Jump to content
PLC Forum


Sostituto Q8012RH5


dxtech
 Share

Recommended Posts


43 minuti fa, dxtech ha scritto:

Buongiorno,

c'è un sostituto per questo Q8012RH5 ?

Ecco il datasheet

https://pdf1.alldatasheet.com/datasheet-pdf/view/26029/TECCOR/Q8012RH5.html

 

Avevo pensato di sostituirlo con questo:

https://www.reichelt.com/it/it/triac-600-v-12-a-to-220-bta-12-600b-p5971.html?CCOUNTRY=446&LANGUAGE=it&&r=1

Va bene?

Scusate, ma non ho fatto bene attenzione ad una cosa:

 

Il primo (quello da sostituire) è un alternistore, mentre il secondo è un semplice triac.

Forse funzionerà comunque, ma non è proprio indicato, vero?

Quindi, ho pensato a questo:

https://secure.reichelt.com/it/en/triac-600-v-12-a-50-ma-snubberless-to-220-btb-12-600bwrg-p278201.html?&nbc=1

 

Attendo vostre.

 

Grazie mille in anticipo.

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
2 ore fa, dxtech ha scritto:

Il primo (quello da sostituire) è un alternistore, mentre il secondo è un semplice triac.

Forse funzionerà comunque, ma non è proprio indicato, vero?

 

L'alternistore in pratica ' costituito da 2 SCR in antiparallelo, completamente separati ed isolati tra loro in modo da evitare inneschi indesiderati durante la fase di commutazione. E anche presente un triac con funzioni di amplificatore di gate, che pilota i 2 gate dei due SCR. Esternamente il componente si presenta come un normale triac con tre elettrodi.

La funzione è identica a quella del triac, però consente di lavorare in condizioni di sovraccarico più severe, specialmente se il carico sia fortemente induttivo.

 

Al solo scopo di facilitare la comprensione della differenza tra i 2 dispositivi, si può paragonare il triac ad un relè che commuta un determinato valore di corrente in AC1 (carico puramente resistivo), mentre l'alternistore ad un relè che commuta il medesimo valore di corrente in AC3 (carico induttivo).

 

Inoltre l'"alternistor", introdotto da Thomson negli anni 80 del secolo scorso, è in grado di commutare con dv/dt molto maggiori rispetto al triac.

 

Quindi non è consigliabile sostituire un alternistore con un triac, a meno di un'attenta analisi dei carichi e delle condizioni di lavoro.

Edited by Livio Orsini
Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

Dipende in quale dispositivo è impiegato.

Se si trattase, ad esempio, di un controllo di temperatura con un resitore come elemento riscaldante, direi di si; se invece si trattasse di un comando motore direi di no.

Come ho scritto prima, sostituire un alternistore con un comune triac non sempre è possibile e va attentamente valutata l'applicazione.

Dato che gli alternistori costano, a parità di tensione e corrente, più del triac equivalente, se vengono impiegati c'è una ragione ben precisa di rpestazioni.

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
6 ore fa, dxtech ha scritto:

ma è un alternistore. O sbaglio?

 

Questo te lo dice il datasheet, se il datasheet no riporta caratteristiche di un alternistore, non è un alternistore.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...