Jump to content
PLC Forum


Far funzionare un trapano a colonna 380 volt trifase con 220 volt monofase


Enton
 Share

Recommended Posts

Buonasera, ho bisogno di vostre indicazioni. Ho un trapano a colonna serrmac rag 20/22 trifase 380 volt.

Lo vorrei far funzionare nel mio garage dove però non e disponibile la 380V trifase quindi vorrei avere qualche consiglio per come alimentare direttamente il trapano partendo dalla 220volt monofase domestica 3 kw.

Non vorrei sostituire il motore ne modificare il trapano. 

Il trapano monta un motore dehalander 2 velocità quindi alimentazione solo 380 volt.

Vorrei capire piu nello specifico come si può realizzare un convertitore monofase 220volt a 380V trifase.  Ho letto anche qui nel forum in qualche discussione passata ma non molto chiara nei dettagli....la realizzazione di convertitore tramite l'utilizzo di inverter + auto trasformatore. 

Vorrei capire meglio se per realizzare ciò e necessario di un inverter ingresso 220volt monofase uscita 380V trifase + auto trasformatore o di inverter ingresso 220volt monofase uscita 220volt trifase + auto trasformatore 220volt/uscita 380V e da quest'ultima alimentare direttamente il trapano. Grazie a quanti mi diano maggiori informazioni riguardo. 

Allego qualche foto dati del trapano. 

IMG-20220929-WA0000.jpg

Screenshot_20221012-011405_eBay.jpg

Screenshot_20221012-011418_eBay.jpg

IMG-20220929-WA0001.jpg

Screenshot_20221020-195026_eBay.jpg

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 110
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • Enton

    61

  • Livio Orsini

    37

  • mrgianfranco

    6

  • Walter64

    4

Top Posters In This Topic

Posted Images

Premetto che questo quadro inverter viene venduto anche in altre versioni disponibili da 1,5 kw - 2,2 kw e da 4 kw ovviamente 2,2 kw è dichiarato che è il massimo utilizzabile con i 3 kw della 220 volt della rete domestica di ingresso. 

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

Quel motore è un vecchio Dahalander, come indica la targa, del secolo scorso.

Alimentarlo tramite inverter è probabile che, dopo poche ore di funzionamento, si bruci; questo perchè gli isolanti dei fili dei motori di quel tempo erano inadatti a reggere gli elevati dv/dt degli impulssi degli inverters attuali.

Parere mio, meglo soprassedere all'idea di alimentarlo con inverter. meglio sostituire il motore con un monofase.

Link to comment
Share on other sites

mrgianfranco
1 ora fa, Livio Orsini ha scritto:

meglio sostituire il motore con un monofase

Secondo me rischi di risparmiare pure sostituendo direttamente il motore!

Anche se in effetti devi lavorarci un pò su per modificare gli azionamenti e renderli idonei al monofase

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Livio Orsini ha scritto:

Quel motore è un vecchio Dahalander, come indica la targa, del secolo scorso.

Alimentarlo tramite inverter è probabile che, dopo poche ore di funzionamento, si bruci; questo perchè gli isolanti dei fili dei motori di quel tempo erano inadatti a reggere gli elevati dv/dt degli impulssi degli inverters attuali.

Parere mio, meglo soprassedere all'idea di alimentarlo con inverter. meglio sostituire il motore con un monofase.

Livio,  ma il trapano è del 2001 

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, mrgianfranco ha scritto:

Secondo me rischi di risparmiare pure sostituendo direttamente il motore!

Anche se in effetti devi lavorarci un pò su per modificare gli azionamenti e renderli idonei al monofase

Allora il trapano è del 2001, quindi ad oggi ha 23 anni .....allego foto targhetta anno di fabbricazione.

Dunque poi il problema non è solo di modificare gli azionamenti il problema è proprio sostituire il motore. Trovarne uno con la stessa flangia e la lunghezza dell'albero. Troppo lavoro non ne vale più la pena. 

Screenshot_20221012-011429_eBay.jpg

Link to comment
Share on other sites

mrgianfranco
25 minuti fa, Enton ha scritto:

Trovarne uno con la stessa flangia e la lunghezza dell'albero

Non credere sia difficile le flange son standard, trovi tutte le misure per esempio:

https://adajusa.it/it/motori-monofase-flangia-1500-giri-b14/961-motore-monofase-075kw-1cv-230v-1500-giri-mezza-coppia-di-avviamento-flangia-b14-8435532809616.html

se lo utilizzi come trapano va bene perchè non avrai possibilità di usare le 2 velocità, immagino quella bassa sia per le maschiature

Edited by mrgianfranco
Link to comment
Share on other sites

33 minuti fa, mrgianfranco ha scritto:

Non credere sia difficile le flange son standard, trovi tutte le misure per esempio:

https://adajusa.it/it/motori-monofase-flangia-1500-giri-b14/961-motore-monofase-075kw-1cv-230v-1500-giri-mezza-coppia-di-avviamento-flangia-b14-8435532809616.html

se lo utilizzi come trapano va bene perchè non avrai possibilità di usare le 2 velocità, immagino quella bassa sia per le maschiature

Mrgianfranco...e poi la lunghezza dell'albero ?   🤔  ....quello è che poi non avrei più la possibilità di utilizzare le due velocità. 

Avevo pensato anche di modificare gli avvolgimenti del motore dehalander quindi farlo ad un unica velocità e lasciare questo così da farlo funzionare direttamente monofase. Senza considerare poi il calo di potenza.

Video di come modificare un dehalander 2 velocità ad una velocità :

 

Io non vorrei appunto fare tutte queste modifiche ma vorrei continuare a lasciare il trapano a colonna così come è.  Vorrei trovare come alimentarlo direttamente a 380V con un convertitore monofase/trifase 

Link to comment
Share on other sites

mrgianfranco

anche l'albero ha misure standard chi fà motori ha interesse a venderne tanti non ti fà una misura solo per te!

Io lascerei stare la modifica invece sembra troppo impegnativa!

Link to comment
Share on other sites

mrgianfranco
2 ore fa, mrgianfranco ha scritto:

anche l'albero ha misure standard chi fà motori ha interesse a venderne tanti non ti fà una misura solo per te!

Io lascerei stare la modifica invece sembra troppo impegnativa!

e comunque quella modifica necessita sempre della trifase ottenuta da un inverter monofase/trifase

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
7 ore fa, Enton ha scritto:

Video di come modificare un dehalander 2 velocità ad una velocità :

 

Se vuoi segui le spiegazioni di quel video, poi alimenta il tuo motore con un inverter mono-trifase.

Fino a quando il motore regge ti va bene. Se sei fortunato magari dura altri 21 anni alimentato da inverter; se invece sei un po' sfortunato al secondo avviamento fa la fumata e si spande per l'aria quell'odore di motore arrosto che non è per niente appetitoso.

Quindi se ti va male, oltre a spendere i soldi per l'inverter, dovrai spendere ancora per un nuovo motore.

Personalmente sono contrario a modificare un dahlander ed a farlo lavorare sotto inverter.

Però il motore è tuo e sei tu che devi decidere

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Livio Orsini ha scritto:

 

Se vuoi segui le spiegazioni di quel video, poi alimenta il tuo motore con un inverter mono-trifase.

Fino a quando il motore regge ti va bene. Se sei fortunato magari dura altri 21 anni alimentato da inverter; se invece sei un po' sfortunato al secondo avviamento fa la fumata e si spande per l'aria quell'odore di motore arrosto che non è per niente appetitoso.

Quindi se ti va male, oltre a spendere i soldi per l'inverter, dovrai spendere ancora per un nuovo motore.

Personalmente sono contrario a modificare un dahlander ed a farlo lavorare sotto inverter.

Però il motore è tuo e sei tu che devi decidere

Livio e se il motore lo lascio così come sta e alimento direttamente la macchina con inverter  ingresso 220volt monofase uscita 220volt trifase più un auto trasformatore 1kw 220volt trifase uscita 380 volt trifase  ?

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
11 ore fa, Enton ha scritto:

più un auto trasformatore 1kw 220volt trifase uscita 380 volt trifase  ?

 

per prima cosa ti serve un atotrasformatore da 1700 VA almeno. Comunque è sempre bene dimensionare per correnti, quindi un autotrasfo che possa erogare almeno 3A sulla presa a 380V. Questo comporta che sulla presa 220V si assorbiranno circa 5.2A dall'inverter, quindi l'inverter dovrà essere in grado di erogare almeno 5,2 A.

Poi l'isolante dei fili del trasformatore dovrà essere in grado di sopportare i dv/dt tipici dell'inverter, altrimenti cede ed il trasformatore va in corto.

Altra cosa. il trasformatore potrebbe ridurre l'escusrioni in frequenza dell'inverter; in compenso il otore sarà alimentato con tensione quasi sinusoidale.

 

Dimenticavo.

Ci sono inverter di produzione cinese che riescono ad erogare 400V con alimentazione monofase a 230V.

Sul forum c'è stato qualcuno che li ha usati e, al primo approccio, ha affermato che funzionano bene.

Al momento non ho informazioni sulla qualità e l'affidabilità di questi dispositivi.

Se fai una ricerca in quasta sezione trovi le discussioni relative, con anche il tipo di inverter usato.

 

Rimangono tutti i problemi relativi all'uso di inverter per alimentare questo motore.

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

I dati che riportano sono contradditori: indicano 380V e 5,26 A sulla targa che corrispondono ad una potenza apparente di cieca 3458 VA nominali, poi nelle specifiche riportano potenza 1000W. A parte il fatto che bisognerebbe dare il dato di potenza in VA, oppure specificare il valore di cosphi a cui corrisponde quel valore di potenza attiva (quella espressa in watt), c'è una discrepanza evidente tra i dati di targa e la potenza data in specifica.

A me queste incongruenza fanno molto sospettare, così come lapossiblità di scelta delle tensioni.

Affermano di averne 5 disponibili, ma la possibilità di scelta delle tensioni sembra indicare un dispositivo fatto su specifica, non un oggetto pronto a magazziono.

 

Io chiederei almeno un chiarimento al venditore, anche se dubito possano dare risposte convincenti. Poi c'è anche il problema dell'isolamento adatto al funzionamento sotto inverter.

Visto che costa quasi come un inverter io farei qualche indagine in più.

Link to comment
Share on other sites

Ma un motore 220v monofase 2 velocità, non costerà più di 250€, perchè ti incaponisci a trovare accrocchi che alla fine costeranno di più e come dice Livio bruceranno il motore perchè è vecchio e l'isolamento non regge l'inverter?

Link to comment
Share on other sites

10 ore fa, acquaman ha scritto:

Ma un motore 220v monofase 2 velocità, non costerà più di 250€, perchè ti incaponisci a trovare accrocchi che alla fine costeranno di più e come dice Livio bruceranno il motore perchè è vecchio e l'isolamento non regge l'inverter?

Il problema è proprio quello... riuscire a trovare un motore monofase a 2 velocità che vada bene sia come attacco flangia che lunghezza e diametro albero. 

Link to comment
Share on other sites

13 ore fa, Livio Orsini ha scritto:

I dati che riportano sono contradditori: indicano 380V e 5,26 A sulla targa che corrispondono ad una potenza apparente di cieca 3458 VA nominali, poi nelle specifiche riportano potenza 1000W. A parte il fatto che bisognerebbe dare il dato di potenza in VA, oppure specificare il valore di cosphi a cui corrisponde quel valore di potenza attiva (quella espressa in watt), c'è una discrepanza evidente tra i dati di targa e la potenza data in specifica.

A me queste incongruenza fanno molto sospettare, così come lapossiblità di scelta delle tensioni.

Affermano di averne 5 disponibili, ma la possibilità di scelta delle tensioni sembra indicare un dispositivo fatto su specifica, non un oggetto pronto a magazziono.

 

Io chiederei almeno un chiarimento al venditore, anche se dubito possano dare risposte convincenti. Poi c'è anche il problema dell'isolamento adatto al funzionamento sotto inverter.

Visto che costa quasi come un inverter io farei qualche indagine in più.

Ho trovato anche questo volendo: 

https://www.ebay.it/itm/134232201020?mkcid=16&mkevt=1&mkrid=711-127632-2357-0&ssspo=fjpOwv3lQuq&sssrc=2349624&ssuid=2Uqz2FwnRA2&var=&widget_ver=artemis&media=COPY

 

O questo https://www.ebay.it/itm/174207078320?mkcid=16&mkevt=1&mkrid=711-127632-2357-0&ssspo=F9KE9K0vQ7S&sssrc=2349624&ssuid=2Uqz2FwnRA2&var=&widget_ver=artemis&media=COPY

Link to comment
Share on other sites

17 ore fa, Livio Orsini ha scritto:

 

per prima cosa ti serve un atotrasformatore da 1700 VA almeno. Comunque è sempre bene dimensionare per correnti, quindi un autotrasfo che possa erogare almeno 3A sulla presa a 380V. Questo comporta che sulla presa 220V si assorbiranno circa 5.2A dall'inverter, quindi l'inverter dovrà essere in grado di erogare almeno 5,2 A.

Poi l'isolante dei fili del trasformatore dovrà essere in grado di sopportare i dv/dt tipici dell'inverter, altrimenti cede ed il trasformatore va in corto.

Altra cosa. il trasformatore potrebbe ridurre l'escusrioni in frequenza dell'inverter; in compenso il otore sarà alimentato con tensione quasi sinusoidale.

 

Dimenticavo.

Ci sono inverter di produzione cinese che riescono ad erogare 400V con alimentazione monofase a 230V.

Sul forum c'è stato qualcuno che li ha usati e, al primo approccio, ha affermato che funzionano bene.

Al momento non ho informazioni sulla qualità e l'affidabilità di questi dispositivi.

Se fai una ricerca in quasta sezione trovi le discussioni relative, con anche il tipo di inverter usato.

 

Rimangono tutti i problemi relativi all'uso di inverter per alimentare questo motore.

Uno di questi misteriosi inverter 220volt/380volt :

Inverter a frequenza variabile AT4-1500X VFD da 1,5 kW, ingresso monofase 220 v uscita trifase 380 v regolatore di velocità regolatore del motore https://amzn.eu/d/eUZk6O0

 

O questo:  https://www.ebay.it/itm/274907241548?mkcid=16&mkevt=1&mkrid=711-127632-2357-0&ssspo=IKbnSiGSTmG&sssrc=2349624&ssuid=2Uqz2FwnRA2&var=&widget_ver=artemis&media=COPY

 

oppure:

 

https://www.ebay.it/itm/334126690637?mkcid=16&mkevt=1&mkrid=711-127632-2357-0&ssspo=0MMUqRegQH6&sssrc=2349624&ssuid=2Uqz2FwnRA2&var=&widget_ver=artemis&media=COPY

 

 

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

La soluzione inverter mono 230V e trifase 400V sarebbe la più semplice; rimane l'incognita se il motore, non fabbricato appositamente per essere alimentato da inverter, possa reggere.

Dovresti scegliere un inverter in grado erogare, con continuità, gli 1,8A richiesti dal motore.

Oltre a dover attendere con pazienza l'arrivo del dispositivo che, se va bene, arriverà poco prima della scadenza della data limite promessa.

 

La soluzione autotrafo è la migliore dal punto di vista del motore.

A parte l'ingombro ed una spesa aggiuntiva, io la vedrei un po' meno peggio.

Il secondo trasfo, quello da 90€, mi pare più conveniente perchè la spesa è limitata e, in caso non tenga l'isolante, puoi sempre farlo riavvolgere con una spesa contenuta.

 

Certo che la sostituzione del motore sarebbe la soluzione "più migliore assai"🙂

 

Curiosità personale, ma cosa te ne fai di un simile catafalco di trapano per usi amatoriali?

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

9 ore fa, Enton ha scritto:

Il problema è proprio quello... riuscire a trovare un motore monofase a 2 velocità che vada bene sia come attacco flangia che lunghezza e diametro albero. 

Dubito che siano motori speciali, avrà un forma costruttiva standard.

Qui puoi vedere tutti gli standard dei motori.

Link to comment
Share on other sites

5 ore fa, Livio Orsini ha scritto:

La soluzione inverter mono 230V e trifase 400V sarebbe la più semplice; rimane l'incognita se il motore, non fabbricato appositamente per essere alimentato da inverter, possa reggere.

Dovresti scegliere un inverter in grado erogare, con continuità, gli 1,8A richiesti dal motore.

Oltre a dover attendere con pazienza l'arrivo del dispositivo che, se va bene, arriverà poco prima della scadenza della data limite promessa.

 

La soluzione autotrafo è la migliore dal punto di vista del motore.

A parte l'ingombro ed una spesa aggiuntiva, io la vedrei un po' meno peggio.

Il secondo trasfo, quello da 90€, mi pare più conveniente perchè la spesa è limitata e, in caso non tenga l'isolante, puoi sempre farlo riavvolgere con una spesa contenuta.

 

Certo che la sostituzione del motore sarebbe la soluzione "più migliore assai"🙂

 

Curiosità personale, ma cosa te ne fai di un simile catafalco di trapano per usi amatoriali?

 

 

 

Livio innanzitutto ti voglio ringraziare per il disturbo e il tempo che mi sta dedicando...allora anche io concordo e sarei per prendere il secondo autotrasformatore quello da 5 kWA che per il trapano basta e avanza...no ! anche perché il venditore me lo darebbe anche per 75 € 😁 

poi per alimentare questo autotrasformatore l'inverter 220volt monofase uscita 220volt trifase da quanto dovrei prenderlo ?....sempre fermo restando che io a casa ho sempre max i 3 kw.

Anche se il solo inverter 220/380 ovviamente occuperebbe meno spazio....ma questo alla fine non è poi un grande problema....farei un armadietto/quadro dove dentro installerei inverter e autotrasformatore. 

....sai Livio ho avuto modo di prendere questo trapano ad un asta anche se si effettivamente ad uso hobbistico e eccessivo e con il senno di poi forse mi sono pure pentito. Adesso fatto bene o male questa adesso e la situazione😏 però ero stufo di prendere una macchina "cinese rimarchiata" ....quando possibile io sono dell'idea che anche per un uso obbistico se hai una cosa nata per un uso industriale dove vengono usati e maltrattati per ore ....a casa una macchina industriale ovviamente ove e nel limite del possibile 🤑e sempre meglio di una del brico cinese di latta 😊 ti dura una vita.

Livio sempre se puoi...passami qualche link di qualche inverter o autotrafo che secondo te potrebbe andar bene/meglio. 

Link to comment
Share on other sites

Il 3/11/2022 alle 11:25 , Livio Orsini ha scritto:

I dati che riportano sono contradditori: indicano 380V e 5,26 A sulla targa che corrispondono ad una potenza apparente di cieca 3458 VA nominali, poi nelle specifiche riportano potenza 1000W. A parte il fatto che bisognerebbe dare il dato di potenza in VA, oppure specificare il valore di cosphi a cui corrisponde quel valore di potenza attiva (quella espressa in watt), c'è una discrepanza evidente tra i dati di targa e la potenza data in specifica.

A me queste incongruenza fanno molto sospettare, così come lapossiblità di scelta delle tensioni.

Affermano di averne 5 disponibili, ma la possibilità di scelta delle tensioni sembra indicare un dispositivo fatto su specifica, non un oggetto pronto a magazziono.

 

Io chiederei almeno un chiarimento al venditore, anche se dubito possano dare risposte convincenti. Poi c'è anche il problema dell'isolamento adatto al funzionamento sotto inverter.

Visto che costa quasi come un inverter io farei qualche indagine in più.

Ho chiesto al venditore di quel autotrafo è mi ha mandato questo link https://www.ebay.it/itm/204142097146?mkcid=16&mkevt=1&mkrid=711-127632-2357-0&ssspo=HY805-YoQWm&sssrc=2349624&ssuid=2Uqz2FwnRA2&var=&widget_ver=artemis&media=COPY

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share


×
×
  • Create New...