Jump to content
PLC Forum


gtsolid

Funzionamento di una valvola

Recommended Posts

gtsolid

Ciao a tutti,

sto studiando una proporzionale riduttrice di pressione: https://dc-us.resource.bosch.com/media/us/products_13/product_groups_1/industrial_hydraulics_5/pdfs_4/re29195.pdf

A pagina 7 ci sono dei componenti che non conosco: la parte di logica, il quadrato con le lettere "U-S" in basso il PID e l'amplificatore differenziale.

Presi singolarmente so cosa significano, ma non capisco come funzionino tra di loro.

Io impongo una tensione tra i pin D-E, viene amplificata (perche'?) e poi viene maneggiata matematicamente in un'operazione. Penso arrivi un input dal pilotaggio.

A quel punto come viene regolata la forza da conferire al solenoide? c'e' un simbolo, quello a dx del PID che non conosco

Link to comment
Share on other sites


luigi69

Vediamo se un moderatore ritiene piu consona la sezione oleodinamica

Ma logicamente in controllo e regolazione il discorso è centrato 

Ci vuole un po di tempo per spiegartelo , nel senso , non che io sia un professore, ma sarebbe davvero lungo , provo a darti un accenno , volentieri con piu calma riscriverò

 

Proportional pressure reducing valve, pilot operated, with on-board electronics (OBE) and position feedback

 

Valvola riduttrice di pressione proporzionale , con elettronica integrata e ritorno in feed back della posizione

 

Fornendo una pressioni in ingresso , che a seconda del modello varia fra massimo 75, 175 e 310 bar , lei si comporta come una riduttrice pilotata , cioè fornendo a lei un segnale in tensione  0-10 V  o  corrente 4-20 mA , lei pilota lo spillo  interno , facendolo oscillare velocemente , fino a ridurre la pressione in uscita , nel modo piu lineare possibile .

esempio  il modello 75 bar , se lo piloti a 10 Volt in uscita avrai poco meno di 75 bar  ( un minimo di delta P dovuto alle cadute di pressione interne  )

se lo piloti a 5 volt , otterrai metà pressione circa  ( un minimo di delta P e un po di correzione della linearità della curva di lavoro .

 il feedback serve a correggere internamente il pilotaggio, nel caso lo spillo andasse in deriva o non rispondesse secondo un parametro impostato , esempio olio freddo o variazioni di viscosità

Al fondo del data sheet vedi come la valvola, direi di buona qualità , in 50 ms reagisce ad un cambiamento repentino del comando  ( valvole di pessima qualità ti rispondono con almeno 10 volte tanto di tempo )

 

Il collegamento idraulico , come una classica valvola luce 6 , prevede l'ingresso in P , l'uscita della pressione che cambia in A, B tappato , e logicamente il foro T  Tank  come "scarico" e drenaggio al variare della pressione

 

un LVDT fa il riferimento interno e ti "risponde" con quello che è la posizione dello spillo , quindi di come sta lavorando

 

1 ora fa, gtsolid ha scritto:

Io impongo una tensione tra i pin D-E, viene amplificata (perche'?)

 

perchè lo 0-10 che imponi arriverà da un PLc o da un circuito elettronico di logica, mentre per pilotare la bobina , ti serve un 24 Vdc con circa 2 A  ( 40 VA )

La bobina è normale che scaldi , viene pilotata in frequenza

 

La bontà di quesrto tipo di valvole, sta nella linearità della loro regolazione, e nella partenza della curva, realmente da 0   in teoria....

 

una buona valvola   fa   0..010%   20%...30%

una pessima  magari tiparte dal 20...30...poi prosegue  40...45....50..poi salta a 70....  intendo linearità

Quella di cui hai messo il data sheet, a listino , potrebbe anche costar eintorni ai 500 euro

 

 

Edited by luigi69
Link to comment
Share on other sites

rguaresc
1 hour ago, gtsolid said:

"U-S"

U\S è un potenziometro di risposta. U = tensione 

 

1 hour ago, gtsolid said:

tensione tra i pin D-E, viene amplificata (perche'?)

Viene amplificata la diffrenza tra la tensione D-E (comando di posizione) e ka tensione di risposta. Questa dufferenza è l'errore di posizione.

Viene amplificata + o - fino a portare l valvola nella posizione che corrisponde al comando

1 hour ago, gtsolid said:

simbolo, quello a dx del PID

Secondo me uole rappresentare un comando a semiconduttore con uscita bipolare

Link to comment
Share on other sites

gtsolid
10 ore fa, luigi69 ha scritto:

Fornendo una pressioni in ingresso , che a seconda del modello varia fra massimo 75, 175 e 310 bar , lei si comporta come una riduttrice pilotata , cioè fornendo a lei un segnale in tensione  0-10 V  o  corrente 4-20 mA , lei pilota lo spillo  interno , facendolo oscillare velocemente,....

La bobina è normale che scaldi , viene pilotata in frequenza

Ciao! Vedo che usi termini relativi ad uno spillo oscillante. Io penso che partisse da una posizione, traslasse a quella dopo e si fermasse li'.

Invece va continuamente avanti e indietro?

Link to comment
Share on other sites

luigi69

Si  la velocita con cui si sposta,  e l entità dello spostamento determinano il valore della pressione in uscita 

 

In più questa valvola è  servopilotata

Nella sezione vedi a sinistra il LVDT di posizione , nel centro sinistra la sezione della bobina elettrica , a destra il vero e proprio cassetto dove scorre lo spool  

 

Esistono le proporzionali ad anello aperto , con i difetti che ho elencato prima

 

Questa invece è un buon prodotto  , con una portata limite di 40 litri minuto

 

Per portare maggiori , valvole molto simili pilotando uno spillo molto più grande che asua volta pilota un cassetto più grande, che a sua volta....

Ci sono proporzionali che riescono a far passare flussi superiori a 1600 litri.minuto

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.



×
×
  • Create New...