Jump to content
PLC Forum


E' possibile questa macchina a moto perpetuo?


Giamar
 Share

Recommended Posts

DavideDaSerra

 

On 8/1/2020 at 9:02 AM, Cialtrone said:

Siete troppo chiusi mentalmente... io quando ho pochi soldi sul conto corrente, esco dalla banca, prelevo qualcosa al bancomat e poi corro a depositarlo, così incremento il mio capitale all'infinito... cialtroni siete voi! :roflmao:

 

Fino a qualche anno fa avrebbe potuto funzionare con alcuni bancomat, a patto di lasciare dentro una banconota. il bancomat avrebbe considerato il denaro come non prelevato e lo avrebbe riaccreditato in conto: Link alla notizia [EN]

 

Adesso la "falla" è stata turata per cui se il bancomat si "rimangia" i soldi devi fare una comunicazione alla banca in cui dichiari cosa è successo, la banca richiede il riconteggio del danaro avanzato nel bancomat e se tutto torna ti riaccreditano la somma.

Edited by DavideDaSerra
Link to comment
Share on other sites


Il 1/8/2020 alle 11:57 , Livio Orsini ha scritto:

Dipende dalla località dove sei fermo.

 

Se posso aggiungere una considerazione OT o quasi, visto che è un argomento che conosco abbastanza

 

Un aereo è pensato per stare in volo, non fermo a terra, quindi l'aria condizionata degli aerei è spaventosamente inefficiente a terra, perché non è un sistema a compressore con gas refrigerante come quelli che conosciamo tutti, ma una air cycle machine che usa l'unica cosa che nei jet non manca: l'aria compressa.

 

Viene spillata aria da uno stadio della turbina, viene raffreddata e viene fatta espandere in uno scambiatore dove va a raffreddare altra aria che è quella che poi ricircola nella cabina.

 

Fanno eccezione i piccoli turboelica dove i motori non sono abbastanza potenti da fare questo giochino, quelli hanno un sistema frigorigeno normale, ma in un jet aggiungerlo comporta solo "buttar su peso" perché una volta in quota non serve, anzi, in quota occorre scaldare l'aria che all'esterno si trova a decine di gradi sotto zero, e per fare questo si spilla aria compressa molto calda dagli stadi ad alta pressione e la si manda al solito scambiatore, dove circola aria prelevata dallo stadio di bassa ad una pressione parziale che risulti tollerabile all'organismo umano (che ci permetta di respirare insomma). Questo comporta un aumento nei consumi di carburante ed è il motivo per cui a bordo degli aerei di molte compagnie fa sempre freddo: scaldare l'aria costa!

 

Usare a terra un sistema del genere per produrre freddo è appunto una forzatura e a livello di rendimento è una ciofeca, ma va bene così perché l'aereo passa il grosso del tempo in volo, non in aeroporto.

 

Se la struttura aeroportuale lo prevede, si collega un bocchettone che immette aria pre-refrigerata nella cabina, in modo da alleviare il carico della ACM.

 

C'è principalmente in quegli aeroporti che per policy sul rumore o sull'inquinamento vogliono far ridurre il tempo dell'accensione delle APU il più possibile, in quel caso l'aereo viene alimentato ground, da terra, per tutto il tempo del turnover, con una fornitura di 115V ed appunto con l'aria già fresca perché se non hai l'APU ed i motori sono spenti, non hai neppure aria compressa per la ACM

Edited by Darlington
Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
2 ore fa, DavideDaSerra ha scritto:

Fino a qualche anno fa avrebbe potuto funzionare con alcuni bancomat, a patto di lasciare dentro una banconota. il bancomat avrebbe considerato il denaro come non prelevato e lo avrebbe riaccreditato in conto: Link alla notizia [EN]

 

Non lo sapevo, peccato!

Comunque la modalitàdi Cialtrone è un classico a rendimento negativo, perchè le operazioni bancarie oltre ad un certo numoro mensile / annuo hanno un costo, quindi prelevi 100, depositi 100 ela banca ti addebita 1 ed il tuo conto da 100 scende a 99.:smile:

 

1 ora fa, Darlington ha scritto:

visto che è un argomento che conosco

 

L'esempio era per dimostrare che il corpo scalda, anche se non ci vedo il nesso con quella specie di cialtronata di aprtenza.

Ho notato in diverse occasioni le tue conoscenze aereonautiche; per mia curiosità da cosa derivano? da semplice passione o da trascorsi professionali?

Edited by Livio Orsini
Link to comment
Share on other sites

Gli uffici brevetti di tutto il mondo si rifiutano di registrare progetti che riguardano il moto perpetuo, non ricordo dove l'ho letto

Per la quadratura del cerchio via libera per passare alla storia.

 

Nota curiosa: un australiano ha tentato,invano, di registrare il brevetto sulla ruota. Qualcuno l'ha inventata ma la storia e la legge ne riconoscono i diritti a chi deposita il brevetto. C'è stata una sentenza (a sfavore) con tanto di motivazione, motivazione che è stata recepita da diverse nazioni per cui portare in tribunale un Uffico Brevetti perchè si rifuta di brevettare ....un arco per frecce...una punta di lancia... il cuscinetto a cilindro....e simili sono soldi sprecati.

 

 

Link to comment
Share on other sites

 

Il 31/7/2020 alle 22:46 , Alessio Menditto ha scritto:

[..]il “raffrescatore” all uscita delle bocchette, al massimo due centimetri, effettivamente ha abbassato di qualche grado la temperatura in entrata.

Sicuramente, ma dato che non ha estratto calore dall'ambiente la pubblicità è ingannevole. Inoltre si dimenticano di dire che stai aumentando enormemente l'umidità ambientale.

Il 31/7/2020 alle 23:09 , Colonial54 ha scritto:

Se l'ambiente e' molto ben isolato, ed ambienti cosi' esistono, con un tempo sufficiente anche non troppo lungo, per ottenere quasti risultati bastano molto meno di 400 watt...

Io volo molto spesso e so bene, col solo calore umano, come cresce rapidamente la temperatura di un aereo fermo con l'aria condizionata spenta, bastano pochi minuti!

Sicuro che un aereo sia un esempio di ambiente perfettamente isolato? non mi risulta.

Bellissima la spiegazione di @Darlington

Edited by boip
Link to comment
Share on other sites

Alessio Menditto

Ma infatti non è una “pompa di calore”, che per definizione compie una trasformazione contro natura (a spese di tanta energia, giusto per stare in tema col moto perpetuo, non si può fare gratis una pompa di calore), questo raffrescatore abbassa di qualche grado l’aria facendo evaporare l’acqua “senza forzarla” ossia stando ben lontani dai passaggi di fase (evaporazione e condensazione) sui quali invece si gioca il ciclo frigorifero.

È poco più di un ventilatore, è vero che aumenta l’umidità, ma nei raffrescatori da camper ad esempio si raccomandano di tenere un ricambio di aria proprio per non saturare l’ambiente.

Link to comment
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share

×
×
  • Create New...