Jump to content
PLC Forum


Raffaele Varotti

Alimentarore per ampli Classe A con trafo switching a monte

Recommended Posts

Raffaele Varotti

Sì, lo sò: l'ennesimo che vuole riciclare gli switching degli alogeni di casa...dopo il cambio con i led...

Avrei da costruire questo alimentatore 220AC12Vx2 duale (foto sotto-devo farne 2, uno per canale), quindi e ho già preso i ponti, i condensatori giganti da 47000uF-25V e 50000uF-25V, che avevo lì... ecc. ecc...e mi mancano solo i trafo.
Però disporrei di qualche trasfo switching reduce dalla linea alogeni dismessa anni fa: sono dei 105W che assorbono solo 0,45A...SIURP ! Danno però 12V-AC in uscita.
Vorrei usarli al posto del duale (un duale per canale, quindi 2 switching per canale) e poi metterci dietro il ponte diodi, il filtraggio e il resto.
Si può fare o no ?

Come avrete capito, sono della peggiore specie di smanettoni: quelli che sanno poco e si vogliono inventare accrocchi strani coi rifiuti di casa... 🙂

Vi sarei veramento molto grato se mi poteste dare una mano, onde evitare di mandare a fuoco il condominio...

Grazie.

psx1-hir.gif

Edited by Raffaele Varotti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Livio Orsini
3 minuti fa, Raffaele Varotti scrisse:

vuole riciclare gli switching degli alogeni di casa.

 

Sono comunque inadatti per alimentare apparati audio. Gli SMPS, se non espressamente progettati allo scopo, danno troppo rumure per un apparato audio.

Anche usato come preregolatore è sempre fonte di disturbi che si irradiano.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Raffaele Varotti

Sì, capisco, ma note case produttrici di ampli in classe T (D della Tripath) li vendono per alimentare i loro scatolini...e senza tutto il filtraggio di quello schema.
Io stesso, tempo fa costuii un ampli in classe A e ci misi due di quelli: erano due alimentatori da notebook della Compaq...e andavano benone: nessun rumore.
Qui, però, il filtraggio verrebbe aggiunto a due trasfo che danno alternata e che si dovrebbero ritrovare a collaborare in duale...
Il dubbio è : salta tutto o no ?
 

Edited by Raffaele Varotti

Share this post


Link to post
Share on other sites
tesla88

Lascia perdere, te lo dice uno che di ampli ne ripara e ne costruisce da quando aveva 14 anni...

 

Gli alimentatori switching di per se non sono troppo male, ma gli alimentatori della alogene sono ridotti all'osso, per altro quelli vecchio stampo che escono in AC devono avere un carico minimo per funzionare, e sono rumorosi ...

 

Insomma, vuoi un ampli in classe A e poi ci metti un bidone di alimentatore? 

 

Comunque con un trasformatore 9VAC la vedo dura avere 12VDC a carico...e per quanto so essere un buon progetto, a me vedere 4 x 47.000uF per qualche amper mi lascia perplesso. Lo so serve poco ripple perché PSRR è basso, ma un CLC avrebbe avuto più senso che un CRC...

 

Curiosità, che sensibilità hanno i tuoi diffusori ?  

Share this post


Link to post
Share on other sites
Raffaele Varotti
17 minuti fa, tesla88 scrisse:

Lascia perdere, te lo dice uno che di ampli ne ripara e ne costruisce da quando aveva 14 anni...

 

Gli alimentatori switching di per se non sono troppo male, ma gli alimentatori della alogene sono ridotti all'osso, per altro quelli vecchio stampo che escono in AC devono avere un carico minimo per funzionare, e sono rumorosi ...

 

Insomma, vuoi un ampli in classe A e poi ci metti un bidone di alimentatore? 

 

Comunque con un trasformatore 9VAC la vedo dura avere 12VDC a carico...e per quanto so essere un buon progetto, a me vedere 4 x 47.000uF per qualche amper mi lascia perplesso. Lo so serve poco ripple perché PSRR è basso, ma un CLC avrebbe avuto più senso che un CRC...

 

Curiosità, che sensibilità hanno i tuoi diffusori ?  

Le casse hanno 87 db.
Sì, avevo pensato anch'io che l'innesco ad un amperaggio minimo potesse essere un altro problema.
No, l'ampli deve dare 12V in uscita e i 9V sono la tensione dei duali in entrata. In effetti, vedo dai vari schemi che la tensione di uscita, in questi casi è circa il 40% superiore a quella in entrata. Non ho capito perchè...
OK, mi sta bene che la progettazione dei trasfo per led sia inadatta a prescindere dallo switching...
Ma allora, avrei quei due trasfo dei Compaq di cui sopra, con uscita a 19V...continui...e 3.16A, ciascuno.
Da lì, c'è modo di fare il filtraggio di cui sopra ?
In questo caso, però, avendo dei cap da 25V, dovrei abbassare la tensione prima di entrarci..

Edited by Raffaele Varotti

Share this post


Link to post
Share on other sites
tesla88
Quote

Le casse hanno 87 db.

Poco, molto poco, con soli 8 W servono diffusori molto efficienti ...

Quote

l'ampli deve dare 12V in uscita e i 9V sono la tensione dei duali in entrata

NO. L'alimentatore deve fornire 12V duali. La tensione in uscita dell'ampli sarà circa 8VAC che ha 8 Ohm sono 8W 

Per alimentare un ampli in duale a 12V serve un trasformatore con doppio secondario o secondario a presa centrale, la tensione Vdc = Vac*1.414 da cui va sottratta la caduta di tensione dei diodi. Quindi generalmente Vdc=(Vac*1.414) - 1.4 

Quindi a occhio con un trasformatore da 9Vac duali ti trovi circa 11Vdc duali in uscita...

Quote

Ma allora, avrei quei due trasfo dei Compaq di cui sopra, con uscita a 19V...continui...e 3.16A, ciascuno.

Se per qualsiasi motivo uno dei 2 alimentatori va in blocco ti ritrovi con solo un ramo di alimentazione che probabilmente si riversa sul carico e ti brucia gli altoparlanti. 

 

Per me in questi casi nulla batte un normalissimo trasformatore 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
21 minuti fa, tesla88 scrisse:

Per me in questi casi nulla batte un normalissimo trasformatore 

 

:thumb_yello:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Darlington
il 13/5/2019 at 11:10 , Livio Orsini scrisse:

Sono comunque inadatti per alimentare apparati audio

 

E non solo; quelli per le lampade di solito non hanno neanche l'uscita filtrata e regolata, spesso le lampade vengono alimentate con uscita diretta ad alta frequenza, tanto non fanno caso alla forma d'onda e ci si risparmia un diodo, ed il feedback è fornito da un avvolgimento a parte.

 

Spesso non partono neanche in assenza di un carico minimo.

 

Insomma già c'è differenza tra switching "qualsiasi" e switching per applicazioni audio (molto più filtrati contro i disturbi), se parliamo di switching VS. switching per lampade alogene c'è proprio un abisso.

Edited by Darlington

Share this post


Link to post
Share on other sites
Raffaele Varotti
il 13/5/2019 at 16:19 , tesla88 scrisse:

Poco, molto poco, con soli 8 W servono diffusori molto efficienti ...

NO. L'alimentatore deve fornire 12V duali. La tensione in uscita dell'ampli sarà circa 8VAC che ha 8 Ohm sono 8W 

Per alimentare un ampli in duale a 12V serve un trasformatore con doppio secondario o secondario a presa centrale, la tensione Vdc = Vac*1.414 da cui va sottratta la caduta di tensione dei diodi. Quindi generalmente Vdc=(Vac*1.414) - 1.4 

Quindi a occhio con un trasformatore da 9Vac duali ti trovi circa 11Vdc duali in uscita...

Se per qualsiasi motivo uno dei 2 alimentatori va in blocco ti ritrovi con solo un ramo di alimentazione che probabilmente si riversa sul carico e ti brucia gli altoparlanti. 

 

Per me in questi casi nulla batte un normalissimo trasformatore 

E va bene...pignoli !  🙂
Un toroidale da 12 V duale da 160 VA per canale o un 300 VA 12V da mettere in para
llelo tra i due canali ? 
Poi me la gioco con la resistenza in serie che sta nel circuito...o no ?
Le casse se la cavano benone col T-AMP (10Watts/8Ohm) e con un 12 Watts valvolare single-ended suo collega...

http://web.tiscali.it/royaldevice/aliante/iperspa.htm
P.S tiro a indovinare, perchè il simulatore digitale non ne vuole sapere...
Grazie1000 per tutte le risposte 🙂

Edited by Raffaele Varotti

Share this post


Link to post
Share on other sites
Raffaele Varotti
il 13/5/2019 at 16:19 , tesla88 scrisse:

Po, molto poco, con soli 8 W servono diffusori molto efficienti ...

NO. L'alimentatore deve fornire 12V duali. La tensione in uscita dell'ampli sarà circa 8VAC che ha 8 Ohm sono 8W 

Per alimentare un ampli in duale a 12V serve un trasformatore con doppio secondario o secondario a presa centrale, la tensione Vdc = Vac*1.414 da cui va sottratta la caduta di tensione dei diodi. Quindi generalmente Vdc=(Vac*1.414) - 1.4 

Quindi a occhio con un trasformatore da 9Vac duali ti trovi circa 11Vdc duali in uscita...

Se per qualsiasi motivo uno dei 2 alimentatori va in blocco ti ritrovi con solo un ramo di alimentazione che probabilmente si riversa sul carico e ti brucia gli altoparlanti. 

 

Per me in questi casi nulla batte un normalissimo trasformatore 

Ho tolto la resistenza che non so a che servisse. Fatto Male ? Mi sembra pulito. eh ? 
🙂

export.png

Edited by Raffaele Varotti

Share this post


Link to post
Share on other sites
Raffaele Varotti

Anche meglio, finito 1 canale, 1 duale...

15 minuti fa, Raffaele Varotti scrisse:

 

 

Edited by Raffaele Varotti

Share this post


Link to post
Share on other sites
dott.cicala

Simulazione affidabilissima!

Pensi di realizzarlo con i condensatori al contrario? :superlol:

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabri-z

Avevi presentato tu una simulazione con un piccolo BJT che dissipava tantissimi W. E non " bolliva"......

Mi domando una cosa, di che tipo saranno i diodi impiegati ? 

Edited by gabri-z

Share this post


Link to post
Share on other sites
Raffaele Varotti
1 ora fa, dott.cicala scrisse:

Simulazione affidabilissima!

Pensi di realizzarlo con i condensatori al contrario? :superlol:

Mhà, lo schema è fatto su Qucs, che è un simulatore digitale...lui dice che funzia. Io non lo so, perchè come vi è chiaro, in elettronica non sono un asso.
Ho fatto la versione duale...

export.png

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabri-z

Prova fare una simulazione della corrente in uno dei diodi ..

Share this post


Link to post
Share on other sites
dott.cicala

Per usare correttamente i simulatori bisogna conoscere l'elettronica, altrimenti sei costretto a prendere per buone anche le boiate.

 

Ne sottolineo solo una, perché l'altra fuma e basta, questa invece fa la botta:

 

I condensatori elettrolitici sono disegnati con polarità invertitaaaaaaaa :wallbash:

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabri-z
21 minuti fa, dott.cicala scrisse:

I condensatori elettrolitici sono disegnati con polarità invertitaaaaaaaa

 

Credo che sia sfuggito solo a lui cosa intendevi dire ...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Raffaele Varotti

Grazie. Il vostro parere è vitale ed è anche un piacere, perchè mi sento ignorante e se mi sento così, vuol dire che sto imparando qualcosa...
Questo va meglio ?

 

export.png

Share this post


Link to post
Share on other sites
dott.cicala

Riprova, sarai più fortunato

image.png.d6f10f9b64c2981978899ca86793e605.png 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Raffaele Varotti
13 minuti fa, dott.cicala scrisse:

Riprova, sarai più fortunato

image.png.d6f10f9b64c2981978899ca86793e605.png 

Grazie 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
Raffaele Varotti

Devo aver cannato qualcosa...

 

export.png

Edited by Raffaele Varotti

Share this post


Link to post
Share on other sites
dott.cicala

 

26 minuti fa, Raffaele Varotti scrisse:

Devo aver cannato qualcosa...

forse nella lettura della notazione esponenziale?  :whistling:

 

-2e-13  significa   -0,0000000000002

-4e-13 significa    -0,0000000000004

Share this post


Link to post
Share on other sites
Raffaele Varotti

Dovrei averla azzeccata...volevo togliere le resistenze e semplificare lo schema dell'originale...
Ho quindi rimesso il secondo ponte di diodi e voilà...!

Che ne dite ? Un dubbio: ma può essere così tanto pulito, il segnale ?

export.png

Edited by Raffaele Varotti

Share this post


Link to post
Share on other sites
Raffaele Varotti

mmm forse così è meglio...ma non riesco a misurare la corrente... 😐

export.png

Edited by Raffaele Varotti

Share this post


Link to post
Share on other sites
patatino59

L'ultimo schema ha i diodi messi a casaccio e il simulatore dovrebbe fargli fare una bella fumata...

Butta il simulatore e adotta lo schema corretto di Dott.Cicala !!!

4 diodi e 2 elettrolitici sono tutto quello che serve per alimentare un amplificatore, inoltre un carico di 10000 Ohm con 100000 uF è inesistente per la verifica dei transitori  !

Dovresti provare almeno con 22 Ohm

 

Edited by patatino59

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...