Jump to content
PLC Forum


Armadietto stagno per contatore gas


marco orange
 Share

Recommended Posts

Simone Baldini
14 ore fa, click0 ha scritto:

tecnico per l'apertura se è telegestito ?!

a mio avviso ,avrebbero fatto anche l'apertura da remoto...

 

Direi proprio di no. Un conto è chiudere il gas, e un conto è aprirlo. Per aprirlo deve essere presente il tecnico che controlla.

38 minuti fa, vincenzo barberio ha scritto:

 

Non mi risulta che i misuratori di gas "moderni" siano dotati di elettrovalvole.

Si sono dotati di elettovalvola.

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 54
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • marco orange

    8

  • Alessio Menditto

    8

  • click0

    7

  • vincenzo barberio

    7

vincenzo barberio
37 minuti fa, Simone Baldini ha scritto:

Si sono dotati di elettovalvola.

Il mio elettronico (il secondo) sostituito nel maggio 2021 come tutti nella mia zona non riesce neanche a comunicare la lettura, infatti sulla bolletta appaiono le voci "lettura effettiva o lettura presunta". E tramite  E mail il fornitore mi suggerisce di inviare l'autolettura.

Link to comment
Share on other sites

https://www.italgas.it/servizi-per-te/contatori/tipologie/

I contatori dell'Italgas (il mio distributore di zona) hanno la valvola gestita da remoto, ma ovviamente sarebbe molto pericoloso aprire l'elettrovalvola da remoto poiché non si conoscerebbe lo stato delle altre valvole. 

Invece per i contatori della luce il magnetotermico viene solo "sbloccato" da remoto ma poi deve essere attivato dall'utente.

I problemi di telelettura e telegestione sono spesso causati dallo scarso segnale della rete mobile, infatti gli armadietti non devono schermare il segnale oltre un certo numero di dB.

Link to comment
Share on other sites

Alessio Menditto

Ci stiamo un po’ perdendo e non va bene, posto che NON SAPPIAMO che contatore c’è, quindi per me potrebbe essere ancora quello di 20 anni fa, l’obiezione di Click è giusta, posto che il tecnico ha appurato che servono fori passanti, e che se non li fa tra tot giorni chiude il gas, la domanda è: COME fa a chiudere il gas SE il nostro amico non lo fa entrare in casa?

Perchè è ovvio che se lo fa entrare in casa e vede che non ha fatto i buchi piomba il contatore, l’alternativa è che NON LO FACCIA ENTRARE in casa e a questo punto, visto che male non fare paura non avere, il tecnico ovviamente immagina che NON HA FATTO i buchi e allora DOVE LO CHIUDE IL GAS se non lo può fare dentro casa?

Link to comment
Share on other sites

Io credo che si dovrebbe cercare di migliorare ad ogni occasione e non cercare una scappatoia che ci fa passare sempre per i furbetti di turno 

Con la scusa che tanto non possono entrare se non invitati non conviene neanche pagarlo il gas...." Logicamente è un estremizzare"

Se occorrono i fori e un cassonetto a stagno li devi fare, anche ringraziando che comunque te l'hanno aperto il contatore venendoti incontro.

Link to comment
Share on other sites

57 minuti fa, robertice ha scritto:

Se occorrono i fori e un cassonetto a stagno li devi fare, anche ringraziando che comunque te l'hanno aperto il contatore venendoti incontro.

mah,

non glielo hanno nemmeno messo per iscritto

a mio avviso, se fosse obbligato ad averli, non lo avrebbero nemmeno aperto

 

che sia più sicuro e migliorativo, non lo mette in dubbio nessuno...

Link to comment
Share on other sites

23 ore fa, Alessio Menditto ha scritto:

la domanda è: COME fa a chiudere il gas SE il nostro amico non lo fa entrare in casa?

Per la sicurezza potrebbe chiudere la colonna creando disagio a tutti quelli collegati ad essa. 

Link to comment
Share on other sites

Non vedo il problema...  Chiama l'amministratore e spiega l'esigenza di dover fare il foro.  Ovviamente poi invierà una raccomandata/pec ufficiale e nessuno potrà opporsi.  Purtroppo i lavori saranno a carico del singolo condomino.  

Edited by ilsolitario
Link to comment
Share on other sites

8 ore fa, robertice ha scritto:

Si suggerisce 

ottimo, qualcuno a trovato la norma

 

chissà chi si deve prende la briga di "certificare"

"almeno una parete dell'alloggiamento deve essere realizzata con materiale in grado di attenuare la radiofrequenza di non più di 2dBm"

il muratore?

il fabbro?

l'idraulico?

 

 

d'ora in poi bisognerebbe pure chiedere se la nicchia contatori è certificata uni9036

Link to comment
Share on other sites

Il 16/9/2022 alle 13:55 , vincenzo barberio ha scritto:

Non mi risulta che i misuratori di gas "moderni" siano dotati di elettrovalvole.

L'elettrovalvola è interna all'apparecchio. Un paio d'anni fa ero lontano da casa, non pagai una bolletta e il contatore (che è in casa e fa la telelettura) fu disattivato. Per riattivarlo (oltre al pagamento) dovetti attendere la visita di un tecnico munito di rivelatore che lo riattivò usando un semplice PC portatile.

Link to comment
Share on other sites

vincenzo barberio
Il 18/9/2022 alle 19:53 , alex01rosso ha scritto:

Per riattivarlo (oltre al pagamento) dovetti attendere la visita di un tecnico munito di rivelatore che lo riattivò usando un semplice PC portatile.

Un bravo tecnico.  

Link to comment
Share on other sites

si suggerisce la messa in sicurezza ok, ma che il contatore interno debnba essere a ridosso di una parete perimetrale mi pare sia invece un obbligo.

 

nel suo caso dice che non lo è quindi io comincerei a sentire un idraulico per sistemare la cosa, tanto un idraulico serio che certifichi il lavoro sa di suo come mettere a norma il tutto.

Link to comment
Share on other sites

Simone Baldini

A mio avviso non conviene scontrarsi troppo col gestore della rete, se ha chiesto un mobiletto a tenuta meglio farlo. Il rischio è che ti rimuova il contatore e ti imponga di metterlo esterno, poi si che son problemi e costi.

Come fanno ad accedere alla tua unità? Semplice, per esigenze di sicurezza possono farlo senza troppi problemi, se addirittura rilevassero una perdita chiamano i VVF, loro ti sfondano la porta, entrano, chiudono tutto ed escono.

Link to comment
Share on other sites

Alessio Menditto
8 minuti fa, Simone Baldini ha scritto:

loro ti sfondano la porta, entrano, chiudono tutto ed escono

Devo confermare questa cosa perché in prima persona chiamai i vigili del fuoco per una perdita di gas del mio vicino di appartamento che il proprietario non voleva risolvere e l’inquilino era troppo povero per pagare un idraulico (l’ho già raccontato), e così siccome non avevo voglia di saltar in aria li ho chiamati, non hanno sfondato la porta solo perché hanno convinto l’inquilino ad aprire ma loro erano già pronti a farlo.

Link to comment
Share on other sites

Tutta questa caciara per averti consigliato di fare due buchi nel muro per la TUA sicurezza.... Io non ci dormirei la notte avendo un contatore del gas dentro casa! 

Link to comment
Share on other sites

vincenzo barberio
37 minuti fa, mrgianfranco ha scritto:

Tutta questa caciara per averti consigliato di fare due buchi nel muro per la TUA sicurezza.... Io non ci dormirei la notte avendo un contatore del gas dentro casa! 

Generalmente nei locali quali ad esempio le cucine domestiche con presenza di piani di cottura o apparecchi di tipo "B" funzionanti a gas, sono o dovrebbero essere già presenti dei fori (aperture) in basso ed in alto dalla sezione minima di 100 millimetri quadri.

Edited by vincenzo barberio
Link to comment
Share on other sites

Scusate se ho dato impressione di scarso interesse, al contrario ho letto con attenzione tutti i vostri commenti. La mia opinione è simile a quella di click0. Quello che intendo fare non è barricarmi dentro casa rifiutandomi di fare quello che mi potrà essere imposto ed aspettando che i pompieri mi sfondino la porta.

Tuttavia prima di agire, non essendo convinto di quanto riferito solo verbalmente ed avendo trovato in rete informazioni contrastanti, ho preferito chiedere qui altri pareri. Credo che possa essere di interesse anche per altri visto che nelle case vecchie è abbastanza normale che il contatore non sia all'aperto.

Condivido anche l'opinione che i fori di ventilazione ed aerazione possano essere sufficienti a far dormire tranquillo il distributore. Mi chiedo se è così frequente che i contatori siano causa di perdite pericolose più di altre componenti dell'impianto... forse perché fanno anche da riduttori di pressione?

Link to comment
Share on other sites

4 ore fa, marco orange ha scritto:

Mi chiedo se è così frequente che i contatori siano causa di perdite pericolose più di altre componenti dell'impianto...

no, ma essendo di proprietà dell'ente distributore, questi si premunisce per eventuali complicazioni

 

il contatore in proprietà privata, non accessibile pubblicamente, è secoli che non si utilizza

(per quel che riguarda la mia esperienza case massimo fine anni 50)

1 per problemi di sicurezza

2 per problemi passati di morosita

 

questo tipo di contatori solitamente li si sposta alla prima ristrutturazione

Link to comment
Share on other sites

  • 3 months later...
marco orange

Segnalo questo interessante video in cui si vede chiaramente come è fatto un contatore gas. Una struttura certamente a prova di perdita più di un piano di cottura 

 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share


×
×
  • Create New...