Jump to content
PLC Forum


Nuovo impianto elettrico casa


Diy Mick
 Share

Recommended Posts

Ciao a tutti,

 

Sto ristrutturando il mio nuovo appartamento di circa 80mq, volevo un consiglio su come meglio definire i componenti del centralino e sul dimensionamento dell'impianto.

Attualmente ho un normale contratto da 3KW il contatore è distante circa 20 metri dal centralino e le colonne montanti sono due da 4mm2 in filo rigido attualmente non protette da magnetotermico (sarà una delle prime cose che chiederò di adeguare ai condomini, in vista di un innalzamento della potenza contrattuale). Inoltre l'impianto è di tipo fase + fase.

 

I carichi di spicco sono:

  • piano ad induzione (con limitatore programmabile)
  • frigo
  • condizionatore dual split (inverter)
  • lavatrice
  • asciugatrice 

 

Avrei pensato di strutturare il centralino in questo modo (per la scelta dei componenti al momento mi sono basato sul catalogo ABB):

 

GENERALE 1 MT C32 2P 6KA

  • INDUZIONE 1 MT DIFF tipo A 2P 32A 6KA (cavo 6mm2)
  • FM CUCINA 1 DIFF Puro tipo AC 2P 40A 
    • FRIGO 1 MT C16 2P 4,5KA (cavo 2,5mm2)
    • ALTRE PRESE CUCINA (forno, lavastoviglie, piccoli elettrodomestici) 1 MT C16 2P 4,5KA (cavo 4mm2+ diramazioni 2,5mm2)
  • FM CONDIZIONATORI E LAVANDERIA 1 DIFF Puro tipo F 2P 40A 
    • CONDIZIONATORE 1 MT 16A 2P 4,5KA (cavo 2,5mm2)
    • LAVANDERIA 1 MT 25A 2P 6KA (cavo 4mm2)
  •  RESTO DELLA CASA 1 DIFF Puro tipo AC 2P 40A 
    • TAPPARELLE E TENDE 1 MT 10A 2P 4,5KA (cavo 2,5mm2)
    • PRESE 1 MT 16A 2P 4,5KA (cavo 4mm2+ diramazioni 2,5mm2)
    • LUCI 1 MT 10A 2P 4,5KA (cavo 2,5mm2 + diramazioni 1,5mm2)

 

Cosa ne pensate, è troppo articolato? E' Sovradimensionato? Aggiungereste qualcosa? Come dicevo l'obbiettivo del futuro prossimo è di richiedere l'aumento di potenza contrattuale. Allo stato attuale dell'impianto, accoppiando i due montanti ciascuno per fase omologa (di fatto avrei l'equivalente di 8 mm2 anche se in filo rigido) potrei già usare i 4,5 kw? Ed in futuro con dei montanti nuovi e magari cambiando il MT generale portandolo a 40A potrei passare alla 6kw? (sempre che mi renda conto che il piano a induzione li richieda davvero).

 

 

Grazie per tutti i pareri che mi darete

 

DM

Link to comment
Share on other sites


Maurizio Colombi
36 minuti fa, Diy Mick ha scritto:

Grazie per tutti i pareri che mi darete

Grazie a te che hai chiesto consigli su PLCForum, ma mi chiedo alcune cose molto importanti:

l'impianto lo realizzeresti tu?

se si, con quali conoscenze?

come ti comporterai con le dichiarazioni di legge?

Link to comment
Share on other sites

ilsolitario

Visto che non avete una protezione per la linea montante immagino manchi pure l'impianto di terra....Parli di vecchi cavi rigidi quindi non sfilabili, ci sarà da passare esterni oppure mettersi l'anima in pace e sventrare mezzo palazzo per passare i corrugati nuovi... in quel caso pensate almeno a la predisposizione per i citofoni ed eventuale fibra ottica ..  Se giustamente vuoi risparmiare ti fa segnare le tracce dall'elettricista e poi ti fai tutta la parte di lavori edili anche se il vero problema è poi dove smaltire le macerie.... 

Link to comment
Share on other sites

22 ore fa, Maurizio Colombi ha scritto:

Grazie a te che hai chiesto consigli su PLCForum, ma mi chiedo alcune cose molto importanti:

l'impianto lo realizzeresti tu?

se si, con quali conoscenze?

come ti comporterai con le dichiarazioni di legge?

Buonasera Maurizio, 

per la realizzazione dell'impianto mi sto avvalendo di un elettricista amico, ci siamo divisi i compiti, io mi occuperò della stesura delle tubazioni e dell'infilaggio dei cavi (i dimensionamenti me li ha indicati lui) mentre lui farà collegamenti e istallazione centralino, e quindi rilascerà certificazione. L'unica "diversità di visione" è relativa al centralino, lui monta sempre dei centralini per così dire "spartani" (Diff MT come generale, Mt prese, mt luci). Io con le mie competenze di ingegnere elettronico, e un po' di studio su varie fonti, compreso questo forum, mi sono cimentato nella progettazione della proposta qui riportata, sulla quale accetto volentieri una revisione.

Spero possiate darmi qualche buon consiglio

 

21 ore fa, ilsolitario ha scritto:

Visto che non avete una protezione per la linea montante immagino manchi pure l'impianto di terra....Parli di vecchi cavi rigidi quindi non sfilabili, ci sarà da passare esterni oppure mettersi l'anima in pace e sventrare mezzo palazzo per passare i corrugati nuovi... in quel caso pensate almeno a la predisposizione per i citofoni ed eventuale fibra ottica ..  Se giustamente vuoi risparmiare ti fa segnare le tracce dall'elettricista e poi ti fai tutta la parte di lavori edili anche se il vero problema è poi dove smaltire le macerie.... 

Buonasera ilsolitario,

per  mia fortuna nella tromba delle scale è stato già passato il cavo di messa a terra per raggiungere il vano motore ascensore posto in soffitta usando una canalina esterna. Da questo deriverò  l'impianto di terra dell'appartamento come hanno già fatto altri condomini. Per quanto riguarda i montanti credo che continueremo a percorrere la soluzione della canalina esterna, accetto volentieri il consiglio sui citofoni a cui non avevo pensato, avevo pensato solo a predisposizione fibra e antenna.

 

Grazie

DM

Link to comment
Share on other sites

Microchip1967
Il 10/7/2022 alle 22:37 , Diy Mick ha scritto:

GENERALE 1 MT C32 2P 6KA

  • INDUZIONE 1 MT DIFF tipo A 2P 32A 6KA (cavo 6mm2)
  • FM CUCINA 1 DIFF Puro tipo AC 2P 40A 
    • FRIGO 1 MT C16 2P 4,5KA (cavo 2,5mm2)
    • ALTRE PRESE CUCINA (forno, lavastoviglie, piccoli elettrodomestici) 1 MT C16 2P 4,5KA (cavo 4mm2+ diramazioni 2,5mm2)
  • FM CONDIZIONATORI E LAVANDERIA 1 DIFF Puro tipo F 2P 40A 
    • CONDIZIONATORE 1 MT 16A 2P 4,5KA (cavo 2,5mm2)
    • LAVANDERIA 1 MT 25A 2P 6KA (cavo 4mm2)
  •  RESTO DELLA CASA 1 DIFF Puro tipo AC 2P 40A 
    • TAPPARELLE E TENDE 1 MT 10A 2P 4,5KA (cavo 2,5mm2)
    • PRESE 1 MT 16A 2P 4,5KA (cavo 4mm2+ diramazioni 2,5mm2)
    • LUCI 1 MT 10A 2P 4,5KA (cavo 2,5mm2 + diramazioni 1,5mm2)

 

come al solito, quadro fatto con una serie di errori.

1) FM cucina - differenziale puro non protetto da sovraccarico ed inoltre di tipo AC (minimo tipoA, consigliato tipo F)

2) tutte le utenze non direttamente accessibili protette con MT 1P+N dedicato (quindi 1MT per il frigo, 1 per il forno, 1 per la lavastoviglie, 1 per il microonde).Comodo soprattutto quando vai in ferie e lasci acceso solo il frigo (o, al contrario, per poter sbrinare il frigo stesso usando il resto)

3) separare sicuramente il differenziale dei cdz dalla lavanderia, verificando anche in questo caso se il costruttore del condizionatore non richiede un tipo B (e comunque monterei due MTD separati)

4) Resto della casa: un MTD da 25A almeno tipo A e tre MT corettamente dimensionati

5) Installazione di scaricatore di sovratensione che non è indicato)

6) dimensionare il quadro per almeno il 35% di spazio in piu', ache per rientrare comodamente nel calcolo della sovratemperatura

ah, ultima cosa. Il primo MT  io lo monto sempre 2 poli protetti in modo che se per caso avviene qualche cavolata (es inverisone fase-neutro in ingresso) ci sia perlomeno qualcosa che protegge quel povero conduttore di neutro che in quel momento diventa fase

Link to comment
Share on other sites

Il 12/7/2022 alle 15:56 , Microchip1967 ha scritto:

 

come al solito, quadro fatto con una serie di errori.

1) FM cucina - differenziale puro non protetto da sovraccarico ed inoltre di tipo AC (minimo tipoA, consigliato tipo F)

2) tutte le utenze non direttamente accessibili protette con MT 1P+N dedicato (quindi 1MT per il frigo, 1 per il forno, 1 per la lavastoviglie, 1 per il microonde).Comodo soprattutto quando vai in ferie e lasci acceso solo il frigo (o, al contrario, per poter sbrinare il frigo stesso usando il resto)

3) separare sicuramente il differenziale dei cdz dalla lavanderia, verificando anche in questo caso se il costruttore del condizionatore non richiede un tipo B (e comunque monterei due MTD separati)

4) Resto della casa: un MTD da 25A almeno tipo A e tre MT corettamente dimensionati

5) Installazione di scaricatore di sovratensione che non è indicato)

6) dimensionare il quadro per almeno il 35% di spazio in piu', ache per rientrare comodamente nel calcolo della sovratemperatura

ah, ultima cosa. Il primo MT  io lo monto sempre 2 poli protetti in modo che se per caso avviene qualche cavolata (es inverisone fase-neutro in ingresso) ci sia perlomeno qualcosa che protegge quel povero conduttore di neutro che in quel momento diventa fase

Buonasera Microchip, innanzitutto grazie.

Riguardo al punto 1) Temo di essermi perso qualcosa nella teoria dei differenziali e dei magnetotermici, credevo che se la somma delle correnti nominali dei magnetotermici a valle di un differenziale fosse inferiore alla corrente nominale del differenziale puro, questo fosse considerato protetto (come nel caso del differenziale FM cucina che è da 40 con sotto due MT da 16). Cosa sto sbagliando nel mio ragionamento?

Riguardo al punto 2) grandissimo suggerimento non ci avevo proprio pensato grazie

Riguardo al punto 3) la mia scelta nasce da alcune condizioni a contorno, in primis l'impianto non è Fase+Neutro, ma Fase+Fase quindi sto selezionando solo componenti 2P, nel caso dei differenziali di Tipo F nel catalogo ABB non sono riuscito a trovare dei Diff MT 2P integrati e quindi ho provato a razionalizzare i due Diff MT da 16 e 25 che sarebbe stato più logico montare nella configurazione proposta, esistono altri brand che li fanno?

riguardo al punto 4) ho lo stesso dubbio del punto 1) (posto che faccio mio il suggerimento del tipo A) il mio Diff puro da 40 nasceva dalla somma delle correnti nominali dei MT (10+16+10 = 36), li ritieni sovradimensionati? Secondo te sarebbe più corretta una configurazione C10 tapparelle, C10 prese, C6 luci con Diff da 25?

riguardo al punto 5) ti ringrazio ancora una volta, non ci avevo pensato.

riguardo al punto 6) ci avevo già pensato, il centralino sarà come minimo da 36 moduli

Infine rispetto al tuo ultimo suggerimento ribadisco che tutta la componentistica elencata è di tipo 2P in virtù del tipo di alimentazione fornita dal gestore, non ti nascondo che è stato un grosso vincolo nella selezione dei componenti, tante combinazioni che esistono nel formato 1P+N spesso non le ho trovate in configurazione 2P.

 

Grazie mille degli spunti, resto in curiosa attesa dei chiarimenti sulla protezione dei differenziali.

 

Buona serata

 

DM

Link to comment
Share on other sites

Microchip1967

Me culpa... ho letto troppo velocemente lo schema e mi era scappato il 40A (ero convinto di aver letto 25).

Effettivamente se sei su un bifase tutti gli interruttori devono essere 2 poli protetti.

Certo che quella configurazione potrebbe darti problemi di funzionamento per alcuni dispositivi (esempio le caldaie) o anche con alcuni ups o inverter fotovoltaici

Pazzesco che nel 2022 non si sia ancora raggiunta l'uniformità

Potresti anche valutare un bel trasformatore 1:1 con un polo del secondario a terra.Magari ti costerebbe di piu' adesso ma ti permetterebbe di ridimensionare i costi del quadro ed eventualmente eliminare il trafo nel caso in cui in un futuro ti aggiornassero la fornitura.

Scusami ancora per l'errore

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...