Vai al contenuto

frar

alimentatore switching

Recommended Posts

frar

Buongiorno, io sono Francesco e mi sono appena iscritto a questo forum.  Mi sono iscritto perche’ ho visto che ci sono vari argomenti e discussioni di mio interesse.  Non sono un professionista, bensì un appassionato e come tale vorrei già da subito sottoporre l’intera comunità a un problema che ho con un alimentatore switching.

Ho un alimentatore switching dell’ADVEL  che in ingresso vuole 110Vdc e in uscita mi porta 24Vdc e che mi permette di alimentare un carico di 1000W. Alimentando con il 110Vdc l’alimentatore non dava segni di vita. Cosi l’ho smontato e non avendo schema, ho cercato di capirci qualcosa guardando un po’ i componenti  con cui sono formate le schede all’interno . Da quanto ho capito l’ingresso 110Vdc viene convertito in un onda alternata da un primo ponte switching. In seguito viene abbassata la tensione tramite un trasformatore e poi tramite un secondo ponte switching viene raddrizzata a 24Vdc. La prima cosa che ho controllato sono i fusibili di ingresso ed erano buoni. Da qui sono passato ai condensatori, incominciando con quelli piccoli da 47uF 63V, che secondo la mia interpretazione andavano a fare il circuito oscillante per il segnale PWM dei due ponti. Vi dico cosi perché il condensatore del secondo ponte era posto su una  schedina messa di traverso alla cui base  aveva scritto PWM. Comunque misurando entrambi i condensatori ho visto che  quello del secondo ponte aveva un valore non conforme. Cambiandolo infatti e provando, l’alimentatore si è acceso. Però una volta accesso, con il multimetro ho voluto misurare la tensione di uscita che non era di 24Vdc, bensi  aumentava gradualmente fino a superare anche i 2000volt. Dopo di che ho spento in maniera tempestiva per evitare danni. Mi domandavo, visto che non ne so molto e che vorrei anche capire e riparare l’alimentatore, se qualcuno di voi sapesse cosa sia guasto da provocare questo fenomeno in uscita. Cosa dovrei controllare? Non so se posso mandare foto delle schede senza violare qualche legge a tutela del prodotto. Su internet si trova il datasheet dell’alimentatore ADVEL sps1001DZ1.  Grazie anticipatamente per la pazienza e la disponibilità a tutti coloro che mi risponderanno.

Saluti

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
ilguargua
35 minuti fa, frar scrisse:

non era di 24Vdc, bensi  aumentava gradualmente fino a superare anche i 2000volt.

Se non c'era, prova a mettere un po di carico sull'uscita, tipo una lampadina e ripeti la misura. Agli switching in genere non piace lavorare a vuoto.

 

Ciao, Ale.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Darlington

Io penso che i 2000V non siano reali ma solo un'invenzione del tuo tester che magari viene confuso da qualche residuo di commutazione, prova con un carico.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
frar

Vi ringrazio, siccome parto, proverò tra un paio di settimane e vi farò sapere. Proverò con una lampadina a 24Vdc e anche se brucia pazienza. Nel frattempo vi ringrazio ancora per il suggerimento

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
frar

Buonasera, ieri sono riuscito a provare l'alimentatore come avete detto voi, e la lampadina da 24v è saltata subito. Cosi sconsolato mi son messo a guardare la scheda per bene, guardando in qualche modo le piste per capire cosa potesse essere il problema della sovratensione. Facendo cosi ho scoperto che alcune piste della scheda posta sopra andavano a collegarsi ai sostegni di appoggio della scheda stessa. Da qui ho pensato immediatamente che stavo provando le schede in maniera anomala e pericolosa perche' sicuramente i sostegni andavano tramite la scheda di sotto, a dare a tutti i componenti il riferimento verso terra. Guardando anche la scheda di sotto effettivamente riuscivo a intravedere i sostegni collegati tutti ad un grande pista che andava al morsetto di terra dell'ingresso. Cosi ho avvitato la scheda sopra per bene ai suoi sostegni e provando ho avuto una bella conferma: l'alimentatore erogava 24v. L'ho provato per tutta la serata con un carico variabille e un multimentro. Al variare del carico la tensione rimaneva costante. E' la prima volta che vedo i sostegni delle schede usate come piste per il riferimento di terra, comunque sono molto contento di averlo riparato. Il guasto era il condensatore da 47 uF e basta, il resto era dovuto ad un mio errore di prova. Inoltre per informazione sappiate che l'alimentatore a vuoto funziona benissimo perchè sull'uscita ho visto che ci sono delle resistenze di una certa potenza in parallelo che sicuramente svolgono il ruolo di carico zavorra. Ho letto qui e la, che vengono utilizzate per poter prelevare un riferimento di tensione in uscita da portare in retroazione al circuito che genera il PWM per la regolazione del duty cicle. Voi confermate? comunque grazie al vostro consiglio mi sono riuscito a informare. Inoltre tra un pò ho in mente di fare un progetto. Cioè di prendere tanti alimentatori di piccola potenza e metterli in parallelo e serie con un circuito esterno. Ho visto su questo forum da un utente Livio Orsini, che due alimentatori switching  non possono essere messi in parallelo se non hanno i morsetti di sense da collegare tra di loro. Visto che gli alimentatori che ho non hanno tali morsetti, come potrei con un circuito esterno creare le condizioni per poter far comunicare un alimentatore switching con gli "altri (più di 3 o 4)" in parallelo? Avreste qualche schema da poter vedere e qualche cosa da leggere su l'argomento? Ringrazio come sempre la gentilezza di chi mi vorrà rispondere.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Livio Orsini
14 ore fa, frar scrisse:

Visto che gli alimentatori che ho non hanno tali morsetti, come potrei con un circuito esterno creare le condizioni per poter far comunicare un alimentatore switching con gli "altri (più di 3 o 4)" in parallelo?

 

Per quanto ne so, per poter parallelare con sicurezza due alimentatori, è necessario che entrambi siano stati progettati per questa funzione.

Nel caso non lo fossero, le modifiche da apportare ai circuiti sono, a mio parere, troppo complesse per rendere l'operazione semplice e facile da effettuarsi.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
frar

Capisco e la ringrazio. Ma per caso lei saprebbe indicarmi qualche manuale o libro che mi spieghi nel dettaglio il funzionamento degli alimentatori switching? In particolare che mi spieghi nel dettaglio il funzionamento. Ho guardato qui e la su internet, ma oltre ad una generale infarinatura non ho trovato niente che entrasse nel dettaglio dei componenti. Tra i libri non c'è ne uno che abbia visto che entri nel dettaglio. Vede, dopo aver visto un laboratorio portatile con tutte le alimentazioni da poter usare, con oscilloscopio e postazione per saldare avrei voluto costruirne uno fatto da me per me partendo proprio dalle alimentazioni. Avevo pensato a qualcosa che potesse cambiare la tensione di alimentazione e la corrente (e quindi anche la potenza) semplicemente mettendo e togliendo in serie o in parallelo degli alimentatori switching che già ho. Magari dovrei pensare di farlo con degli alimentatori semplici fatto da semplici ponti diodi e condensatori di livellamento, visto la complessità degli switching. Però  in ogni caso sono curioso di sapere bene come funzionano questi switching ma non trovo un manuale o un libro con degli schemi. Ogni suggerimento è ben accetto. La ringrazio ancora. 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
sx3me

"la riparazione dei circuiti switching"

editrice CO.EL.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
rodolfok
il 14/9/2018 at 13:43 , frar scrisse:

Alimentando con il 110Vdc l’alimentatore non dava segni di vita.

Una curiosità: con cosa lo alimenti a 110Vdc?

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
frar

Grazie sx3me, cercherò di trovare il libro da te consigliato. Per alimentare ho utilizzato un altro alimentatore switching 220Vac/110Vdc. L'unico per altro che ho con tali tensioni ma con un potenza inferiore 500w circa. Infatti non ho potuto provare grossi carichi.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

Registrati o accedi per inserire messaggi

Devi essere un utente registrato per lasciare un messaggio. La registrazione è GRATUITA.

Crea un account

Iscriviti alla nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Connettiti

Hai già un account? Connettiti qui

Connettiti adesso

×