Jump to content
PLC Forum


Temperatura di mandata bassa su caldaia a condensazione Bosch


Jollino
 Share

Recommended Posts

Ciao a tutti,

sono nuovo del forum e ammetto candidamente di essere praticamente a digiuno di nozioni su caldaie e simili, quindi presumo che la mia domanda sia molto stupida. (Con l'elettricità me la cavo meglio. :D)

 

Ho cambiato da poco la mia caldaia con una a condensazione Bosch (GC7000iW 24C), con associato cronotermostato modulante (CR100) e valvole termostatiche Caleffi (di queste non trovo il codice). Installazione a norma da parte di personale qualificato, niente fai da te.

Per l'acqua calda nessun problema, ma ho dei dubbi sul riscaldamento.


Ho impostato la mandata dell'acqua dei termosifoni a 75° come da manuale, regolato orari e temperature sul cronotermostato; al momento tutte le valvole sono su 5, quindi (correggetemi se sbaglio) è come se non ci fossero.
Il mio dubbio sta nel fatto che quando la temperatura deve salire di poco, ad esempio ci sono 19.5 e ho impostato la temperatura desiderata a 20.0, la temperatura di mandata indicata sul display della caldaia arriva ad appena 33-34 gradi, e non va oltre. I termosifoni, soprattutto quelli più lontani, restano appena tiepidi. Non c'è ancora stato un freddo tale da fare la differenza e magari è un comportamento normale, ma — da ignorante — mi sembra un po' insolito.
Richiedendo una temperatura maggiore, ad esempio 22 gradi quando ce sono 19, la temperatura di mandata sale ma comunque non arriva a 75. Capisco il senso di "rallentare il riscaldamento quando ci siamo quasi", ma mi pare un po' strano che anche l'avvio sia così lento.

 

Come detto, non ho avuto ancora modo di tenerla accesa "seriamente", ma vorrei appunto portarmi avanti per capire meglio il funzionamento (anche perché la stessa combinazione di caldaia e cronotermostato è stata installata dai miei, quindi sarò il primo punto di assistenza).

 

Sono sicuro che mi sfugga qualcosa di ovvio, quindi chiedo lumi agli esperti. 🙂 

 

Grazie in anticipo!

Link to comment
Share on other sites


Alessio Menditto
25 minuti fa, Jollino ha scritto:

I termosifoni, soprattutto quelli più lontani, restano appena tiepidi.

I circuiti non sono bilanciati.

Link to comment
Share on other sites

21 minuti fa, Alessio Menditto ha scritto:

I circuiti non sono bilanciati.

Grazie, ovviamente non avevo idea di questa cosa e pensavo fosse "normale" che i più lontani si scaldassero meno (anche perché con la vecchia caldaia, che la modulazione nemmeno sapeva cosa fosse, effettivamente scaldava: ci mettevano di più, ma arrivavano a una temperatura tale da scaldare e non mi sono mai posto il problema di confrontarli).

 

Quindi è normale che la caldaia si limiti a 33-34 gradi di temperatura di mandata quando la differenza è di mezzo / un grado?

Link to comment
Share on other sites

Alessio Menditto

Prima si bilancia poi si vede come va, altrimenti è come costruire una casa su fondamenta storte.

Link to comment
Share on other sites

Chiarella88
39 minuti fa, Jollino ha scritto:

 

Quindi è normale che la caldaia si limiti a 33-34 gradi di temperatura di mandata quando la differenza è di mezzo / un grado?

Sì è normale, è la modulazione della caldaia. 
questo comportamento serve principalmente per risparmiare sul gas visto che la fiammella si accende poco e consuma poco. 
 

poi sul fatto che l’impianto non sia bilanciato è un altro problema.

la caldaia dialoga solo con il termostato e non con ogni calorifero quindi quando il termostato dice alla caldaia “mi serve poco, mi serve tanto, spegniti, accendi” quello lei fa..

Link to comment
Share on other sites

non è la modulazione della cadaia ma il crono modulante sente avvicinarsi  la temperatura ambiente obbiettivo e fà il suo lavoro per evitare inerzie termiche. vedi se è possibile regolarne il delta o se il tuo impianto ha delle pecche grosse metterlo in on-off abbassando la mandata a 65 c

Link to comment
Share on other sites

Grazie a tutti, sto procedendo con il bilanciamento sui detentori — regolandoli giornalmente in modo da verificare la situazione quando il riscaldamento parte dopo la notte — e la situazione è decisamente migliorata. Ne ho approfittato anche per spostare il termostato in un luogo più adatto, in modo che il sensore di temperatura abbia letture più realistiche per la modulazione.

Grazie ancora!

Link to comment
Share on other sites

Alessio Menditto
6 minuti fa, Jollino ha scritto:

e la situazione è decisamente migliorata

Ma certo, ed è anche una cosa elementare ma porta via tempo e alcuni idraulici non la fanno spostando il problema al cliente.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...