Vai al contenuto

Simone Altieri

Trasformare la corrente da dc a "dc" ...

Recommended Posts

Simone Altieri

Non sono uno che ha studiato elettronica ma so che la corrente alternata può essere trasformata con un condensatore a avvolgimenti di rame su traferro ... ma quella continua come può essere trasformata? 

 

Il caso vuole che devo alimentare un mixer che richiede 18v DC a 1.3A con una batteria da antifurto da 12 volt ... come si chiama il sistema necessario per adattare la corrente? 

 

Me ne devo assolutamente costruire uno

 

Grazie mille.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
patatino59

Innanzitutto la macchina ad avvolgimenti su traferro che hai descritto è il Trasformatore e non un condensatore.

Quello che cerchi si chiama DC-DC converter e oggi è reperibile a pochi euro già fatto, disponibile in diverse potenze e tensioni di lavoro in ingresso e in uscita.

Autocostruirselo potrebbe essere impegnativo, se non dannoso per l'oggetto da alimentare, in quanto la tecnica Switch-mode impiegata è complessa e richiede componenti speciali, attenzione nella costruzione e protezioni elettroniche.

Per il tuo scopo potresti usare un caricatore da PC per auto, che entra a 12 volt ed esce a 19 volt, perfetto per il tuo mixer

Oppure tre batterie da 6 volt in serie e nessun convertitore.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Simone Altieri

 

.. "condensatore" deve essere stato un lapsus 

 

Ok il caricabatterie potrebbe essere la soluzione ideale 

Comunque devo creare un sistema più leggero e compatto possibile , ti andrebbe di darmi un indicazione su come costruirlo , mi interessa molto poi valuto se è fattibile

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
max.bocca

Ci sono modulino da qualche euro che fanno ciò, cerca DC DC converter step-up

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Simone Altieri
2 ore fa, max.bocca scrisse:

Ci sono modulino da qualche euro che fanno ciò, cerca DC DC converter step-up

Meraviglioso

 

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Simone Altieri

Per sapere quanti A avrò in uscita devo dividere i watt della batteria in ingresso per il voltaggio in uscita dal modulo?

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
max.bocca

Devi sapere quanti W o A ti servono in uscita 18x1,3=24W quindi a 12V calcolando un rendimento del 90% (vedere dati di quello che compri) sarà di circa 2,22A

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Livio Orsini
14 ore fa, Simone Altieri scrisse:

Il caso vuole che devo alimentare un mixer che richiede 18v DC a 1.3A

 

Devi acquistare un modulo in grado di erogare una corrente >= 1.3 A a 18 V che accetti tensioni di ingresso comprese tra 12V e 14V, oppure una gamma maggiore.

Per stare sul sicuro io acquisteri un modulo in grado di erogare almeno 1.5A

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Simone Altieri

https://www.ebay.it/itm/400W-DC-DC-Step-up-Boost-Convertitore-Constant-Current-Alimentazione-Modulo-LED/152896260049?hash=item239953c7d1:g:2okAAOSwhxhaeX3I

 

questo va bene?

sembra avere le caratteristiche necessarie .. c'è un limite massimo di Ampere che non posso oltrepassare del convertitore o della batteria se no brucio il mixer?

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
sermake

Ciao Simone, puoi usare tranquillamente, come ti è gia stato consigliato, l'alimentatore per notebook da auto, ce ne sono anche a tensione variabile cosi imposti i 18 volt fissi, Hanno già lo spinotto per accendisigari. Però potrebbe crearti disturbi, trattandosi di apparecchiatura audio e comunque di un convertitore DC-DC ad impulsi. é anche vero che lavorano a frequenze elevatissime, e visti i costi non proibitivi puoi pur sempre provare. Altrimenti, se vuoi usare l'alimentatore originale, puoi ysare un inverter 12 DC / 220 AC, si trovano di tutti i vattaggi, il costo non è molto maggiore rispetto a quello di un alimentatore per notebook, ma hai un attrezzo in più tra i piedi e un assorbimento maggiore a monte dovuto alla doppia conversione (12>220>18).

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
patatino59
16 minuti fa, Simone Altieri scrisse:

c'è un limite massimo di Ampere che non posso oltrepassare del convertitore o della batteria se no brucio il mixer?

L'importante è la tensione applicata al Mixer, che non deve superare i 20-22 volt.

La corrente assorbita a tale tensione sarà solo quella necessaria al suo funzionamento. 

ESEMPIO:

Immagina la rete elettrica di casa da 3,3 KW che sono circa 16 Ampere.

Se ci attacchi una lampadina da 220 volt e 220 Watt (1 Ampere) si brucia ?

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Simone Altieri
17 minuti fa, patatino59 scrisse:

L'importante è la tensione applicata al Mixer, che non deve superare i 20-22 volt.

La corrente assorbita a tale tensione sarà solo quella necessaria al suo funzionamento. 

ESEMPIO:

Immagina la rete elettrica di casa da 3,3 KW che sono circa 16 Ampere.

Se ci attacchi una lampadina da 220 volt e 220 Watt (1 Ampere) si brucia ?

 

Grazie. era quello che sapevo , ultimamente uno mi ha parlato di "amperaggio consigliato" e devo aver capito male ;

in somma dieci o cinquanta ampere dell' alimentatore è solo la disponibilità dell' energia erogabile e il macchinario prende solo ciò che è necessario , meno male

 

 

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Simone Altieri

qui ci sono i dati del convertitore che ho trovato , spero che mi possiate dire se ho fatto bene i calcoli

 

Features:

 

Specifications:

Type: Non-isolated boost module

Input Voltage: DC8.5V to 50V

Output Voltage: DC10V to 60V (continuously adjustable, default 19V)

Max. Input Current: 15A (please enhance heat dissipation if more than 8A)

Max. Output Current: 12A (related to the input and output voltage difference, the greater voltage difference is, the smaller output current will be. please enhance heat dissipation when current is over 7A)

Quiescent Current: 10mA(will increase when convert 12V to 20V)

Constant Current Range: 0.2A to 12A
Output Power = Input Voltage*Current
Operating Temperature: -40℃ to 85℃(if temperature is too high, please enhance heat dissipation)
Frequency: 150KHz
Max. Conversion Efficiency: 96% (Efficiency is related to input/output voltage, current and voltage difference)
Over Current Protection: Yes (if input current is more than 15A, it will automatic reduce output voltage)
Reverse Input Protection: No
Size: 67 x 48 x 28mm / 2.63 x 1.89 x 1.1"

Output Voltage/Current Adjustment:
1, Adjust "CV-ADJ" potentiometer clockwise to reduce voltage, counterclockwise to increase voltage.

2, Adjust "CC-ADJ" potentiometer counterclockwise about 30 circles to minimize the output current before connecting to load(clockwise to increase current, counterclockwise to reduce current). Then adjust "CC-ADJ" clockwise to the current value you need. If you use the module for battery charging, connect to output after battery is fully discharged. Because if the more energy is left in battery, the less charging current will be

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
max.bocca
gabri-z
2 ore fa, max.bocca scrisse:

Guarda questi, io li ho usati e funzionano, di...........

A me sembrano tropo cari .....:roflmao:

E' spaventoso il prezzo , anche se certamente non ci rimettono ...

Sei contento delle loro prestazioni ?

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
gabri-z
5 minuti fa, gabri-z scrisse:

E' spaventoso il prezzo , anche se certamente non ci rimettono ...

Magari è un investimento nel fallimento della concorrenza ....:whistling:

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Daniele Orisio
Quote

Non sono uno che ha studiato elettronica ma so che la corrente alternata può essere trasformata con un condensatore a avvolgimenti di rame su traferro ... ma quella continua come può essere trasformata? 

 

Il trasformatore (non condensatore) lavora soltanto in presenza di variazioni di tensione (quindi tensione alternata, impulsiva...). Da ciò ne consegue che, come hai detto, non funziona in continua. Per poter utilizzare un trasformatore anche con tensioni continue occorre interporre uno stadio switching che, a partire dalla tensione continua in ingresso, ne genera una alternata ad alta frequenza. In questo modo questa può passare nel trasformatore e, all'uscita, può essere raddrizzata e riconvertita in continua. Questo principio viene utilizzato in tutti gli alimentatori switching che ti hanno proposto e nelle linee elettriche ad altissima tensione (500 kV) in corrente continua (standard che, allo stato attuale delle cose, è utilizzato soltanto per linee lunghe e/o sottomarine).

 

Quote

Il caso vuole che devo alimentare un mixer che richiede 18v DC a 1.3A con una batteria da antifurto da 12 volt ... come si chiama il sistema necessario per adattare la corrente? 

 

Per alimentare un mixer funzionante a 18V con una tensione di 12V (variabile, la batteria si scarica...), come già detto, devi utilizzare un modulo step-up (conosciuto anche come DC boost). Attenzione: scegline uno che sia adatto a reggere il carico del mixer (consiglio di sovradimensionarlo... allungherai la vita dei componenti e avrai meno problemi in caso di consumo eccessivo).

Ti raccomando anche di filtrare adeguatamente l'uscita del convertitore: in audio, molto spesso, si utilizzano alimentatori lineari che, anche se meno potenti, non introducono disturbi legati alla commutazione necessaria all'utilizzo del trasformatore. Se dovessi sentire un fruscio in uscita dal mixer prova ad inserire dei condensatori in parallelo all'alimentazione (lato mixer).

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
max.bocca

Contento, quello che dicono lo fanno. Io li ho presi in un negozio e li ho pagati 3€. 

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
gabri-z

Sempre un buon prezzo .:thumb_yello:

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Simone Altieri
12 ore fa, Daniele Orisio scrisse:

 

Il trasformatore (non condensatore) lavora soltanto in presenza di variazioni di tensione (quindi tensione alternata, impulsiva...). Da ciò ne consegue che, come hai detto, non funziona in continua. Per poter utilizzare un trasformatore anche con tensioni continue occorre interporre uno stadio switching che, a partire dalla tensione continua in ingresso, ne genera una alternata ad alta frequenza. In questo modo questa può passare nel trasformatore e, all'uscita, può essere raddrizzata e riconvertita in continua. Questo principio viene utilizzato in tutti gli alimentatori switching che ti hanno proposto e nelle linee elettriche ad altissima tensione (500 kV) in corrente continua (standard che, allo stato attuale delle cose, è utilizzato soltanto per linee lunghe e/o sottomarine).

 

 

Per alimentare un mixer funzionante a 18V con una tensione di 12V (variabile, la batteria si scarica...), come già detto, devi utilizzare un modulo step-up (conosciuto anche come DC boost). Attenzione: scegline uno che sia adatto a reggere il carico del mixer (consiglio di sovradimensionarlo... allungherai la vita dei componenti e avrai meno problemi in caso di consumo eccessivo).

Ti raccomando anche di filtrare adeguatamente l'uscita del convertitore: in audio, molto spesso, si utilizzano alimentatori lineari che, anche se meno potenti, non introducono disturbi legati alla commutazione necessaria all'utilizzo del trasformatore. Se dovessi sentire un fruscio in uscita dal mixer prova ad inserire dei condensatori in parallelo all'alimentazione (lato mixer).

 

ma i condensatori non funzionano solo con la corrente alternata?

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
patatino59
32 minuti fa, Simone Altieri scrisse:

ma i condensatori non funzionano solo con la corrente alternata?

Nell'uso come filtro abbassano appunto i disturbi sulla parte continua, disturbi che sono appunto impulsi, e quindi simili a correnti alternate, in questo caso indesiderate.

In effetti si usano anche in continua pura, ma solo come "serbatoi", per esempio per ritardare un aumento o diminuzione di tensione continua.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Daniele Orisio
Quote

ma i condensatori non funzionano solo con la corrente alternata?

I condensatori funzionano sia con la corrente alternata che con quella continua. Quello che cambia è il modo in cui funzionano (e i motivi per i quali vengono inseriti nei circuiti).

 

In presenza di una tensione continua il condensatore si comporta come una batteria e, per capire meglio, analizziamo il caso di un amplificatore alimentato a 24V all'interno del quale il condensatore viene connesso in parallelo all'alimentazione.

Quando la tensione è stabile, il condensatore si comporta come un circuito aperto: se la tensione di alimentazione resta perfettamente stabile sui 24V (condizione in teoria realizzabile, ma in pratica molto rara... la tensione varia sempre) il condensatore non assorbirà e non cederà corrente comportandosi come un circuito aperto (come se non ci fosse).

Ora supponiamo che un brusco aumento del volume della canzone dia luogo ad un picco di assorbimento che provoca un abbassamento della tensione in uscita dall'alimentatore. In assenza del condensatore, l'amplificatore si troverebbe in difficoltà per via della mancanza di tensione. In questo caso il condensatore cederà energia (proprio come fa un gruppo di continuità quando va via la corrente) e l'amplificatore non avrà problemi.

Lo spettacolo prosegue e, dopo un po', si accendono le luci stroboscopiche che, a causa delle scariche ad alta corrente, generano dei disturbi che, per via induttiva, "entrano" nei cavi che alimentano il nostro amplificatore. In caso di assenza del condensatore questo picco (che diventa di tensione) entrerebbe nel circuito rischiando di disturbare il segnale audio in uscita e, in casi estremi, di danneggiare i componenti. In questo caso il condensatore assorbe il picco mantenendo stabile la tensione di alimentazione.

Questa non è l'unica applicazione dei condensatori: collegandoli con delle resistenze si possono rallentare i tempi di "risposta" rendendoli adatti a funzionare come temporizzatori.

 

Con tensione alternata invece il condensatore si comporta come una resistenza che, a mano a mano che aumenta la frequenza, riduce la sua impedenza. In alternata il condensatore viene utilizzato nei filtri e per sfasare la tensione in modo da permettere a motori che richiedono tre fasi a funzionare anche in presenza di alimentazione monofase tradizionale.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Simone Altieri

...grazie, veramente

 

********

Quotare tutta la risposta non solo è inutile, ma rende incomprensibile al discussione.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Simone Altieri
2 ore fa, Simone Altieri scrisse:

Quotare tutta la risposta non solo è inutile, ma rende incomprensibile al discussione.

ok intendevo dire che la risposta mi è stata utile non solo per comprendere quello che sto facendo ma anche alcune cose di cui mi sto occupando , di cui non ho scritto , cioè comprendere i diffusori acustici e i principi dei filtri crossover ;)

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

Registrati o accedi per inserire messaggi

Devi essere un utente registrato per lasciare un messaggio. La registrazione è GRATUITA.

Crea un account

Iscriviti alla nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Connettiti

Hai già un account? Connettiti qui

Connettiti adesso

×