Vai al contenuto

Matteo Sarto

Da vecchio sistema domotico a KNX

Recommended Posts

Matteo Sarto

Ciao a tutti nel 2011 mi avevano installato un sistema basato su due produttori:

 

Scheda domotica (home automation inc ) LEVITON  a tutti gli effetti un plc

e sheda luci Centralite a 24 dimmer  interconnessa con la precedente tramite seriale .....

 

la leviton comandava la centralite ed era il cervello del sistema, dico era perchè un fulmine

mi ha bruciato logica e controlli centralite e connessione LAN della leviton.

 

ora il dramma è che per centralite non si trovano nemmeno i ricambi e dovrò sostituire il sistema.

 

Volevo passare a KNX partendo dalla sostituzione della scheda luci (ora son al buio e metterò temporaneamente dei bypass nel quadro)

il fatto è che  dal quadro ai frutti ho steso tutto in CAT5 a centro stella per attivare gli interruttori e non volevo sfilare tutti i cavi.

Posso sfruttarei CAT 5  come fossero cavi BUS e mettere i ragnetti KNX nei frutti? o devo sfilare tutto?

 

Sono abbastanza incavolato......

 

Ho qualche domanda da farvi ma questa è quella alla base per capire anche l'impianto che modifiche dovrà subire

grazie

teo

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Microchip1967

La sezione minima richiesta per il KNX e' 0,5mmq, per cui (teoricamente) se hai una distribuzione a stella con cavi in cat.5E (quelli senza il divisore in plastica interno) potresti far funzionare il tutto usando una coppia come singolo conduttore (ad esempio come positivo la coppia bianco.verde e come negativo la coppia bianco.blu), piazzando l'alimentatore al centro stella

Ogni dispositivo assorbe nominalmente 10mA (in realtà se non si usano i led l'assorbimento scende a 5mA)

Potresti anche pensare a moduli con piu' ingressi/uscite

Tieni conto che il classico "ragnetto" ha una lunghezza massima dichiarata per singolo ingresso di 10 metri

E

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
patatino59

A parte la sezione, che io sappia il sistema EIB-Konnex è certificabile solo se si usano componenti certificati, e il cavo fa parte di questi.

elan_cavo_knx-430x215.jpg

Per funzionare funzionerebbe, ma chi se la sentirebbe di programmare e firmare la certificazione Konnex con un cavo sbagliato ?

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Blackice
6 ore fa, Matteo Sarto scrisse:

centralite non si trovano nemmeno i ricambi e dovrò sostituire il sistema

Purtroppo queste cose succedono quando non si valutano in fase di scelta del sistema gli apparecchi e le marche da installare,considerando che gli impianti devono avere una vita utile maggiore rispetto ai prodotti consumer,trascinati dalla novità del momento senza analizzare i vari problemi che si creeranno nel tempo.Io valuterei anche un impianto fatto con uno o più miniPLC tipo i LOGO8 della Siemens(si trovernno i suoi prodotti anche fra 100 anni) in rete ethernet con possibilità di avere un webserver in cui impostare la necessaria grafica di controllo(e semmai qualche HMI) riutilizzando i cavi esistenti con circuiti di comando a 24VDC tramite switching protetto opportunamente.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Microchip1967
il 7/9/2018 at 18:46 , patatino59 scrisse:

A parte la sezione, che io sappia il sistema EIB-Konnex è certificabile solo se si usano componenti certificati, e il cavo fa parte di questi.

 

A livello sicurezza elettrica si considera la 64-8

Poi non esiste una "certificazione konnex", ma delle specifiche da seguire con le quali sei tranquillo per quanto riguarda la trasmissione dei pacchetti dati.

Quello che va controllato è l'isolamento del cavo e le sue caratteristiche (capacità residua, resistenza)

Una volta che hai verificato che sei all'interno dei parametri dei cavi e con ets monitori lo stato dei pacchetti del bus (se c'è qualche problema te ne accorgi subito) direi che sei a posto

Ovviamente un conto è arrivare al limite dei sistema, un conto è realizzare un impianto limitato come puo' essere quello di una piccola abitazione

 

L'idea di blackice con il logo è comunque molto valida.L'unico dubbio potrebbe essere la portata dei contatti del dispositivo

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
patatino59
3 ore fa, Microchip1967 scrisse:

non esiste una "certificazione konnex"

Prova a dirlo ad un professionista che installa Konnex con Licenza ETS e rilascia un Attestato di conformità dopo aver frequentato corsi pagati fior di soldini...

Certo che a casa mia posso anche installare un Cat5 sul Bus, ma anche un cavo di antenna satellitare per le telecamere o un rosso e nero delle casse su una lampadina, ma poi me ne assumo io la responsabilità.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Microchip1967
15 ore fa, patatino59 scrisse:

Prova a dirlo ad un professionista che installa Konnex con Licenza ETS e rilascia un Attestato di conformità dopo aver frequentato corsi pagati fior di soldini...

Certo che a casa mia posso anche installare un Cat5 sul Bus, ma anche un cavo di antenna satellitare per le telecamere o un rosso e nero delle casse su una lampadina, ma poi me ne assumo io la responsabilità.

 

Te lo sta dicendo proprio un professionista (progettista ed installatore) che usa EIB (ora KNX) dal 1995 (con le prime versioni siemens, che venivano programmate con un ets in tedesco commutabile in inglese), che ha fatto i corsi di accreditamento a Milano (pagati fior di soldi) presso un centro KNX , che è iscritto all'elenco degli operatori e che ha 2 licenze ETS con relativo dongle. (se si scassa il primo devo comunque poter lavorare con un backup)

Ti posso assicurare che vedendo quello che gira sul mercato solo un 3% degli operatori lavora come si dovrebbe fare, ovvero compilare tutto correttamente(campi, datapoint, descrittori) e rilasciare al cliente finale (perlomeno su carta) copia della programmazione e una planimetria con indicato il posizionamento degli apparati con il relativo indirizzo.

E comunque, dal punto di vista legale, quella certificazione è valida solo come "qualificazione professionale".

Al momento l'unica qualifica professionale legalmente valida è l'abilitazione prevista dal DM37 e anche qui' ci sarebbe da discutere: un impianto domotico è elettrico od elettronico? per me è entrambe le cose.Elettrico per quanto riguarda il dimensionamento dei carichi e delle protezioni, elettronico per quanto riguarda la parte domotica (dimensionamento linee ed alimentatori, attuatori e comandi, passaggio linee e distribuzione)

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Matteo Sarto

Grazi per le risporte ....

Alla fine ho comprato 200 mt di cavo connex

ho smontato centrale e dimmer e sto reinfilando tutto ... sono al 50%

se voglio fare uno schema ad albero come mi consigliate di fare le giunte...

 

dal quadro principale alle scatole di derivazione con delle dorsali knx

da li vado nei frutti ... ma nelle scatole di derivazione creo gli alberi ...

per le giunte c'è un numero massimo di derivazioni ... tipo da un cavo knx quanti massimo ne derivo ad albero?

 

c'è un limite ?

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Competency Centre
5 ore fa, Matteo Sarto scrisse:

Grazi per le risporte ....

Alla fine ho comprato 200 mt di cavo connex

ho smontato centrale e dimmer e sto reinfilando tutto ... sono al 50%

se voglio fare uno schema ad albero come mi consigliate di fare le giunte...

 

dal quadro principale alle scatole di derivazione con delle dorsali knx

da li vado nei frutti ... ma nelle scatole di derivazione creo gli alberi ...

per le giunte c'è un numero massimo di derivazioni ... tipo da un cavo knx quanti massimo ne derivo ad albero?

 

c'è un limite ?

Il limite delle derivazioni deriva unicamente dal morsetto KNX, che, al momento, ne consente solo 4.
Potresti però utilizzare due morsetti concatenati fra loro.
In quel caso ne avresti 7 (una ti serve per concatenare i due morsetti)

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
patatino59
Quote

Potresti però utilizzare due morsetti concatenati fra loro.
In quel caso ne avresti 7 (una ti serve per concatenare i due morsetti)

Con due morsetti puoi connettere solo 6 cavi ... 

88328.jpg

Il limite di connessioni fisiche su una linea è di 65 dispositivi totali (un alimentatore e 64 oggetti)

I morsetti ci sono anche da 8 poli, li distribuisce Wago (codice 243-808 e 243-208) e li ho usati personalmente, con grande soddisfazione.

Un solo morsetto da 8 ne sostituisce tre da 4 e risulta addirittura più economico.

da 4: (1 morsetto=4 cavi, 2 morsetti=6 cavi, 3 morsetti=8 cavi)

da 8: 1 morsetto=8 cavi, 2 morsetti=14 cavi !!!)

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

Registrati o accedi per inserire messaggi

Devi essere un utente registrato per lasciare un messaggio. La registrazione è GRATUITA.

Crea un account

Iscriviti alla nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Connettiti

Hai già un account? Connettiti qui

Connettiti adesso

×