Jump to content
PLC Forum


Sign in to follow this  
giocom

Interruttori Zeus Rapizzi

Recommended Posts

giocom

Salve, disturbo la vostra quiete sperando nella vostra buona volontà nel rispondere al mio “appello”. Essendo certo della vostra vasta esperienza e, data la mia età troppo giovane, vorrei chiedervi quanti di voi ricordato la mitica azienda italiana Zeus della famiglia Rapizzi, che produceva interruttori da favola, come la prima valvola magnetica, fino a 300v se non sbaglio. Vorrei inoltre chiedervi come erano fatte queste meraviglie e come funzionava un interruttore magnetico (scrivendo così si trova molto ma molto poco). 

Vorrei anche far luce sui famosi “fusibili a filo” che si andavano ad inserire in appositi interruttori, ma che stranamente non fondevano. Proprio ieri dopo tante ricerche ho avuto l’onore di parlare con il Pronipote del signor Gaetano, grande uomo da ammirare; con un po’ di informazioni, potrei “dissetare” la mia voglia di venire a conoscenza di questa parte di storia. 

Grazie per l’attenzione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

patatino59

Gli interruttori automatici Rapizzi, che ho avuto la fortuna di maneggiare in gioventù, erano una meraviglia di elettromeccanica, formati principalmente da una elettrocalamita in serie al carico, la quale, se percorsa da corrente eccessiva, sganciava il contatto dell'interruttore, alzandolo.

Per ripristinare l'alimentazione bisognava spegnere e riaccendere, liberando il blocco meccanico.

C'erano da uno a tre poli, e alcuni erano "rìtarati" in fabbrica con una goccia di stagno saldata tra due spire, allo scopo di aumentarne la portata massima.

Per quanto riguarda le scatole con fusibili a filo, bisogna considerare il materiale del filo che si andava a sostituire a quello saltato.

Normalmente un singolo filo di rame di un trefolo da 1,5 mmq porta anche 12 Ampere, e salta solo in presenza di un vero cortocircuito, mentre altri materiali permettono di abbassare il valore della corrente di fusione (piombo, alluminio, eccetera).

Dai anche un'occhiata al seguente link:

http://www.museolaluce.com/category/gaetano-rapizzi-pioniere-dellindustria-elettrica-primi-del-900/

 

Nella prima foto si intravede l'interno di un interruttore automatico bipolare con le bobine

Edited by patatino59

Share this post


Link to post
Share on other sites
giocom

Grazie mille, sei stato molto esaustivo. Mi chiedo, i trasformatori per campanello della Zeus di quegli, anni che spesso venivano montati insieme ai magnetici nei quadri in legno, come funzionavano avendo un uscita a 3 fili?

Share this post


Link to post
Share on other sites
luigi69

Adesso che ne parlate .. . Si il marchio Zeus    tipico degli interruttori "neri"  e dei trasformatori per campanelli

 

Ho ancora un paio di quegli interruttori , uno montato sul motore della "pialla" del nonno che faceva il falegname

Share this post


Link to post
Share on other sites
patatino59
2 ore fa, giocom scrisse:

i trasformatori per campanello della Zeus

I trasformatori avevano tre fili perchè dotati di due avvolgimenti in serie 4 + 8 Volt AC, totale 12 volt.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ilsolitario

Se ho tempo, domani sera vedo in ditta tra gli scatoloni se c'è qualche pezzo della zeus...  ( il mio titolare è un accumulatore compulsivo quando facciamo ristrutturazioni )

Share this post


Link to post
Share on other sites
giocom

Ho un campanello della Zeus, un interruttore tripolare e a breve ne comprerò altri 2 (tra cui uno magnetico), piacciono molto anche a me anche se sono molto rari, non posso dire lo stesso di quelli della bTicino che ne ho trovati anche nuovi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...