Jump to content
PLC Forum


stef70

Sezione montante trifase

Recommended Posts

stef70

Buongiorno a tutti.

Dopo essermi (spero) chiarito le idee sul da farsi, resta un problema da superare per il quale vi chiedo aiuto.

Ho rifatto  tutto l'impianto elettrico di casa, tutto... diciamo tutto il possibile, perchè le canaline sotto traccia sotto pavimento sono quelle che sono e non posso smantellare i pavimenti.

Si tratta di un appartamento molto grande frutto di un accorpamento avvenuto anni fa e di un magazzino usato come laboratorio.

Oggi ci sono due contatori e vorrei dismetterne uno e lasciare l'altro, trifase 6 kW.

Potrei lasciare il trifase nel magazzino-laboratorio e poi usare una fase per la zona giorno ed una per la zona notte, ma così sarebbe tutto sbilanciato sulla zona giorno e mi piace molto poco.

Allora pensavo di portare il trifase anche su nella zona giorno e nella zona notte (sono due montanti diversi, siccome erano due appartamenti anni fa) e dedicare una fase alla cucina, una fase alle altre prese ed una fase alle luci e alla zona notte. Così sarei certamente più bilanciato, ma il problema è proprio sostituire i montanti esistenti monofase con nuovi trifase.

 

Attualmente i due montanti esistenti risalgono alla costruzione della casa (1980 circa) e sono da 6 mmq lunghi esattamente 8 metri in tutto.

La canalina ove passano è davvero giusta giusta e ho provato ma 5 conduttori (3 fasi, neutro e terra) da 6 mmq (come chiesto dalla norma) NON passano manco a piangere e non posso certo spaccare le scale del condominio per il mio cavo.

Ad occhio usassi 4 mmq dovrebbero passare, con un po' di scivolante.

 

Che posso fare secondo voi?

Abbandonare l'idea perchè la norma chiede 6 mmq ?

Derogare perchè la struttura della casa è quella che è? Se così fosse... 4 mmq sarebbero accettabili \ sostenibili?

 

Grazie del supporto.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

DavideDaSerra

Alla cucina le fasi portale tutte e 3 (in previsione di un piano induzione): montante 4 x 4 mmq alla cucina, con una linea per un eventuale piano cottura trifase da 4 mmq. Su una fase metti il forno, sull'altra la lavastoviglie e la terza la fai girare per prese e frigorifero. Se in cucina non hai modo di mettere un sottoquadro potresti mettere i fusibili da 16A in ogni scatola delle prese e lasciare come protezione generale cucina un interruttore C25 trifase.

 

Eventualmente prevederei una linea 4x1,5mmq per un eventuale condizionatore trifase (all'avvio parte molto più liscio)

 

Poi io distribuirei così l'abitazione: (supponendo che l'impianto attuale almeno la divisione luci/prese la abbia)

> R  linea prese giorno + lavatrice / asciugatrice

> S linea prese notte + linea luci giorno
> T linea luci notte + fase più carica della cucina

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
luigi69

io stef personalmente, mi preoccuperei non solo del montante , ma del fatt che dovrai pressochè rifare il quadro di distribuzione , oppure era gia abbondantemente suddiviso , e quindi si tratta solo di ricablarlo ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
stef70

Scusatemi per il ritardo... eccomi...

nel frattempo non sono andato avanti sul tema e ho ancora i miei due bei contatori.

Diciamo che dopo aver fatto le debite prove, il montante monofase da 6 mmq posso sostituirlo con 4 mmq trifase (passa).

Il quadro elettrico è oggi siffatto: generale MT 32A e poi sotto luci MTD 10A + prese MT 16A + cucina MTD 16A.

a protezione dell'attuale montate c'è un MT da 40A

non è possibile differenziare ulteriormente perchè nella canaline sotto traccia non passa altro.

Se "domani" arrivassi al quadro con un montate trifase, allora dovrei cambiare il MT generale da 32A con un MT4 poli oppure un sezionatore, poi le tre fasi andranno alle tre attuali linee.

Fattibile e spesa molto piccola

 

Se invece, come forse è, fosse possibile prelevare tutta la potenza da una sola fase del trifase, allora il gioco sarebbe bello fatto.

Butto via il contatore monofase da 6 kW, passo quello trifase da 3 a 6 kW, e nel quadro contatori dove mi partono le linee metto una fase sul montante zona giorno, una fase sul montante zona notte, una fase sul resto e tutte e tre le fasi nel magazzino e via.

Purtroppo non esiste la certezza.

 

Tenete conto che quando dico 6 kW parlo di potenza contrattuale e io già ora sfrutto parecchio la tolleranza a 8 kW per 3 ore... forno acceso, climatizzatori, asciugacapelli + altre robette...

Edited by stef70

Share this post


Link to post
Share on other sites
hfdax
Il 25/4/2020 alle 00:30 , stef70 ha scritto:

La canalina ove passano è davvero giusta giusta e ho provato ma 5 conduttori (3 fasi, neutro e terra) da 6 mmq (come chiesto dalla norma)

Se si tratta di un condominio la terra dovrebbe avere un montante dedicato a parte dato che è in comune tra tutti, invece di correre nel montante di appartamento assieme ai conduttori attivi (un filo in meno da infilare può essere d'aiuto).

Inoltre la norma prescrive il montante da 6mm2 solo per gli impianti nuovi intesi come appartenenti a immobili di nuova costruzione o completamente ristrutturati a livello edilizio (dove tanto per intenderci si rifa tutto compresa sostituzione dei tubi elettrici). Le ristrutturazioni parziali in cui, ad esempio, non rifai i pavimenti, non implicano l'obbligo dei 6 quadri per il montante. D'altra parte il tubo è quello che è e se il conduttore non ci passa, non ci passa.

Detto questo. qualche informazione pratica può esserti utile.

I normali conduttori in PVC (tipo N07VK o FS17) da 4 mm2  posati in tubo sotto traccia con 3 conduttori attivi + il neutro hanno una portata (Tabella CEI-Unel 35024) di 28A che corrispondono grosso modo a 6KW per fase. La limitazione sarebbe nel fatto che non esistono in commercio interruttori da 28A, il 32A è un po alto e quindi dovresti ricorrere al 25A che corrisponderebbe a poco più di 5KW per fase, Se possono bastare saresti a posto.

Se il conduttore fosse di tipo EPR (ad esempio multipolare FG16 o unipolare FG17) la portata salirebbe a 35A corrispondenti a 8KW per fase quindi con un magnetotermico da 32A ci staresti dentro anche assorbendo tutta la potenza su una sola fase (sempre che sia consentito) compreso lo sforamento a 8 KW per tre ore.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...