Jump to content
PLC Forum


pacitzu

Salvavita 40A da 10mA esiste?

Recommended Posts

pacitzu

Ho comprato un vasca idromassaggio da esterno con il riscaldatore elettrico Pahlen da 6kw.

Il mio è elettricista mi ha detto che è necessario per normativa un salvavita da 40A con una sensibilità di 10mA che però sembra che nessun azienda lo produca

Un salvavita da 40A e 30ma  esistono ma dice che sono meno sicuri.

Altrimenti è possibile secondo voi abbassare la potenza del riscaldatore?

La scheda tecnica si trova qui

https://www.pahlen.com/our-products/pool-heating/electric-heaters/aqua-compact/

 

Grazie per qualsiasi suggerimento.

Pacitzu

 

 

Edited by pacitzu

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nadine 82

per aiutarti magari serve fornire che contratto di energia si ha in uso

mi sembra che max assorbimento dovrebbe forse essere 26A se la tensione è la 230

 

comunque sensibilità 10mA mi sembra che di solito sono in tagli da 6-10-16A

Share this post


Link to post
Share on other sites
pacitzu

SI attualmente ho un contratto 6kw monofase 230v ed un impianto fotovoltaico da 6kw.

In effetti devo stare attento ad accendere il riscaldatore quando l'impianto fotovoltaico produce.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nadine 82

ah ecco cosi qualcuno può aiutarti meglio, non io però che non ho esperienza

ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites
Darlington
57 minuti fa, Nadine 82 scrisse:

per aiutarti magari serve fornire che contratto di energia si ha in uso

 

non c'entra niente, semmai bisogna vedere le prescrizioni che indica il produttore della vasca, molti elettricisti tendono ad inventarsi le norme... ho lavorato in un residence dove erano installate 30 Jacuzzi, una per ogni appartamento ed a memoria erano tutte protette da un differenziale da 30mA, quindi o hanno affidato l'impianto (di una struttura ricettiva quindi con presenza di pubblico) ad un cane incosciente o le prescrizioni del costruttore non imponevano il 10mA...

Share this post


Link to post
Share on other sites
soltec
5 minuti fa, Darlington scrisse:

semmai bisogna vedere le prescrizioni che indica il produttore della vasca, molti elettricisti tendono ad inventarsi le norme..

Condivido. Che io sappia le norme sono scritte. Basta farsi dare il riferimento e si verifica.

A me non risulta che sia obbligatorio il 10mA. Ma sempre pronto a ricredermi se lo vedo scritto...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nadine 82

 

quindi darlington, tu dici sia necessario un 10mA?

ma con quella corrente in gioco, non mi sembra che ci siano differenziali a 10ma

🙂

 

i costruttore del riscaldatore (come protezione linea) mi sembra che indica solo che il lavoro sia effettuato da un elettricista abilitato

quindi semmai è l'elettricista che protegge a dovere la linea

Edited by Nadine 82

Share this post


Link to post
Share on other sites
ivano65

il 10ma HA SENSO  per proteggere le parti  che sono prossime all'acqua , DOVE  e' possibile , anche se poco probabile ( le vasche idromassaggi  sono sottoposte a normative severe) vengano a formarsi dispersioni che coinvolgano le persone immerse. E' CONSIGLIATO  ma non obbligatorio.

a mio modesto parere ha piu' senso  metterlo sulla presa del lavandino in bagno dove il pericolo di caduta elettrodomestici e' sempre in agguato.

diventa un obbligo  talora il costruttore lo richieda , ma solitamente e' richiesto uno NON SUPERIORE  a 30ma.

un riscaldatore  di solito ha il corpo metallico , collegato a terra , QUINDI  va' bene un 30ma , anzi con un 10ma oltre che non aumentare nessuna sicurezza si rischiano a causa dell'umidita' inevitabilmente severa  inutili scatti intempestivi.quello in figura ha l'esterno in plastica , MA  almeno le resistenze hanno la corazza metallica collegata a terra, il corpo interno risulta essere in metallo ( tradurre le specifiche linkate)QUINDI  di' al tuo elettricista di non inventarsi favole. SE INSISTE  fatti mostrare le istruzioni di installazione DOVE  la ditta dichiara una simile  (assurda) richiesta.

 

Edited by ivano65

Share this post


Link to post
Share on other sites
max.bocca

Condivido in pieno che bisognerebbe mettere il differenziale da 10mA nella presa del lavandino dove si attacca phon, rasoio, spazzolino elettrico ecccc. 

Il riscaldatore esterno alla vasca è come se fosse un boiler o una pompa di calore !!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Darlington
5 ore fa, Nadine 82 scrisse:

quindi darlington, tu dici sia necessario un 10mA?

 

no, infatti ho detto l'esatto contrario... è obbligatorio se il costruttore lo richiede (e non è questo il caso), a livello di normative non mi risulta sia obbligatorio, ma anche io sono pronto a ricredermi in presenza di un riferimento normativo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nadine 82

poi se il costruttore avesse avuto l'esigenza di dover proteggere con un 10mA, immagino che l'avrebbe ben evidenziato nelle specifiche elettriche dell'impianto.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...