Jump to content
PLC Forum


Autoclave che fa saltare il magnetotermico


RedFoxy
 Share

Recommended Posts

Ciao a tutti!

Ho un serbatoio da 1500l in campagna poggiato a terra su di un piano in cemento, vicino, sempre sul piano, c'è un'autoplave con pressostato digitale, i tubi e il cavo elettrico arrivano da casa e sono tra i 10 e i 15 metri, non saprei la lunghezza precisa, sono anni ormai che è così, mio fratello, per segnarsi dove passassero i tubi dell'acqua e il cavo elettrico, così da non finirgli sopra con la taglia erba quando fa pulizia, ha pensato bene di prendere il cavo elettrico e sospenderlo per aria a circa un metro o poco più da terra, non so' se la cosa è connessa, ma quest'estateo, dopo questo intervento, ogni volta che arrivava un temporale il magnetotermico dell'autoplave si stacca come se ci fosse un corto circuito.

Ho verificato il cavo e non c'erano corto circuiti, andando sempre più a monte, staccando e testando, sono arrivato fino al motore, escludendo anche il pressostato, aprendo la cassetta elettrica del motore ho trovato dell'acqua, ho quindi asciugato e ripulito tutto, ho anche staccato il condensatore per asciugarlo e prendere i valori in caso dovessi sostituirlo, ho rimontato il tutto senza chiudere la cassettina e il motore è tornato a funzionare per mezza giornata, poi la sera ha ripreso a dare fastidi, pensando fosse il condensatore sono uscito e ne ho comprato uno nuovo, il problema è sparito!

La cassettina del motore l'ho siggillata, nel chiuderla, usando abbondante silicone, così da essere certo che non entrasse acqua.

 

Circa una settimana dopo altra acqua e fulmini, di nuovo problemi con il motore, cambio il condensatore e via funziona tutto, trovo alquanto strano che si fosse bruciato così facilmente e a breve tempo, ma poteva essere difettoso o la casistica mi giocava uno scherzo, la cassettina era asciutta, in ogni caso il motore è sotto una piccola tettoia e metto anche una barra per deviare l'acqua che in caso potrebbe arrivargli dalla montagna.

 

Due settimane dopo, altra acqua e fulmini e nuovamente il motore che torna a dare problemi, da li penso al cavo che faccia da antenna per l'eneriga elettrostatica e lo rimetto a terra e gli metto anche della terra sopra per isolare (è un bipolare senza filo di terra), apro la cassettina, completamente asciutta, cambio il condensatore e funziona tutto.

 

Oltre un mese e mezzo dopo sono nuovamente nella stessa situazione, la cosa mi puzza parecchio, il cavo non è più svolazzante ma sotto terra, non credo ci siano stati fulmini, il motore viene staccato la notte da uno shelly, sia per non tenerlo attivo inutilmente ma anche come forma di protezione, in ogni caso alle 8:00 (si riattiva alle 6:00) quando ormai il temporale era alla fine, salta il magnetotermico.

 

Lo tengo staccato alcune ore, avevo riunione a lavoro e non potevo controllarlo, provo a riattaccarlo prima di controllare e il magneto termico non salta, sento il motore partire e mettere in pressione i tubi, vado in bagno a lavarmi le mani e non appena apro e il motore si attiva salta la luce...

 

Ora non credo sia il terzo o il quarto condensatore andato in palla, ma ci deve essere altro, voi che ne pensate?

Edited by Domenico Maschio
Link to comment
Share on other sites

  • Domenico Maschio changed the title to Autoclave che fa saltare il magnetotermico

Vi allego tre foto che mostrano lo stato attuale del motore (senza la tettoietta) e con la cassetta aperta e completamente asciutta, ho provato a staccare il condensatore, scaricarlo cortocircuitando i piedini e quini ho girato il seguente video dando alimentazione al motore, che va in pressione, come si sente nel video, quando successivamente apro un rubinetto il motore parte ma fa scattare il magnetotermico.

 

Dopo aver girato il video ho sostituito il condensatore con uno nuovo uguale, sembrava che il problema si fosse risolto, chiudendo e riaprendo l'acqua più volte non è scattato il magnetotermico, ma ho cantato vittoria troppo presto, una decina di minuti dopo è scattato...

 

Consigli?

 

 

 

photo_2022-09-23_13-50-43.jpg

photo_2022-09-23_13-50-45.jpg

photo_2022-09-23_13-50-48.jpg

Link to comment
Share on other sites

Dumah Brazorf

Da dove arriva l'acqua che schizza nel video? Ci sarà pur la tettoietta ma così a vederlo quel motore di acqua addosso ne prende comunque.

Fai una foto all'interruttore che salta, che magnetotermico è una cosa e differenziale/salvavita un'altra.

Link to comment
Share on other sites

3 minuti fa, Dumah Brazorf ha scritto:

Da dove arriva l'acqua che schizza nel video? Ci sarà pur la tettoietta ma così a vederlo quel motore di acqua addosso ne prende comunque.

Fai una foto all'interruttore che salta, che magnetotermico è una cosa e differenziale/salvavita un'altra.

 

Quell'acqua che schizza è colpa mia, dovendo tenere il cellulare con una mano ho aperto il rubinetto vicino senza spostare il tubo, in ogni caso non è arrivata acqua sui contatti, quel rubinetto è sempre chiuso

 

Link to comment
Share on other sites

1 minuto fa, robertice ha scritto:

Cambia la protezione elettrica che scatta

Il magnetotermico? Perché? Quando il motore è staccato funziona bene con il resto del carico

Link to comment
Share on other sites

Il 23/9/2022 alle 14:17 , Dumah Brazorf ha scritto:

Fai una foto all'interruttore che salta, (*) 

che magnetotermico è una cosa e differenziale/salvavita un'altra

Oppure riporta tutti i dati scritti sull' Interruttore. 

Altrimenti chi non è sul posto non sapendo cosa succede, Dispersione o Sovraccarico,

non può essere d ' aiuto  . 

Buona giornata ! 

Link to comment
Share on other sites

Il magnetotermico è sovradimensionato per solo un autoclave, questo gestisce anche il garage anche se per ora non è usato

image.thumb.png.7622da5406877ccf0e669b8c995f3c8d.png

 

Link to comment
Share on other sites

Dumah Brazorf

Eh, lo vedi che pensavo giusto? E' un salvavita/differenziale non un semplice magnetotermico. C'è quindi una dispersione a terra (letteralmente).

Edited by Dumah Brazorf
Link to comment
Share on other sites

Ho staccato i cavi che vanno all'autoclave e li ho attaccati in modo volante sotto un altro salvavita e che si è prontamente staccato... Quindi direi che il problema è decisamente li, ora voglio provare a passare un'altra coppia per bypassare il filo che va fuori ma dubito che cambierà qualcosa

Link to comment
Share on other sites

Dumah Brazorf

Rifai il collegamento dei fili alla pompa, sia mai che ci sia un trefolo truffaldino di un cavo che va a pelo con la scocca.

E' mai rimasta a secco quella pompa? Da andare a vuoto per un po'?

Link to comment
Share on other sites

Stefano Dalmo

Credo che il motore sia in dispersione , 

E tutto quel calcare presente nel pozzetto dei collegamenti elettrici ne sia la certezza che lì è entrata acqua.

credo che sia andato il motore.

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
22 minuti fa, Stefano Dalmo ha scritto:

E tutto quel calcare presente nel pozzetto dei collegamenti elettrici ne sia la certezza che lì è entrata acqua.

credo che sia andato il motore.

 

osservando la fotografia della scatola dei morsetti è la conclusione più logica.

Link to comment
Share on other sites

Il 22/9/2022 alle 20:37 , RedFoxy ha scritto:

il motore viene staccato la notte da uno shelly, sia per non tenerlo attivo inutilmente ma anche come forma di protezione(1)

provo a riattaccarlo prima di controllare e il magneto termico non salta,

sento il motore partire e mettere in pressione i tubi,(2)

vado   a lavarmi le mani e non appena apro e il motore si attiva salta la luce.(3)

>

Poiché il Motore opera in ambiente umido, per evitare Dispersioni anomale,

potrebbe necessitare questa sequenza di verifiche :

1)

Per sicurezza controllerei che di notte  non esca la Fase verso il Press Control . 

(altrimenti andrebbero invertiti Fase e Neutro che  entrano nello Shelly .) 

2)

poi si controlla che al raggiungimento della Pressione non arrivi più la Fase al Motore. 

(se necessario invertire la Polarità dei fili da Shelly a Press Control. 

3)

infine si prova se cambia qualcosa quando si invertono i 2 fili che entrano nel Motore. 

Buona notte ! 

Link to comment
Share on other sites

Elaboratore

Il problema sembrerebbe una dispersione verso terra. La diagnosi la puoi fare  guardando la finestra nell'interruttore del differenziale dove c'e' il numero 2CSR145018R1254 (come in foto),

 se cambia colore questo rettangolino trasparente , significa che si stacca per dispersione verso terra. La parte attiva elettrica, da qualche parte (inclusi gli avvolgimenti) fanno contatto con la carcassa metallica, oppure la presenza di acqua, fa condurre la fase verso le parti in metallo .  Questa condizione  crea  dispersione verso terra , ed interviene la protezione  che  stacca.  

 Soluzione  Asciuga bene ovunque , meglio se con un compressore che soffia, o anche se inadatto con un potente asciugacapelli. Diversamente deve essere revisionato per trovare la causa della dispersione. 

 Se riesci a risolvere, assicurati che l'intero Autoclave NON prenda acqua nel caso di un temporale,  anche nella parte della ventilazione .  Coprirlo sopra dalla pioggia, ma lasciarlo aperto lateralmente non ti garantisce  che rimane asciutto . 

Link to comment
Share on other sites

9 ore fa, piergius ha scritto:

>

Poiché il Motore opera in ambiente umido, per evitare Dispersioni anomale,

potrebbe necessitare questa sequenza di verifiche :

1)

Per sicurezza controllerei che di notte  non esca la Fase verso il Press Control . 

(altrimenti andrebbero invertiti Fase e Neutro che  entrano nello Shelly .) 

2)

poi si controlla che al raggiungimento della Pressione non arrivi più la Fase al Motore. 

(se necessario invertire la Polarità dei fili da Shelly a Press Control. 

3)

infine si prova se cambia qualcosa quando si invertono i 2 fili che entrano nel Motore. 

Buona notte ! 

1) La notte lo shelly toglie proprio la corrente staccando la fase quindi non dovrebbe arrivare nulla

2) verificherò purtroppo oggi piove e non posso provare, teoricamente non dovrebbe arrivare ma è meglio verificare

3) il problema è iniziato con i fili sempre nella stessa sequenza

8 ore fa, Elaboratore ha scritto:

Il problema sembrerebbe una dispersione verso terra. La diagnosi la puoi fare  guardando la finestra nell'interruttore del differenziale dove c'e' il numero 2CSR145018R1254 (come in foto),

 se cambia colore questo rettangolino trasparente , significa che si stacca per dispersione verso terra. La parte attiva elettrica, da qualche parte (inclusi gli avvolgimenti) fanno contatto con la carcassa metallica, oppure la presenza di acqua, fa condurre la fase verso le parti in metallo .  Questa condizione  crea  dispersione verso terra , ed interviene la protezione  che  stacca.  

 Soluzione  Asciuga bene ovunque , meglio se con un compressore che soffia, o anche se inadatto con un potente asciugacapelli. Diversamente deve essere revisionato per trovare la causa della dispersione. 

 Se riesci a risolvere, assicurati che l'intero Autoclave NON prenda acqua nel caso di un temporale,  anche nella parte della ventilazione .  Coprirlo sopra dalla pioggia, ma lasciarlo aperto lateralmente non ti garantisce  che rimane asciutto . 

Grazie per il suggerimento, dovrò vedere icapire come fare a isolarlo, due lati sono sempre aperti come si vede dalle foto, al massimo da un lato ho messo quella lastra per diminuire l'acqua ma non ho un pozzetto chiuso dove metterlo, in ogni caso vedrò di fare questa prova se no dovrò prendere un motore nuovo e via

Link to comment
Share on other sites

vincenzo barberio

Io momentaneamente proverei a scollegare elettricamente la pompa e al suo posto collegarvi un altro utilizzatore funzionante. Quindi se in questo caso dovesse intervenire il differenziale significherebbe che il guasto è nella linea, diversamente in assenza di intervento dello stesso il guasto sarebbe da attribuire al motore della pompa. 

Link to comment
Share on other sites

Alla fine ho cambiato il pressostato e nulla, non potendone più e non riuscendo ad asciugare il motore, ho comprato un nuovo motore, ho cambiato anche la cassetta stagna elettrica e rifatto anche la copertura, ecco a voi qualche foto, per la copertura ho usato un vecchio serbatoio da 1000lt bucato, ho tagliato la base e l'ho accorciato, ancora devo sagmarlo meglio con la pistlola ad aria calda e poi devo cucire le due parti con le fascette e del silicone, per ora è solo così ma dovrebbe essere molto ma molto più protetto.

 

image.thumb.png.e165ae2bb826da54865f041c67202b2a.pngimage.thumb.png.954e7cc6bf0e608ba13713cdbb622e65.png

Link to comment
Share on other sites

Io vedo quel tubo in uscita come facile ponte per l'acqua di colare fino a motore e pressostato e colare giù. Io gli farei fare due curve a 90° per mandarlo raso terra.

Tutti quegli aghi di pino son lì perchè si trova proprio sotto alla pianta o magari si forma un ruscelletto quando piove?

Edited by Dumah Brazorf
Link to comment
Share on other sites

13 ore fa, Dumah Brazorf ha scritto:

Io vedo quel tubo in uscita come facile ponte per l'acqua di colare fino a motore e pressostato e colare giù. Io gli farei fare due curve a 90° per mandarlo raso terra.

Tutti quegli aghi di pino son lì perchè si trova proprio sotto alla pianta o magari si forma un ruscelletto quando piove?

 

Le due porzioni di tubo cerchiate in giallo sono il carico del serbatoio e passano FUORI dalla copertura del motore, quindi non possono portare acqua dentro la copertura, gli aghi di pino cadono da due pini che si trovano subito sopra

 

image.png.34f772334fb9de547c9ea28f4306223a.png

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...