Jump to content
PLC Forum


trady

Problema a impianto fotovoltaico con inizio di pioggia

Recommended Posts

trady

Ciao a tutti ho un problemino che di tanto in tanto si presenta con il mio impianto fotovoltaico 2,7kw senza batterie e senza scambio sul posto di cui sono molto soddisfatto per come funziona.Ha pero' questa anomalia ,In pratica appena c'è un inizio di pioggia come ieri ad esempio stacca il salvavita ,riacceso poi funziona tutto regolarmente o al massimo riscatta lo riaccendo e funziona bene .

Tutti i pannelli sono regolarmente collegati alla terra ,l'inverter stesso ha poi anche lui il collegamento di terra che ho testato ed è efficente . 

Il salvavita è posto ovviamente subito dopo il contatore enel come da sempre ,pensavo a scariche elettrostatiche ?o qualcosa di simile,ma se cosi fosse il collegamento della terra non dovrebbe neutralizzarle sul nascere? 

Share this post


Link to post
Share on other sites

walnut

ciao, dovresti dirci che tipo di differenziale è montato, oppure postare una foto. Inoltre avresti anche lo schema unifilare dell'impianto?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
trady

Il differenziale è un bticino 0,03  25 a ,segue un magnetotermico da 20 ampere ,quindi contatore enel ,salvavita e a 2 cm da questo il magnetotermico 

Share this post


Link to post
Share on other sites
walnut

se la linea del fotovoltaico va in parallelo con quella di alimentazione dell'abitazione puoi sostituire il differenziale da 0.03A con uno da 0.3A meglio se di tipo A

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lorenzo-53

Ma sempre e solo all'inizio della pioggia? anche di notte quando sono piu freddi?

Share this post


Link to post
Share on other sites
trady

 Walnut ,in pratica il mio inverter a parte l'ingresso in continua dei pannelli fotovoltaici  ,ha poi 1 ingresso 220 volt ed 1 uscita 220 volt . All'ingresso 220 volt è collegato la 220 volt proveniente dal salvavita ,all'uscita dell'inverter è collegata casa ,quindi direi di si .Vedo intanto di procurare un salvavita di questo tipo .

Avviene sempre e solo all'inizio pioggia ,lo uso da circa 3 mesi e l'ultima volta ho proprio pensato adesso stacca il salvavita appena inizia la pioggia in effetti poche gocce ed è intervenuto il salvavita.

Sono sicuro che non è dovuto ad esempio a ingresso acqua magari su qualche cavo o altro anche perchè l'acqua non c'è ,poche gocce non vanno da nessuna parte .di notte mai staccato ,anche se per ora freddo non ha mai fatto perchè ho l'impianto da circa 3 mesi   

Share this post


Link to post
Share on other sites
walnut

il differenziale da 300mA lo puoi usare SOLO SE  dal contatore del distributore hai una linea indipendente per il fotovoltaico ed una indipendente per l'abitazione. Per questo ti ho detto che sarebbe meglio avere lo schema unifilare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
trady

se dal contatore viene fuori una linea posso anche farne 10 linee indipendenti ma alla fine la linea è una sola una sorgente sola di 220 volt .per ora ho sostituito solo in salvavita con uno identico ma marca diversa vuoi mai che si risolve ...in attesa del prossimo temporale per capire .

Forse servivano linee indipendenti con vecchi inverter forse è questo il senso delle 2 linee ,forse gli inverter sono tutti uguali o forse no ma leggendo tempo fa che alcuni inserivano interruttori o temporizzatori mi fa pensare che le 2 linee diverse servono solo se si hanno inverter d'epoca vecchi ormai superati .

Sui nuovi come sul mio è l'inverter che fa da solo tutto ,se non c'è sole l'inverter fa passare la corrente 220 volt dell'enel ,se c'è sole ,l'inverter da solo commuta ed usa l'energia solare ,se invece c'è sole è produce ipotizziamo 2000 watt ,io inserisco un asciugacapelli da 2100 watt ,l'inverter mio usa i 2000 watt del sole e preleva solo 100 watt dalla rete cioè la differenza che serve .Se sono tutti cosi gli inverter allora non vedo che senso ha la doppia linea.  

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lorenzo-53

Se succede alle prime gocce quando sono caldi da qualche parte fa condensa e la prova è che a freddo non succede

Share this post


Link to post
Share on other sites
trady

non saprei penso di no perchè l'ultima volta lo ha fatto di mattina verso le 8 e a quell'ora sicuramente erano freddi ,e credo neanche funzionanti perchè a quell'ora come tensione il sistema segnala appena 120 volt e non 340 volt come da regime .adesso e nuvoloso ...

Share this post


Link to post
Share on other sites
walnut

solitamente gli inverter hanno bisogno di un differenziale meno sensibile dei cosiddetti "salvavita" che sono differenziali da 30mA, questo perchè hanno delle correnti di dispoerione che avvolte superano il limite dei 30mA e fanno scattare il differenziale. Ora, dato che nelle abitazioni risulta obbligatorio l'uso di un differenziale "salvavita" da 30mA, va da se che le due linee devono essere indipendenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elettroplc

Sostanzialmente, le guide tecniche sconsigliano di adottare un salvavita a monte di un inverter in scambio sul posto.

Nel tuo caso, il differenziale lo dovevo posare dopo alla sua uscita.

Se nel tuo caso hai un contatore ed una linea montante sopra i 3 metri che si inserisce in ingresso all'Inverter puoi posare in questa linea dopo il Gem un differenziale eventuale del tipo AC 0,3A S, ma lo puoi escludere.

Poi, a valle dell'inverter sul tuo impianto, quanti differenziali vuoi, tipo AC, A, F con id da 0,03A fino a 0,01A.

E' sovente trovare questi errori. 

In caso di pioggia ..l'inverter commuta la curva di rendimento tanto da causare delle armoniche o picchi di tensione, tali..da generare una dispersione capacitiva verso massa o terra.

Se posti una foto del cablaggio posso avere contezza di quello che ho esposto altrimenti non saprei.

 

Comunque, con i nuovi ed aggiornati F - ritardati a 10mSec ..si escudono interventi non previsti o accidentali per transienti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elettroplc

Dimenticavo, gli inverter eseguono anche il test di isolamento prima di attivarsi, per questo se vi è un banale differenziale a monte di essi ..può intervenire...in qualche caso ..si trova sempre il differenziale a monte dell'inverter...non consigliato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Semplice 1

Ciao trady

 

Spero che tu possa risolvere il tuo problema con il differenziale che ti è stato consigliato (300 mA).

---------------------------------------------------------------

 

Tu avevi presentato il tuo "problema" dicendo che : 

il 10/7/2019 at 09:53 , trady scrisse:

Ciao a tutti ho un problemino che di tanto in tanto si presenta con il mio impianto fotovoltaico 2,7kw senza batterie e senza scambio sul posto di cui sono molto soddisfatto per come funziona.

 

Dunque il tuo FV sarebbe catalogato teoricamente come "a Isola" e dichiarato alla "ENEA" per poter usufruire delle Detrazioni Fiscali (50% o altro), mentre sia ENEL che il GSE non ne sanno nulla.

 

Ora non vorrei crearti altri problemi ma, per quanto credo di saperne io, secondo ENEL, chi ha una Utenza alimentata dalla Linea (un Contatore ENEL in casa) non può installare nessun FV "a isola" sullo stesso Immobile servito.

 

Questo proprio perché, Loro, non ammettono la presenza di tali Impianti per il fatto che, come fa il tuo, tu ti connetti in solo prelievo e mantieni il tuo Inverter collegato in parallelo alla Rete quando il tuo FV risulta insufficiente alle necessità dell'Utenza.

 

Notizie precise in questo senso non posso ora fornirtene, ma mi ricordo di avere letto di questo argomento, in più occasioni, qua e la su vari Siti.

 

L'argomento e poco trattato perché internet risulta "colonizzato" dai venditori di Impianti (a isola, o Off Grid che dir si voglia) che naturalmente si guardano bene dal dirlo.

 

Forse tra i frequentatori del Sito c'è qualcuno che ha notizie più certe sull'argomento !

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
walnut

forse Trady voleva dire che l'impianto e' senza incentivo

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
trady

Sulle norme ero completamente sprovveduto tempo ma mi sono fatto poi una cultura forzatamente perchè ne ho sentite e lette di tutti i colori .anchio ne ho dette di tutti i colori ma quando si è inesperti succede .Ho fatto ed inviato la pratica regolarmente all'enea .L'impianto fotovoltaico è a norma e non è collegato a gse (NON C'è OBBLIGO DI VENDERE L'ENERGIA PRODOTTA) ma a parte questo ma sopratutto perchè di energia non me ne avanza ed il motivo è molto pratico ,il solare nominale mio 2700 watt in realtà a me da 2000 watt circa a volte 1900 watt disponibile .In casa c'è una media di consumo ovviamente discontinuo di 250 400 watt tra frigo americano ecc .Alle 10,45 in poi ho predisposto in automatico un temporizzatore che collega un riscaldatore elettrico di acqua sanitaria scollegandosi alle 13 quando siamo in casa quindi 1400 piu i famosi 300 400 watt  e l'energia non ne avanza per per fortuna per ora non ne serve altra .Dalle 13 in poi staccato l'acqua sanitaria gia calda i famosi 2kw vengono utilizzati per pilotare una cucina elettrica ad infrarosso che mai avevo utilizzato e che ho dagli anni 90 quindi tra cucina e climatizzatore a pompa l'energia solare è completamente utilizzata .Da questo punto in poi si va sempre o quasi di climatizzatore fino alle 18 piu tutti i servizi vari che servono comprese le lavatrici nelle ore centrali.Sono soddisfatto perchè ho trovato i modi per utilizzarla completamente.L'inverter ho dovuto posizionarlo a circa 10 metri dai pannelli ed in garage forse questo limita qualcosa in potenza ,ma rilevando comunque la tensione prodotta in uscita dalla stringa ho rilevato 350 volt  ,in garage in ingresso all'inverter ne rilevo circa 15 volt in meno 330..340 volt .Magari il piccolo vantaggio è che l'inverter sta in un posto fresco e magari dura di piu   

 

Se nel tuo caso hai un contatore ed una linea montante sopra i 3 metri che si inserisce in ingresso all'Inverter puoi posare in questa linea dopo il Gem un differenziale eventuale del tipo AC 0,3A S, ma lo puoi escludere.

 Sopra i 3 metri non ho capito cosa si intende ,comunque come ho scritto non ho gse e quindi il salvavita devo per forza tenerlo .

Il problema dell'inverter in rete non si pone perchè l'energia non torna indietro su questo inverter ,ma entra solamente ed esce in una sua specifica uscita .

   

Share this post


Link to post
Share on other sites
Semplice 1

Ciao trady walnut

 

il 11/7/2019 at 09:15 , trady scrisse:

Avviene sempre e solo all'inizio pioggia ,lo uso da circa 3 mesi e l'ultima volta ho proprio pensato adesso stacca il salvavita appena inizia la pioggia in effetti poche gocce ed è intervenuto il salvavita.

 

Dunque era chiaro che non esistevano "incentivi" (scomparsi dal 2013 con la fine del 5° Conto Energia) ma solo "Detrazioni Fiscali" da mettere in dichiarazione IRPEF (da qui la necessità di dichiarare l'impianto, come minimo, ad ENEA).

 

Ho letto con attenzione tutta la descrizione dell'ottimo uso che riesci a fare del tuo Impianto (ma questo certamente solo nei mesi "buoni", poi ci sono gli altri mesi.....) e praticamente ne deduco che ti stai divertendo a "dirigere" un piccola Impresa Fotovoltaica.

 

Comunque, se esiste veramente il problema che ti ho segnalato, non dipende dal fatto che tu, con il tuo Inverter, conferisca o meno Energia alla Rete.

 

Se il tuo Inverter, per poter funzionare, deve essere collegato alla Rete (perché la Frequenza di Rete gli serve da "pilota" e senza questo collegamento il tuo Inverter non sarebbe in grado di funzionare) allora. per ENEL, tu  sei collegato alla Rete e tanto basta.

 

Questo fatto è fondamentale (se loro se ne accorgessero per qualche motivo), per importi il distacco dell'Impianto e magari comminarti una multa.

 

Poi, se tu ti opponi, loro hanno i mezzi di ricatto del tipo : Se no lo fai allora ti riduciamo al minimo di legge la taratura di "sgancio" del tuo Contatore (credo sia 1,0 kW).

 

Comunque questo solo per precisare il contesto, e ritornando a dire che io non dispongo di precise notizie promananti da ENEL .

 

Io, al posto tuo, porrei la domanda (in senso generico come prospettazione di una tipologia di impianto della quale hai sentito parlare) direttamente a ENEL.

Se vai sul loro Sito puoi trovare i canali di contatto per presentare il quesito scritto. Penso sia del tutto inutile fare telefonate ai loro Numeri Verdi......

 

Mi era già da tempo venuta l'idea di farlo io per avere una risposta "ufficiale".

Magari lo faccio uno di questi giorni, poi vediamo la loro risposta.............

Share this post


Link to post
Share on other sites
trady

Oggi stranamente ha piovuto e per ora non si è verificato il problema ,finora ho solo sostituito il salvavita con uno usato che avevo identico in caratteristiche ma marca diversa,vedremo...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...