Jump to content
PLC Forum


mikx

Dimensionamento cavo elettrico 100metri

Recommended Posts

mikx

Devo farmi una prolunga da esterno di 100metri per alimentare una caldaia scaldamassetto portatile. A pieno regime consuma max 3000watt. Dovrebbe funzionare senza stop per 10 giorni, non a pieno regime chiaramente. Volevo chiedervi che cavo prendere e di che sezione. Diametro esterno del rivestimento? Pensavo ad un 3g x 4mmq però non vorrei prenderlo da esterno con spessori di rivestimento troppo grossi, altrimenti poi passati questi 10gg non riesco più riutilizzarlo per altri scopi, oppure fare delle prolunghe più corte, dato il consistente diametro. Cosa mi consigliate?

Share this post


Link to post
Share on other sites

luigi69

Ciao

 

Se lo usi in cantiere , dovrai prendere un cavo come il neoprene , H07 R N 

Non puoi usare un classico fror

E Sicuramente io lo preparerei in spezzoni da massimo 20 metri   sia per il peso da movimentare , sia per altri usi  

 

Calcolando una caduta di tensione di 15 volt    circa il 5 per cento , il 4 dovrebbe essere ok

 

Ci va un po' di praticità nel cablaggio delle spine cee   perché più che altro , come era la tua preoccupazione , il diametro esterno dell isolante non è indifferente

 

Preparati anche ad affrontare una spesa non indifferente , credo supererai i 200 euro   

Edited by luigi69

Share this post


Link to post
Share on other sites
Errevi76

Scusa ma sono 3000watt.... con quella distanza non penso che la sezione sia adeguata 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
desperado74
17 hours ago, luigi69 said:

 

 

Se lo usi in cantiere , dovrai prendere un cavo come il neoprene , H07 R N 

Non puoi usare un classico fror

 

Perche'?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elettroplc

For in cantiere sono per posa momentanea, in certi casi.ma e non utilizzato. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
desperado74
3 hours ago, Elettroplc said:

For in cantiere sono per posa momentanea, in certi casi.ma e non utilizzato. 

L'uso del FROR in cantiere, per posa mobile,all'interno non mi risulta sia proscritta. Che poi H07RN-F e H07BQ-F per caratteristiche costruttive siano più indicati (per posa mobile) non c'è dubbio  Nel caso di @mikx si tratta di realizzare un impianto elettrico temporaneo che convive provvisoriamente con un impianto elettrico utilizzatore permanente (per 10 giorni). Dovendo alimentare un solo apparecchio utilizzatore può omettere l' Uso di un quadro ASC (che sarebbe diversamente necessario).

per la sezione invece è idonea 3G6.

 

 

 

Edited by desperado74

Share this post


Link to post
Share on other sites
mikx

si esatto mi serve solo pochi giorni per far funzionare la caldaia elettrica scaldamassetti ( è una resistenza semplice che scalda l'acqua per shock termico al massetto), i 3000watt non sono costanti, raggiunta la temperatura dell'acqua nell'impianto a pavimento può anche spegnersi, quindi anche se ci fosse una perdita durante il tragitto penso non se ne accorga nemmeno. 

 

il filo viaggia in esterna sopra un marciapiede privato per circa 80-100metri max), non ci passerà sopra nessuno diciamo. 

 

vorrei evitare di comprare un filo troppo grosso, altrimenti poi mi resterebbe nel groppone e non riuscirei più a sfruttarlo in altre occasioni. anche semplicemente creare delle prolunghe più corte.

 

cosa dite che materiale potrei prendere e quanto mi costerà?

Edited by mikx

Share this post


Link to post
Share on other sites
desperado74

Il fror costa molto meno dell' h07rn-f ma è comunque adatto all'uso che devi farne. 

Se poi in futuro userai il cavo molto all'esterno e a temperature basse sicuramente è meglio H07 (il fror a basse temperature si irrigidisce e con il tempo si creano fessurazioni)

Comunque fai due preventivi e poi decidi.

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
mikx

Come diametro esterno del cavo tripolare di uno rispetto all'altro come siamo?

Share this post


Link to post
Share on other sites
leleviola

se consideri di poterlo riutilizzare in futuro prendi il neoprene, il risparmiare ora ti porterà a buttar via il cavo tra poco perchè il neoprene ti durerà, l'altro da posa semplice stando all'aperto a breve ti si rovinerà l'isolamento stando all'aperto o anche all'acqua, poi per una questione d'isolamento attuale e futuro il neoprene è una garanzia anche di robustezza. Per la questione sezione il 4mm è sufficiente visto l'uso provvisorio, quello  che eviterei è lo spezzettamento del cavo e l'uso di spine e prese intermedie, queste si che potrebbero essere fonte di problemi di eventuale surriscaldamento, quello che devi sapere che le spine sono garantite per uso continuo alla corrente nominale per un uso continuativo di 6h (6 ore), perciò potrebbero essere fonte di problemi per surriscaldamento e non credere che sia piuttosto improbabile, un collegamento diretto è sicuramente migliore.

3000W a 230V sono meno di 15A, considerando una portata normale di 4A/mm2 non ci dovrebbero essere problemi di surriscaldamento, l'unico leggero problema che potresti avere è una leggera caduta di tensione che calcolata con  la legge di Ohm potrà arrivare poco più di 13Volt (0,0178Ohm/mm2 X 200mt / 4mm2 X 15A) visto che il carico solamento Ohmico non crearà eccessive cadute

Share this post


Link to post
Share on other sites
click0

ma la corrente in cantiere?

Share this post


Link to post
Share on other sites
mikx

https://www.klikitalia.com/prezzo/01586761007/4876/Cavi_Al_metro_cavo_neoprene_h07rnf_3gx4_3_conduttori.html

 

ho trovato questo 1.5euro al metro. non male.

 

la corrente in cantiere non c'è. purtroppo l'impresa ha finito e ha tirato via il contatore di cantiere. tutti i lavori sono finito, prima della posa del parquet è obbligo fare lo schock termico del massetto. 

 

purtroppo poi enel non può mettermi contatore residenziale finchè non ho l'abitabilità. quindi devo arrangiami in qualche altro modo con la corrente

Share this post


Link to post
Share on other sites
desperado74

per rientrare nei limiti della CdT dovrebbe essere 3G6.

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Maurizio Colombi

Se devi fare lo shock termico al massetto, avrai un riscaldamento a pavimento.

Se hai un riscaldamento a pavimento ti occorrerà l'acqua a una quarantina di gradi, sei sicuro che sia 3kW?

Share this post


Link to post
Share on other sites
mikx

Si si certo. La caldaietta portatile è tarata per essere utilizzata in abitazione con contatore standard da 3kw. L'ho già usata.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Roberto Garoscio
1 ora fa, leleviola ha scritto:

le spine sono garantite per uso continuo alla corrente nominale per un uso continuativo di 6h (6 ore)

Dove lo hai letto?

Share this post


Link to post
Share on other sites
max.bocca

Mi sa che qualcuno ha scambiato la posizione del polo di terra per le prese a spina CEE con  tensione 230

V MF/400V 3f o 3f.

Una quarantina d'anni fa appena uscite me lo avevano detto anche a me che intendevano la durata in h di servizio continuo.

Un agente palazzoli consigliava per utilizzo H24 di calcolare 80% della corrente nominale.

Noi le usavano su trasmettitori FM e TV con consumo costante H24 con quel margine di sicurezza.

 

Comunque ci sono dei service che ti noleggiano cavi, FG,FS, RN-F ecc.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Roberto Garoscio
13 minuti fa, max.bocca ha scritto:

Mi sa che qualcuno ha scambiato la posizione del polo di terra per le prese a spina CEE con  tensione 230

V MF/400V 3f o 3f.

Mi sa anche me!😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
desperado74
12 hours ago, leleviola said:

quello che devi sapere che le spine sono garantite per uso continuo alla corrente nominale per un uso continuativo di 6h (6 ore), perciò potrebbero essere fonte di problemi per surriscaldamento e non credere che sia piuttosto improbabile, un collegamento diretto è sicuramente migliore.

Mi risulta, magari sbagliero, che la corrente nominale di una spina è la corrente che il dispositivo può portare in servizio ininterrotto.

Poi riguardo ai Servizi Nominali conosco : Servizio di 8 ore, servizio ininterrotto, servizio intermittente periodico o servizio intermittente (i quali sono suddivisi in classi in funzione del numero di cicli/ora), ma non conosco il servizio di 6 ore.

Edited by desperado74

Share this post


Link to post
Share on other sites
Roberto Garoscio

Infatti, l’indicazione 6h sulle spine/prese indica che il polo di terra è collocato a ore 6, cioè al centro della metà inferiore come nel quadrante dell’orologio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
desperado74
2 hours ago, Roberto Garoscio said:

Infatti, l’indicazione 6h sulle spine/prese indica che il polo di terra è collocato a ore 6, cioè al centro della metà inferiore come nel quadrante dell’orologio.

:thumb_yello:

Share this post


Link to post
Share on other sites
hfdax
10 ore fa, desperado74 ha scritto:

Mi risulta, magari sbagliero, che la corrente nominale di una spina è la corrente che il dispositivo può portare in servizio ininterrotto.

Non  sbagli, per le spine  / prese CEE è così.

Edited by hfdax

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...