Jump to content
PLC Forum


Citofono intercomunicante con posto esterno


Ambrogin
 Share

Recommended Posts

Ambrogin

Buongiorno a tutti, chiedo aiuto in merito al mio nuovo impianto citofonico. Ho una casa a due piani e vorrei montare un citofono Urmet 1150 per piano, però oltre a comunicare con il posto esterno ho l'esigenza di renderli intercomunicanti, ovviamente senza che si senta fuori. La pulsantiera esterna è 1122/601 urmet, l'alimentatore è 9000/230(che stò usando)  e dispongo di due ronzatori aggiuntivi, due pulsanti e anche l'alimentatore 786/1A. Ho ponticellato il morsetto 1 con 2 per renderli intercomunicanti e collegato il tasto aggiuntivo,  il primo morsetto al morsetto G/T del posto esterno e, l'altro morsetto al CA del citofono. Ora mi resta solo non far sentire fuori quando parlo tra i due citofoni. Avete qualche soluzione? Ho già cercato nel forum ma non riesco a capire come risolvere. Grazie per l'aiuto e buon fine settimana

Link to comment
Share on other sites


Roberto Garoscio
3 ore fa, Ambrogin ha scritto:

Ho ponticellato il morsetto 1 con 2 per renderli intercomunicanti

Sarebbe a dire? Dove hai fatto questo ponte?

Con il solo alimentatore 786\1a non puoi togliere l’audio in esterna, serve il 786/5 con relè a bordo.

Nel tuo caso devi aggiungere un relè di commutazione 788/51

Edited by Roberto Garoscio
Link to comment
Share on other sites

Ambrogin

Buongiorno, il ponte l'ho fatto tra il morsetto 1 e 2 del citofono interno. Come alimentatore stò utilizzando quello in dotazione, ovvero il 9000/230. C'è una soluzione meno costosa del 788/51? Ho letto nel forum di un relè set-reset e un transistor saldato su una basetta, se come soluzione potrebbe andar bene mi servirebbe lo schema. Grazie buona Domenica

Link to comment
Share on other sites

Roberto Garoscio
3 ore fa, Ambrogin ha scritto:

il ponte l'ho fatto tra il morsetto 1 e 2 del citofono interno.

In pratica hai messo in corto tra loro 1 con 2 sulla cornetta? E funziona l’audio?🤔

3 ore fa, Ambrogin ha scritto:

Ho letto nel forum di un relè set-reset e un transistor saldato su una basetta, se come soluzione potrebbe andar bene mi servirebbe lo schema.

Se lo hai letto e dicono funzioni, segui il post, io non conosco modifiche del genere.

Link to comment
Share on other sites

Ambrogin

Si, facendo il corto mi funzionano entrambe le cornette😂. Grazie per l'aiuto

Link to comment
Share on other sites

20 ore fa, Roberto Garoscio ha scritto:

Se lo hai letto e dicono funzioni, segui il post, io non conosco modifiche del genere.

Buongiorno, lo avevo proposto io in un altro post, poi il famoso incendio del datacenter ha cancellato qualche schema e se non sbaglio pure una parte del thread.

Ma erano articoli citofonici diversi, appena ho un minuto controllo questi e vedo di adattare la mia soluzione, che poi non è molto diversa dal relè originale (costoso) che andrebbe utilizzato.

Nell'altro thread la cosa assai diversa dallo standard era rendere intercomunicanti due cornette che non erano previste, per cui servivano due piccoli moduletti per amplificare leggermente gli altoparlanti, cosa che ho fatto diverse volte senza problemi.

La parte del relè invece dovrebbe essere abbastanza semplice.

Link to comment
Share on other sites

Sto guardando la cosa in dettaglio, adesso che è notte. Intanto il ponte che hai fatto è una cosa illogica, se funziona lo fa a fortuna e comunque non mi permette poi di fare tutto il movimento che bisogna fare per risparmiare i soldi delle apparecchiature pensate proprio per quello scopo.
Hai possibilità di passare da due a quattro fili tra un citofono e l'altro?

Edited by maxmix69
Link to comment
Share on other sites

Buongiorno, per il ponte ho fatto io delle prove, quindi non c'è problema nel toglierlo. Si ho altri fili disponibili perché il cavo ne ha 16. Grazie buona giornata

Link to comment
Share on other sites

Roberto Garoscio
14 ore fa, maxmix69 ha scritto:

Intanto il ponte che hai fatto è una cosa illogica, se funziona lo fa a fortuna

Ah ecco non sono solo io a pensarlo.

Edited by Roberto Garoscio
Link to comment
Share on other sites

E certo che non sei il solo, se per fare intercomunicanti due citofoni bastava fare il ponticello eravamo tutti boccaloni che leggevamo gli schemi e compravamo gli accessori adatti. Piuttosto mi meraviglio di come non vada il Larsen ponticellando ingresso e uscita audio.
comunque non sono prorpio andato in laboratorio, li ho gli schemi di quello che ho realizzato, conto per domani mattina.

Link to comment
Share on other sites

Roberto Garoscio

In tutti i sistemi 4+n se alzi la cornetta parli con un altro utente o più utenti senza bisogno di ponticelli, con l’inconveniente lamentato, si sente anche fuori.

Link to comment
Share on other sites

Roberto Garoscio

Oltre al relè serve un generatore di impedenza -J altrimenti non si sente nulla.

Edited by Roberto Garoscio
Link to comment
Share on other sites

 

Si, il generatore di impedenza o proprio una impedenza fisica di adatto valore sarebbe la soluzione originale e relativamente semplice. Tra un'oretta finalmente vado in laboratorio e mi guardo quello che avevo realizzato all'altro utente dove c'era il problema che stava in condominio per cui si doveva agire solo dai posti interni.

Qui forse viene più semplice, potendo agire in qualunque punto dell'impianto.

Edited by maxmix69
Link to comment
Share on other sites

@Ambrogin non mi sono scordato di te, è solo che sto parecchio incasinato.
Ho guardato un poco tutto, si può fare.
Dal momento che disponi dell' alimentatore
786/1A comincia a fare una prova: dal citofono del piano basso scollega i fili 1 e 2 che vanno al posto esterno e lasciali scollegati. Poi collega il numero 1 dei citofoni al morsetto -J dell'alimentatore 786/1A e il morsetto 2 dei citofoni al morsetto +6 dello stesso alimentatore. Dai tensione all'alimentatore e controlla con l'aiuto di un'altra persona se l'audio intercomunicante tra i due citofoni è soddisfacente. Dopo che hai fatto questa prova proseguiamo, se l'audio è basso devo farti fare un altro tipo di modifica. Chiaramente a lavoro finito avrai bisogno di spazio nei pressi del citofono del piano basso per mettere le apparecchiature (relè, alimentatore aggiuntivo eccetera) oppure dovrai allungare dallo stesso citofono un poco di fili per arrivare in un posto comodo.

Link to comment
Share on other sites

Buonasera, tranquillo capisco. Domani cerco di fare la prova e vi faccio sapere. Grazie e buona serata

Link to comment
Share on other sites

@maxmix69 Buonasera, finalmente sono riuscito a fare la prova, si sente perfettamente. Per lo spazio non c'è problema. Grazie buona serata

Link to comment
Share on other sites

Ottimo! Allora ti faccio lo schema solo delle commutazioni.
Funzionerà che a cornetta alzata premi il tasto di chiamata e i citofoni si staccano dal posto esterno e si collegano in intercomunicante. Abbassando le cornette i citofoni torneranno a funzionare con il posto esterno. Se arriva una chiamata dall'esterno mentre sei in conversazione chiudi il citofono, lo riapri e rispondi così alla chiamata proveniente dal posto esterno.
Dimmi solo una cosa, che nel frattempo mi sono scordato e mi scoccio di andare a ricontrollare, la suoneria è elettronica o tramite ronzatore meccanico?

Edited by maxmix69
Link to comment
Share on other sites

Se aspettavo te che mi rispondevi....😁
Lo schema del modulo l'ho fatto, devo controllarlo e metterlo in bella copia.
Per adesso verifica se lo schema originale corrisponde a quello che effettivamente hai montato, poi verifica se potrai realizzare lo schema modificato.
Quando sarà definitivo ti do lo schema del modulo.

SCHEMA ORIGINALE MIKRA 1122 + CITOFONO 1150.png

SCHEMA MODIFICATO MIKRA 1122 + CITOFONO 1150.png

Edited by maxmix69
Link to comment
Share on other sites

Ecco qui, ho simulato quello che potevo simulare, sembra che funzioni bene.
Alla fine sono pezzi di schemi già provati e riprovati, non ci dovrebbero essere problemi.
I morsetti del modulo che non trovi nel disegno modificato con i fili rossi vanno collegati all'alimentatore 786/1A in tuo possesso.
NON DIMENTICARE IL PONTICELLO ~0/-6 SULL' ALIMENTATORE 786/1A.
I relè sono a 24V due scambi, vanno bene pure piccolissimi (anzi, è meglio così assorbono poco). In rete c'è l'imbarazzo della scelta a prezzi stracciati.
Se qualcosa non è chiaro fai un fischio.

EDIT: se non alzi il citofono prima di premere il tasto di chiamata l'altro citofono non suona e il circuito non commuta, resti connesso al posto esterno.
Se arriva una chiamata esterna mentre i citofoni sono in conversazione tra di loro per rispondere bisogna prima chiuderli entrambi, poi alzarne uno dei due per rispondere.

Le resistenze R8 ed R9 servono per far giungere la nota di chiamata esterna nell'orecchio, in caso i citofoni interni fossero impegnati tra di loro.
Il valore di 1K è indicativo, bisogna fare qualche prova in modo che la nota di chiamata sia forte a sufficienza per non passare inosservata, ma non troppo da essere assordante.
 

Modulo-per-citofoni-intercomunicanti.png

Edited by maxmix69
Link to comment
Share on other sites

@maxmix69Buongiorno, si scusami per le tempistiche dì risposta. Si, ho seguito lo schema originale per i collegamenti. Per lo schema modificato non dovrei avere problemi. Da quello che ho capito però mi dirai successivamente i collegamenti da fare con il 786/1a? Perché non capisco quelle lettere a quali morsetti corrispondono. E non so se possa influire sul progetto ma, ho visto che c'è un morsetto a 18v alternata , invece sul mio 786/1a c'è la 12v alternata. Un'ultima domanda la basetta credi che va bene una 100x120mm? Cerco di procurami i componenti il più presto possibile e vi aggiorno. Grazie mille

Link to comment
Share on other sites

I morsetti +6, 18V~, 0~, -6, sono quelli dell'alimentatore 786/1A.
In effetti però hai ragione, nelle fotografie che ho trovato adesso in rete i 18V~ mancano, ma nel manuale di istruzioni il morsetto c'è 🤔.
Dammi il tempo che modifico lo schema, non comprare ancora nulla.

EDIT: quanti fili puoi passare dal posto esterno al primo citofono, oltre quelli strettamente necessari al funzionamento originale?

Edited by maxmix69
Link to comment
Share on other sites

Ecco qui, questo funziona a 12Vac, ho modificato leggermente qualcosa.
Come relè predi il modello HK19F-DC12V-SHG, costa poco e va benissimo per questo utilizzo.
Ti metto un link di ebay al prezzo migliore che ho trovato:
https://www.ebay.it/itm/164410054525?hash=item26479a577d%3Ag%3Arh0AAOSw2fZhyyBg&LH_BIN=1

Modulo-per-citofoni-intercomunicanti-12-

 

Se non hai fretta sto studiando la possibilità di utilizzare i 12Vac da prelevare dall'alimentatore esistente per fare tutto, senza aggiungere un altro alimentatore. Però ti devo far fare delle prove per essere certo che poi dopo funzioni. Fammi sapere se ti basta così o se vogliamo provare.

Edited by maxmix69
Link to comment
Share on other sites

@maxmix69 Buonasera, allora il cavo è da 16 fili quindi ne dovrebbero rimanere ancora 6/7 disponibili perché 2 mi servono per l'apertura del cancello scorrevole. Confermo che nel mio alimentatore i morsetti sono: +6, -6, -J, ~0, ~12, PS. Se vuoi domani posto una foto. Tranquillo non ho fretta quindi se puoi si, facciamo questa prova di prelevare i 12vac per tutto. Le lettere che non mi sono chiare nello schema sono: E, D, G, H, I, C, F, A, B. Grazie buona serata

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...