce dalla scatola generale e va a portare corrente al garage.

 

Hai verificato le sezioni?

Son più di 7A a regime con piena potenza di uscita, ma all'accensione son molti di più.

Dovresti vedere il manuale dell'inverter per il valore della corrente di inrush, valore che sarà di circa 30A probabilmente.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Livio Orsini
3 ore fa, rguaresc scrisse:

Secondo me ti conviene provare, non e' detto che i maggiori disturbi creino problemi a te o ai vicini.

 

VIsto che le reti son già poco pulite accresciamo pure le armoniche e le schifezze varie, l'importante è riuscire a farsi gli affari propri.

Leggi e regolamenti son solo per gli stupidi, i furbi non devono lasciarsne condizionare.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

Registrati o accedi per inserire messaggi

Devi essere un utente registrato per lasciare un messaggio. La registrazione è GRATUITA.

Crea un account

Iscriviti alla nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Connettiti

Hai già un account? Connettiti qui

Connettiti adesso

×