Vai al contenuto

fabiodecrecchio

Calcolo resistenza

Recommended Posts

fabiodecrecchio

buongiorno a tutti .. per calcolare di quale resistenza ho bisogno come faccio?? faccio un esempio se la tensione del mio generatore è 12 volt e ci devo collegare un led da 5 volt che resistenza metto? 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
fabiodecrecchio

su internet ho trovato questa formula 12-5=7  poi 7v:0,02ma=350ohm è giusta?

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Riccardo Ottaviucci

sì , se la corrente assorbita dal diodo è 0,02A (non mA),cioè 20mA

Adesso come esercizio calcolati la potenza della resistenza da mettere in serie

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
fabiodecrecchio
Proprio adesso, Riccardo Ottaviucci scrisse:

sì , se la corrente assorbita dal diodo è 0,02A (non mA),cioè 20mA

Adesso come esercizio calcolati la potenza della resistenza da mettere in serie

ciao riccardo grazie.. devo dire che con il calcolo della potenza della resistenza sono messo veramente male ma se vado ad intuito posso dire che io farei 7v x o,o2=0,14 quindi posso dire che la resistenza deve poter trattenere 1/4 di watt  ... ma sicuramente avro combinato un casino quindi per favore illuminami tu 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Riccardo Ottaviucci

la potenza minima dissipabile senza problemi dalla resistenza si calcola tramite il principio di Joule, cioè P=RI2  quindi 350x0,02x0,02=0,14W .

Devi acquistare una resistenza commerciale da 330ohm 1/4W (250mW).Quella che tu hai calcolato è la potenza assorbita che nel caso di una sola resistenza coincide con quella da essa dissipata e trasformata in calore

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
fabiodecrecchio
Proprio adesso, Riccardo Ottaviucci scrisse:

la potenza minima dissipabile senza problemi dalla resistenza si calcola tramite il principio di Joule, cioè P=RI2  quindi 350x0,02x0,02=0,14W .

Devi acquistare una resistenza commerciale da 330ohm 1/4W (250mW).Quelle che tu hai calcolato è la potenza assorbita che nel caso di una sola resistenza coincide con quella da essa dissipata e trasformata in calore

ok come immaginavo avevo fatto un casino anche se sarei stato fortunato perche il risultato era uguale e non avrei bruciato nulla .. ma ho ancora un dubbio la potenza della resistenza sarebbe in parole povere la potenza che riesce a togliere tra il generatore e il led ?

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Livio Orsini
18 minuti fa, fabiodecrecchio scrisse:

povere la potenza che riesce a togliere tra il generatore e il led ?

 

Questa semmai è la caduta di tensione a cui, ovviamente, corrisponderà una determinata dissipazione di potenza secondo la formula che ti ha scritto Riccardo.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Mirko Ceronti

Ora prova così :

Ho una vecchia lampadina ad incandescenza da 125 Volt 40 watt
Voglio farla funzionare agli odierni 230 volt
Quale sarà dunque il valore ohmico della resistenza da porvi in serie per scongiurarne la repentina bruciatura, e quanta potenza  dovrà dissipare quest'ultima ?

Buon lavoro :smile:

 

Saluti

 

Mirko

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
fabiodecrecchio
17 ore fa, Mirko Ceronti scrisse:

Ora prova così :

Ho una vecchia lampadina ad incandescenza da 125 Volt 40 watt
Voglio farla funzionare agli odierni 230 volt
Quale sarà dunque il valore ohmico della resistenza da porvi in serie per scongiurarne la repentina bruciatura, e quanta potenza  dovrà dissipare quest'ultima ?

Buon lavoro :smile:

 

Saluti

 

Mirko

la resistenza dovrebbe essere secondo i miei calcoli di 330ohm tolleranza5% ma mom sono ancora in grado di calcolare la potenza che dovra dissipare purtroppo ... vedi per favore se il mio calcolo è giusto e se puoi aiutami per calcolare il resto .. grazieee

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
fabiodecrecchio
1 ora fa, fabiodecrecchio scrisse:

la resistenza dovrebbe essere secondo i miei calcoli di 330ohm tolleranza5% ma mom sono ancora in grado di calcolare la potenza che dovra dissipare purtroppo ... vedi per favore se il mio calcolo è giusto e se puoi aiutami per calcolare il resto .. grazieee

volevo dire 3,3mohm scusa 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
rodolfok
14 minuti fa, fabiodecrecchio scrisse:

volevo dire 3,3mohm scusa 

330 Ohm è corretto, la potenza da dissipare la calcoli considerando che ci deve passare la stessa corrente che passa nella lampadina, cioè 40W / 125V = 0,32A, poi con l'equazione P=I2R ricavi la potenza, vale a dire P=0,322*330=33,8W.

saluti

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Riccardo Ottaviucci

promosso,ma approfondisci meglio i concetti 😀

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
fabiodecrecchio
13 minuti fa, rodolfok scrisse:

330 Ohm è corretto, la potenza da dissipare la calcoli considerando che ci deve passare la stessa corrente che passa nella lampadina, cioè 40W / 125V = 0,32A, poi con l'equazione P=I2R ricavi la potenza, vale a dire P=0,322*330=33,8W.

saluti

ok grazie io dopo ho sbagliato scrivendo 3,3Mohm perche dal risultato di 105:0,32 mi da 328,125

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
fabiodecrecchio
10 minuti fa, Riccardo Ottaviucci scrisse:

promosso,ma approfondisci meglio i concetti 😀

sicuramente ho tantissime cose da imparare e per fortuna che ci siete voi che mi date consigli altrimenti avrei gia rinunciato credo 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Semplice 1

Ciao fabiodecrecchio

 

Nel tempo che ci ho messo a scrivere (e fare qualche altra cosa) vedo che sono stato preceduto da diversi altri volonterosi.

Comunque, avendo già scritto, mando in stampa....... 

-----------------------------------------------

 

Perché 3,3 mohm ?. milliohm?

Sono i 330 Ohm già da te detti.

 

Per la verità sarebbero esattamente (230 V - 125 V) / 0,32 A = 328, 125 Ohm ( che tu avrai arrotondato al "calibro" delle resistenze standard).

 

La Potenza da dissipare nella resistenza risulta : W = V x A  >>>> W = (230 V - 125 V) x 0,32 A = 33,6 W

 

Volendo si può anche calcolare la detta Potenza in proporzione del wattaggio conosciuto della lampadina (40 W)  e della caduta di tensione che deve provocare la resistenza ( 230 - 125 = 105 V) ; nel caso specifico :

W = 40 W x (105 V/125 V) = 33,6 W

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
fabiodecrecchio

ma ho un altra domanda se al posto di mettere una resistenza in questo caso metto un trasformatore di corrente da 220v a 120 v cosa cambia?

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Livio Orsini
4 ore fa, fabiodecrecchio scrisse:

ma ho un altra domanda se al posto di mettere una resistenza in questo caso metto un trasformatore di corrente da 220v a 120 v cosa cambia?

 

Cambia parecchio.

Con la resistenza in serie la dissipazione totale è pari a 73.8W; 40W dussipati dalla lampada e 33.8W dissipati dal resistore. Questa potenza viene dissipata in calore senza dare alcun contributo di illuminazione, quindi il rndimento del circuito è di circa 0.54 (54%)

 

Se metti un trsformatore avrai un  rendimento >= 0.9 quindi la dissipazione totale sarà <= 44.44W

Un bel risparmio

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Riccardo Ottaviucci
14 ore fa, Livio Orsini scrisse:

Un bel risparmio

ammortizzabile in circa 2 anni però,visto il costo del trasformatore di almeno 20€,alla media di utilizzo di 3 h/giorno:

  • con resistenza : 0,080Kw x 3h x 0,30€ x 365 = 26€/anno circa
  • con trafo :0,045Kw x 3h x 0,30€ x 365 = 15€/anno circa + 20€ trafo=35€ il 1° anno,poi solo 15€ dal 2° anno
  • inoltre nei mesi invernali avere una fonte di riscaldamento di 40W può far comodo...
  • :roflmao:

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
fabiodecrecchio
16 ore fa, Livio Orsini scrisse:

 

Cambia parecchio.

Con la resistenza in serie la dissipazione totale è pari a 73.8W; 40W dussipati dalla lampada e 33.8W dissipati dal resistore. Questa potenza viene dissipata in calore senza dare alcun contributo di illuminazione, quindi il rndimento del circuito è di circa 0.54 (54%)

 

Se metti un trsformatore avrai un  rendimento >= 0.9 quindi la dissipazione totale sarà <= 44.44W

Un bel risparmio

graziee .. le sue spiegazioni sono sempre perfette 

1 ora fa, Riccardo Ottaviucci scrisse:

ammortizzabile in circa 2 anni però,visto il costo del trasformatore di almeno 20€,alla media di utilizzo di 3 h/giorno:

  • con resistenza : 0,080Kw x 3h x 0,30€ x 365 = 26€/anno circa
  • con trafo :0,045Kw x 3h x 0,30€ x 365 = 15€/anno circa + 20€ trafo=35€ il 1° anno,poi solo 15€ dal 2° anno
  • inoltre nei mesi invernali avere una fonte di riscaldamento di 40W può far comodo...
  • :roflmao:

grazieee stavo per rovinarmi la vita comprando un trasformatore 😁

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Livio Orsini
2 ore fa, Riccardo Ottaviucci scrisse:

ammortizzabile in circa 2 anni però,visto il costo del trasformatore di almeno 20€,alla media di utilizzo di 3 h/giorno:

 

Riccardo risparmiare energia è un dovere.

proprio perchè si tratta di una discussione propedeutica è doveroso da parte nostra sensibilizzare i "novizi" alle tecniche di risparmio energetico anche se il ritorno economico non lo sia nel breve periodo.

fabiodecrecchio non quotare tutto il messaggio, ma quota solo la frase significativa. Così facendo la discussione è difficoltosa da leggere e capire.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Riccardo Ottaviucci

Livio ,la mia era solo una ironica provocazione,visto che calcisticamente non posso più infierire su di te; sarebbe come sparare sulla Croce Rossa....:superlol:

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Livio Orsini

Onestà, onestà, onestà.....;)

Scusate l'OT ma fra me e Riccardo è una questione aperta.

Comunque Riccardo preparati per il 9 giugno.:lol:

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Semplice 1

Ciao a tutti

 

Per chi (forse) avesse perso di vista il filo che lega l'attuale situazione della discussione ricordo la partenza (la lampadina) e il fatto che si trattava di un esercizio scolastico :

il 16/5/2018 at 16:25 , Mirko Ceronti scrisse:

Ora prova così :

Ho una vecchia lampadina ad incandescenza da 125 Volt 40 watt
Voglio farla funzionare agli odierni 230 volt
Quale sarà dunque il valore ohmico della resistenza da porvi in serie per scongiurarne la repentina bruciatura, e quanta potenza  dovrà dissipare quest'ultima ?

Buon lavoro :smile:

Avevo già scritto qualcosa che poi non avevo ritenuto di pubblicare per non turbare la situazione con "proposte indecenti" alla vista di qualche purista. Comunque ore, vista la piega presa dal discorso, ho ripescato e propongo....... 

-----------------------------------------------

 

DALL'ORIGINALE :

 

Talvolta le soluzioni sono a portata di mano ma sfuggono......

 

Metti in serie una altra lampadina  da 40W (identica alla prima) e il gioco è fatto!!!

Ogni lampadina sarà sottoposta alla tensione di 230 V / 2 = 115 V

Le lampadine (teoriche proposte nell'esercizio) sono fatte per 125 V ma funzionerà tutto benissimo lo stesso (lavoreranno al 92% del voltaggio di "targa" e dureranno parecchio di più prima di bruciarsi.

Avrai una buona luminosità lo stesso e, per l'esperimento pratico che potrai fare te la caverai con spesa zero.........

 

L'unico problema è che attualmente non si trovano lampadine di questo voltaggio (però magari rovistando in qualche cantina).

Tali lampadine erano lo standard sicuramente fino alla fine degli anni 1960 in quanto era molto diffuso il sistema trifase a 220 V dal quale si ricavava la monofase per uso Civile Abitativo di 220 x 1,73 = 127 V che veniva comunemente indicata come "la 125". 

-----------------------------------------------.

 

Riflessione attuale :

Ecco, francamente, non mi pareva di dovermi anche confrontare con qualche sacerdote del risparmio energetico !!!!!

 

Ora va bene che sul Forum i malintesi si sprecano, ma più si va avanti e più peggiora la situazione........

 

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Livio Orsini
42 minuti fa, Semplice 1 scrisse:

Ecco, francamente, non mi pareva di dovermi anche confrontare con qualche sacerdote del risparmio energetico !!!!!

 

Ora va bene che sul Forum i malintesi si sprecano, ma più si va avanti e più peggiora la situazione........

 

Va bene essere semplici, ma semplificando troppo si prendono fischi per fiaschi.

Se ti fossi degnato di leggere tutto avresti scoperto che l'autore della discussione ha esplicitamente chiesto:

il 17/5/2018 at 12:56 , fabiodecrecchio scrisse:

ma ho un altra domanda se al posto di mettere una resistenza in questo caso metto un trasformatore di corrente da 220v a 120 v cosa cambia?

 

Forse una più attenta lettura ti avrebbe evitato di fare, ancora una volta, consederazioni...cervellotiche.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Mirko Ceronti
il 17/5/2018 at 12:56 , fabiodecrecchio scrisse:

ma ho un altra domanda se al posto di mettere una resistenza in questo caso metto un trasformatore di corrente da 220v a 120 v cosa cambia?

 

Oltre a ciò che Ti hanno già menzionato i miei colleghi, posso aggiungere di mio, che se invece di una lampadina da 40 Watt, Tu volessi cambiarla ed allacciarne un'altra non da 40 ma da 15 Watt (sempre 125 Volt) col trasformatore lo potrai fare tranquillamente, ma con la resistenza invece no.
Dovresti ricalcolartela daccapo, che possa andare bene per un carico da 15 e non più da 40 watt.
Ossia la resistenza in serie di caduta, è una soluzione rigidamente dedicata, il trasformatore invece (di adeguata potenza) è una soluzione assolutamente universale.

Saluti

Mirko

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

Registrati o accedi per inserire messaggi

Devi essere un utente registrato per lasciare un messaggio. La registrazione è GRATUITA.

Crea un account

Iscriviti alla nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Connettiti

Hai già un account? Connettiti qui

Connettiti adesso

×