Vai al contenuto

bcenic

Applicazione automotive Mosfet

Recommended Posts

bcenic

Buongiorno a tutti,
ho un progettino in mente e non ho trovato thread attinenti al mio caso, apro questo thread nella speranza possa essere di aiuto anche ad altre persone. Trattasi di una elaborazioe a livello elettronico di una mia vecchia vettura, una classica Fiat Punto prima serie 1.2 benzina con iniezione elettronica SinglePoint 60 cv. Premetto che è stata regolarmente radiata al PRA per uso prettamente agonistico in pista.

Praticamente dovrei adattare l'elettronica di questo motore Singlepoint all'iniezione Multipoint e avrei la necessità di comandare 4 iniettori in contemporanea, quindi collegandoli in parallelo e adottando la stessa centralina di serie Singlepoint. In questo modo però solleciterei troppo il terminale elettronico della centralina, dato l'assorbimento maggiore dei 4 iniettori e per impedire ciò vorrei autocostruirmi un circuito che riceva in ingresso il segnale del monoiniettore e che poi piloti 4 iniettori; senza iniezione fasata, mi interessa che spruzzino tutti e 4 allo stesso momento, per semplicità di costruzione.

 

Mi è stato consigliato che allo scopo sarebbe sufficiente un circuito composto da quattro MOSFET usati come interruttori. Infatti, in generale, un iniettore è in sostanza un solenoide ed il circuito di pilotaggio è simile a quello che viene usato per i relè.

 

Quelli che voglio adoperare per l'elaborazione, sono normali iniettori elettromeccanici, che funzionano come un'elettrovalvola ad impulsi ad alta corrente (di solito fra i 15 ed i 20 A); la centralina elettronica di serie del mio motore offre un pilotaggio ad una frequenza massima di 200 Hz a 6000 g/min e tempi di iniezione compresi tra 1,5 e 3,5 ms. Il range di alimentazione degli iniettori che dovrò adoperare andrà da 6 a 16 Volt.

 

Dopo attenta ricerca, ho trovato lo schema elettrico del mio impianto iniezione, ho focalizzato la parte interessata centralina-iniettore, di seguito il link: 

http://it.tinypic.com/view.php?pic=14sj2f&s=9

 

Se guardate lo schema elettrico, il componente 02038 è il monoiniettore che debbo eliminare; è collegato al pin 18 della centralina motore per il suo pilotaggio e ai rocchetti di accensione 02406 e 02407 per mezzo di un nodo per l'apertura sincrona all'impulso di alta tensione alle candele.

 

Avendovi indicato i componenti interessati, potresti darmi cortesemente una dritta per l'applicazione pratica dei 4 mosfet? Sinceramente ancora non mi è mai capitato di adoperarli fino ad ora.

 

I tre terminali dei mosfet "gate", "source" e "drain" come vanno collegati precisamente ai 4 iniettori in parallelo che voglio adoperare?

 

Ringrazio in anticipo per l'attenzione

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
ilguargua

Non so darti indicazioni specifiche per il tuo caso, anche perché non ho capito bene cosa vuoi realizzare, peò ti suggerisco la lettura di questo datasheet di un IC per pilotaggio iniettori, dove puoi trovare qualche spunto interessante, sopratutto per quanto riguarda le correnti e le forme d'onda richieste.

 

 

Ciao, Ale.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
bcenic
1 ora fa, ilguargua scrisse:

Non so darti indicazioni specifiche per il tuo caso, anche perché non ho capito bene cosa vuoi realizzare, peò ti suggerisco la lettura di questo datasheet di un IC per pilotaggio iniettori, dove puoi trovare qualche spunto interessante, sopratutto per quanto riguarda le correnti e le forme d'onda richieste.

 

 

Ciao, Ale.

Ciao Ale, grazie mille per il tuo consulto.

Praticamente devo creare un circuito di potenza per ogni iniettore, 4 in tutto. Poichè la vettura di serie c'ha un solo iniettore per 4 clindri, non posso sfruttare l'unico circuito di potenza del monoiniettore per pilotare la batteria di 4 iniettori che voglio installare, altrimenti sollecito troppo il terminale elettronico della centralina di serie. Sono stato più chiaro adesso?

 

E quindi mi occorrevano delle dritte per l'installazione dei mosfet, dato che fino ad ora non mi è mai capitato di adoperarli. Mi sto documentando e vorrei anche dei consigli da esperti come voi

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
ilguargua
1 ora fa, bcenic scrisse:

Praticamente devo creare un circuito di potenza per ogni iniettore, 4 in tutto.

Guarda anche qui, pag. 66 , è il prova iniettori di nuova elettronica, usa 2 mosfet ed è in gradi di pilotare fino a 4 iniettori. Per come ricavare il comando dalla centralina in tuo possesso non saprei, difficile dirlo senza guardare con un oscilloscopio cosa esce da quel pin.

 

Ciao, Ale.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
bcenic
2 ore fa, ilguargua scrisse:

Guarda anche qui, pag. 66 , è il prova iniettori di nuova elettronica, usa 2 mosfet ed è in gradi di pilotare fino a 4 iniettori. Per come ricavare il comando dalla centralina in tuo possesso non saprei, difficile dirlo senza guardare con un oscilloscopio cosa esce da quel pin.

 

Ciao, Ale.

Perfetto Ale! Molto bravo, grazie mille...lo guardo immediatamente...è quanto stavo cercanco

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
dott.cicala

Orribili i due mosfet in parallelo brutale, io non li prenderei ad esempio

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
dott.cicala

Gabri...che browser hai? Mi sa che lo devi aggiornale, rimpicciolisce le faccine :superlol:

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
gabri-z

È il telefonino....... 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Marcello Mazzola

non per scoraggiare il tuo lavoro, ma non è che puoi spruzzare a vanvera nel collettore di aspirazione...

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Livio Orsini
11 ore fa, dott.cicala scrisse:

Orribili i due mosfet in parallelo brutale, io non li prenderei ad esempio 

 

In rete ci son tante porcherie spacciate per verità assolute.. Ti ricordi quel tizio romagnolo che per un po' aveva riempito il forum con aggeggi mirabolanti basati su arduino?

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
dnmeza

🤣🤣 io me lo ricordo, anche con molta caparbietà 😆😁🤣

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
ilguargua
15 ore fa, dott.cicala scrisse:

Orribili i due mosfet in parallelo brutale, io non li prenderei ad esempio

Che poi avrebbe fatto quasi bene, non avessero messo in parallelo le 2 resistenze...

 

Poi anche nel testo di spiegazione c'è una bella cappellata :

Quote

In caso di cortocircuito il transistor TR1 , un BC547 , non conduce più, perchè la tensione alla

base, normalmente superiore a 0,6 Volt , col corto tende a 0 (differenza di potenziale su R10-R11).

 

Si vede che N.E. aveva già iniziato il suo periodo di decadenza.

 

Ciao, Ale.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
bcenic
15 ore fa, Marcello Mazzola scrisse:

non per scoraggiare il tuo lavoro, ma non è che puoi spruzzare a vanvera nel collettore di aspirazione...

Gentile Sig. Mazzola,

non si tratta di spruzzare a vanvera nel collettore di aspirazione; questo tipo di iniezione ha un nome e si tratta del cosiddetto "schema batch injection", cioè tutti gli iniettori spruzzano contemporenamente, come la tipica Punto prima serie 1.2 Fire Multipoint nella configurazione da 75 cv 😉 😉

 

Leggendo le vostre risposte e vi ringrazio per questo, chi sarebbe così gentile da propormi uno schema più dettagliato al caso?

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Marcello Mazzola

Ciao, per piacere leva il signor...;) non ricordo che gli iniettori spruzzassero tutti insieme, ma potrei pure sbagliarmi...a questo punto perchè non prendi direttamente tutta l'aspirazione di una 75Cv o della sporting da 85Cv?

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
sx3me

direi io... ma perchè non la turbizzi proprio se vuoi farla decollare 😈

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
bcenic

Dunque, debbo attenermi al regolamento tecnico dell'Aci Sport. Nella categoria che voglio partecipare, Gruppo Speciale Slalom, il monoblocco deve rimanere quello di serie e non è consentito l'uso di turbocompressori o volumetrici ma posso sbizzarrirmi con tutto il resto; per questo ho un 4 farfalle di derivazione motociclistica, da qui la necessità di adattare i relativi 4 iniettori all'impianto elettrico di serie.

 

È un tipo di modifica comune in questa categoria

 

Ritornando al discorso di uno schema elettrico dedicato, c'è qualcuno che può darmi una mano per un circuito elettrico del genere? 

 

Grazie per l'attenzione

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
dnmeza

più che schema elettrico serve uno schema elettronico, che sicuramente ha bisogno di un tecnico elettronico (radiotecnico) per l'assemblaggio, e il controllo finale.

semplicemente questa scheda, unendo gli ingressi e comandandola, previo adattamento, dal comando del singolo iniettore, ed adattando l'uscita ai singoli iniettori


Messaggio editato da dnmeza

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
gabri-z

Ammesso che corrisponda ai tempi di commutazione richiesti , ha un piccolo difetto :

iniettori.GIF.9602ad9388d61f193ffc79fc1abef3c9.GIF........:(

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
dnmeza

Grazie gabri-z, era un esempio, in rete si trovano già montate ed a prezzo modico, rimane l'adattamento per il controllo e l'attuazione, per uno che non ha molta dimestichezza nel montaggio e reperimento dei vari componenti penso possa essere una soluzione

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
gabri-z

L'idea è quella , di comandare dei MOS-FET , in modo giusto , senza problemi di ritardi tra ON - OFF ;non riesco a raggiungere lo schema col pc (roba vecchia ) e dal telefonino non vedo :wallbash:: il secondo collegamento del iniettore è a ''massa''  o al +12 V ?

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
bcenic
4 ore fa, gabri-z scrisse:

L'idea è quella , di comandare dei MOS-FET , in modo giusto , senza problemi di ritardi tra ON - OFF ;non riesco a raggiungere lo schema col pc (roba vecchia ) e dal telefonino non vedo :wallbash:: il secondo collegamento del iniettore è a ''massa''  o al +12 V ?

Lo schema mio del link intendi Gabri? Ti posso garantire che il segnale di pilotaggio in uscita dalla centralina è sempre negativo 👍

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
dnmeza
Quote

Se guardate lo schema elettrico, il componente 02038 è il monoiniettore che debbo eliminare; è collegato al pin 18 della centralina motore per il suo pilotaggio e ai rocchetti di accensione 02406 e 02407 per mezzo di un nodo per l'apertura sincrona all'impulso di alta tensione alle candele

 

Schermata a 2018-12-07 08-27-58.png

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
bcenic
21 minuti fa, dnmeza scrisse:

 

Schermata a 2018-12-07 08-27-58.png

Bravo Danilo, grazie 😉

 

Dunque, se guardate lo schema elettrico, il componente 02038 è il monoiniettore che debbo eliminare; comunque è collegato al pin 18 della centralina motore per il suo pilotaggio e ai rocchetti di accensione 02406 e 02407 per mezzo di un nodo per l'apertura sincrona all'impulso di alta tensione alle candele.

 

Comunque se dalla centralina esce un solo cavo che va direttamente al monoiniettore significa che il driver (cioe' la parte di potenza) e' gia all'interno della centralina


Cioè io potrei anche collegare direttamente in parallelo gli altri 4 iniettori che mi sono procurato, ma il sistema durerebbe pochissimo penso, perchè solleciterei troppo il circuito di potenza che ha la centralina adesso, che ripeto, nasce per pilotare un solo iniettore. Da questo deriva la mia necessità di adattare l'impianto elettrico alle mie esigenze

 

Il segnale di pilotaggio è sempre NEGATIVO, gli iniettori non saranno avvitati sul motore tali da avere la massa dalla carcassa del motore, anche perchè il collettore dove saranno poggiati è in plastica


Messaggio editato da bcenic

Precisazione

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
dnmeza

curiosità : plastica ? temperature ? perchè no su ogni cilindro come sempre accade, vuoi aumentare la portata del carburante iniettato in aspirazione ?

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

Registrati o accedi per inserire messaggi

Devi essere un utente registrato per lasciare un messaggio. La registrazione è GRATUITA.

Crea un account

Iscriviti alla nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Connettiti

Hai già un account? Connettiti qui

Connettiti adesso

×