Jump to content
PLC Forum

antonietta.demartis

Datasheet d4206.

Recommended Posts

antonietta.demartis

Salve,

vorrei sapere il datasheet di un transistor di un alimentatore pc; la sigla è: d4206 e sotto è scritto ch008, grazie.

P_20200902_163304[1].jpg

 

P_20200902_162924[1].jpg

Link to post
Share on other sites

boip

Cerca su google "D4206 datasheet". E' molto comune

Link to post
Share on other sites
antonietta.demartis

Ho cercato, ma trovo sigle tipo d4206s o altro, e non so se siano la stessa cosa.

Link to post
Share on other sites
gabri-z
1 ora fa, Darlington ha scritto:

se non sbaglio io devi cercare 2SD4206

Non sbagli , purtroppo non me lo davano cercato con il cell. , riprovo .

Link to post
Share on other sites
gabri-z
1 ora fa, antonietta.demartis ha scritto:

Ho cercato, ma trovo sigle tipo d4206s o altro, e non so se siano la stessa cosa.

Prova capire come e dove è collegato nel tuo circuito , è facile che sia 'sto doppio diodo .

Link to post
Share on other sites
boip

Non è un doppio diodo, ametto che il mio primo risultato è con la "s" di cui non mi ero accorto. Se si cerca ancora un po' però:
immagine.thumb.png.305e578e5644e432dc5043c9d132decd.png

QUA IL DATASHEET

Link to post
Share on other sites
antonietta.demartis

Salve,

se siamo sicuri che l'ultimo consigliato è quello giusto, allora significa che secondo me è rotto; infatti usando il tester digitale nella funzione prova diodi e collegando il puntale rosso all'emettitore e quello nero al collettore segna resistenza bassa (524) mentre dovrebbe essere infinita (I).

Link to post
Share on other sites
gabri-z

524 sul prova diodi (diodi!) non rappresenta un valore di resistenza ma una caduta di tensione in mV. Questo non nega che sia "morto" se la misura l'hai fatta veramente tra emettitore ed il collettore. 

Io non escluderei che il transistor sia prodotto da un'altra casa e che abbia il diodo di protezione incorporato. 

Devi controllare tutte e due le giunzioni, B-E e B-C... 

Link to post
Share on other sites
antonietta.demartis

rosso     nero    ohm

b             e        510

e            b         infinito

b            c         504

c            b         infinito

secondo me, guardando lo schema elettrico, nella prova che ho fatto non ci dovrebbe essere caduta di tensione.

Link to post
Share on other sites
gabri-z
39 minuti fa, antonietta.demartis ha scritto:

rosso     nero    ohm

b             e        510

e            b         infinito

b            c         504

c            b         infinito

E perché te la sei presa col povero transistor ?

42 minuti fa, antonietta.demartis ha scritto:

secondo me, guardando lo schema elettrico, nella prova che ho fatto non ci dovrebbe essere caduta di tensione.

Ma le misure le hai fatte con il transistor ancora collegato ?

Link to post
Share on other sites
boip

Il datasheet è di quel transistor prodotto da quell'azienda. Più sicuri di così.

Link to post
Share on other sites
maxmix69
23 ore fa, antonietta.demartis ha scritto:

rosso     nero    ohm

b             e        510

e            b         infinito

b            c         504

c            b         infinito

secondo me, guardando lo schema elettrico, nella prova che ho fatto non ci dovrebbe essere caduta di tensione.

Per adesso è  buono. Però non  hai fatto la prova C E, deve segnare infinito, mentre la prova E C che hai già fatto pottebbe essere giusta, come ti hanno detto magari c'è un diodo dentro.

Link to post
Share on other sites
antonietta.demartis

rosso       nero    ohm

e                 c      524

c                 e      infinito

guardando il disegno del transistor nel datasheet non si vede nessun diodo.

Link to post
Share on other sites
gabri-z
42 minuti fa, antonietta.demartis ha scritto:

rosso       nero    ohm

e                 c      524

c                 e      infinito

guardando il disegno del transistor nel datasheet non si vede nessun diodo.

In base a questo , dovrebbe essere considerato '' andato '' , anche se il valore di 524mV quadra molto bene con quello di un diodo antiparallelo C-E ...Per toglierti i dubbi , buttalo (nel cassetto intanto :smile: ) e metti uno nuovo ( eventualmente fatte le misure anche sul nuovo prima della sostituzione ).

Link to post
Share on other sites
maxmix69
3 ore fa, antonietta.demartis ha scritto:

guardando il disegno del transistor nel datasheet non si vede nessun diodo.

Effettivamente non se ne vedono e sarebbe un guasto abbastanza singolare, di quelle cose che capitano veramente rarissimamente. Il consiglio di @gabri-z
effettivamente è il migliore, l'unica prova certa è cambiarlo. Però se scopri che è  guasto ti dò l'indirizzo e me lo spedisci a mie spese, sono curioso di capire che tipo di alterazioni ha subìto.

Link to post
Share on other sites
gabri-z
7 ore fa, maxmix69 ha scritto:

sarebbe un guasto abbastanza singolare,

In realtà , se ben ricordo , ai tempi dei transistor al germanio non era cosi raro ; non ricordo bene invece , e qui qualcuno con la memoria più allenata potrebbe aiutare , il senso e se ha a che fare con la corrente residuale di collettore , parametro che si trovava sul foglio tecnico ed era di molto inferiore sui nuovi transistor al silicio .

Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

Gabri è la corrente di perdita, che nei germaniosi è abbastanza signiifcativa, cioè è quella corrente di collettore che si ha anche in presenza di corrente di base nulla.

In un transistor al silicio, se assume valori tali da poter essere misurata con un normale strumento, significa che il transistor è difettoso.

Link to post
Share on other sites
gabri-z
1 minuto fa, Livio Orsini ha scritto:

In un transistor al silicio, se assume valori tali da poter essere misurata con un normale strumento, significa che il transistor è difettoso.

Esatto , con il germanio era abbastanza frequente trovare questo difetto ; quel che mi incuriosisce è la coincidenza del valore misurato tra C-E con uno misurabile su un diodo al silicio .Forse una misura fatta anche con un analogico chiarirebbe un po.

Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

Se il transisto non fosse in perdita la resistenza tra C-E dovrebbe essere elevatissima, comunque non misurabile con un normale tester.

Però quel transistor potrebbe avere un diodo in antiparallo, come diodo volano. Tipico dei transistori per commutazione.

Dallo schema del data sheet non comare, ma con i cinesi non si sa mai.

Bisognerebbe poter comparare il transistor con uno nuovo e sicuramente funzionante

Link to post
Share on other sites
gabri-z
11 minuti fa, Livio Orsini ha scritto:

Se il transisto non fosse in perdita la resistenza tra C-E

La polarità della '' perdita '' è , guarda caso , proprio quella del diodo antiparallelo ....per cui a I= 0  ===>I= 0 .

Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

Se la resistenza è unidirezionale è molto probabile che si tratti del diodo volano per commutazioni su carichi reattivi.

Link to post
Share on other sites
antonietta.demartis

Sono indeciso se acquistarlo, l'ho visto sul sito miltronica e costa 2,50 euro; se caricano le spese di spedizione magari è come se acquisto mezzo alimentatore.

Grazie comunque delle opinioni fornitemi.

Link to post
Share on other sites
maxmix69

Prova alla carlona, poco ortodossa: mettici un transistor finale di un vecchio TVC e metti in serie all'alimentazione una lampada A FILAMENTO da 40w. Non dovresti rompere nulla e almeno vedi se parte. Se parte compri il finale giusto.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...