Jump to content
PLC Forum

saltimbanco

Guasto riello benessere

Recommended Posts

saltimbanco

Buonasera ai forumisti

Riapro una vecchia discussione su un guasto che si ripresente randomicamente, sul quale avevo già avuto alcuni consigli, ma purtroppo non risolto si ripropone ultimamente con insistenza.

Vengo al problema, la mia vecchia caldaia va spesso in blocco per bassa pressione acqua, spesso quando si richiede acqua sanitaria

Verificato il pistoncino sul microinterruttore sanitario che esce regolarmente, ultimamente però ho notato che invece talvolta non esce  il pistoncino sul micro di circolazione, anche se il circolatore viene alimentato correttamente, il fatto quindi che la pompa non parta tutte la volte che si richiede acqua sanitaria mi farebbe pensare a una pompa con girante sporca o guasto al condensatore, potete confortarmi nel ragionamento?

grazie a tutti

Link to post
Share on other sites

Stefano Dalmo

Guarda lo stato della membranina che  aziona il pistoncino  e da questo il micro di circolazione  , poi una volta smontato la campana   ,  pulisci bene tutti i tubicini  e passaggi che confluiscono  alla pompa   .

Link to post
Share on other sites
saltimbanco

Grazie Stefano per la risposta,

La tua esperienza è di sicuro molto superiore alla mia però, come scrivo nel post, ho la netta sensazione che il circolatore a volte non parte, sebbene misuro  la corretta tensione di alimentazione ai morsetti, non sento nessun ronzio e non avverto flusso nei tubi, e la caldaia va in blocco, altre volte invece sento ronzio e scorrimento acqua e il pistoncino della circolazione esce regolarmente.

Link to post
Share on other sites
Stefano Dalmo

 Bhe questa del circolatore che va e non va  ,lo puoi verificare solo tu che stai sul posto ,  ma se effettivamente  misuri tensione  ai suoi capi e non gira , ti direi in primis di controllare la capacità del condensatore , potrebbe essere arrivato ai limiti  per  dare quel poco di spunto che a volte va e a volte no .

Link to post
Share on other sites
vincenzo barberio

Salve, mi sembra che tu ti sia dato già una risposta alla domanda visto che:

31 minuti fa, saltimbanco ha scritto:

ho la netta sensazione che il circolatore a volte non parte, sebbene misuro  la corretta tensione di alimentazione ai morsetti, n

Quindi o condensatore guasto, o pompa guasta.

Link to post
Share on other sites
saltimbanco

Buongiorno a tutti

Sembra e dico sembra (perchè la delusione è sempre dietro l'angolo) che il problema sia risolto con il cambio di condensatore, ora dovrò cercargli una posizione consona perchè più grande, ma questo è un problema mio.

Purtroppo, sembra incredibile ma ieri sera durante le prove si manifesta un nuovo problema, anzi dovrei dire peggiora nettamente uno esistente.

Vengo e mi spiego, sapevo di avere un problema, suppongo, alla tre vie perchè avevo trafilamento di acquada radiatori,  da ieri il trafilamento è diventato "impetuoso" perchè la maggior parte della sanitaria va nei radiatori, uscendo tiepida dai rubinetti, suppongo di aver veicolato lo sporco del circuito nella tre vie, e peggiorato la situazione a causa dello "scuotimento" del povero circolatore che faceva le bizze.

Vi chiedo quanto può essere risolutiva una pulizia a fondo della valvola?

Non dimentico di ringraziare Stefano e Vincenzo per i suggerimenti e il conforto.

Link to post
Share on other sites
vincenzo barberio

Salve, generalmente in questi casi oltre che la pulizia della valvola vanno sostituiti alcuni componenti di essa denominati kit di revisione. Tali componenti (molla, piattello, guarnizioni or e se pneumatica la membrana) sono soggetti ad usura.  Il costo di tali kit si aggira ai 20 euro. Di caldaie Riello denominate Benessere esistono diverse versioni, anche se spesso la maggior parte dei componenti sono uguali per diversi modelli. Se indichi il modello esatto della tua Benessere, qualcuno me compreso, potrà fornirti il numero di codice del ricambio.

Per cominciare, la valvola deviatrice ha l'attuatore elettrico o è pneumatica? Già sapendo questo si potrebbe risalire al codice.

Link to post
Share on other sites
saltimbanco

Buonasera Vicenzo, supponevo che fosse necessario sostituire dei componenti, ad ogni buon conto la mia caldaia è una benessere 28KI, la valvola sicuramente idropneumatica di cui allego una foto, nel fratempo dopo faticose ricerche credo di  aver individuato il codice RIE 4364202,penso anche di aver indivuduato un kit di manutenzione sulla rete di cui allego foto alla modica cifra di 60 euro.

Secondo la vostra esperienza ho  indovinato i componenti ? e se si potrei trovare il kit a un prezzo più conveniente?

Buonasera a chi frquenta questo utilissimo strumento di conoscenza.

Gruppo acqua distribuzione.jpg

kit-revisione-per-gruppo-distribuzione-mandata-riello-4364202.jpg

Link to post
Share on other sites
vincenzo barberio

Salve, il codice del gruppo di distribuzione (valvola deviatrice o a 3 vie) 4364202, è giusto. Invece i componente del kit che sono venduti anche separatamente hanno un loro codice. Il solo componente che serve a te (salvo complicazioni) è il piattello riscaldamento che è quello in basso a sinistra nella foto. il suo codice è: 4363926 Potrebbe anche servirti un anello di tenuta (or) che è quello nella foto montato sul distanziatore filettato in ottone in alto a destra (sempre nella foto). ma tale anello lo puoi trovare in un qualsiasi negozio di idraulica. A proposito di distanziatore, è il componente che penso sia quasi indistruttibile ma il più costoso del kit (25 euro). Saluti e buon lavoro. 

Edited by vincenzo barberio
Link to post
Share on other sites
saltimbanco

Buongiorno ai forumisti

Ringrazio Vincenzo per le preziose informazioni, ora il mio dubbio è acquistare il solo piattello, o invece il kit intero , che comunque mi farebbe accorciare i tempi in caso di ulteriori problemi?

Inoltre essendo dotato di buona manualità, entusiasta del fai da te ma anche un filo ignorante di queste operazioni, esiste un'anima buona che mi descriva le operazioni di massima in caldaia per eseguire lo smontaggio e rimontaggio della valvola? come è collegata la valvola allo scambiatore ? non vedo raccordi. 

Non vi ringrazierò mai abbastanza

Link to post
Share on other sites
vincenzo barberio

Salve, purtroppo conosco solo di vista la tua caldaia e per tale motivo non posso esserti di aiuto nello smontaggio (per lo meno a distanza).Una cosa che ti posso dire è che lo scambiatore si smonta svitando con un cacciavite le due viti laterali che lo bloccano, in quanto come hai notato non vi sono raccordi a stringere ma esso è solo "appoggiato" agli imbocchi di mandata, ritorno, acqua calda e fredda. Tra gli imbocchi e lo scambiatore ovviamente vi sono delle guarnizioni. Per renderti conto guardando qualche foto, potresti cercare: scambiatore riello 4364201 Comunque sicuramente qualcuno potrà aiutarti.

P.S.: in ogni caso per sostituire il piattello riscaldamento penso che non sia necessario smontare l'intera valvola. Basta smontare il distanziatore ( quello in ottone in alto a destra nella foto) dopo aver estratto il pressostato togliendo i due tubetti in rame ed allentando le due viti laterali del distanziatore. Spero che questo ultimo suggerimento sia esatto, se hai dei dubbi aspetta consigli da chi conosce la caldaia. Saluti vb

Edited by vincenzo barberio
Link to post
Share on other sites
saltimbanco

Buongiorno

Il mio intento è di capire innanzitutto le variie operazioni preliminari alo smontaggio: chiusura valvole di mandata/ ritorno dei vari circuiti , o altre necessarie allo scopo

magari su varie parti di caldaia, prima di smontare in sicurezza la valvola

Le guarnizioni dello scambiatore si trovano sul mercato?

Allego foto del pezzo, per cui dopo lo smontaggio dei vari raccordi (guarnizioni da cambiare?) non ci dovrebbero essere difficoltà.

Dopo il rimontagio la fase di riempimento crea difficoltà?

Grazie

IMG_20201018_132745650.jpg

Link to post
Share on other sites
Stefano Dalmo

Io credo  che non  c'è bisogno di cambiare tutto  ,  penso che puoi tranquillamente , fare al massimo  una revisione della tre vie , sfilando il tutto dalla parte superiore della tre vie  , risparmiando bei soldini .

Tieni presente che quando si smonta roba vecchia  escono sempre altri problemi .

 

 

Edited by Stefano Dalmo
Link to post
Share on other sites
Stefano Dalmo

Si , scusami  ,   mi sono confuso  e  non so come .

 Comunque  il pensiero iniziale non cambia  ,  io propenderei  per  una revisione della valvola   , però la tasca  è tua  e  decidi tu . Hai visto quanto costa una nuova tre vie ?

Non c'è un ricambista  nella tua zona ?  In modo da comprare  solo le cose utili nel momento dello smontaggio ? 

 

 

 

Link to post
Share on other sites
saltimbanco

Nella mia zona non so se troverei pezzi di questa valvola, mi informerò, comunque se qualcuno mi potesse dare una spiegazione di massima del funzionamento di questa valvola, gli sarei molto grato.

Link to post
Share on other sites
vincenzo barberio

Salve, il componente circolare composto da due semigusci montato nella parte superiore della valvola, denominato dalla casa costruttrice gruppo mandata sanitario e da altri gruppo acqua o pressostato, contiene una membrana, un piattello con stelo e molla .All'apertura di un rubinetto di acqua calda per differenza di pressione (tramite i due tubetti in rame ad esso collegati) la membrana spinge il piattello e lo stelo ad esso collegato verso l'alto azionando in questo modo il micro interruttore che mette in moto la caldaia. Visto che lo stelo nel piattello (un dischetto di acciaio inox) è presente su entrambi suoi lati, quello nella valvola deviatrice in queste condizioni si solleva dando la possibilità al piattello riscaldamento di sollevarsi sotto la spinta della sua molla. In questa situazione il piattello riscaldamento chiude il passaggio dell'acqua ai termosifoni. Alla chiusura del rubinetto, sotto la spinta della sua molla il piattello del gruppo sanitario torna in basso spingendo il piattello riscaldamento e quindi consentendo il passaggio dell'acqua nei termosifoni sino alla prossima apertura di un rubinetto di ACS. Quindi da come si può capire il principale responsabile del trafilamento è il piattello riscaldamento cod. 4363926 (ovvero la sua guarnizione)  . Come detto in precedenza da Stefano anche la membrana del sanitario usurata potrebbe fare la sua parte non sollevando completamente il piattello. Se decidi di sostituirla il suo codice è: 4363940.   

Link to post
Share on other sites
saltimbanco

Ora penso di saperne quel tanto per tentarel'operazione, grazie a Vincenzo e Stefano e al forum strumento indispensabile di conoscenze e scambio di idee.

Non mancherò di documentare gli sviluppi

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...