Jump to content
PLC Forum


Recommended Posts

gasterx

buongiorno a tutti,

volevo chiedervi un'informazione riguardo all'installazione di un secondo salvavita in cantina.

io ho la linea collegata al salvavita di casa e quindi quando in cantina c'è una dispersione mi salta quello di casa, così ho pensato di installarne uno in cantina .

quello in casa è da 30mah , ne ho installato uno in cantina da 30 mah ma saltava sempre prima quello in casa , ne ho installato uno da 10 mah e continua a saltare quello in casa prima

la mia domanda è se devo prenderne uno con una curva di intervento piu rapido o devo fare altro

grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

luigi69
14 minuti fa, gasterx scrisse:

buongiorno

Ciao !

 

14 minuti fa, gasterx scrisse:

salvavita di casa

Interruttore magneto termico  differenziale

 

15 minuti fa, gasterx scrisse:

così ho pensato di installarne uno in cantina

Perché ?   Come hai avuto modo di vedere , il  problema si chiama coordinamento delle protezioni

 

16 minuti fa, gasterx scrisse:

curva di intervento piu rapido o devo fare altro

grazie.

Sembra una cosa semplice   ma non lo è

 

Secondo il mio parere , pensiamo a monte   perché ti scatta ?  Incantina puoi avere un guasto , ma così frequente da crearti problemi ?  Ti scatta la parte differenziale  o la parte magnetica ?

 

Le soluzioni sono differenziali selettivi , ma siccome sei derivato dal tuo appartamento , bisognerebbe ri verificare  la protezione delle linee

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
ROBY 73

Ciao gasterx,

dovresti dirci com'è il collegamento che parte dal contatore ENEL (o altro fornitore che sia), infatti dovrebbe esservi un differenziale (chiamato volgarmente salvavita), perché sinceramente non ho ben capito come sia la disposizione, inoltre dicci anche se sei in condominio o in una casa singola, o per lo meno correggimi se sbaglio:

- Contatore ENEL al piano terra del condominio da cui esce la linea che va al quadro elettrico in appartamento dove ci sono i 2 differenziali e quindi nello stesso quadro ci sono un differenziale che protegge l'intero impianto e un secondo che hai aggiunto collegato a valle dello stesso e protegge solo la cantina, giusto?

 

Se fosse così e se hai ancora spazio nel centralino (sarebbero meglio 2 moduli, ma se non è possibile potrebbe bastare anche un solo 1 modulo) dovresti installare un sezionatore o un magnetotermico generale quadro a cui collegherai i 2 differenziali a valle dello stesso lasciando quindi un differenziale solo per la cantina (anche se sarebbe d'obbligo o per lo meno preferibile un magnetortermico differenziale).

 

Comunque non è detto che anche se hai installato un differenziale da 10mA (solo per tua informazione, "milliAmpere" e NON "mah" con cui non si indicano nemmeno i "mili ampere ora", perché servirebbe la "A" maiuscola) debba intervenire prima questo, altrimenti dovresti installare un differenziale selettivo

Casomai posta le foto del quadro aperto e dei differenziali che hai collegato che vediamo anche le altre caratteristiche.

Share this post


Link to post
Share on other sites
gasterx

grazie per le risposte ,non si finisce mai di imparare.

sono in una casa singola ed io mi sono collegato direttamente alla linea prese di casa portando un cavo in cantina , la corrente non salta mai , solo che magari facendo qualche lavoretto su schede elettroniche potrebbe capitare che ci sia una dispersione o corto circuito, e preferivo avere un Interruttore magnetotermico differenziale in cantina così da poter evitare di far saltare quello al quadro in casa e di conseguenza la corrente agli elettrodomestici.

quindi lo schema sarebbe che la corrente va dal contatore all'Interruttore magnetotermico differenziale della casa e a valle di quello ci sarebbe questo magnetotermico che va installato in cantina.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ROBY 73
1 ora fa, gasterx scrisse:

sono in una casa singola ed io mi sono collegato direttamente alla linea prese di casa portando un cavo in cantina

Questo non ha senso, anche perché sembra che i 2 differenziali siano dello stesso tipo e probabilmente "AC" e anche se interviene il solo 10mA è perché l'eventuale dispersione è subito superiore a tale soglia, e magari sommata a delle piccole dispersioni esistenti e impercettibili nel resto dell'impianto e nello specifico la linea prese, provocano anche l'intervento del 30mA.

 

1 ora fa, gasterx scrisse:

quindi lo schema sarebbe che la corrente va dal contatore all'Interruttore magnetotermico differenziale della casa e a valle di quello ci sarebbe questo magnetotermico che va installato in cantina.

Diciamo "sni", l'ideale sarebbe questo:

969890305_INterruttoriQuadroElettrico.thumb.jpg.676a97aa8bdd7e3d1e4eecdd7d362321.jpg

e poi via via con le altre varie linee con altri magnetotermici / differenziali, (clicca sopra l'immagine un paio di volte per ingrandirla, si apre in un'altra finestra del monitor)

Naturalmente prima ci sono anche le caratteristiche degli interruttori stessi da stabilire, ripeto, se puoi posta le foto dei tuoi.

Edited by ROBY 73

Share this post


Link to post
Share on other sites
gasterx

buonasera ho provato a fare anche io uno schemino del mio impianto elettrico cosi è più chiaro.

ho dovuto attare l'impianto sulla linea forza per problemi dovuti al passaggio cavi nei corrugati.

nella foto l'ultimo magnetotermico differenziale l'ho lasciato vuoto perchè non so quale mettere, spero si capisca.schema.thumb.jpg.66c11281ae715e61e1b004461bbc730c.jpg

Edited by gasterx

Share this post


Link to post
Share on other sites
DavideDaSerra

Potresti operare una riorganizzazione nel quadro di casa:

metti un MT C25 come generale impianto da cui derivi due linee:

una che va a monte dell'attuale generale di casa e la seconda che va in un nuovo MT C16 che alimenterà la cantina. A questo punto in cantina metterai un differenziale puro (o un MTD) C16 30mA.

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
gasterx

si anche io avevo pensato ad una eventuale riorganizzazione del quadro di casa però non ho proprio piu spazio nei corrugati esistenti per far passare una nuova linea.

proprio per questa problematica mi era sorto il quesito si mettere un magnetotermico differenziale a valle.

quindi proprio non c'è altra soluzione se non quella di creare un'altra linea a monte?

Share this post


Link to post
Share on other sites
ROBY 73
1 ora fa, gasterx scrisse:

quindi proprio non c'è altra soluzione se non quella di creare un'altra linea a monte?

Ripeto nuovamente, posta le foto del quadro elettrico aperto e chiuso (se le etichette con i nomi delle linee sono sui coperchi del quadro stesso) e dei differenziali che hai a disposizione che vediamo cosa si può e se si può fare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
gasterx

il quadro è cablato come la foto che ho postato i magnetotermici e i differenziali sono proprio quelli dello schema che ho fatto

Share this post


Link to post
Share on other sites
reka

il differenziale vicino al contatore è molto vicino? non è adatto perchè da 4500A.

 

 

non capisco, la linea che va in cantina è derivata dopo qualche presa o parte dirattamente dal centralino?

Share this post


Link to post
Share on other sites
gasterx

Si, il differenziale vicino al contatore è molto vicino (mezzo metro di cavo) 

 

La linea che va in cantina è derivata da una presa 

Share this post


Link to post
Share on other sites
hfdax
il 17/6/2019 at 15:41 , gasterx scrisse:

Nessuno sa aiutarmi?

La soluzione al tuo problema è collegare la linea che va alla cantina a monte del differenziale del centralino di casa anziché a valle. Così se hai un guasto all'impianto della cantina scatterà solo il differenziale della cantina. Questa soluzione (in termini normativi) è idonea solo se i conduttori che portano corrente alla cantina sono posati in una tubazione isolante (ad es, il normale corrugato in plastica) e priva di masse (parti metalliche non isolate).

Non vedo altre soluzioni.

Collegare due differenziali in cascata è sempre sbagliato a meno che quello a monte sia selettivo. Non puoi determinare in caso di guasto a valle di entrambi quale dei due scatta per primo.

 

PS: La stessa cosa vale per il differenziale del tuo centralino che si trova a valle di quello posto fuori casa. Se hai in casa una dispersione superiore ai 300mA può benissimo scattare quello esterno anziché quello interno.

Share this post


Link to post
Share on other sites
reka

il primo differenziale non è adatto, deve essere da 6000A.

 

per quanto riguarda la linea cantina, se non puoi ricablarla è inutile metterci qualsiasi cosa, è a tutti gli effetti parte della linea forza.

solo per comodità potresti mettere un sezionatore.

Share this post


Link to post
Share on other sites
hfdax

Devo aggiungere, dopo aver osservato meglio l'immagine che, facendo come ho suggerito la linea che va alla cantina risulterebbe protetta in corrente dal magnetotermico C25 posto all'esterno che dubito sia adeguato (troppo alto) perciò sarebbe opportuno aggiungerne uno C16 nel centralino che prenderà corrente a monte del differenziale e alimenterà la cantina.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...