Jump to content
PLC Forum

Donato Larosa

Pareri su impianto 4,5kw - Avranno lavorato bene...?

Recommended Posts

Donato Larosa

Salve a tutti. :smile:

Recentemente è stato fatto sistemare l'impianto elettrico vetusto di una abitazione degli anni 80 circa, appartenente ai miei genitori. (Installazione AC con 2 inverter, aumento a 4,5kw, nuovo impianto allarme e nuove tracce + prese in tutta la casa)

Non essendo presente, ovviamente non ho potuto verificare lo svolgimento dei lavori, ne la progettazione, pur avendo delle minime basi di elettrotecnica in ambito civile.

 

Morale della storia, appena finito il tran tran, sono andato per dare un'occhiata e qualcosa non mi torna.

 

L'impianto, dopo l'aggiornamento, è ora così composto:

 

Cantina [ Contatore ENEL > GN8814AC25 ] >>>

Casa [ G723AC40 > 3x FC881C16 + 1x FC881C20 + 1x FC881C10]

La distrubuzione dei carichi, da quanto ho capito, è stata fatta un po' alla cavolo di cane sui vari mgt. (AC inverter1 e alcune prese sul primo mgt, Alcuni elettrodomestici e AC inverter2 sull'altro e così via).

 

test.thumb.JPG.41cef5f266bbb43a4c673771e21c25f1.JPG

 

 

I dubbi sono sorti non appena ho constatato che è stato sostituito il differenziale a valle (quello in casa) con un tipo AC ormai obsoleto, rispetto ad un F o come minimo con il precedente A, che già in passato era stato sostituito per scatti intempestivi vista l'elevata presenza di apparecchi elettronici (tv, pc, router, switch ecc). Gli scatti sono ritornati appena dopo i lavori.

Inoltre mi pare che un singolo differenziale da 40 sia una soluzione un po' grossolana rispetto ad una più ordinata distribuzione dei carichi con ognuno il suo differenziale di tipo F.

 

Voi che ne pensate? Apprezzerei volentieri un po' di consigli da qualcuno che abbia un pelo di esperienza in più di me. Anche per dirmi che i miei dubbi sono infondati e se sto sbagliando io a dubitare del lavoro svolto :rolleyes:...

 

Link to post
Share on other sites

Marcello Mazzola

mi ripeto come in altri post...se nel 2020 ti rifilano un impianto con tanto di dichiarazione a norma con un solo differenziale ed un centralino da 12 posti siamo di fronte al solito tirafili...

ultimamente i centralini sembrano fatti tutti dalla stessa persona... la linea fm con il C20 non è a norma a meno che non ti abbiamo messo un fusibile per ogni presa civile da 16A

se proprio metti un solo differenziale almeno mettilo di tipo A o F...AC stai quasi sicuro che farà scatti intempestivi con tutto quello che c'è oggi giorno: lavastoviglie, lavatrice, clima hanno tutti l'inverter...

etichettatura questa sconosciuta...cavolo come minimo ti chiedono 2000 euro e non gli metti neanche delle etichette fatte bene anche solo con una dymo da 100 euro che te le stampa già della lunghezza giusta per i moduli?bho

Edited by Marcello Mazzola
Link to post
Share on other sites
luigi69

Ciao donato , ti scrive uno che vieterebbe per legge i differenziali puri....

 

Co.a già detto altre volte , il criterio di sezionamento, coordinamento e protezione , spesso e interpretato un po dall installatore....

Ti avevi discusso un preventivo , un tipologia di impianto ?  Ti hanno rilasciato una dich di conformità con li schema di quel centralino ? 

 Come mai è stato sostituito  quel differenziale ? 

Concordo con te le tue afferma,ioni....ma o si ragiona con l impresa o elettricista,  o purtroppo non risolvi nulla....

 

Hanno messo un 16 per la luce?  Un 10 per frigo ?  

 

Ilcentralino di suo , per essere una ristrutturazione,  è  piccolo....

Tu fai bene a dubitare , ma poi come atti pratico....come puoi agire ?

Link to post
Share on other sites
Lorenzo-53

Ma non c'è un progetto, sarebbe il minimo, almeno qualcuno ha redatto un elenco di lavori da fare?

chi ha supervisionato i lavori, l'acquisto dei materiali, chi gli ha detto di montare quelle taglie e dove

Link to post
Share on other sites
Donato Larosa
Posted (edited)

Cerco di precisare e vediamo se insieme riusciamo a venirne a capo.

L'impianto in origine, prima dell'intervento dell "impresa", era composto da:

Cantina: vecchio magnetotermico enel quello grigio per intenderci.

Casa: Stesso centralino ma con solo 3 magnetotermici (quelli che vedete con le etichette) + differenziale tipo A da 25 se ricordo bene.

 

Dopo che sono stati aggiunti i due clima ad inverter, portato a 4,5 kw il contratto e ricablata la casa e le prese, sono stati sostituiti i differenziali con quelli che ho scritto. Più aggiunti i due magnetotermici senza etichetta collegati a non si sa bene cosa.

 

Ora, il differenziale a protezione del montante mi pare sia stata una buona idea cambiarlo e in quanto a tipo e dimensioni dovremmo esserci. Le sezioni dovrebbero essere da 6mm.

Il quadro mi lascia perplesso.

 

Dite che siamo lontani da un buon lavoro? :wallbash:

Ringrazio tutti (e tutto il forum con i suoi vecchi post) per le risposte e le delucidazioni. Un abbraccio virtuale :lol:

 

EDIT: A chi mi chiede se c'è un progetto, chi ha detto di installare cosa ecc. No, è stato tutto dato in mano all'elettricista / installatore clima di turno con il compito di rifare l'impianto, portandolo come minimo a norma.

Edited by Donato Larosa
Link to post
Share on other sites
Marcello Mazzola

Per caso gli avevi dato un budget o era stato fatto un preventivo? Ha rifatto tutto l'impianto con una nuova dichiarazione oppure ne ha modificato solo una parte e ti ha dato una dichiarazione aggiuntiva inerente solo alle modifiche fatte da mettere insieme a quella degli anni'80 per caso

Edited by Marcello Mazzola
Link to post
Share on other sites
Donato Larosa
4 minutes ago, Marcello Mazzola said:

Per caso gli avevi dato un budget o era stato fatto un preventivo? Ha rifatto tutto l'impianto con una nuova dichiarazione oppure ne ha modificato solo una parte e ti ha dato una dichiarazione aggiuntiva inerente solo alle modifiche fatte da mettere insieme a quella degli anni'80 per caso

Rifatto tutto l'impianto con una nuova dichiarazione se non mi sbaglio.

Il preventivo era: Installazione AC da parte di ditta1 e Sistemazione impianto elettrico da parte di ditta2. Il budget era stato concordato a qualche migliaia per tutto compreso.

Link to post
Share on other sites
luigi69
38 minuti fa, Donato Larosa ha scritto:

portandolo come minimo a norma.

Purtroppo questa frase è  molto generica

 

Tutto è  a norma , dipende a quale norma ci si riferisce. ...

 

27 minuti fa, Donato Larosa ha scritto:

se non mi sbaglio.

Il preventivo era: Installazione AC da parte di ditta1 e Sistemazione impianto elettrico da parte di ditta2. Il budget era stato concordato a qualche migliaia per tutto compreso.

Purtroppo però donato , stando così sul vago , potremmo stare qui mesi a discuterne....

Purtroppo rinnovo la mia domanda

 

56 minuti fa, luigi69 ha scritto:

Tu fai bene a dubitare , ma poi come atti pratico....come puoi agire ?

 

Link to post
Share on other sites
Donato Larosa
6 minutes ago, luigi69 said:

Purtroppo questa frase è  molto generica

 

Tutto è  a norma , dipende a quale norma ci si riferisce. ...

 

Purtroppo però donato , stando così sul vago , potremmo stare qui mesi a discuterne....

Purtroppo rinnovo la mia domanda

 

 

 

Ciao luigi.

Cerco di essere il più preciso possibile.

 

Il compito affidato al solo elettricista era:

- ammodernamento e dimensionamento impianto per passaggio da 3 a 4,5kw.

- Cablaggio di due inverter e impianto di aria condizionata.

- Ricablaggio di tutte le vecchie tracce in casa e di tutte le prese.

 

Il fine per cui ho aperto questa discussione ricade sul fatto che volevo avere qualche parere in più rispetto allo stato attuale dell'impianto anche qualitativamente parlando, e magari fugare qualche mio dubbio sulla presenza o meno di errori grossolani nell'insieme.

 

Link to post
Share on other sites
Elettroplc

Se è un rifacimento integrale e un pasticcionaltrimenti un mezzo pasticcio... Fatti montate un F bticino e accontentati, il resto spero vi sia una protezione montante da 32A o 40A.ilnresto moh... Da, ridere. 

Link to post
Share on other sites
Marcello Mazzola
3 ore fa, Donato Larosa ha scritto:

Cantina [ Contatore ENEL > GN8814AC25 ] >>>

 @Elettroplc :)

Link to post
Share on other sites
luigi69

Sai cosa Donato , mio parere  che vedo condiviso da altri , già il fatto che i cdz  siano mischiati con prese o altro....indica un installatore un po pasticcione 

 

Che li sia perché non ha esperienza o perché avesse il budget ridotto o abbia voluto lui risparmiare oltremodo , noiquesto  non lo possiamo sapere

Link to post
Share on other sites
marcocci74
13 minuti fa, luigi69 ha scritto:

indica un installatore un po pasticcione

 

14 minuti fa, luigi69 ha scritto:

non ha esperienza

 

14 minuti fa, luigi69 ha scritto:

avesse il budget ridotto o abbia voluto lui risparmiare oltremodo

 

Sono i tre elementi base che identificano il classico "tirafili"...punto e basta! Un professionista vero, certe C....E non le fa, il budget ridotto non sta in piedi, se non ci fosse "stato dentro" sarebbe stato meglio rinunciare al lavoro,piuttosto che fare nàkakata di impianto!

Link to post
Share on other sites
Donato Larosa

Ringrazio tutti per i pareri.

In montante andrò a verificare la sezione perchè se mi ricordo male e fosse 4mm, un 25A a protezione dovrebbe essere corretto come scrivevo prima. Se invece siamo sui 6mm ed oltre, giustamente un 32A sarebbe meglio, e non me ne ero accorto.

Il 25A in montante non è che potrebbe essere anche relativo al fatto che l'appartamento è all'ultimo piano di un palazzo? Una decina di metri ci saranno tutti tra quadro e cantina.

 

Per il resto vedrò di parlare con "l'artista" in questione e vedremo il da farsi. A mali estremi interverrò direttamente io, anche se il mio campo sono le tlc e quindi di quadri tensione civili non ne ho mai toccati. Mi toccherà ripassare un minimo prima di mettermi all'opera... :P

Link to post
Share on other sites
click0
4 ore fa, Donato Larosa ha scritto:

Recentemente è stato fatto sistemare l'impianto elettrico vetusto di una abitazione degli anni 80 circa, appartenente ai miei genitori. (Installazione AC con 2 inverter, aumento a 4,5kw, nuovo impianto allarme e nuove tracce + prese in tutta la casa)

Non essendo presente, ovviamente non ho potuto verificare lo svolgimento dei lavori, ne la progettazione, pur avendo delle minime basi di elettrotecnica in ambito civile.

quante e quali opere murarie sono state eseguite ??

Link to post
Share on other sites
Maurizio Colombi
6 minuti fa, click0 ha scritto:

quante e quali opere murarie sono state eseguite ??

Tanto per cominciare!

Poi si potrà insultare colui che ha realizzato l'impianto...

Link to post
Share on other sites
Donato Larosa
Posted (edited)
19 minutes ago, click0 said:

quante e quali opere murarie sono state eseguite ??

Un paio relative a canaline per l'aria condizionata. Un paio per installazione nuovo antifurto e rimozione di quello vecchio ancora con arrotolatori. Un paio di cassette presa rifatte. Il resto, a parte il quadro, il diff. in montante e le vecchie tracce, non è stato toccato.

Mi ha fatto sapere che per gli scatti intempestivi verrà a sostituirmi il differenziale nel quadro con uno di tipo F e vedremo se la situazione migliora.

Edited by Donato Larosa
Link to post
Share on other sites
click0

alla faccia delle opere murarie...

:lol:

Link to post
Share on other sites
Maurizio Colombi
2 minuti fa, Donato Larosa ha scritto:

Il resto non è stato toccato.

Appunto!

C20 per le prese e differenziale AC a parte, rimango sempre del parere che un impianto nuovo con solo un differenziale e con quattro o cinque linee, sia da preferire ad un impianto degli anni 80...

Sfiderei tutti quelli che hanno scritto fin'ora a realizzare meglio l'impianto.

Link to post
Share on other sites
Elettroplc

Se è un rifacimento integrale e un pasticcionaltrimenti un mezzo pasticcio... Fatti montate un F bticino e accontentati, il resto spero vi sia una protezione montante da 32A o 40A.ilnresto moh...mezza truffa Da, ridere. 

Link to post
Share on other sites
Donato Larosa
1 hour ago, Maurizio Colombi said:

Appunto!

C20 per le prese e differenziale AC a parte, rimango sempre del parere che un impianto nuovo con solo un differenziale e con quattro o cinque linee, sia da preferire ad un impianto degli anni 80...

Sfiderei tutti quelli che hanno scritto fin'ora a realizzare meglio l'impianto.

 

Grazie maurizio.

Pure io la penso come te, anche se il differenziale di tipo AC e la suddivisione dei carichi sui vari mgt non mi convince.

Di certo la situazione ora è migliore rispetto a quello che era ancora rimasto dagli anni 80 e quello che mi ha raccontato l'elettricista (tracce vecchie, cassette ricolme, traccia frigo era collegata ancora con PIATTINA!...)

 

Tu diresti che come montante forse era meglio un 32A? La sezione dovrebbe essere da 6mm.

Link to post
Share on other sites
luigi69
1 ora fa, Maurizio Colombi ha scritto:

Sfiderei tutti quelli che hanno scritto fin'ora a realizzare meglio l'impianto.

Sfida accettata Maurizio 😉

 

In palio ?

Link to post
Share on other sites
Microchip1967

Già il nuovo differenziale 300ma in partenza dal contatore è errato, in quanto deve essere minimo da 6kA

Per il resto non mi esprimo.

Tracce o non tracce, un installatore serio vede di fare i lavori fatti bene, visto che la firma ce la mette lui e la responsabilità penale è personale

Se poi il muratore era già li' non vedo il problema di integrare/sostituire il centralino

Sto ultimando in questi gironi la ristrutturazione di un appartamentino (zona giorno con cucina, 1 bagno, 1 corridoio e 2 camerette) dove è previsto il piano ad induzione.

Sono previsti 1 MTD selettivo in partenza, linea da 10mmq, 1 generale con spd, 1 differenziale solo per le utenze cucina, un differenziale per i circuiti luce ed fm abitazione, un diffeernziale per i servizi esterni (tapparelle, caldaia, cdz con 2 slit, prese esterne)

Il quadro da 54 moduli è giusto giusto....

Link to post
Share on other sites
Maurizio Colombi
16 ore fa, Microchip1967 ha scritto:

un installatore serio vede di fare i lavori fatti bene

Li può fare se ha possibilità e modo di farli.

Se le opere edili o murarie si risolvono in

Il 23/7/2020 alle 20:35 , Donato Larosa ha scritto:

Un paio relative a canaline per l'aria condizionata. Un paio per installazione nuovo antifurto e rimozione di quello vecchio ancora con arrotolatori. Un paio di cassette presa rifatte

la vedo molto dura utilizzare un 

16 ore fa, Microchip1967 ha scritto:

quadro da 54 moduli

al massimo potrebbe diventare una cassaforte segreta o abbellire una parete...

Link to post
Share on other sites
Elettroplc

Fai tagliare il muro con una macchina apposita verso il alto. Devi estrarre un lotto di muro idoneo per un 36 moduli. Fai posare un quadro nuovo devi stare tre giorni fuori casa 

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.



×
×
  • Create New...