Jump to content
PLC Forum


Monile Oscar

Motore trifase 440 volt a 3 velocita

Recommended Posts

Monile Oscar

Salve ho avuto un problema di surriscaldamento al motore elettrico di un salpancora(motore collegato ad un riduttore che avvolge o ammaina la catena dell'ancora) di una nave. Il plc leggendo l'elevata temperatura tramite una termocoppia che si trova all'interno del motore è andato in sicurezza non facendomi più comandare il motore. Solo dopo il suo raffreddamento si è ripristinato. Come posso by-passare questa sonda temporaneamente per poter finire la manovra in caso di blocco se l'ancora si trova quasi alla fine della sua corsa?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cialtrone

A parte le raccomandazioni di sicurezza...

Se veramente si tratta di una termocoppia, basta scollegare i due fili che vanno al motore e collegarli tra di loro.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
techno99

Se il motore scalda così tanto da far intervenire la protezione termica ti consiglio di installargli una servo ventola.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

Se interviene la protezione termica è meglio attendere il raffreddamento del motore; voler forzare il motore a lavorare porta alla "fumata" del motore e, comne conseguenza, la neccessità di riavvolgerlo.

 

Poi bisognerebbe sapere esattamente che tipo di sensore è stato usato. Mi sembra poco probablie che si tratti di una termocoppia, solitamente per questi allarmi si usano PTC.

Share this post


Link to post
Share on other sites
rguaresc
14 hours ago, Monile Oscar said:

termocoppia

è improbabile che sia davvero una termocoppia.

Assodato che è meglio non manometterlo se è un sensore PTC o uno switch si maschera collegando tra loroi i due fili.

Share this post


Link to post
Share on other sites
luigi69

Non sono un marittimo....ma intuisco che un motore del genere funzioni magari 1 minuto ogni settimana  tanto per dire....quindi se si surriscalda per quel ciclo di lavoro  , credo , non mi preoccuperei su co.e escludere la sicurezza , ma il perché si surriscalda

 

Poi esclusione momentanea.....tipo sottochiave o password 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
46 minuti fa, luigi69 ha scritto:

.ma intuisco che un motore del genere funzioni magari 1 minuto ogni settimana 

 

Se lavorasse solo per un 1' non farebbe in tempo a surriscaldarsi ed a far intervenire la pastiglia temrica.:smile:

 

Io cercherei di capire perchè si surriscalda, o perchè si attiva l'allarme termico.

 

Se togli la protezione e poi ti ritrovi che non riesci a salpare l'ancora perchè il motore ha esalato .... l'ultimo fil di fumo, sai che risate.

Share this post


Link to post
Share on other sites
luigi69
1 ora fa, Livio Orsini ha scritto:

o cercherei di capire perchè si surriscalda, o perchè si attiva l'allarme termico.

esatto

intendevo..che magari , una nave se  è in navigazione, per un bel po non getta l'ancora....

 

attendiamo delucidazioni da Oscar

 

la sapete la barzelletta della nave che arriva in porto a Napoli , deve attraccare , e si avvicina il tipo che deve attaccare le bitte , e urla : ietta a fune !

 

da sopra la nave il marinaio urla :  What ?

 

allora il portuale gli fa :  spechen si doitch ?      risposta   What ?

parlevu franse ?       What ?

 

do you speak englisch ?      e da sopra alla nave   YES YES   OKOK

 

e il poruale :  ok  allora ietta la fune !

 

sono solo un poco OT ma mi farò perdonare

 

Buona serata

Share this post


Link to post
Share on other sites
Monile Oscar

Salve e scusate per non avervi subito risposto ma non mi arrivano le notifiche. Mi correggo, non é una termocoppia ma sarà una termoresistenza o termistore. Attualmente lavoro su una nave con 200 metri di lunghezza e con una stazza di 300 tonnellate, con questa linea che attualmente facciamo, l'ancora va buttata e recuperata dopo un paio di ore, un giorno si e un giorno no. Vanno buttate in mare mediamente 200-250 metri di catena con l'ancora, e quando vanno recuperati questi metri di catene il motore sta sotto carico per un bel po. Il motore ha 3 velocità e spesso i marinai per fare prima vanno alla terza velocità(cosa da non fare perché aumenta la velocità ma diminuisce la potenza, poi se ce' mare e vento il motore deve vincere io peso della catena più la spinta che riceve la nave e capita che si surriscalda il motore. Siccome ad un collega è capitato che il motore è andato in protezione per la termoresistenza o termoresistore quando l'ancora stava alzata dal fondale e a pochi metri dalla prua della nave dove si alloggia, c'era mare, la nave ha subito degli spostamenti e l'ancora si é incastrata in un'altra catena. Per evitare questa "tragedia" mi interessa bypassare questa termoresistenza per tirare su 5-6 metri l'ancora e stare in sicurezza.

In caso di emergenza mi interessa tirare su l'ancora anche se il nostro bel motore fuma.

La mia domanda é, posso bypassare con un ponte, o c'e bisogno di una resistenza ohmica di pari misura della termoresistenza?

Il tutto è gestito da un plc.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Monile Oscar

Da premettere che non ho lo schema funzionale a bordo per le caratteristiche del motore, l'etichetta del motore è stata tolta e comunque il motore ha una termica di protezione dopo il contattore di potenza. comunque il problema nasce spesso perché i marinai per velocizzare le manovre vanno alla 3 velocità nonostante noi ce lo vietiamo, per sicurezza nave comunque non possiamo escludere questa velocità.

Share this post


Link to post
Share on other sites
luigi69

Vedi Oscar,  a mano amano apprendiamo dettagli che puoi darci solo tu che conosci il sistema

 

Ma sarebbe utile il pezzo di schema dove si può leggere di sicuro il tipo di sonda

 

Sarebbe anche utile capire lo schema   ciò sapere che termica hanno montato e se davvero, riesce a proteggere tutte e tre le velocità,  per che credo cambino gli assorbimenti

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

Solitamente queste sonde entrano in un'interfaccia (a volte posta sullo stesso motore) ed il risultato è un contatto pulito normalmente chiuso, che si apre in caso di allarme.

La via più semplice è mettere un contatto in parallelo che chiude in luogo dell'allarme.

 

Di solito questi allarmi non fermano immediatamente il motore.

La prassi è:

  • Segnalo l'allarme con sirena e/o lampeggio.
  • trascorso un tempo pretedeterminato 10' - 20' 8dipende dalla soglia e dal tipo di motore) se le condizioni di allarme persistono si ferma il motore.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...