Jump to content
PLC Forum


richiesta info per componenti fotovoltaico


Matte83
 Share

Recommended Posts

Buongiorno a tutti mi chiamo Matteo e sono un nuovo iscritto anche se vi leggo ormai con molto interesse già da diversi mesi.

Sono in procinto di fare il grande passo ed installare un fotovoltaico a casa. Ormai ho impiegato ore ed ore con formule, bollette e calcolatrice (non sapete quanto mi sono divertito) per dimensionare impianto, calcolare futuri autoconsumi e piano di rientro e non voglio farvi perdere tempo in questo, ma vorrei sapere la Vs opinione a riguardo della componentistica (in questo sono una vera schiappa) che mi è stata proposta.

Parto dicendo che i tempi che mi hanno promesso per l'installazione sono di 2 mesi (ottimo direi) più quelli di attivazione dell'impianto (quelli ahimè saranno biblici); comunque la mia data X sarà settembre 2023 quando mi scadrà il prezzo bloccato dell'energia (attualmente la pago 6cent/€ con Edison 😅)

Sarà un impianto da 6kW senza accumulo

- INVERTER ZCS Azzurro mi è stato detto che è un buon prodotto (ovviamente dal venditore che comunque è un "amico") ma ho 2 dubbi:

      vorrei chiedere se è possibile monitorare la produzione dell'impianto (cosa che PRETENDO) tramite APP o Portale anche senza l'uso di ottimizzatori (cosa che mi ha sconsigliato per il prezzo in relazione alla dimensione "contenuta" dell'impianto). 

      Vorrei sapere (lui dice SI) se un domani sarà possibile installare un eventuale accumulo senza stravolgere tutto l'impianto

- PANNELLI Seraphim mai sentiti in vita mia, comunque vi allego la scheda tecnica 🙄

     Ovviamente non pretendo l'efficienza Solaredge, mi è sufficiente che facciano il loro sporco lavoro.

Totale costi 6350€ (comprensivi di sconto in fattura 50%) 

Grazie in anticipo a tutti quelli che leggeranno il post e anche a chi ci perderà qualche minuto in più per rispondermi..

BUON FERRAGOSTO 

 

 

 

pannelli seraphim.jpg

Link to comment
Share on other sites


mrgianfranco
1 ora fa, Matte83 ha scritto:

vorrei chiedere se è possibile monitorare la produzione dell'impianto

Salve!..ormai quasi, se non tutti gli inverter di oggi lo fanno!

1 ora fa, Matte83 ha scritto:

senza l'uso di ottimizzatori (cosa che mi ha sconsigliato per il prezzo in relazione alla dimensione "contenuta" dell'impianto). 

Gli ottimizzatori non servono perchè tu possa monitorare la produzione, servono per ottimizzare appunto la produzione, ti faccio un esempio: hai una falda dove a una certa ora X del giorno l'ombra di alcuni comignoli ti oscurano 3 pannelli, bene senza ottimizzatori quei 3 pannelli anzichè produrre energia saranno una zavorra, al contrario con gli ottimizzatori quei 3 pannelli per quanto perdura la condizione di scarsa produzione momentaneamente vengono disconnessi facendo lavorare meglio il resto dell'impianto!

Dunque non centra la taglia dell'impianto sulla scelta di installare o meno ottimizzatori bensì la conformazione del tetto, comunque queste son decisioni che prendono in fase progettuale, ricordo tempo fa di averne installato anche su impianti da 3kwp.

1 ora fa, Matte83 ha scritto:

Vorrei sapere (lui dice SI) se un domani sarà possibile installare un eventuale accumulo senza stravolgere tutto l'impianto

oltre il pacco batterie ti verrà installato un altro inverter dedicato per la gestione dell'accumulo, secondo me ti conviene pensare a un impianto già completo fin da subito, in modo di non rimetterci più mani in futuro e azzardo a dire che ti costerebbe meno pensarci subito piuttosto che aggiungerlo in un secondo momento, oppure se non vuoi installare il pacco batterie subito almeno valuta di farti installare un inverter ibrido in modo da esser gia pronto.

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Alessio Menditto ha scritto:

Perché senza accumulo?

 

sicuramente per il tempo di rientro investimento biblico, questa non e' una pratica 110%

 

Riguardo al primo dubbio, da quel che leggo sul sito ufficiale, gli inverter ZCS Azzurro ci sono sia in versione ibrida che standard, un domani potresti installare le batterie senza sostituire l'inverter solo se quest'ultimo e' ibrido

Edited by stiwy81
Link to comment
Share on other sites

Alessio Menditto

Ma tu energia ce l’hai solo se c’è il sole, e quando non c’è?

Tu stai facendo un impianto non per risparmiare ma per vendere energia, io se faccio un fotovoltaico lo faccio per immagazzinare energia il più possibile per usarla per me, poi quello che non uso per me la vendo.

Link to comment
Share on other sites

Quando non c'e', esiste lo SSP, stiamo parlando di un sistema fotovoltaico standard, non deve servire un'abitazione off-grid. Il costo attuale delle batterie per fv e' ancora troppo elevato rispetto al risparmio che producono. Nel caso di @Matte83, dovrebbe installare una batteria da almeno 10kWh, facendo di fatto quasi raddoppiare il costo totale dell'impianto. Non conosco i suoi consumi attuali, ma per rientrare di 5000 euro credo servano almeno 7 anni di consumi (confrontando ovviamente il tutto con lo scambio sul posto/rid).

 

Link to comment
Share on other sites

Io installerò l'impianto per "risparmiare" cioè trovare il miglior compromesso tra entrata ed uscita, per ora l'accumulo (nel mio caso non lo reputo un buon investimento). Dopo mille calcoli (per il momento) ho accantonato ipotesi accumulo che sicuramente mi avrebbe fatto risparmiare sulla bolletta quotidiana (senza però permettermi di rientrare in tempi accettabili), ma ripeto, non ho aperto la discussione per parlare di AccumuloSI/AccumuloNO ma solamente per valutare i materiali.. Grazie per le info sull'inverter (utilissime), ma qualcuno conosce questi pannelli Seraphim, io non so leggere la scheda tecnica se non la resa negli anni che non reputo malvagia...

Di nuovo grazie

Link to comment
Share on other sites

ilsolitario

Senza conoscere il modello preciso di inverter è impossibile dirti se può o no gestire l'accumulo.. Per il resto tutti i modelli hanno il monitoraggio tramite app dedicata. I pannelli sono di un azienda cinese, ma questo non vuol dire niente visti i grandi colossi asiatici che si scontrano con quelle Europee  o Americane..  L'importante è che facciano un buon ancoraggio e i quadri non siano a risparmio 

Edited by ilsolitario
Link to comment
Share on other sites

Posted (edited)
18 minuti fa, ilsolitario ha scritto:

Senza conoscere il modello preciso di inverter è impossibile dirti se può o no gestire l'accumulo.. Per il resto tutti i modelli hanno il monitoraggio tramite app dedicata. 

Hai pienamente ragione,  ma adesso so di dover chiederne uno ibrido...

Per i pannelli mi sembra di capire che nessuno intenda esporsi troppo, ma la vedo una cosa positiva... non tutti possono permettersi di guidare una Ferrari, se acquistata al giusto prezzo anche una Punto puó essere migliore.

Edited by Matte83
Link to comment
Share on other sites

4 ore fa, mrgianfranco ha scritto:

Salve!..ormai quasi, se non tutti gli inverter di oggi lo fanno!

Gli ottimizzatori non servono perchè tu possa monitorare la produzione, servono per ottimizzare appunto la produzione, ti faccio un esempio: hai una falda dove a una certa ora X del giorno l'ombra di alcuni comignoli ti oscurano 3 pannelli, bene senza ottimizzatori quei 3 pannelli anzichè produrre energia saranno una zavorra, al contrario con gli ottimizzatori quei 3 pannelli per quanto perdura la condizione di scarsa produzione momentaneamente vengono disconnessi facendo lavorare meglio il resto dell'impianto!

Dunque non centra la taglia dell'impianto sulla scelta di installare o meno ottimizzatori bensì la conformazione del tetto, comunque queste son decisioni che prendono in fase progettuale, ricordo tempo fa di averne installato anche su impianti da 3kwp.

oltre il pacco batterie ti verrà installato un altro inverter dedicato per la gestione dell'accumulo, secondo me ti conviene pensare a un impianto già completo fin da subito, in modo di non rimetterci più mani in futuro e azzardo a dire che ti costerebbe meno pensarci subito piuttosto che aggiungerlo in un secondo momento, oppure se non vuoi installare il pacco batterie subito almeno valuta di farti installare un inverter ibrido in modo da esser gia pronto.

Per fortuna il tetto é esposto a Sud con inclinazione 30° senza il minimo ombreggiamento (quindi condizioni ideali). So che gli ottimizzatori hanno altri vantaggi (trovare eventuali danni o malfunzionamenti, migliorare efficienza, ...) ma si parla di un migliaio di Euro che non so quanto possa valere la pena spendere (sperando che vada sempre tutto bene). La vedo un pó come le varie assicurazioni, per qualcuno soldi buttati, ma se dovesse essercene bisogno...

Chiaro che se uno inizia a pretendere i migliori componenti, accumuli da capogiro, assicurazioni kasko, pulizia annuale, .... QUANDO MAI RIENTRERÀ CON L'INVESTIMENTO FATTO?! 

Link to comment
Share on other sites

Semplice 1

Ciao  Matte83

 

Direi che avevi già idee chiare dall'inizio.

Ora, alla fine, direi che le hai chiarissime.

Ti auguro un buon Fotovoltaico da 6 kWp (anche senza Accumulo)

--------------------------------------

 

Le prestazioni dei Pannelli, come per tutti gli altri  Cinesi "di mercato", stando allo scritto e alle tabelle presentate dal Fabbricante, sono buone/normali.

Garanzie ed altro : ci saranno pure ma la tua garanzia migliore  è la Buona Fortuna (comunque i rischi sono molto ma molto limitati).

 

Quando ti faranno l'installazione sul tetto accertati di persona (sali sul tetto e restaci per tutta la durata dei lavori) che non facciano danni.

E' molto, ma molto, più probabile avere danni al tetto piuttosto che malfunzionamento o troppo degrado dei Pannelli.

Link to comment
Share on other sites

mgaproduction
8 ore fa, Matte83 ha scritto:

Buongiorno a tutti mi chiamo Matteo e sono un nuovo iscritto anche se vi leggo ormai con molto interesse già da diversi mesi.

Sono in procinto di fare il grande passo ed installare un fotovoltaico a casa. Ormai ho impiegato ore ed ore con formule, bollette e calcolatrice (non sapete quanto mi sono divertito) per dimensionare impianto, calcolare futuri autoconsumi e piano di rientro e non voglio farvi perdere tempo in questo, ma vorrei sapere la Vs opinione a riguardo della componentistica (in questo sono una vera schiappa) che mi è stata proposta.

Parto dicendo che i tempi che mi hanno promesso per l'installazione sono di 2 mesi (ottimo direi) più quelli di attivazione dell'impianto (quelli ahimè saranno biblici); comunque la mia data X sarà settembre 2023 quando mi scadrà il prezzo bloccato dell'energia (attualmente la pago 6cent/€ con Edison 😅)

Sarà un impianto da 6kW senza accumulo

- INVERTER ZCS Azzurro mi è stato detto che è un buon prodotto (ovviamente dal venditore che comunque è un "amico") ma ho 2 dubbi:

      vorrei chiedere se è possibile monitorare la produzione dell'impianto (cosa che PRETENDO) tramite APP o Portale anche senza l'uso di ottimizzatori (cosa che mi ha sconsigliato per il prezzo in relazione alla dimensione "contenuta" dell'impianto). 

      Vorrei sapere (lui dice SI) se un domani sarà possibile installare un eventuale accumulo senza stravolgere tutto l'impianto

- PANNELLI Seraphim mai sentiti in vita mia, comunque vi allego la scheda tecnica 🙄

     Ovviamente non pretendo l'efficienza Solaredge, mi è sufficiente che facciano il loro sporco lavoro.

Totale costi 6350€ (comprensivi di sconto in fattura 50%) 

Grazie in anticipo a tutti quelli che leggeranno il post e anche a chi ci perderà qualche minuto in più per rispondermi..

BUON FERRAGOSTO 

 

 

 

pannelli seraphim.jpg

 

A volte chi più spende meno spende.

Leggi questo interessantissimo articolo https://energeticefficiency.com/ottimizzatori-solaredge/ di modo da renderti conto del fatto di aver escluso a priori gli ottimizzatori di potenza.

Che tu non voglia l'accumulo ok; potrai sempre montarlo un domani in 2 modi diversi : o grazie ad un inverter ibrido (che ti permetterà quasi di azzerare le dispersioni dettate dalle varie conversioni DC/AC/DC e qui ndi ottimizzare al massimo la produzione dei pannelli) o grazie ad un inverter dedicato a parte.

 

Ma sugli ottimizzatori pensaci su davvero bene fin dall'inizio.

E soprattutto chiedi altri preventivi e non fermarti a quelli degli amici.

 

Link to comment
Share on other sites

ilsolitario

Spesso montaggi sbrigativi comportano infiltrazioni, staffe ballerine in caso di vento ecc ecc.. Sono cose da non sottovalutare per non ritrovarsi con i secchielli quando piove

 

 

Link to comment
Share on other sites

mrgianfranco

Si da per scontato che l installazione sia fatta in modo impeccabile.. Al contrario le componenti poco importano! Poi per la questione accumulo basta gestire o cercare di farlo al meglio i carichi pesanti nelle ore di buona produzione.. Quindi cena presto e forno acceso con luce del sole! 

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, mrgianfranco ha scritto:

 

Attualmente (senza fotovoltaico e con bioraria) concentro i consumi la sera (senza esasperazione) e riesco ad avere le 3 fasce molto equilibrate f1 35% f2 30% F3 35%... quindi una volta installato l'impianto penserei, impegnandomi il giusto, di raggiungere una buona autosufficienza energetica anche senza accumulo, dato che la moglie casalinga darà una bella mano...

Link to comment
Share on other sites

multigamma

Azzurro ZCS ZUCCHETTI ottima scelta, assistenza super. Per i pannelli io preferisco i FUTURA SUN azienda italiana

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...