Jump to content
PLC Forum


johnnycravatta

alimentazione dispositivi con diversi voltaggi in corrente continua usando una batteria al litio 48v 12amp

Recommended Posts

johnnycravatta

Salve, avrei bisogno del parere degli esperti, suono in strada e avendo a disposizione diversi dispositivi volevo sapere secondo la logica tecnico/elettronica quale può essere la miglior scelta, vi spiego in breve:

ho a disposizione una batteria al litio da bicicletta 48v 12 ampere come fonte

devo collegarci::

un multieffetto per chitarra 5v

una loopstation 9v

un miniMixer 5v

un mini audio amp 12v

avendo visto che esistono i convertitori stepdown mi chiedevo avendo tanti voltagggi diversi se era possibile farlo usando i convertitori e in caso come si fà;

oppure se la cosa piu sensata è un inverter 48v dc > 220v ac (tutti i dispositivi ovvio possono funzionare con relativo alimentatore da rete 220v)..e nel caso fosse sensato l'inverter dovrei optare esclusivamente per onda sinusoidale pura?..oppure non c'è rischio di rumori o danneggiamenti anche con la sinusoidale modificata?

Grazie mille in anticipo.

Edited by johnnycravatta
Link to comment
Share on other sites


Dumah Brazorf

I dati non sono sufficienti. Quanto consumano i carichi? Più che altro l'amplificatore, gli altri sono risibili.

Trovi convertitori step down dc/dc da 48 a 12V 10A a non molto, poi da lì con altri step down più economici fai 9v e 5v.

Link to comment
Share on other sites

johnnycravatta
3 minuti fa, Dumah Brazorf scrisse:

I dati non sono sufficienti. Quanto consumano i carichi? Più che altro l'amplificatore, gli altri sono risibili.

Trovi convertitori step down dc/dc da 48 a 12V 10A a non molto, poi da lì con altri step down più economici fai 9v e 5v.

Grazie,

allora il multieffetto e la loopstation 330mA cadauno, il mixerino 1ampere, l'ampli consuma 1,25ampere..
gli stepdown mi erano sembrati interessanti ma da profano non so come a livello pratico se ne possano collegare molti alla fonte da 48v (quando è a piena carica la batteria con il tester mi dà 54v)... forse è semplice come prendere positivo e negativo dalla batteria e mandarli ai relativi poli degli stepdown?..

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
7 ore fa, johnnycravatta scrisse:

forse è semplice come prendere positivo e negativo dalla batteria e mandarli ai relativi poli degli stepdown?..

 

Si, la batteria èil generatore che alimenta tutti gli utilizzatori.

Ti conviene usare step down che accettino almeno 60V di ingresso.

Dalla batteria derivi 4 linee di alimentazione, ognuna con il suo fusibile ed un interruttore, con queste 4 linee alimenti i 4 step down.

Link to comment
Share on other sites

Ctec

Forse la soluzione dell'inverter che ricostruisce la 230Vac non è malsana.

Non perché gli step down non funzionino, anzi. Il problema è che quasi sicuramente non avranno ingresso/uscita separati, quindi ti si apre il rischio di avere loop di massa, con conseguenze disastrose per il suono.

Ovviamente, se trovi/usi step down isolati, il problema non si pone.

Link to comment
Share on other sites

DavidOne71
1 ora fa, Ctec scrisse:

ti si apre il rischio di avere loop di massa

concordo pienamente

Abbandonerei l'alimentazione singola

Io farei una batteria (e nel caso con relativo alimentatore) per ogni dispositivo

Link to comment
Share on other sites

johnnycravatta

ok grazie mille a tutti, credo di aver compreso ed ora so che esistono anche step down isolati.. vedro per cio che sia di facile reperibilitá e conveniente come costo complessivo.. un saluto

Link to comment
Share on other sites

johnnycravatta
il 6/6/2021 at 10:55 , Ctec scrisse:

Forse la soluzione dell'inverter che ricostruisce la 230Vac non è malsana.

Non perché gli step down non funzionino, anzi. Il problema è che quasi sicuramente non avranno ingresso/uscita separati, quindi ti si apre il rischio di avere loop di massa, con conseguenze disastrose per il suono.

Ovviamente, se trovi/usi step down isolati, il problema non si pone.

Intanto grazie,.. alla fine non trovando stepdown isolati con quella tensione e bensi trovando ad un buon prezzo un iinverter ad onda pura ho optato per quello, però mmi si è posto un nuovo problema; l'inverter è dc48V/AC 220.. la batteria della bici a piena carica con il tester mi dà 53,7V, ho provato a collegarla all'inverter ma mi è saltato subito il fusibile incorporato da 10A,.. ho pensato che quindi l'inverter abbia bisogno di una tensione regolare mai superiore ai 48V, erronamente quando l'ho comprato credevo fosse implicita una tolleranza anche se non c'era scritto,.. dunque ora come faccio uscendo dalla batteria a dargli 48v sempre stabili?.. potrebbe funzionare questo? e se si che succede quando scaricandosi la batteria scende il voltaggio?
https://www.amazon.it/gp/product/B07K85GK4R/ref=ox_sc_act_title_1?smid=A1LDGZP38C2HIN&psc=1

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
5 ore fa, johnnycravatta scrisse:

potrebbe funzionare questo?

 

Assolutamente no.

 

5 ore fa, johnnycravatta scrisse:

la batteria della bici a piena carica con il tester mi dà 53,7V, ho provato a collegarla all'inverter ma mi è saltato subito il fusibile incorporato da 10A

 

Mi sembra molto strano questo fatto. Anche un accumulatore al Pb, a piena carica, ha una tensione maggiore di 48V, si tra 52V e 54V

Non hai il link delle caratteristiche di questo inverter?

Edited by Livio Orsini
Link to comment
Share on other sites

johnnycravatta

Buongiorno, purtroppo le uniche info sulla relativa pagina amazon sono queste:

Quote
  • Con schermo LCD ad alta definizione, che semplifica la visualizzazione delle condizioni di tensione.
  • Protezione integrata per cortocircuito, protezione da sovraccarico, protezione da surriscaldamento, protezione da bassa tensione e sovratensione, per proteggere i tuoi dispositivi e la tua auto.
  • La ventola di raffreddamento integrata può prolungare la durata e la sicurezza.
  • Dimensioni compatte, leggero e portatile, ha un rumore inferiore e nessun inquinamento.
  • Adotta la tecnologia a onda sinusoidale pura, le apparecchiature di precisione hanno basse interferenze, bassa rumorosità e forte capacità di carico, in grado di soddisfare qualsiasi tipo di taglio negativo CA senza danneggiare il carico
  • Quote

     

    Ma nulla di realmente simile ad una scheda tecnica.

  • Anche se non lo credo possibile ricontrolleró le polaritá.. inoltre sono sicuro sia 48v/220 in quanto per cambiare il fusibile ho dovuto aprirlo e quindi ho visto il relativo trasformatore interno con sigla 48/220.

  • lascio com.que il link al prodotto nel caso qualcuno ne sappia qualcosa

  • https://www.amazon.it/gp/aw/d/B086MSPQHS?psc=1&ref=ppx_pop_mob_b_asin_title

  •  

 

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

Tutte le apaprecchiature ammetto una variazione di almeno +/- 10% sul valore nominale della tensione di alimentazione.

Link to comment
Share on other sites

johnnycravatta
57 minuti fa, Livio Orsini scrisse:

Tutte le apaprecchiature ammetto una variazione di almeno +/- 10% sul valore nominale della tensione di alimentazione.

Livio grazie mille perchè mi hai fatto salire il dubbio ed alla fine è risultato essere mio l'errore, ho fatto confusione e il fusibile era saltato per cortocircuito..ppolarità errrate.. quindi ora l'ho messo in funzione ed è tutto regolare... "SOLVED"..

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

Bene, l'importante è venirne a capo.🙂

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.



×
×
  • Create New...