Vai al contenuto

Jago

Montaggio Trasformatori toroidali

Recommended Posts

Jago

Ciao a tutti, sono alle prese con un amplificatore audio autocostruito. Per problemi di spazio mi chiedevo se si potevano montare i due toroidali da 2 x 9 V 120 VA che lo alimentano uno sopra l'altro. Se sì, quale accorgimento devo prendere, distanza e materiale per separarli? Ci sono controindicazioni?

Grazie e buona giornata.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
gabri-z

Secondo me , date le basse dispersioni , basterebbero solo dei passaggi dell'aria...

Poi , uno sopra l'altro , rispetto al "piombo " , o nella scatola che poi verrà posizionata chi da come ?

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
fisica

I toroidali per loro natura non hanno quasi nulla di campo disperso. Metterli uno sopra l'altro va bene, di solito si interpongono un paio di dischi di gomma, quelli fatti apposta per i toroidali, che riducono le vibrazioni e li separano quanto basta.

Questo purchè si parli di alimentazione, e non di audio.

 

Domanda, ma 9+9V non sono pochini per un amplificatore?

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
gabri-z

Non credo che siano pochi, io li vedo già impiegati come 18 + 18 ....oppure in un piccolo classe A .

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
fisica

mah, io li vedevo uno per canale, ma anche fossero 18V faccio difficoltà a pensare a uno stadio da un centinaio di watt. Comunque il problema era come posizionarli, non come usarli....

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
gabri-z

Guarda che per uno con le orecchie come le mie (40 anni fa :wallbash: ) , 10 W belli puliti sono più che sufficienti ...

:thumb_yello:

Come hai detto , uno per canale , può erogare un 3-4 A per un piccolo classe A...

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Jago

Grazie ragazzi per il consiglio. In effetti, come qualcuno aveva ipotizzato, l'ampli è un 7 W in Classe A (Hiraga) e l'alimentazione è duale e doppia. Suona veramente bene e 7 W, non tanti, sono più che sufficienti in un ambiente domestico. 

La pulizia del suono è imbarazzante, come la banda passante e la separazione dei canali… Come dice Gabri-z: pochi ma buoni...

Vada per uno sopra l'altro...

Bye

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Jago

Questo è l'oggetto sulla tavola test/taratura. Ora devo "inscatolarlo" e capirete perché cercavo soluzioni economiche in termini di spazio. Bye

Hiraga.jpg

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
gabri-z

Hai veramente un problema !

:superlol:.

Tienici aggiornati !

Le casse sono collegate ai rossi - neri che vanno sotto la tavola. ?

Lo schema è segreto ?

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Darlington

Tranquillo, ho visto diverse testate di potenza con i trasformatori messi uno sopra l'altro, l'unica accortezza come detto è un disco di plastica, legno o gomma in mezzo per evitare che, negli anni, eventuali sfregamenti o vibrazioni rovinino la plastica che copre gli avvolgimenti.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Jago

Esatto, e dimenticavo che sotto la tavola c'è anche un piccolo alimentatore e un circuito a relè per ritardare il collegamento delle casse. E'per quello che il rosso e il nero (prelevato dai rispettivi centri stella) vanno al piano inferiore...

Lo schema è di pubblico dominio Le Monstre by Hiraga....

Vi terrò aggiornati.

Bye

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Jago

Ciao a tutti, ogni promessa è debito...

Ho terminato Pre e Finale e il fatto di aver montato le schede del finale direttamente sui dissipatori, mi ha consentito di sfruttare meglio lo spazio lasciando i toroidali uno a fianco l'altro. Non credevo ci sarebbe stato tutto, ma invece...

Vi allego le foto dei prodotti finiti.

Nel preamplificatore invece del 7 segmenti per segnalare l'ingresso ho optato per una più minimale barra di segmenti verdi  che sul lato sinistro scorrono dall'alto al basso indicando quale degli otto ingressi è attivo. Il cambio del canale si effettua con lo sfioramento del frontale nero (come si vede nella foto) grazie a un "INSEGUITORE DI LINEA PER ARDUINO" da 1 euro utilizzato come sensore di prossimità tarato alla minima distanza posto dietro al plexiglas grigio scuro. Pratico, economico e d'effetto. Zero pulsanti, solo il potenziometro motorizzato con manopola e controllo IR da telecomando.

Bye! 

IMG_3682.JPG

IMG_3680.JPG

IMG_3718.JPG

IMG_3715.JPG

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Livio Orsini

Bel lavoro! Ottima estetica.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Jago

Grazie Livio, sono molto felice che ti piaccia! 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

Registrati o accedi per inserire messaggi

Devi essere un utente registrato per lasciare un messaggio. La registrazione è GRATUITA.

Crea un account

Iscriviti alla nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Connettiti

Hai già un account? Connettiti qui

Connettiti adesso

×